Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Solitèr

sbadiglio

Post raccomandati

 

 

Potessi morire senza accorgermene

in un millesimo di secondo

come muore un profondo sbadiglio a tarda sera

capace di farti chiudere gli occhi

ancora una volta.

E scivolare via come polvere

che la pioggia porta via,

che assorbe la terra

rinascere erba,

che secca e muore

rinasce a primavera

del colore sempre verde

della speranza

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Solitèr òla. Sarebbe veramente bello morire con la dolce e liberatoria sbadigliata. L'insieme dei versi sono semplici, alla tua maniera. Sempre tanto sconforto che porta alla rinascita, grazie alla sempre verde speranza. Ottimo pensiero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao! Mi piacerebbe analizzare la tua poesia.

Il 11/10/2020 alle 10:33, Solitèr ha scritto:

Potessi morire senza accorgermene

in un millesimo di secondo

come muore un profondo sbadiglio a tarda sera

capace di farti chiudere gli occhi

ancora una volta.

ll voler morire senza rendersi conto, rafforzato dalla similitudine dello sbadiglio che muore, mi lascia addosso una dolce tristezza. L'atmosfera iniziale è calata in una dimensione di soave abbandono, lo rimanda l'immagine di chiudere gli occhi a tarda sera.

Tuttavia questa tristezza è solo transitoria perchè in lei c'è il seme della rinascita.

Il 11/10/2020 alle 10:33, Solitèr ha scritto:

E scivolare via come polvere

che la pioggia porta via,

che assorbe la terra

rinascere erba,

che secca e muore

rinasce a primavera

del colore sempre verde

della speranza

La similitudine della polvere che viene portata via dalla pioggia che,  attraverso il ciclo naturale, scandito dai termini assorbe la terra/rinascere erba/secca e muore rinasce a primavera, crea l'immagine del cerchio della vita, facendosi portatore così in modo semplice, naturale di un messaggio di speranza. Inoltre il colore verde da concretezza per un finale di poesia positivo e di conforto, perchè tutto scorre, si trasforma e nasce nuova vita.

In conclusione la tua poesia mi è piaciuta, semplice ed evocativa, vuole trasmettere fiducia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se si muore incoscienti si perde una gran cosa perchè nel terribile c'è anche bellezza mentre nell'oblio dell'incosciente l'attimo celeste della dipartita rinuncia al suo valore.

l'attimo del morente custodisce forse dentro di sè il cuore dell'esistere e dunque rinunciare a questo cuore per amore di una nascondente quiete non credo sia un bene. 

se ci facciamo sedurre dall'ozio del nostro primo vantaggio diventiamo i servi di una misura che rende piccolo il mondo e ingrata la nostra vita.

La vera importanza della vita, infatti, non elogia la quiete di ciò che ci rassicura e calpesta il nostro vantaggio in modo rigoglioso.

vedere la Bellezza dietro la notte del nostro vantaggio calpestato dagli eventi è uno strano diritto ereditato dalla nostra segreta parentela col silenzio.

 

non possiamo sopportare troppa bellezza e per questo  veniamo invasi dalla paura quando il tempo assegnato scade e le ombre sembrano calare sulla nostra esistenza come messaggere del Nulla che dissolve ogni cosa.

 

potessi aprire bene gli occhi

quando giunge la Morte

 e donarli  al silenzio

per divenire degna preda

 della Bellezza

che uccide ogni nome. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×