Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ricevuto apprezzamento personalizzato dopo aver inviato sinossi e primi 3 capitoli. Mi hanno quindi chiesto di mandare il manoscritto completo insieme alla bozza di piano editoriale, specificando che al momento non serve né firma né scansione dei documenti di identità...

Nel frattempo ho ordinato un  libro dal loro store (per la verità al procedura è un po' farraginosa) in modo da testare sito, spedizione e poi soprattutto al qualità del libro in sé. Visto che le copertine mi piacciono, ma la carta va sentita...

Lo store consente di leggere alcuni incipit e ci sono facili sinossi, che mi hanno permesso di scegliere un libro che dovrebbe essere in linea con il mio 'genere',

Ho scelto *Editato dallo Staff*, di Emilio Scarselli. Se l'autore è tra noi, un caro saluto!

Ps: per la spedizione tramite poste italiane, prendono il costo netto (1,90) tramite corriere mi pare intorno ai 5. 

Vi tengo aggiornati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riscontro telefonico avuto, molto gentili e professionali, nulla da dire. Ma come gli ho spiegato, ho rifiutato per una semplice ragione: col self publishing prendo moooolte più royalties, almeno su Amazon ci sarei (e avrei anche i vantaggi della spedizione gratuita e Bonus Cultura), tutti i diritti saranno sempre miei, ISBN gratis, e la potenza promozionale sarebbe praticamente la stessa di un piccolo/medio editore (anzi, sembra che anche alle big non gliene freghi niente di investire sui suoi autori). In libreria non ci sarei? Non ci sarei comunque mai stato, quindi perché sperarci invano? Anzi, metto in conto vendita e sto prima. Quindi perché mai dovrei firmare un contratto col diavolo? È veramente stupido.

Ok che l'editoria è ormai ai ferri corti per tante ragioni, ma o inizi ad investire seriamente sulle tue risorse (come ogni imprenditore dovrebbe fare) o cambi attività. Quasi ogni ambito artistico si è adattato ai repentini cambi che il web ha imposto a tutti. Se non ti adatti, chiudi. Semplice. E io non voglio stare 20 anni al guinzaglio di un business destinato a morire.

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Robertino

Ciao Banana

vorrei portare la mia esperienza del tutto personale relativamente al self publishing, rispetto ad un editore, pur se piccolo. Non ne ho mai fatto un aspetto economico, perché credo che 'ai miei livelli', accostare la passione e la soddisfazione di vedermi pubblicato, al guadagno, sia per me stesso avvilente. Parliamo di decine di Euro in più o in meno...

Vengo al dunque. Nel 2015 ho pubblicato il primo romanzo con Youcanprint. Niente da dire, ho trovato questa realtà molto buona, presenza su vari portali, stampa gradevole, etc. L'opera è piaciuta, ottimi apprezzamenti, addirittura piazzato terzo ad un concorso letterario (minore) nazionale.

MA... ecco il MA.

Il MA è che intorno a me ho sempre sentito quel vociare nascosto del tipo 'si, bravino, MA basta pagare e son tutti scrittori'.

E chissà che non fosse vero!

Voglio dire che se dovessi ricevere un contratto da un editore no EAP come Nulla Die (con cui sono in contatto), non esiterei un secondo, e ne andrei fiero. 

Scollandomi di dosso il tarlo del 'basta pagare'...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Robertino questo intervento sulle tue esperienze di self publishing all'interno del topic di una casa editrice che significato ha?

Nei topic delle case editrici si discute di esperienze avute con quell'editore e basta.

Ritorniamo in topic, grazie.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Ospite Robertino ha scritto:

Scollandomi di dosso il tarlo del 'basta pagare'...

Ben detto. Chi non ti fa pagare è spesso inviso a chi si sente rifiutato e anche a chi lucra sulle vanità degli autori a proprie spese.

E se è vero quel che leggo qui, si spiegano certi richiami e incoraggiamenti al selfpublishing: https://www.gliamantideilibri.it/bore-srl-ha-acquisito-writers-dreams-org/

 

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di moderazione

Forse non mi sono spiegato, pensavo che le parole: 

questo intervento sulle tue esperienze di self publishing all'interno del topic di una casa editrice che significato ha? Nei topic delle case editrici si discute di esperienze avute con quell'editore e basta. Ritorniamo in topic, grazie.

fossero chiare, ma pare di no.

Lo ripeto, allora:

torniamo in topic, grazie.

 

Ricordo a tutti che non è possibile rispondere pubblicamente a un intervento di moderazione.

Riprendiamo con interventi che si riferiscono a esperienze con questo editore.

Grazie.

  • Mi piace 1
  • Grazie 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/2/2020 alle 14:04, dri ha scritto:

Tenete conto fa promozione attraverso il distributore. Mi è capitato un'altra situazione analoga di percentuali basse ma a fronte di promozione con agenti ecc... 

Il discorso del 4% lo vedo come relativo. Il 4% o il 10% se le copie vendute sono poche... 

 qualcuno me la sa spiegare questa frase?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, fkafka ha scritto:

 qualcuno me la sa spiegare questa frase?

 

Credo si volesse dire che se le copie sono poche il 4 o il 10% fa poca differenza, trattandosi del prezzo di copertina. Sono comunque spiccioli...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fkafka ha scritto:

@Tommi Versetti è questo che non capisco. 

 

Mmm. Non saprei, forse l'utente ritiene che la CE riesca a "spingere" i libri tramite il lavoro del distributore.

A vederla così mi sembra molto dura, dato che per sviluppare una promozione attraverso quel canale è necessario entrare nelle librerie, e non mi risulta che ND ci sia.

Sugli web store non credo il distributore possa fare più di tanto, tolto il suo lavoro, ovviamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/3/2020 alle 13:12, Banana In Pigiama ha scritto:

almeno su Amazon ci sarei 

Una domanda: i libri di Nulla Die non sono venduti su Amazon?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Nio59 ha scritto:

Una domanda: i libri di Nulla Die non sono venduti su Amazon?

Sì. oltretutto vedo ora che un libro che sul loro sito costa 16 euro, su amazon ne costa 13... è una cosa comune questa oppure no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fkafka ha scritto:

Sì. oltretutto vedo ora che un libro che sul loro sito costa 16 euro, su amazon ne costa 13... è una cosa comune questa oppure no?

Amazon fa spesso promozioni. Anche per questo mi preoccupo di vedere se una CE vende su Amazon, il più grande store di libri online...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nulla Die è distribuita da Libri.co, che distribuisce molti piccoli-medi editori, e distribuisce anche in tutti gli store on line tra i quali anche Amazon.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×