Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MeStesso70

I misteri di Silent Peak – Capitolo 1

Post raccomandati

Ciao @MeStesso70, ho l'impressione che tu abbia sbagliato sezione, il tuo testo non mi sembra un racconto autoconclusivo ma un incipit che quindi andrebbe inserito in Racconti a capitoliIn attesa del parere di uno staffer lascio un commento-non commento, l'ambiguità mi salverà da eventuali infrazioni al regolamento (oh ma perché ho così paura di infrangere il regolamento? :asd:)

La premessa è interessante, complimenti, mi hai lasciata in bilico e coinvolta nella storia anche se tutto è appena accennato. Occhio alle virgole, in diversi punti ne ho sentito la mancanza. Sono molto curiosa di leggere le descrizioni della foresta, e di ciò che di oscuro e inquietante vi accadrà... ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao@retoric@ ,

Hai ragione, ho sbagliato sezione,

Se qualche staffer può spostarlo nella sezione giusta gliene sarei grato, anche perché così tu potresti lasciarmi un commento-commento che anch'io sono curioso di leggere.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:ciaociao: @MeStesso70 mi sono concesso un po' di tempo per leggere qualche raccontino nella sezione e questo mi ha colpito.

Essendo un fan di Twin Peaks non ho potuto non notare la somiglianza dell'ambientazione. Brano pulito e abbastanza scorrevole. C'è poco da dire:

Quota

Forse è l’umidità della foresta che infatti invade anche il parabrezza con migliaia di minuscoli puntini che spuntano all'improvviso sul vetro.

Scelta ostica la prima persona. Però capisco il tentativo di far spaziare liberamente i pensieri del lettore su ciò che succede, attraverso tutti i passaggi mentali che frullano nella testa del protagonista. Così come in Twin Peaks vi è il registratore, qui vi è la prima persona. Non male come idea (y) 

Quota

Sa già che è una battuta ma visto che mi accusa di avere l’espressione seria anche quando scherzo mi volto verso di lei e le sorrido.

Gli incisi fra un dialogo e l'altro, espressione dei pensieri di Kyle, ti consiglio di scriverli in corsivo, o comunque con un'impostazione visiva diversa dalla narrazione.

 

Quota

Se anche ci fosse il sole non credo che i suoi raggi riuscirebbero a raggiungere l’asfalto. C’è qualcosa che aleggia tra questi boschi. L’ho sentito insinuarsi nell'abitacolo quando ho aperto il finestrino. È durato solo un attimo ma quanto basta per lasciarmi la stessa brutta sensazione di Dana.

Bella linea. Flashforward soft. Ti sei lasciato lo spazio aperto per due strade: serial killer all'americana o paranormale. 

 

In conclusione non te la sei cavata male con la prima persona nonostante non mi piaccia particolarmente.

Giusto per curiosità: è un progetto vero e proprio o è un'esercizio letterario?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Kotobi ,

Ti ringrazio per il tempo che hai voluto dedicare alla lettura e al commento del mio testo e sono contento che da fan della serie tu abbia colto il mio omaggio a Twin Peaks e, come hai correttamente intuito, la scelta della prima persona è dovuta proprio all'intenzione di simulare il registratore dell’agente Cooper.
Nelle mie intenzioni questo vorrebbe essere un tentativo di scrivere qualcosa di più di un semplice racconto, non so se si concretizzerà, viste le non poche difficoltà che pone, ma alla fine non c’è modo più sicuro di fallire che non tentare.
Tutto nasce da un sogno fatto dopo aver letto una sera su internet un articolo sulla prima serie di Twin Peaks, sogno che trovi raccontato nei frammenti come “Il giorno prima di ieri”. Come spiegavo nella risposta a un commento questa storia è nata come esperimento di scrittura a quattro mani in cui, nello sviluppo della trama, si dovrebbero alternare due POV, quello del detective dell’FBI e quello dell’amica della liceale scomparsa, sviluppati da me e dalla mia coautrice che però ha abbandonato il progetto, e questo credo sia l’unico vero ostacolo alla sua realizzazione dal momento che sono consapevole che per me sviluppare in maniera verosimile e convincente il POV di una donna adolescente è impossibile.
Grazie ancora per la tua disponibilità e se hai tempo e voglia di leggere anche il frammento sarei curioso di sapere cosa ne pensi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×