Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aporema Edizioni

Maloscritto - I dodici errori da evitare per non finire nel cestino dell'editore

Post raccomandati

b0d0c067-7fa4-4a2a-815e-c848370b0c98.jpg

"MALOSCRITTO - I dodici errori da evitare per non finire nel cestino dell'editore"
di Alessandro Cuccuru
Illustrazioni di Stefano Girola

Aporema Edizioni

ISBN 978-88-32144-63-5

Data di pubblicazione: 15 luglio 2020

Pagine: 190
€ 12,90
Link all'acquisto Versione Kindle
Versione Epub

 

 

 

Quarta di Copertina *

 

Alessandro Cuccuru è un editore e prima ancora uno scrittore. Conosce le dinamiche della narratologia e le esigenze dell’editoria. Di maloscritti ne ha letti tanti e perciò è una guida affidabile, un esperto timoniere del periglioso percorso. Sa quali sono i gradini dell’ideale scala che porta dal manoscritto al libro su cui gli aspiranti scrittori continuano a inciampare: lo scrivere chiaro, la costruzione di un testo (come iniziare, come articolare il discorso, come chiudere), il dove e come mettere la punteggiatura, la formattazione di una pagina di testo... E non solo.

Alessandro decide di sporcarsi le mani per entrare nelle viscere pulsanti e spesso poco profumate della composizione, offrendo consigli pratici sulla sintassi, sulla misura dei periodi, sull’uso degli avverbi, degli aggettivi, delle perifrasi. Insomma, non capita spesso che un editore senta l’urgenza di equipaggiare gli aspiranti scrittori di tutti quegli strumenti indispensabili per sopravvivere alla sfida della stesura di un manoscritto. I consigli direzionali contenuti in questo saggio sono dunque pensati per aiutare gli autori nella loro missione comunicativa. Consigli. Non leggi o norme. Perché quello che avete tra le mani non è un manuale né un regolamento. È una sincera, efficace e soprattutto divertente raccolta di avvisi e ammaestramenti, fondati sull’esperienza di chi ha potuto valutare molti testi, capendo pregi e difetti, virtù e vizi dell’aspirante scrittore

 

* Di solito amo scrivere la quarta di copertina per gli altri autori: è un compito impegnativo ma gratificante. In questo caso però ho preferito adoperare un estratto dalla prefazione che Giuseppe Franza, direttore dell'agenzia Psocoidea, ha gentilmente accettato di scrivere. Colgo l'occasione per ringraziarlo ancora una volta, così come ringrazio Andrea Malabaila di Las Vegas edizioni, che si è prestato a scrivere, in appendice, un altro dodecalogo: "Le dodici cose da non dire, o da non scrivere, quando ci si presenta a un editore".
E ovviamente non posso dimenticarmi di Stefano Girola  ( @Alorigoqui nel WD) che, oltre ad aver collaborato con @Melanie alla revisione del testo, si è cimentato con le vignette che fanno da sfondo ai vari capitoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/7/2020 alle 11:02, Aporema Edizioni ha scritto:

Consigli. Non leggi o norme. Perché quello che avete tra le mani non è un manuale né un regolamento. È una sincera, efficace e soprattutto divertente raccolta di avvisi e ammaestramenti, fondati sull’esperienza

In bocca al lupo. Sono curiosissima di vedere le vignette. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
21 ore fa, Ippolita2018 ha scritto:

In bocca al lupo. Sono curiosissima di vedere le vignette. :)

Ne abbiamo inserita una per ciascuno dei capitoli principali, ma volendo si poteva illustrare anche l'appendice, perché anche lì gli spunti non mancavano. Lo scopo è quello di far capire che, pur trattando argomenti seri, a volte è meglio non prendersi troppo sul serio. I toni scherzosi sono gli stessi che adoperiamo ai nostri corsi di scrittura, pure quelli sconsigliati ai permalosi.
L'uscita è prevista per domani, giorni in cui, volendo, almeno una delle vignette ve la potremo mostrare in anteprima. ;)
Grazie per il tuo "in bocca al lupo", @Ippolita2018 , a cui rispondiamo con un bel "viva il lupo!": per ora le prevendite stanno andando bene e speriamo di continuare su questa strada.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Alexmusic ha scritto:

L'uscita è prevista per domani, giorni in cui, volendo, almeno una delle vignette ve la potremo mostrare in anteprima;)

L'aspettiamo! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Eccolo qui: finalmente è arrivato dalla tipografia! Ne approfitto per avvertire tutti gli amici del WD che hanno avuto la bontà di acquistarlo, che le spedizioni sono partite proprio oggi e che quindi, corriere permettendo, lo potrebbero ricevere già domani ;).

110312067_10216634340226722_517703509430

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'amico e allievo Ivo ha postato la prima recensione su facebook. 

Lettura per l'estate: "Maloscritto" di Alessandro Cuccuru - un non-manuale per scrivere bene e non solo. Ottimi consigli e giusta ironia! Da non perdere per chi vuole apprendere l'arte della scrittura o anche solo imparare a comunicare... grazie, Alessandro, ancora una volta, per i tuoi illuminanti insegnamenti.

116043549_10158318491088213_685720889055

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

La prima presentazione ufficiale si terrà domenica 2 agosto, all'interno del Parco Helmstedt di Fiuggi, nell'ambito della rassegna libraria "Trovautore", dedicata alla piccola e media editoria.


Link all'evento su facebook116127075_2851842501753400_5526548528771

 

Modificato da Alexmusic

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

La prima recensione arriva da Lucia Baccara, che l'ha pubblicata su facebook:


Ahimè! Quante volte sono finita in quel cestino. Se almeno avessi evitato dodici degli errori che mi hanno portato a testa in giù. Un modo per capire come non ripeterli è quello di leggere "MALOSCRITTO - I dodici errori da evitare per non finire nel cestino dell’editore" di Alessandro Cuccuru. E come d’incanto, ecco che un incipit diviene stuzzicante e qualche molesto spiegone si trasforma in un piacevole spieghino. Un testo chiaro, esaustivo e divertente, che può aprirci qualche porta, prima di tutto nella nostra testa e poi, chissà, forse anche quella di un editore. Buona lettura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Prima recensione su Amazon

 

5,0 su 5 stelle Ottimo testo alla portata di tutti

Recensito in Italia il 25 agosto 2020

Apprendere l’arte della comunicazione è uno dei mantra essenziali per non soccombere, fagocitati da questi nostri tempi così incerti e annebbiati. Gran parte della comunicazione avviene oggigiorno in forma scritta, è quindi basilare imparare a scrivere decentemente, essere chiari e comprensibili ma anche sintetici e diretti. Lo sa bene Alessandro Cuccuru che di questa nuova arte è maestro e guida, nel suo “non manuale” dal titolo “Maloscritto”, non solo un decalogo per aspiranti scrittori ma quasi un Vangelo da tenere sul comodino per tutti coloro che desiderano con umiltà acquisire qualche conoscenza per comunicare in forma scritta lasciando un segno.

L’autore s’arrischia nei cespugli spinosi di avverbi, tempi verbali, virgole ed errori grammaticali senza mai perdere la consueta ironia che lo contraddistingue. Una lettura leggera su di un argomento da sempre considerato ostico e ingrato. Un concentrato di saggezza, consigliatissimo a tutti e alla portata di ogni penna. Se testi come questi fossero suggeriti nelle scuole tra vent’anni avremmo un mondo di libri migliori, di email senza errori e di scrittori che sanno quello che fanno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

118615505_2885073348430315_8602223218609

 

WHO? = CHI?

WHAT? = COSA?

WHERE?= DOVE?

WHEN? = QUANDO?

WHY? = PERCHÉ?

Un bravo cronista deve rispondere in modo sintetico a queste domande nelle primissime righe del suo articolo. Nel resto del pezzo avrà modo di approfondirle, soprattutto la quinta, quella a cui è più difficile rispondere – pensate solo ai casi di omicidio irrisolti – e che pertanto richiede più spazio.

Esiste poi una sesta domanda:

HOW? = COME?

Ovviamente non può essere liquidata con poche parole e, insieme al PERCHÉ, ha bisogno di uno sviluppo maggiore lungo tutto l’arco del romanzo.

Immagino l’obiezione di molti di voi: «Ho capito, ma io voglio fare lo scrittore, mica il giornalista!»

Siamo d’accordo. Credete dunque che, qualunque sia la vostra storia, non dobbiate rispondere alle cinque W?Se è così, vi sbagliate di grosso: vi tocca rispondere, eccome. Certo, non siete obbligati a farlo nelle prime righe, perché togliereste al lettore il piacere di scoprire le risposte insieme a voi, ma prima della fine del romanzo, uno alla volta, dovrete sciogliere tutti gli interrogativi.

(Breve estratto dal quinto capitolo di "Maloscritto - I dodici errori da evitare per non finire nel cestino dell'editore)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arrivato. L'ho sfogliato a lungo, leggendo (per ora) qua e là: la carta è bella, il contenuto si preannuncia molto interessante, e anche divertente. Ottima impressione, complimenti: molto più di quello che avevo immaginato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acquistato, letto e riletto. Quel tanto da riuscire a imprimere nella mente alcuni concetti base.

La formula è divertente. Nessuna pretesa se non quella di spiegare come funzionano al giorno d’oggi le cose in campo editoria.

Consigli d prendere o lasciare, ognuno è libero di scegliere. Io sto ancora cercando la mia strada, e allora perché non provare subito a evitare errori? L’auto pubblicazione è sempre possibile, ma se si ambisce a qualcosa di più gratificante vale la pena cercare di correggere al e o gli errori grossolani. Il resto lo fanno il desiderio, l’impegno e... il talento. Ammesso che ci sia. 
Quello il manuale non lo insegna.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie a @Ippolita2018: spero che la prima ottima impressione sia confermata anche dalla lettura completa del testo :). E se oltre a interessare sono riuscito anche a divertire, merito pure delle vignette di Stefano Girola, l'obiettivo che mi ero prefisso può dirsi raggiunto.

Ringrazio anche @@Monica , la quale, a differenza di altre persone, ha compreso come questo testo, a dispetto del titolo, non sia indirizzato solo a coloro che vogliono pubblicare con una CE, ma pure a coloro che hanno scelto la via del self publishing. Gli errori principali infatti, sia di forma sia di contenuto, rimangono sempre gli stessi e se vengono commessi in fase di autopubblicazione, il cestino non sarà quello dell'editore ma quello del lettore: destino, a mio avviso, ancora più triste.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/9/2020 alle 22:00, Alexmusic ha scritto:

Versione Epub

 

Appena ho saputo delle versione Epub, poiché per ora non posso leggere il cartaceo, ieri sera mi sono fiondato sul libro :)

Ne ho letto qualcosa qua e là e mi è piaciuto molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
8 ore fa, dyskolos ha scritto:

 

Appena ho saputo delle versione Epub, poiché per ora non posso leggere il cartaceo, ieri sera mi sono fiondato sul libro :)

Ne ho letto qualcosa qua e là e mi è piaciuto molto.

Ti ringrazio, @dyskolos , ed essendo tu tra i più scettici, quando nel WD ho cominciato a parlare di una possibile pubblicazione, la cosa non può che farmi piacere. Vale quanto ho già detto a @Ippolita2018 : spero che la prima buona impressione trovi conferma al termine della lettura. Mi spiace solo che nella versione digitale le vignette forse abbiano un impatto minore rispetto alla versione cartacea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Alexmusic ha scritto:

Mi spiace solo che nella versione digitale le vignette forse abbiano un impatto minore rispetto alla versione cartacea.

 

Sono un po' più piccole, immagino. Ad ogni buon conto, ho impostato il lettore e-book con lo sfondo color seppia scuro e si vedono abbastanza bene. Comunque, ottima lettura: la parte sulla consecutio temporum mi piace particolarmente (y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto il libro, come si dice, tutto d'un fiato, trovandolo divertente, grazie a una scrittura fluida e alle vignette di Stefano Girola. L'argomento poteva nascondere rischi di vario genere (noia, superbia) invece tutto fila liscio.  Rinnovo i complimenti, già fatti anche in privato, ad @Alexmusic.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Incuriosito, l'ho acquistato anche io in versione digitale. Finora ne ho letto appena qualche pagina, ma ne sto apprezzando lo stile, e sicuramente è un'idea intelligente, che rende un buon servizio agli autori (nonché indirettamente agli editori, nel ricevere meno proposte improponibili). Il prezzo dell'ebook è onesto, e le vignette sono godibili. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
22 ore fa, Wanderer ha scritto:

Incuriosito, l'ho acquistato anche io in versione digitale. Finora ne ho letto appena qualche pagina, ma ne sto apprezzando lo stile, e sicuramente è un'idea intelligente, che rende un buon servizio agli autori (nonché indirettamente agli editori, nel ricevere meno proposte improponibili). Il prezzo dell'ebook è onesto, e le vignette sono godibili. 

Ringrazio  @Wanderer sia per l'acquisto, sia per la sua valutazione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alexmusic ha scritto:

Ringrazio  @Wanderer sia per l'acquisto, sia per la sua valutazione :)


E io, andando avanti nella lettura, ne confermo il giudizio positivo ;)
Chiaramente è un testo più rivolto ai "neofiti", ma anche chi è (o crede di essere) più navigato ne può trarre diversi benefici. 

Non capisco invece l'altrui freccetta rossa... se qualcuno non ha apprezzato il testo, sarebbe più costruttivo leggere le sue critiche. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevamo ringraziare di nuovo Andrea Malabaila, di Las Vegas Edizioni, per i suoi preziosi consigli e per il contributo dato a questo libro.

124302901_10158768009703544_300686364630

Questo è "Maloscritto. I dodici errori da evitare per non finire nel cestino dell'editore". L'ha scritto Alessandro Cuccuru e pubblicato Aporema Edizioni Società Cooperativa.
Io ho contribuito scrivendo un capitolo che si intitola "Le dodici cose da non dire, o da non scrivere, quando ci si presenta a un editore"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per qualche mistero facebookiano, noto che sono sparite le immagini delle recensione.
Dopo aver provveduto a copiare le immagini in un sito più affidabile, mi permetto di postarle di nuovo qui, un po' alla volta :)

Malo2.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/9/2020 alle 18:15, Ospite ha scritto:

Mi spiace solo che nella versione digitale le vignette forse abbiano un impatto minore rispetto alla versione cartacea.

Non mi sembra - ho comunque un kobo aura con uno schermo piuttosto ampio e chiaro...

Rispetto al libro di @Melanie che ho letto non molto tempo fa, inoltre, ci sono pochi "dispiaceri visivi: solo alcune spaziature dopo i due punti.

Comunque ho finito questa lettura circa un quarto d'ora fa e non do un commento o un parere perché ora direi solo (anche vista l'ora, magari) "mi è piaciuto" punto, senza dare impressioni utili. Nel caso in cui @Aporema Edizioni avesse in previsione ristampe o aggiornamenti, posso dire loro di aggiornare la parte dove parlano dei forum di scrittura e dove consigliano il WD visto che il WD presto chiuderà (:().

Penso che comunque a freddo lo rileggerò per vedere "come" è scritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×