Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Steve Warren

Come rifiutare 15 proposte e vivere felici

Post raccomandati

Il 31/10/2020 alle 13:49, L'antipatico ha scritto:

 

Per questo esiste WD: a "editori" come quelli da te descritti non si deve inviare niente. Punto. :)

 

Hai ragione, ma quando ho inviato la proposta in giro (ed è il mio primo lavoro, quindi non ho potuto basarmi su esperienze precedenti), questo blog non lo conoscevo ancora. Conoscevo solo qualche gruppo fb 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Bambola ha scritto:

@Steve Warren Credo che il tuo post sarebbe stato molto più utile se tu avessi fatto i nomi e magar dettoianche i tempi di risposta. Così, io molto personalmente, vedo una serie di editori tra cui EAP di cui in realtà non sappiamo nulla, il punto 6 fa si che le proposte scendano a 14 (se l'editore ti ha scartato, non puoi dire di aver rifiutato tu), mentre davvero non ci vedo nulla di male a risponderti di notte, anzi ci vedo un professionista che va ben oltre le classiche otto ore alla scrivania e poi mollo la tastiera. E poi vedo un autore che forse non sa cosa vuole, o vuole solo l'editore Big, il che è legittimo, lo vorremmo tutti, ma poi si scende a patti.

 

Mi accontenterei di una CE media, per la verità, o anche di una piccola CE che però abbia una buona organizzazione e una bella distribuzione. Sulla distribuzione in libreria vedo che cadono quasi tutte (non parlo di volume a scaffale, mi acconterei della possibilità di ordinare e veder arrivare il libro in tempi ragionevoli). Non ho ricevuto un solo rifiuto, ne ho ricevuti una mezza dozzina, quasi tutti con testo copia-incolla, a quanto leggo qui. Ho evitato di fare i nomi delle piccole CE per evitare di innescare polemiche infinite. Credo che qualche autore possa riconoscerne alcune, se ci si è imbattuto.

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/11/2020 alle 15:22, Steve Warren ha scritto:

 

Mi accontenterei di una CE media, per la verità, o anche di una piccola CE che però abbia una buona organizzazione e una bella distribuzione. Sulla distribuzione in libreria vedo che cadono quasi tutte (non parlo di volume a scaffale, mi acconterei della possibilità di ordinare e veder arrivare il libro in tempi ragionevoli). Non ho ricevuto un solo rifiuto, ne ho ricevuti una mezza dozzina, quasi tutti con testo copia-incolla, a quanto leggo qui. Ho evitato di fare i nomi delle piccole CE per evitare di innescare polemiche infinite. Credo che qualche autore possa riconoscerne alcune, se ci si è imbattuto.


Secondo me sarebbe utile che fai i nomi... io non ne ho riconosciuta nessuna. 

Per quanto riguarda il fatto di ordinare il libro in libreria, un tempo era una cosa comune, oggi lo fanno relativamente poche persone. O il libro è in libreria, o sempre più lo si compra online. Il fatto di ordinarlo aveva senso quando non c'era Amazon Italia, quando pochi compravano su Ibs, Feltrinelli store e altri... ormai lo fanno tutti. Quindi, se per te non è fondamentale che il libro sia in libreria, la cosa veramente utile - più che sia "ordinabile" - è che sia presente nei maggiori store online, ovvero che l'editore venda i libri tramite quelle piattaforme. Poi, ovviamente, sarà anche ordinabile in libreria, come qualunque cosa che sia su Ibs o gli store online di Mondadori o Feltrinelli. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×