Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ayumi

Come orientarsi sulla scelta della copertine?

Post raccomandati

Buonasera, è da anni che manco dal forum e visto il dubbio che assale ho pensato di fare un salto e se esistono già discussioni simili me ne scuso, ma ho cercato discussioni simili e non le ho trovate.

Ho quasi terminato la stesura di un mio racconto e prima di ogni cosa stavo pensando al tipo di copertina da scegliere, parto dal presupposto che lo pubblicherò utilizzando un Print-on-demand e non posso permettimi in nessun modo qualcuno che si possa occupare della grafica o comprare stock commerciali, quindi sarò costretta a realizzare con le mie mani una copertina.

Il problema essenziale è che non riesco a trovare nessuna immagine che mi m'ispiri nonostante io stia cercando da mesi su pixabay senza successo perché non mi riesco ad orientare come vorrei.

 

Come dovrei fare per scegliere? Avete dei suggerimenti su come impostare le mie ricerche e orientarmi?

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, non so se quello che ti dirò io potrà aiutarti. Io ho pubblicato con Youcanprint (la realizzazione della copertina era compresa nel pacchetto a un prezzo del tutto accessibile) e, al momento di scegliere, mi hanno mandato un link al sito Depositphotos chiedendomi di scegliere un'immagine che avrebbero acquistato per me. Ero nel panico, non avevo proprio idea di cosa fare! Ho provato, comunque, pur non avendo alcuna competenza in fatto di grafica, solo il mio gusto personale a guidarmi. I primi giri per il catalogo mi restituivano immagini che mi sembravano del tutto inadatte e mi stava prendendo lo sconforto, poi mi sono buttata sulla categoria "Astratto". E lì, poco a poco, ho trovato cose che m'ispiravano, ho cominciato a immaginare come poteva venire la mia copertina, a pensare a un possibile font da abbinare per il titolo, alla carta da utilizzare... finché sono caduta sulla foto perfetta, almeno per me, e ne sono soddisfattissima. Non solo: sfogliando mi è caduto  l'occhio su un'altra immagine che ho annotato perché m'ispirava molto come possibile copertina del libro successivo, che avevo in cantiere: l'ho annotata e, quando è stato il momento, qualche mese dopo, l'ho chiesta. Con i grafici sempre disponibili di Ycp ci siamo confrontati varie volte fino ad arrivare al risultato più soddisfacente, e devo dire che non solo la paura mi è passata, ma mi sono anche divertita! Quindi, per quello che vale il mio parere, dovresti trovare la categoria che più ti sembra rappresenti quello che vuoi e che senti per il tuo libro, e cercare lì immaginando anche come vorresti il risultato finale. Spero che funzioni anche per te!

  • Confuso 1
  • Triste 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/9/2020 alle 18:24, Ayumi ha scritto:

Ho quasi terminato la stesura di un mio racconto e prima di ogni cosa stavo pensando al tipo di copertina da scegliere, parto dal presupposto che lo pubblicherò utilizzando un Print-on-demand e non posso permettimi in nessun modo qualcuno che si possa occupare della grafica o comprare stock commerciali, quindi sarò costretta a realizzare con le mie mani una copertina.

Tu hai esperienza grafica? Te lo chiedo perché a volte si vedono copertine fatte malissimo, che allontanano il potenziale lettore dall'acquisto del libro. Se non hai esperienza - consiglio spassionato - meglio attendere e provare a mettere da parte qualcosa che optare per un fai da te che risulterebbe amatoriale. 
Ripeto: ognuno si regola come vuole, specie se diventa autoeditore (questo il significato letterale di self-publishing), ma l'esperienza mi dice di consigliarti così.

Inoltre ti direi di farti ispirare dalle copertine del genere (o del non genere, se si tratta appunto di narrativa non di genere) che scrivi: il lettore preferisce essere rassicurato. Se vede un drago avvolto dalle fiamme non si aspetta un romance, per dire. Sembra una banalità, ma anche questo genere di considerazioni possono influenzare in positivo o in negativo le vendite. 

 

  • Mi piace 1
  • Divertente 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/9/2020 alle 08:38, ophelia03 ha scritto:

Tu hai esperienza grafica? Te lo chiedo perché a volte si vedono copertine fatte malissimo, che allontanano il potenziale lettore dall'acquisto del libro. Se non hai esperienza - consiglio spassionato - meglio attendere e provare a mettere da parte qualcosa che optare per un fai da te che risulterebbe amatoriale. 
 Ripeto: ognuno si regola come vuole, specie se diventa autoeditore (questo il significato letterale di self-publishing), ma l'esperienza mi dice di consigliarti così.

Inoltre ti direi di farti ispirare dalle copertine del genere (o del non genere, se si tratta appunto di narrativa non di genere) che scrivi: il lettore preferisce essere rassicurato. Se vede un drago avvolto dalle fiamme non si aspetta un romance, per dire. Sembra una banalità, ma anche questo genere di considerazioni possono influenzare in positivo o in negativo le vendite. 

  

 

Grazie per il consiglio.

Io ho fatto dei lavori grafici in passato ma non a livelli professionali (seguivo vari tutorial online) ma per la cover pensavo di scaricare qualche foto normalissima e cercare  template su Canva la cover (ho fatto delle prove con alcune fanfiction).

 

Il 28/9/2020 alle 19:39, mollybloom ha scritto:

Ciao, non so se quello che ti dirò io potrà aiutarti. Io ho pubblicato con Youcanprint (la realizzazione della copertina era compresa nel pacchetto a un prezzo del tutto accessibile) e, al momento di scegliere, mi hanno mandato un link al sito Depositphotos chiedendomi di scegliere un'immagine che avrebbero acquistato per me. Ero nel panico, non avevo proprio idea di cosa fare! Ho provato, comunque, pur non avendo alcuna competenza in fatto di grafica, solo il mio gusto personale a guidarmi. I primi giri per il catalogo mi restituivano immagini che mi sembravano del tutto inadatte e mi stava prendendo lo sconforto, poi mi sono buttata sulla categoria "Astratto". E lì, poco a poco, ho trovato cose che m'ispiravano, ho cominciato a immaginare come poteva venire la mia copertina, a pensare a un possibile font da abbinare per il titolo, alla carta da utilizzare... finché sono caduta sulla foto perfetta, almeno per me, e ne sono soddisfattissima. Non solo: sfogliando mi è caduto  l'occhio su un'altra immagine che ho annotato perché m'ispirava molto come possibile copertina del libro successivo, che avevo in cantiere: l'ho annotata e, quando è stato il momento, qualche mese dopo, l'ho chiesta. Con i grafici sempre disponibili di Ycp ci siamo confrontati varie volte fino ad arrivare al risultato più soddisfacente, e devo dire che non solo la paura mi è passata, ma mi sono anche divertita! Quindi, per quello che vale il mio parere, dovresti trovare la categoria che più ti sembra rappresenti quello che vuoi e che senti per il tuo libro, e cercare lì immaginando anche come vorresti il risultato finale. Spero che funzioni anche per te!

 

Grazie per il consiglio, proverò a dare un'occhiata.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/10/2020 alle 21:02, Ayumi ha scritto:

per la cover pensavo di scaricare qualche foto normalissima e cercare  template su Canva

 

Canva è utilissimo e non hai bisogno di scaricare niente. Io proprio stamattina ho deciso di cambiare la copertina di un mio "vecchio" romanzo che avevo pubblicato in autoeditoria, e ho usato Canva. Per aggiungere qualcosa ho usato The Gimp. Alla fine, il risultato è ottimo e professionale. Naturalmente parliamo di copertine grafiche, non illustrate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/10/2020 alle 15:03, dyskolos ha scritto:

Alla fine, il risultato è ottimo e professionale

Da Canva si ottengono preset. Preset studiati in modo professionale, ma non è detto che il risultato lo sia.

Certo, si ottengono copertine di qualità superiore – in media – rispetto a un non-professionista che le fa da sé a partire da un foglio bianco, ma resta che per una copertina ad hoc (quindi non realizzata con un preset) e davvero professionale, quindi realizzata su misura del libro, il professionista (vero) è necessario.

Poi, nulla vieta di accontentarsi di Canva, ma da un preset a una copertina progettata sull'analisi e la sintesi del libro, ci passa parecchio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Miss Ribston ha scritto:

Poi, nulla vieta di accontentarsi di Canva, ma da un preset a una copertina progettata sull'analisi e la sintesi del libro, ci passa parecchio.

 

Certamente! Infatti distinguevo tra copertine illustrate e altro. Una copertina illustrata ad hoc ha bisogno di uno studio del libro e lì un professionista ci sta benissimo, non ci piove e hai ragione. Però ritengo che, quando questo studio non è necessario, vadano strabene i preset di Canva, che comunque sono molto personalizzabili. Poi per ulteriori personalizzazioni, il Gimp (o altri programma di grafica) consente risultati che dipendono dal grado di competenza dell'utente, certo, ma se uno lo sa usare, perché no? In questo senso, non è accontentarsi come dicevi sopra.

Inoltre c'è un discorso economico. Anche in questo senso non è accontentarsi. La spese, centinaia di euro, per avere una copertina fatta da un professionista non giustificano quello che puoi guadagnare da un libro. È una spesa in perdita. In ogni caso, questa è ingente e non tutti possono permettersela. Specie nel caso di self (di questo si parla), ben venga il Canva.

 

E comunque non c'è nulla di definitivo: uno può anche cambiare la copertina in seguito. Magari poi cercherà un professionista, ma nel frattempo i preset personalizzabili vanno benissimo.

 

Io proprio ieri ho trovato un bel preset, l'ho personalizzato, poi l'ho importato sul Gimp e alla fine ho ottenuto un risultato decente. Certo non relativo al libro, ma comunque non sgradevole. Ma è anche certo che non allontana "il potenziale lettore dall'acquisto del libro", come osserva ophelia03 più sopra. Nel mio caso è una trilogia e copertine uguali alla base mi stanno bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, dyskolos ha scritto:

E comunque non c'è nulla di definitivo: uno può anche cambiare la copertina in seguito. Magari poi cercherà un professionista, ma nel frattempo i preset personalizzabili vanno benissimo.

Assolutamente, ci mancherebbe.

 

Il mio accontentarsi, comunque, è riferito proprio al fatto che se uno vuole o sceglie di fare le cose da sé, si accontenta di quelle, appunto. I motivi possono essere vari, come hai detto c'è il discorso economico che non è da poco, ma in ogni caso la differenza tra lavoro professionale e amatoriale esiste e non si può negare. Poi che ci sia gente che si spaccia per professionista e non lo è, e produce risultati per cui Canva è decisamente meglio (e pure gratuito, appunto), è un discorso a parte, relativo a un fenomeno che purtroppo esiste e che ci tengo a combattere :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Miss Ribston ha scritto:

un fenomeno che purtroppo esiste e che ci tengo a combattere :)

 

E fai bene! Anche se solo virtualmente, mi unisco a te :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, io sto provando Canva e non mi sembra male, almeno per le mie esigenze e i miei standard. 

Probabilmente andrò con questo per la base, poi, in base al risultato, valuterò se rifinire il lavoro con Gimp o considerare pronto l'output di canva. 

 

Una copertina fatta da un professionista sicuramente sarebbe migliore. 

Anche andare a lavoro in Ferrari sarebbe più rapido. 

Il mio libro purtroppo non è la Divina Commedia, per cui credo che una copertina standard andrà benissimo.

 

Mi piacciono i progetti bilanciati. 

Copertina discreta, libro discreto. 

 

Però è giusto che qualcuno più professionale, o anche solo più perfezionista, di me scelga soluzioni più professionali. :)

  • Mi piace 1
  • Divertente 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, EnzoRossi ha scritto:

 

Il mio libro purtroppo non è la Divina Commedia, per cui credo che una copertina standard andrà benissimo.

 

 

Che tra l'altro non è per la copertina che è diventata l'opera italiana più famosa al mondo 

  • Mi piace 1
  • Divertente 2
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×