Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Milarepa

Se ami il successo

Post raccomandati

 

Se ami il successo sarai costretto a giocare la tua partita con gli uomini.

Ma se l’insuccesso non sa turbarti, allora stai giocando la tua partita con Dio.

 

C’è molto rumore là dove giochi la tua partita con gli uomini,

e molto silenzio dove stai giocando con Dio.

 

Quando questo silenzio è l’unica importanza che concedi alla vita ,

allora sei veramente solo e puoi giocare con coraggio la tua partita.

 

La Morte ti sta accanto e come un amico fidato ti suggerisce le mosse.

Dio lo sa  ma questo inganno è amato poiché abita qui e non altrove

Il vero cuore del gioco.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Milarepa ciao, piacere di risponderti. Questo è il mio primo commento come nuovo utente sognatore:D i tuoi versi  sembrano delle asserzioni frutto di certezze che pensi di avere. Niente di poetico, quindi, ma una fredda espressione di pareri. Non condivido che si possa giocare con Dio la partita. Credo che Dio, nella partita con gli uomini, sia solo l'arbitro che a fine partita, o durante, ti castiga o concede la vittoria. A parte il successo o l'insuccesso, anche a Dio si può chiedere la vittoria, l'importante è che sia motivata. Spero di essere stato chiaro. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, Bestseller2020 ha scritto:

A parte il successo o l'insuccesso, anche a Dio si può chiedere la vittoria, l'importante è che sia motivata. Spero di essere stato chiaro. 

 

io mi domando da quale campeggio dei papaboys stai ritornando.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Milarepa ciao. Quanto ti scaldi inutilmente:o si vede che ho colpito nel segno. Quando non si hanno risposte si passa alla forma più semplice per rispondere: il discredito. Non sono un cattolico e quindi la tua risposta è fuori strada. Uno dei tanti esempi che potrei fare a sostegno di quanto detto è quello del Re Davide: " disse il Signore al mio signore, siedi alla mia destra affinché io possa mettere i tuoi nemici sotto ai tuoi piedi". Forse sei te che dovresti esporre le tue idee con meno violenza e comunque da parte mia sono pronto al dialogo. ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando lanci un sasso in uno stagno si formano dei cerchi concentrici che gradatamente si allontanano dal punto che li ha originati.

Ci sono cerchi vicini e cerchi lontani.

Per vedere se uno puo capire quello che dici devi comprendere in quale cerchio di vicinanza o lontananza abitano le sue parole.

Il tuo intervento.e la tua replica mi fanno capire che il cerchio e' lontano e che dunque non vale la pena di cercare di farti capire il senso di quello che ho scritto.

E dunque a quale pro aggiungere altre parole per sporcare il silenzio.

Stammi bene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Milarepa ciao. Invece dovresti sforzarti di " farti capire", perché il problema non è che io non capisco, sei te che parli come un libro stampato. Guarda che i cerchi lontani sono quelli che diventanoonde le  alte e profonde, avendo navigato per migliaia di chilometri. Poi fai quello che vuoi. ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Milarepa non fare la gnorri, leggiti il senso " parlare come un libro stampato". Io ho fatto una semplice critica sia a livello poetico e sul significato intrinseco. Tu mi hai dato del papaboy e io ti ho risposto a tema. Mi spiace che l'abbia considerata un'offesa, addirittura alla letteratura. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

best 

 abbiamo destini di fraintendimento che ci avvolgono come veli .  una reciproca costanza nel non capirci sembra suggerire alle parole che cerchiamo di far incontrare di non uscire perchè il fraintendere le attende come una sirena fatale.

sotto l'oscuro peso di questa fatalità avvolgiamo nel silenzio ogni nostro dire  e rechiamoci al tempio come supplici  in cerca di qualcosa che dia luce alle nostre soffici liti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok prendo atto della reprimenda . ritiro il papaboys ma ridico che il buon best nulla comprese di cio che dissi e penso che questo sia lecito.

 molto parlò ma nulla comprese 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento Staff

 

@Milarepa a quanto pare, però, nemmeno tu comprendi molto bene i richiami dello Staff. Kuno aveva scritto:

10 minuti fa, Kuno ha scritto:

Questo è un intervento di moderazione, potete rispondermi ma solo in privato (via mp). Qui lasciamo spazio ai commenti alla poesia.

 

Ti richiamo. Ricordo nuovamente che non puoi rispondere qui pubblicamente al richiamo (regola inserita nel regolamento da anni per non sporcare le discussioni con inutili battibecchi), ma solo tramite MP.

Buon proseguimento a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×