Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

occhidifalco

GDS Edizioni

Post raccomandati

Adesso, A.V Enelyn ha detto:

@mimela Non ti sei trovata bene?

Se vendono il tuo libro quando non sei più sotto contratto con loro non va molto bene. Poi, ripeto, da ore sto cercando di contattarli per averne la certezza, però...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@mimela Certo quello assolutamente. Io parlo per il fatto che hai rescisso il contratto. Noi dovremmo mandare il contratto firmato e stiamo cercando quante più testimonianze possibili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@A.V Enelyn, non dico di essermi trovata male a suo tempo, ma ammetto che con loro devi partire dal presupposto che il 95% del lavoro è il tuo. Promozione, editing, ricerca di blog, a volte anche i contatti con le librerie. E se davvero hanno reso disponibile un libro che non devono più vendere, credo sia abbastanza importante.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dalla collana di riferimento Aktoris di Gds:

LA PRIMA COSA DI CUI PARLARE: CONTRIBUTI

Noi di GDS non chiediamo contributi in acquisti di copie ne nel pubblicare il libro. 
L'autore non avrà obblighi di nessun tipo, ci soffermeremo solo se il volume avrà bisogno di editing. 
L'editing non può essere sostenuto a costi zero e quindi, con il consenso dell'autore potremo internevenire tramite servizi editoriali che mettiamo a disposizione (che non hanno nulla a che vedere con la pubblicazione).
L'autore potrà avvalersi altresì di di un editor di sua scelta.

 

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, DanZac ha detto:

dalla collana di riferimento Aktoris di Gds:

LA PRIMA COSA DI CUI PARLARE: CONTRIBUTI

Noi di GDS non chiediamo contributi in acquisti di copie ne nel pubblicare il libro. 
L'autore non avrà obblighi di nessun tipo, ci soffermeremo solo se il volume avrà bisogno di editing. 
L'editing non può essere sostenuto a costi zero e quindi, con il consenso dell'autore potremo internevenire tramite servizi editoriali che mettiamo a disposizione (che non hanno nulla a che vedere con la pubblicazione).
L'autore potrà avvalersi altresì di di un editor di sua scelta.

 

Che ne pensate?

 

Penso che tale rivelazione sia in netto contrasto con quanto affermato dai responsabili della CE all'inizio di questa discussione. Penso anche che sia opportuno un approfondimento e, eventualmente, spostare la CE nella directory "Doppio Binario". L'editing è una parte importante per la composizione di un libro e dovrebbe farlo la casa editrice gratis.

Invito lo staff a intervenire in tal senso. Grazie.

Alla prossima.

 

Edison

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano
Alle 21/12/2017 at 18:52, DanZac ha detto:

[...] servizi editoriali che mettiamo a disposizione (che non hanno nulla a che vedere con la pubblicazione).

 

Che ne pensate?

 

Che come minimo si configura il "doppio binario".

La frase evidenziata poi è da sbellicarsi dalle risate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mentre provvediamo a inviare una mail di aggiornamento alla Casa Editrice, sposto in Da testare.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve, ho appena ricevuto proposta di pubblicazione e ovviamente mi sono fiondato qui a leggere la discussione. ammetto che dopo rifiuti a raffica ricevere un contratto di pubblicazione fa uno strano effetto, un misto tra soddisfazione ed incredulità ma riguardo alla diatriba tra free e Doppio binario devo dire che a me non è stata richiesta alcuna somma per l'editing anche se ad onor del vero di editing non si fa cenno se non in maniera fumosa in questo comma del contratto 3) Prima della pubblicazione  sarà inviata all’autore una bozza telematica definitiva che dovrà essere restituita al mittente entro 20 giorni lavorativi. 

prossimamente li contatterò e darò lumi sull'esito

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eccomi qui con le novità ... la CE mi ha cordialmente risposto riguardo all'editing. se voglio posso rivolgermi io stesso a qualcuno, altrimenti lo fanno loro a 2,40 € a cartella. Io non ho intenzione di spendere 1 euro per pubblicare quindi ... la cosa che mi fa pensare è quale vantaggio può avere una CE a pubblicare qualcosa di potenzialmente incompleto. Mah! per il momento sono in contatto e aspetto la definizione della faccenda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ho letto tutta la discussione, volevo chiedere se qualcuno ha pubblicato recentemente con questa casa editrice, come vi siete trovati e se come promozione del libro siete stati aiutati. In definitiva se la consigliereste. Vi ringrazio fin da ora. Spero di non essere fuori tema in caso contrario mi scuso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a Voi,

ricevuta proposta contrattuale dove permane qualche dubbio.

Di seguito luci e ombre, che cercherò di fugare a breve:

  1. assolutamente free, sottolineato e ben specificato
  2. royalties 6% sul cartaceo, 20% sul digitale, 50% in altri casi (cinematografico, magari!:asd:)
  3. l'autore può acquistare copie e organizzare proprie presentazioni. Sulle copie acquistate no royalties, ma sconti dal 20% al 50% in base a quante ne compri. Pertanto poi le royalties te le vai a prendere sullo sconto.
  4. copertina presentata dall'autore. La mia copertina è creata con un mix di immagini free-royalties acquistate su fotolia e private. Può essere già "adatta" per la pubblicazione? Dubbi forti in tal senso, altrimenti cambio subito mestiere e mi offro per creare copertine di libri (non so usare neanche Illustrator!)
  5. non si parla nello specifico né di distribuzione, né di editing, fatta eccezione per il discorso "bozza" già presentato da @kalmas
  6. non si parla di tiratura minima
  7. contratto di 6 anni con tacito rinnovo, con tutte le esclusive per l'editore e diritto di prelazione

A breve scriverò loro le mie perplessità, mettendomi a disposizione. 

Vediamo che succede.:pop:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, DanZac ha detto:

Buongiorno a Voi,

ricevuta proposta contrattuale dove permane qualche dubbio.

Di seguito luci e ombre, che cercherò di fugare a breve:

  1. assolutamente free, sottolineato e ben specificato
  2. royalties 6% sul cartaceo, 20% sul digitale, 50% in altri casi (cinematografico, magari!:asd:)
  3. l'autore può acquistare copie e organizzare proprie presentazioni. Sulle copie acquistate no royalties, ma sconti dal 20% al 50% in base a quante ne compri. Pertanto poi le royalties te le vai a prendere sullo sconto.
  4. copertina presentata dall'autore. La mia copertina è creata con un mix di immagini free-royalties acquistate su fotolia e private. Può essere già "adatta" per la pubblicazione? Dubbi forti in tal senso, altrimenti cambio subito mestiere e mi offro per creare copertine di libri (non so usare neanche Illustrator!)
  5. non si parla nello specifico né di distribuzione, né di editing, fatta eccezione per il discorso "bozza" già presentato da @kalmas
  6. non si parla di tiratura minima
  7. contratto di 6 anni con tacito rinnovo, con tutte le esclusive per l'editore e diritto di prelazione

A breve scriverò loro le mie perplessità, mettendomi a disposizione. 

Vediamo che succede.:pop:

Sul diritto di prelazione, però, se ne può discutere. Prima di firmare, avevo espresso perplessità al riguardo, e la casa editrice l'ha eliminato nella mia copia del contratto. Infatti, dopo aver pubblicato con loro, ho pubblicato anche con altre case editrici. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, sergio lynch ha detto:

Sul diritto di prelazione, però, se ne può discutere. Prima di firmare, avevo espresso perplessità al riguardo, e la casa editrice l'ha eliminato nella mia copia del contratto. Infatti, dopo aver pubblicato con loro, ho pubblicato anche con altre case editrici. 

Ciao, come ti sei trovato? Che tipo di promozione?

Qualche info utile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La CE non ci ha mai risposto, ma visto le testimonianze e quanto si evince la politica  rispetto all'editing, viene spostata in Doppio Binario. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ender

Confermo che sono free e, per quel che mi riguarda personalmente, molto disponibili a discutere eventuali modifiche al contratto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, anche io ho ricevuto la proposta di pubblicare con loro, ma mi sono già arenata su un punto: la distribuzione. Sono residente al Sud e la libreria della mia città mi ha detto che non è una casa editrice in catalogo, nè dal testo che accompagna il contratto sembra che sia possibile avere le copie in libreria in conto vendita. Qualche autore me ne può dare conferma?  Sono pronta a fare nella mia zona presentazioni, ma dover acquistare le copie prima mi sembra davvero eccessivo. Attendo qualche risposta. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, anch'io ho pubblicato con questa casa editrice e purtroppo non fa editing senza un contributo. Io non ho pagato ma ho ricevuto lo stesso la pubblicazione senza revisione ovviamente. Qualche errore nel romanzo c'è, io ho cercato di revisionarlo ma qualcosa mi è sfuggita. C'è di buono che inseriscono il libro in molti canali di vendita online e comunque creano anche il cartaceo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/5/2018 alle 10:33, Mag ha detto:

Salve, anche io ho ricevuto la proposta di pubblicare con loro, ma mi sono già arenata su un punto: la distribuzione. Sono residente al Sud e la libreria della mia città mi ha detto che non è una casa editrice in catalogo, nè dal testo che accompagna il contratto sembra che sia possibile avere le copie in libreria in conto vendita. Qualche autore me ne può dare conferma?  Sono pronta a fare nella mia zona presentazioni, ma dover acquistare le copie prima mi sembra davvero eccessivo. Attendo qualche risposta. 

 

La mia risposta precedente si riferiva a questo: non danno libri per presentazioni, devi comprarli. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie @Daniela F.P.. Quindi diciamo che la distribuzione è solo per librerie che appartengono a un piccolo circuito e chi non entra in questo circuito deve comprarsi le copie e fare promozioni con il carrettino dei libri.... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Mag ha detto:

grazie @Daniela F.P.. Quindi diciamo che la distribuzione è solo per librerie che appartengono a un piccolo circuito e chi non entra in questo circuito deve comprarsi le copie e fare promozioni con il carrettino dei libri.... 

 Più o meno... :( 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho sottoposto alla casa editrice il mio manoscritto e la risposta, arrivata dopo mesi, è stata che - sostanzialmente - mi richiedevano un contributo di 320€+iva per far sottoporre ad editing il mio scritto. Tuttavia, pur essendo molto umile rispetto al mio lavoro, ritengo che il lavoro di editing sia minimo in quanto non vi sono errori di grammatica, impaginazione, sintassi e ortografia. Sicuramente ci saranno refusi, certamente nessun errore di battitura che sia visibile ad occhio (e grazie alle sottolineature, per intenderci) quindi mi sembra un modo poco delicato per chiedere un contributo (non indifferente) per la pubblicazione della mia opera. 

Sono perplessa. Vorrei rispondere con la stessa sincerità con cui ho scritto poco sopra ma, onestamente, mi viene il dubbio che abbiano persino letto quello che ho mandato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/8/2018 alle 11:39, Icangage ha detto:

Ho sottoposto alla casa editrice il mio manoscritto e la risposta, arrivata dopo mesi, è stata che - sostanzialmente - mi richiedevano un contributo di 320€+iva per far sottoporre ad editing il mio scritto. Tuttavia, pur essendo molto umile rispetto al mio lavoro, ritengo che il lavoro di editing sia minimo in quanto non vi sono errori di grammatica, impaginazione, sintassi e ortografia. Sicuramente ci saranno refusi, certamente nessun errore di battitura che sia visibile ad occhio (e grazie alle sottolineature, per intenderci) quindi mi sembra un modo poco delicato per chiedere un contributo (non indifferente) per la pubblicazione della mia opera. 

Sono perplessa. Vorrei rispondere con la stessa sincerità con cui ho scritto poco sopra ma, onestamente, mi viene il dubbio che abbiano persino letto quello che ho mandato.

 

mi permetto di farti presente che editing e correzione di bozze sono due cose radicalmente diverse.

il tuo manoscritto può essere pulitissimo dal punto di vista della grammatica sintassi e ortografia, ma richiedere ugualmente un intervento di editing che potrebbe essere molto robusto. nel mio caso l'editing fatto col mio editore mi ha portato a modificare, togliere e aggiungere capitoli, arricchire la personalità di alcuni personaggi, ad aggiungerne di nuovi e perfino a far diventare cattivi personaggi buoni e viceversa. E posso assicurarti che tolti alcuni refusi non ho avuto alcuna correzione su grammatica sintassi e ortografia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, LuckyLuccs ha detto:

 

mi permetto di farti presente che editing e correzione di bozze sono due cose radicalmente diverse.

il tuo manoscritto può essere pulitissimo dal punto di vista della grammatica sintassi e ortografia, ma richiedere ugualmente un intervento di editing che potrebbe essere molto robusto. nel mio caso l'editing fatto col mio editore mi ha portato a modificare, togliere e aggiungere capitoli, arricchire la personalità di alcuni personaggi, ad aggiungerne di nuovi e perfino a far diventare cattivi personaggi buoni e viceversa. E posso assicurarti che tolti alcuni refusi non ho avuto alcuna correzione su grammatica sintassi e ortografia.

Ti ringrazio per le delucidazioni! :D Tuttavia, benché reputi che ovviamente un secondo parere, soprattutto quello di un professionista, sia oltremodo apprezzabile e desiderabile ciò che tenevo a far presente nel mio messaggio precedente era il fatto che la casa editrice, che mi ha proposto un contratto, ritenesse che questo servizio dovesse essere svolto a pagamento. E' chiaro, però, che se la casa editrice chiede circa 400€ per i suoi servizi di editing allora non è più free. Inoltre, il fatto che loro avessero specificato (mi sa che nel messaggio precedente non l'ho scritto) che il servizio di editing poteva essere anche svolto da un freelance esterno mi ha dato ragione di credere che il loro tentativo non sia stato proposto per esigenze editoriali quali limatura di personaggi, ambientazioni e quant'altro ma che sia una "prassi" a cui, evidentemente, riservano agli autori che ritengono meritevoli di pubblicare con loro. 

Ho chiesto comunque delucidazioni in tal senso e dunque vi terrò aggiornati sulla risposta! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Icangage ha detto:

Ti ringrazio per le delucidazioni! :D Tuttavia, benché reputi che ovviamente un secondo parere, soprattutto quello di un professionista, sia oltremodo apprezzabile e desiderabile ciò che tenevo a far presente nel mio messaggio precedente era il fatto che la casa editrice, che mi ha proposto un contratto, ritenesse che questo servizio dovesse essere svolto a pagamento. E' chiaro, però, che se la casa editrice chiede circa 400€ per i suoi servizi di editing allora non è più free. Inoltre, il fatto che loro avessero specificato (mi sa che nel messaggio precedente non l'ho scritto) che il servizio di editing poteva essere anche svolto da un freelance esterno mi ha dato ragione di credere che il loro tentativo non sia stato proposto per esigenze editoriali quali limatura di personaggi, ambientazioni e quant'altro ma che sia una "prassi" a cui, evidentemente, riservano agli autori che ritengono meritevoli di pubblicare con loro. 

Ho chiesto comunque delucidazioni in tal senso e dunque vi terrò aggiornati sulla risposta! 

Non credo che sia una prassi. Ho pubblicato con loro e, prima di firmare il contratto, non mi è stato proposto un editing a pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

20 minuti fa, sergio lynch ha detto:

Non credo che sia una prassi. Ho pubblicato con loro e, prima di firmare il contratto, non mi è stato proposto un editing a pagamento.

Visto che puoi darmi una tua opinione rispetto alla tua esperienza diretta, volevo chiederti: come ti sei trovato a pubblicare con loro?
Intendo dire, com'è stata gestita la promozione? Sono gli aspetti che più mi rendono perplessa rispetto a questa casa editrice. E, avendo ricevuto altre proposte di contratto, sto cercando di valutare con criterio. 

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×