Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Esadecimale

Case editrici SAGGISTICA

Post raccomandati

Salve ragazzi, ho provato a cercare sul forum se ci fosse un thread simile ma non mi sembra (anche se magari ho sbagliato io)

 

Volevo chiedervi se qualcuno ha già seguito questo percorso, se potete indicarmi qualche casa editrice per autori emergenti in saggistica? Ne conoscete qualcuno? Non deve necessariamente essere una casa editrice grande, anzi. Tendenzialmente le cerco free.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Esadecimale case editrici che pubblicano saggistica ce ne sono a migliaia: non possiamo fare una lista ad hoc, perché la maggior parte di loro pubblica anche narrativa, o manualistica, o altro.

Ti consiglio di consultare la lista degli editori free: 

https://www.writersdream.org/forum/forums/forum/16-free/.

Sposto la discussione nella sezione idonea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non so che genere di saggistica scrivi,

una casa editrice autorevole è la FrancoAngeli, si occupa di scienze umanistiche

e devi avere come minimo una laurea e qualche dottorato o specializzazione per pubblicare con loro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda per semplice curiosità.

Personalmente, non riuscirei mai a creare un'opera di saggistica ma ammiro ardentemente i saggisti perché spesso, dietro a un volume, ci sono anni di lavoro, ricerche, sbattimenti e fatiche.

Ma... cosa spinge a scrivere un saggio?

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di che tipo di saggi stiamo parlando? Divulgativi o accademici? Perchè c'è una bella differenza in termini di target, case editrici e anche costi.

Se si tratta di saggi divulgativi, conviene scorrerti la sezione del forum dedicato alle CE. Se, invece, si tratta di saggi accademici, scorri la bibliografia del tuo settore scientifico e vedi su quali CE hanno pubblicato gli autori di libri di argomento affine al tuo. Però considera due cose:

1) gran parte delle CE che pubblicano testi accademici vogliono essere pagate in denaro o con l'acquisto copie; raramente pubblicano gratis.

2) se non sei una persona accademicamente conosciuta o non sei presentato da nessuno accademicamente conosciuto (e che magari ti firma la prefazione o la postfazione) raramente le CE di grido ti prendono in considerazione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/7/2020 alle 09:40, FranCorvo ha scritto:

Domanda per semplice curiosità.

Personalmente, non riuscirei mai a creare un'opera di saggistica ma ammiro ardentemente i saggisti perché spesso, dietro a un volume, ci sono anni di lavoro, ricerche, sbattimenti e fatiche.

Ma... cosa spinge a scrivere un saggio?

 

credo che in generale valga lo stesso principio della narrativa e di ogni genere di scrittura, esprimere una parte di se stessi, nella narrativa o nella poetica, prevalentemente l'immaginazione, la fantasia, nella saggistica soprattutto la razionalità, lo spirito analitico... C'è il piacere di trovare il guazzabuglio mentale di idee, di concetti assumere una forma definita, ordinata tramite la scrittura, nel pubblicare c'è il piacere di mettersi alla prova, nell'offrirsi al giudizio critico dei lettori, certo il cui numero sarà inevitabilmente limitato all'interno del ristretto ambito specialistico di interesse. Non penso la saggistica sia oggettivamente e in assoluto più difficile che scrivere di narrativa, ma che la difficoltà sia sempre relativa alle attitudini personali. Se è vero che le ricerche bibliografiche finalizzate alla preparazione di un saggio son sempre un impegno gravoso, molte persone possono vedere il disporre di tale base bibliografica come un supporto per le proprie meditazioni che rende il lavoro saggistico più "alla portata" rispetto a quello che può essere lo sforzo del narratore di inventarsi dal nulla storie, personaggi non banali e abbastanza originali, insomma tutto dipende dall'avere una personalità più portata alla creatività oppure alla riflessione razionale

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×