Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

@Monica

[N20-2] Attesa

Post raccomandati

Traccia contenuta nel pacco n. 4: Seduti su una  roccia: sopra un abisso? In riva al mare? Con vista su una pianura?

 


 

Il bordo levigato del tempo

dissolve all’orizzonte:

è vertigine il vuoto che attrae.

 

Con le labbra dischiuse nel ritmo di un mantra 

conto le ore 

e impalpabile come talco si posa

lieve sulla pelle, l’infelicità.

Infiltra la sua subdola polvere sottile

sotto identità smarrite

e maschera il volto di sogni eterei di bellezza

e gravidi di promesse.

Ma, sotto quello strato leggero,

grigia e senza luce la pelle 

di pietra riveste.

 

Un cuore di marmo freddo e pesante

non riesce a battere le ore;

stagna il sangue nelle vene,

gli occhi vela di tristezza

e i piedi muove tra sassi di illusioni,

mentre fiumi di sale irrigano il viso.

Lo sguardo perso

a ricucire ritagli di ricordi

le mani protese verso il buio.

È forte il desiderio

di catapultarsi

là, dove luce non filtra.

 

Vorace risucchio

il vortice della promessa

di un nuovo Universo.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Madonnasanta, ragazze, che trischtezza infinita:sob:

@@Monica, @Kiarka, tutto bene? Serve aiuto? Monica, vuoi un altra chiocciola così ci impiego tre tentativi a taggarti invece che due? @Kiarka la vuoi un'altra K? Su, su, animo, che qui la situazione già è quella che è! 

Vebbé, detto ciò, accantonato il fatto che ci vorranno mesi per riprendermi dalla vostra poesia (maledette!), la poesia in sé non è affatto male. Il linguaggio è franco e non artefatto, e punta sulle immagini (desolanti). Trovo che sia riuscita nelle parti in cui non cade nel già sentito, e meno riuscita in parti in cui ha appunto questo difettuccio. Dunque, meno riuscite le immagini come la vertigine come vuoto che attrae, l'orlo del tempo, i sogni gravidi di promesse, il cuore di marmo: sono cose un po' abusate. Belle invece le altre, dove emerge l'invenzione personale: il velo di talco che riveste la pelle di pietra, i sassi di illusioni e immagini simili. Insomma, prendete il mio commento come un'esortazione a provare e a osare.  

Modificato da Edu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Edu Abbiamo lavorato per te! Sei proprio un ingrato. Che cosa potresti fartene di una macchina che va a lacrime, se non lacrima nessuno?

Grazie del passaggio e delle osservazioni:pirata3:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@Monica @Kiarka ciao ragazze! Quando si è di fronte al mare ecco che i sentimenti più disparati prendono il sopravvento. Ma perché il mare così rattrista? forse la sua grandezza porta allo smarrimento? Sentirsi sopra un abisso o ad un passo dal cielo appaiono come una unica sensazione, come la stessa idea che fonde la vita e la morte. Ciao a rileggervi e fiori ad abundantiam :rosa: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco un quadro di De Chirico pieno di oggetti deformati dal ricordo e dalla solitudine.

La malinconia, il dolore sono preponderanti, ma anche l'idea di aver vissuto tanto intensamente: questo mi arriva dai vostri versi.

Mi é molto piaciuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è piaciuto molto il ritmo e anche alcune immagini molto belle e originali, che trsamettono il senso della sospensione. Brava!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@Monicae @Kiarka, ciao!

Senso di sconfitta/stanchezza e voglia di cambiamento: questo ci leggo nella vostra lirica. Ahimè, temo mi manchino le competenze poetiche per un esame nel merito delle immagini che proponete. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Care @@Monica e @Kiarka,

Bella e triste la vostra poesia.

Il 29/12/2020 alle 08:08, @Monica ha scritto:

e impalpabile come talco si posa

lieve sulla pelle, l’infelicità.

Credo che questo verso me lo ricorderò a lungo.

Bellissimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per i commenti! piano piano cercherò di commentare tutte le vostre poesie (le sto leggendo, non temete!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace molto la vostra poesia, 

Il 29/12/2020 alle 08:08, @Monica ha scritto:

 è vertigine il vuoto che attrae.

:love2:

Sarò strana, ma ci vedo il passare del tempo. La roccia e il mare si tingono di giovinezza e di vecchiaia sembrano condividere la sorte della voce narrante.

Ciao

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@Monica, @Kiarka: bentrovate ragazze! 

Il 29/12/2020 alle 08:08, @Monica ha scritto:

Con le labbra dischiuse nel ritmo di un mantra 

conto le ore 

e impalpabile come talco si posa

lieve sulla pelle, l’infelicità.

Infiltra la sua subdola polvere sottile

sotto identità smarrite

e maschera il volto di sogni eterei di bellezza

e gravidi di promesse.

Bellissimi versi. Mi è piaciuto assai l'accostamento polvere - infelicità. Mi sono ritrovata in quelle identità smarrite, una condizione che ho vissuto in passato. 

 

Il 29/12/2020 alle 08:08, @Monica ha scritto:

Vorace risucchio

il vortice della promessa

di un nuovo Universo.

Chiusura stupenda che promette la rinascita. 

 

La vostra poesia mi ha trasmesso una forte tristezza e il freddo lungo la schiena, ma arrivata alla fine ho sentito la liberazione e in fondo, molto in fondo, ho visto la luce. Bella poesia, brave!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×