Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Mondo di Ombre

In trappola

Post raccomandati

Il 26/11/2020 alle 14:22, folie ha scritto:

Commento

 

Rinchiusa nello schema, 

illusioni le fondamenta,

verità circondano il perimetro,

il tetto? Un mare di favole.

 

@folieMi piacciono le poesie brevi, soprattutto se  sono incisive  come questa,  Già dal verso iniziale,  ho un senso di angoscia, di libertà negata, con  l'illusione di verità, quando la verità sta altrove    Un'unica parola mi convince poco  e cioè favole', che per me ha un significato  positivo, mentre io avrei ''fandonie' che più si addice ai versi  precedenti, 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/11/2020 alle 14:22, Mondo di Ombre ha scritto:

Rinchiusa nello schema, 

illusioni le fondamenta,

verità circondano il perimetro,

il tetto? Un mare di favole.

 

Ciao. Amo moltissimo le "poesie brevi". Ad esser sincero, però, devo ammettere che questo tuo componimento mi risulta "ermetico" nella sua accezione più negativa. Proverò a sviscerarlo al meglio delle mie possibilità. Il verso finale contiene la parola "tetto". Il secondo verso contiene la parola "fondamenta" e il terzo "perimetro". Tutto mi fa pensare che si stia parlando di una casa, di una dimora. Il sentore è di un rapporto  (amoroso/matrimoniale/affettivo?) fondato sulla menzogna, sulla bugia (sul tradimento?). Non so quale sia il tuo sesso ma presumo che tu sia una donna (o sbaglio, non so). La casa è uno schema costruito su fondamenta illusorie, una trappola che ti rinchiude in uno schema. Le verità circondano il perimetro, quindi solo al di fuori di questa dimora di menzogna si trova tutto ciò che concerne il vero. Il tetto, che è da sempre il "protettore" della dimora dalle intemperie e dall'esterno, non è altro che un costrutto fiabesco, un'ulteriore menzogna che "protegge" un luogo di bugie. La donna (o l'uomo in questione) è quindi racchiusa, intrappolata in un'illusione, in una gabbia di bugie. Non ho apprezzato particolarmente la tua opera breve perché amo profondamente le poesie evocative. Sono dell'opinione che la poesia, in particolar modo quella breve, debba avere una potenza evocativa che sprigioni l'immaginazione del lettore. Mi si potrebbe controbattere dicendo che questo componimento tratta il tema della "trappola", della "gabbia" e quindi il risultato di imprigionare è raggiunto. Anche in tal caso, mi sento di dissentire, in quanto non ho la sensazione di essere in trappola, imprigionato nell'opera, anzi, la mia percezione è totalmente opposta. Ne sono distante, non empatizzo con il testo, non lo sento mio, non sono imbrigliato nei suoi versi. Credo sia molto "cervellotico", raffinato intellettivamente si, ma poco efficace. Rileggerò sicuramente il testo e non vedo l'ora di leggere altre tue opere, magari meno artefatte e più "sanguigne". A presto.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mondo di Ombre salve,

sarà pure breve, ma vi è raffigurata una costruzione nella sua sequenza di fondamenta, perimetro e tetto.

Ogni struttura viene identificata da un termine che trasmettono un senso di falsità.

 

 Le fondamenta sono una illusione

Il 26/11/2020 alle 14:22, Mondo di Ombre ha scritto:

illusioni le fondamenta,

 

Il perimetro contiene falsità per contrapposizione alle verità che circondano esternamente il perimetro

Il 26/11/2020 alle 14:22, Mondo di Ombre ha scritto:

verità circondano il perimetro,

 

Il tetto indica due falsità. La prima è una inversione che vede il mare in alto ed è un mare di favole, cioè altre bugie.

Cosa sono le favole se non bugie?

Il 26/11/2020 alle 14:22, Mondo di Ombre ha scritto:

il tetto? Un mare di favole.

 

 

L'intera poesia mi rappresenta la chiusura in un mondo falso e nel quale ci chiudiamo o ci chiudono per sfuggire la realtà

Il 26/11/2020 alle 14:22, Mondo di Ombre ha scritto:

Rinchiusa nello schema, 

Lo schema compare come l'unica struttura reale anche se non viene definita e viene trasposto in una costruzione edile.

 

Come dicevo, sarà pure breve, ma abbastanza complessa nella raffigurazione che si vuole dare di un vivere all'interno di uno schema che restituisce una visione falsa della vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao  Mondo di Ombre, nella tua breve poesia vedo anche una critica all'attuale situazione geopolitica legata alla pandemia, ma forse è solo una mia impressione ed interpretazione delle tue parole. Interessante l'utilizzo che hai fatto della casa come metafora dei tuoi pensieri, ribaltando un po' la sua accezione di luogo sicuro e intimo.

Mi è piaciuta nella sua semplicità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Mondo di Ombre, inizio con il dire che le poesie brevi mi piacciono molto. La tua poesia in particolare  è una presa di coscienza: siamo rinchiusi, in trappola appunto, in concetti illusori, in convenzioni.

La cosa bella della tua poesia è che non è un tentativo di squarciare nessun velo, non suggerisce nessun modo per scappare da questa realtà di menzogne, semplicemente racconta le cose per come stanno.

Il concetto che più mi è piaciuto è "illusioni le fondamenta", se sono le fondamenta ad essere illusioni significa che appunto tutto quello che viene costruito sopra di esse è illusorio, qualunque cosa per quanto vera possa sembrare se costruita su quelle fondamenta è inconsistente, diventa solo una convenzione atta a farci vivere una vita comoda, secondo uno schema appunto. Ormai viviamo in un mare di favole e abbiamo perso di vista le cose più importanti, non crediamo più alle favole "quelle vere" ma siamo  vittime di quelle più stupide.

Per quanto riguarda la musicalità della poesia, forse sarebbe stato meglio concludere con la parola "tetto" anche sacrificando l'interrogativa: "un mare di favole, il tetto." 

In questo modo ci sarebbe stata una musicalità diversa e una struttura meglio costruita, infatti leggendo l'ultima parola di ogni verso si sarebbe così pian piano costruita una casa (schema, fondamenta, perimetro e tetto).

Il consiglio riguarda il mio gusto personale, non prenderlo come verità assoluta. 

Grazie per aver condiviso con noi la tua poesia :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×