Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Yolima

Gli Alberi e i suoi piccoli abitanti

Post raccomandati

 ( ho letto l'Amore Perduto e commentato. ps: ve lo consiglio)

 

 

Questo è più una guida che un racconto. Inutile dire che è una bozza (metto qui uno stralcio), ho iniziato a lavorarci ieri. è stato pensato a un target dai sei anni in su. Sono alla ricerca di una o un illustratore :D. Spero che vi piaccia!

 

 

 

Abete Nero 

Ho poche notizie su questo abete infatti non l’ho mai incontrato nei boschi, ma una mia cara amica che viaggia molto ha avuto l’onore di vederlo e mi ha detto che ha una bella corteccia nera e i suoi aghi emanano un buon odore aromatico se strofinati. Le pigne sono rivolte verso il basso e sono lunghe 2-3,5 cm. Qui abita il clan dei “piedi neri”. I piedi neri sono creature alte 1 cm, hanno grossi piedi neri (simili a quelli degli Hobbit) e passano le loro giornate a cantare e dipingersi la faccia di rosso, giallo o verde. Vivono dentro a delle tende situate sui rami che ahimè più di una volta sono state scambiate per delle pigne. Attenzione! Prima di raccogliere una pigna dall’albero o da terra, controllate che non sia un'abitazione del Clan dei Piedi Neri! Se vedete che la “pigna” è colorata di rosso, giallo o verde, allora non portatela via ma rimettetela dove l’avete trovata. A volte può succedere che il vento le faccia volare via e finire per terra. Nessun problema, i Piedi Neri sono ottimi costruttori e con le loro corde di corteccia tireranno su le loro case finite ai piedi dell’abete. I loro vestiti più delle volte sono del colore nero per mimetizzarsi con l’ambiente circostante.  

PS: mi sì dice che i Piedi Neri sono molto golosi. Siete pregati di lasciare sugli aghi dell’abete nero, noccioline o canditi. Ve ne saranno grati.  

 

 

Abete Bianco 

 

Questo albero è presente nei boschi montani dell’Europa Centrale, sui Carpazi, e sulle montagne dell’Europa del sud e del sud-est. Purtroppo per colpa dell’inquinamento atmosferico la sua presenza sì sta sempre riducendo sempre dì più. Tra questi rami non esiste un vero e proprio clan, ma più clan. Infatti possiamo trovare il clan “dei nasi all’insù!” esseri dalla pelle bianca quasi albina dal nasino all’insù e biondissimi. Sì vocifera che nelle loro vene scorre un po’ di magia delle fate. Infatti i loro occhi sono blu come il mare e la loro lingua viola come le susine. Poi abbiamo il clan dei McBee, essi hanno il volto rosa, capelli rossicci e grandi occhi neri. Sono dei lavoratori instancabili. Infatti è grazie a loro se possiamo assaggiare il miele di Melata d’Abete (la melata è una sostanza zuccherina che si trova sulle foglie). Insieme alle api creano il miele che poi viene imbottigliato a dentro dei grossi fiaschi in vetro. Badate bene anche il clan “dei nasi all’insù!” sì da fare. Il loro compito è quello di controllare che nessuno disturbi le api e i McBee durante la lavorazione del miele. Sono le guardie dell’Abete Bianco. Infine ai piedi dell’abete vi abbiamo il clan “Rok”. Essi indossano, d’inverno, grossi cappotti fatte con le radici e le foglie cadute per terra. D’estate invece portano semplicemente un gonnellino fatto sempre di foglie verdi raccolte dagli altri alberi. La loro dieta è composta da radici, vermi, e piccoli insetti che camminano lungo il tronco. Fabbricano con la corteccia dei piccoli archi e delle frecce appuntite. I Rok sono esseri dispettosi che amano arrampicarsi su di noi e tirarci i capelli. Quindi se passate davanti a un abete bianco, state attenti! 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×