Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Silverwillow

[TW-1] Il desiderio più grande

Post raccomandati

5 ore fa, Silverwillow ha scritto:

«Sì, bè’, è qua fuori.» 

 

C'è una sovrabbondanza di accentapostrofi! :D

 

5 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Papà batte una mano metallica sul tavolo. «Xusi, lasciaci.»

 

Refuso per "batté".

 

5 ore fa, Silverwillow ha scritto:

molte altre - sembrava si fosse verificato qualche evento drammatico - ma non

 

C'è il doppio spazio prima e dopo ogni trattino... ma avrei adoperato la lineetta dialogica (ALT + 0150), anziché il trait-d'union.

 

Piccolissime sviste a parte, ho trovato questo racconto un piccolo gioiellino. Scorrevole, chiaro, pulito e oltremodo colorato, nonostante i riferimenti a un mondo difficile da capire e comprendere (questo è pieno techno-fantasy, o sbaglio?). Eppure le dinamiche familiari, i disagi della diversità, l'imbarazzo delle prime scoperte, le delusioni date dall'iperprotezione della famiglia, sono sensazioni che conosciamo bene, che entrano comunque a far parte dello spettro dell'emotività di ognuno di noi.
E tutto è filato liscio. Ecco un giovane tettestre che (nonostante appartenente all'unica razza che s'è sempre eretta a superiore) vuole essere uguale a tutti gli altri e lasciarsi indietro questo stato di sensibili fattezze che lo rendono debole, forse, bizzarro agli occhi di tutti. Chissà che la sua debolezza non si riveli essere il punto di forza, invece.

In ogni caso m'è piaciuto un sacco! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Silverwillow, ma che bello!

Se uno mastica un po' il genere a un certo punto è chiaro che Yuy sia umano, ma la trama non ne risente affatto. Mi piace l'ambientazione che hai tratteggiato, molto vivida grazie ai dettagli quotidiani che hai inserito e il fatto che per una volta i diversi siamo noi e non gli altri. Davvero molto bello!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che ho un debole per la fantascienza (anche se i sentimentali sono i miei preferiti), posso dirti che sarà difficile lasciarti un commento, @Silverwillow. Sarà difficile lasciare un commento perché banalmente dovrei dirti "molto bello" e salutarti. Non me la caverò così facilmente, voglio specificare.

Penso che sei stata fantastica nei particolari, hai trasposto la naturalezza della quotidianità al fantasy-tecnologico (perdonami, senz'altro ci sarà un termine inglese che non conosco per descrivere il genere :facepalm:). Parlo di piccoli dettagli come questo

6 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Ti sei alzato con la luna verde oggi

fuori dalla nostra realtà ma comune per loro - e un pollice in su per non aver messo spiegazioni di questi dettagli (io non ci sarei riuscito :D) - e di dettagli più personali come questo

6 ore fa, Silverwillow ha scritto:

A Yuy in realtà importava poco il metallo delle sue gambe, era più interessato a ciò che stava in mezzo, perché si diceva che fosse in silicone ultra-soft. Solo pensare a quel silicone gli causò una reazione inopportuna

(mi ha fatto ridere tanto questo dettaglio tra l'altro :asd:). Per non parlare della lampadina al posto della candelina sulla torta...!

Interessante anche il disagio del protagonista nel sentirsi diverso con quello che implica nella vita, dove il diverso è dovuto alla confessione dei genitori riguardo alle sue origini.

Se devo trovare un difetto posso dire che si tratta proprio del suo "essere racconto". Mi spiego meglio, come detto c'è un piccolo mondo che, grazie al cielo, non riempi di spiegoni (ripeto il mio sentimento di ammirazione e invidia), ma al contempo è pur sempre un piccolo mondo che non si riesce ad afferrare completamente nella sua vastità. Per esempio, i genitori del protagonista gli rivelano che è stato "adottato" dopo 3800 anni lunari. Cifra che mi sembra immensa, ma che potrebbe non esserlo - anche se credo che un anno lunare valga almeno un mese per motivi nerd che non spiego e anche perché mi sembrerebbe insensato che festeggino compleanni più di una volta al mese se durasse meno. Quindi alcuni buchi restano comunque tali e mi fanno chiedere se il tempo trascorso per la rivelazione non sia comunque tanto. D'altra parte è un piccolo colpo di genio dare una confessione in un momento importante della vita, cioè quando lui ha una ragazza - in senso classico quando ci si aspetta il "discorsetto" dei genitori. Potresti comunque sviluppare il racconto, magari in un successivo romanzo, che ne dici?

Alla prossima lettura e buon contest. :ciaociao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Silverwillow il racconto mi è piaciuto molto. Un miscuglio di trovate divertenti e rimandi a un certo tipo di fantascienza molto equilibrato. Come in altri tuoi testi, il tutto scorre con naturalezza offrendo umorismo non banale e dettagli di ogni tipo. Non è per nulla semplice riuscire a intrattenere a dovere il lettore sfruttando questo genere e in così pochi caratteri, dunque i miei complimenti.

L'unica pecca, se di pecca si può parlare, l'ho trovata alla fine quando emergono gli elementi più strategici del racconto (in linea con lo spirito del contest in questione, dunque non condannabili totalmente) tramite la confessione (un po' troppo concisa e improvvisa e che stona con i precedenti dialoghi, secondo me) e il finale che, nel voler essere aperto, mi dà un senso di incompiuto. Su questo punto vorrei precisare che sono consapevole che la distanza tra un finale aperto e un vero e proprio to be continued è labile, dunque non lo considero un problema in toto.

Comunque, al netto di queste piccolezze, il testo è perfettamente in linea con i tuoi standard che sono sempre di alto livello. Buon contest, e a rileggerti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, @Silverwillow. Complimenti! Non sono un’appassionata di racconti di fantascienza ma devo ammettere che il tuo mi è piaciuto molto. Mi ha fatto sorridere in più punti e sei stata molto brava a dosare elementi contrastanti tra loro, come il dramma della diversità del protagonista innestato in un contesto tutto sommato vivace. Ogni cosa si trova al posto giusto, nel tuo racconto, e la lettura scorre a meraviglia. È vero, forse il finale è un po’ troppo aperto, ma non importa... Piacere di averti letto! Buon contest(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@RobinK Grazie per il commento:flower: e anche per avermi segnalato quel refuso (mannaggia, l'ho riletto cento volte:no:).

4 ore fa, RobinK ha scritto:

C'è il doppio spazio prima e dopo ogni trattino... ma avrei adoperato la lineetta dialogica (ALT + 0150), anziché il trait-d'union.

Lo spazio prima e dopo credo che ci vada, ma controllo. Grazie invece per la dritta (io cerco ogni volta nei caratteri speciali e ci sono diecimila trattini che a me sembrano tutti uguali)

4 ore fa, RobinK ha scritto:

(questo è pieno techno-fantasy, o sbaglio?)

Non chiederlo a me, non ne ho idea:lol:

Sono molto contenta comunque che ti sia piaciuto! 

 

@AnnaL. @Mafra Grazie mille anche a voi per il commento e i complimenti:rosa:

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Silverwillow ha scritto:

Lo spazio prima e dopo credo che ci vada, ma controllo.

 

Sì, ci va certamente, ma uno solo. :arrossire:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In generale non amo molto la fantascienza, ma il tuo racconto mi ha acchiappato fin dall'inizio.

Un po' mi spiace che non sarei tu a continuarlo, ti avrei letto molto volentieri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, bwv582 ha scritto:

Non me la caverò così facilmente, voglio specificare.

Grazie, sono contenta di sentire il tuo parere, visto che appunto è un genere che un po' mastichi;) Mi è venuta quest'idea e mi piaceva (anche perché era l'unica decente:D) soprattutto perché la fantascienza è l'unico genere che mi mancava da provare. Ho evitato le spiegazioni dettagliate del mondo, sperando che si cogliesse qualcosa dai dettagli e che il lettore potesse completare il resto con la sua fantasia (anche nel prossimo capitolo) ma so bene che è un genere rischioso per un racconto breve.

1 ora fa, bwv582 ha scritto:

Per esempio, i genitori del protagonista gli rivelano che è stato "adottato" dopo 3800 anni lunari.

In realtà non ho pensato a quanto corrispondano, ho solo immaginato che visto che hanno delle lune avrebbero calcolato in anni lunari. Poi essendo un pianeta diverso dovevano avere un sistema diverso, perciò mettere 18 anni sembrava troppo "terrestre", ma è il suo equivalente.

Grazie di nuovo per essere passato. Ciao!

 

@Rhomer Grazie mille anche a te!:rosa:

1 ora fa, Rhomer ha scritto:

L'unica pecca, se di pecca si può parlare, l'ho trovata alla fine quando emergono gli elementi più strategici del racconto (in linea con lo spirito del contest in questione, dunque non condannabili totalmente) tramite la confessione (un po' troppo concisa e improvvisa e che stona con i precedenti dialoghi, secondo me) e il finale che, nel voler essere aperto, mi dà un senso di incompiuto.

Sì, hai ragione, la confessione è un po' breve, d'altra parte approfondire una notizia del genere avrebbe potuto richiedere un intero racconto... Calcola che mi era venuto di 15000 caratteri, e ho tagliato fino all'osso, quindi se ciò che è rimasto è comunque comprensibile è già qualcosa:D Per il finale non sono del tutto d'accordo, l'ho lasciato aperto volutamente, perché da lì in poi il protagonista potrebbe decidere di fare qualsiasi cosa. Però la scena compleanno-rivelazione-reazione mi sembra in sé conclusa. Mi spiego: la parte che verrà dopo potrebbe avere scenari e personaggi completamente diversi. Il ragazzo si sente diverso e finalmente scopre perché, concludendo quello che era il dilemma del racconto. Non so se mi sono spiegata, comunque aspetto gli altri commenti, se qualcuno ha avuto la stessa impressione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, RobinK ha scritto:
38 minuti fa, Silverwillow ha scritto:

Lo spazio prima e dopo credo che ci vada, ma controllo.

 

Sì, ci va certamente, ma uno solo. :arrossire:

Ti linko questa pagina, dove ho trovato questo: Trattini (segno -): lo spazio va posto sia prima che dopo. Per esempio: “Fermati – disse Mario – e lui si fermò.”

questa   Lo spazio va inserito prima e dopo le lineette (– [alt+0150] o — [alt+0151])  Io lo uso pochissimo, quindi mi avevi fatto venire il dubbio, ma ci va;)

[Ok, come non detto, mi sono accorta che hai specificato uno solo, ma ce n'è uno solo, te l'assicuro, perché ho tagliato caratteri in tutti i modi possibili e un doppio spazio avrebbe avuto vita breve:D]

 

@Almissima Anch'io sarei curiosa di vedere cosa farà il mio protagonista, o cosa troverà se decide di andare sulla Terra (in un futuro molto lontano da noi). Stiamo a vedere, intanto grazie mille per il commento<3 Ciao

Modificato da Silverwillow
sono tonta e non avevo letto bene prima di rispondere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Silverwillow

 

Che grazioso il tuo racconto, mi è proprio piaciuto. La tua scrittura è così scorrevole e "pulita". Mi sono piaciuti i tuoi personaggi, un po' stile happy family americana (però di solito gli americani hanno tre figli;)) ma ognuno di loro ha una sua personalità definita. Carina l'ambientazione e originale e stuzzicante (per chi volesse continuare il tuo racconto ) l'origine terrestre del protagonista in un mondo di automi(?). 

 

Talia 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Silverwillow, il tuo racconto di fantascienza mi è piaciuto perché non è di fantascienza - genere che non amo - ma un piccolo cammeo che tratta in modo nascosto del dramma dell'essere diversi. Non in modo pesante o accusatorio, ma in modo leggero e fantasioso, la quale cosa - avendo tra le mani un argomento serio e difficile - non è certo da tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Da piccolo sua madre gli faceva indossare anche un casco, per nascondere la testa: la peluria gialla, gli strani occhi e la protuberanza bucata al posto del riciclatore d’aria.

La protuberanza bucata è un naso! Di qui ho intuito la verità.

 

17 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Ma non era questo il desiderio che aveva espresso, e che si sarebbe volentieri rimangiato. Vorrei smettere di sentirmi diverso.

Allungò la mano e puntò la chiave verso la navicella.

 

Complimenti vivissimi, @Silverwillow :rosa:

 

È un testo delicato e che commuove. Magari fossi io all'altezza di salire su quella navicella-taxi per riportarlo alla sua Terra, dove smetterebbe di sentirsi diverso!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bello! @Silverwillowun fantasy! io almeno credo lo sia. Un orfano terrestre nello spazio:love2: un piccolo Tarzan!   Yuy mi piace molto, è adolescente, un ragazzo diverso che deve trovare il suo spazio in un mondo che non è il suo, ce n'è di roba su cui lavorare.

Il racconto è molto carino e divertente sarà un piacere prenderlo in mano e continuare la storia, anche tu sei nella mia lista, che sta diventando troppo lunga, sara durissima scegliere!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia Felice di ritrovarti e grazie di essere passata!

8 ore fa, Talia ha scritto:

un po' stile happy family americana (però di solito gli americani hanno tre figli;)

eh, se ne mettevo un altro mi toccava chiamarli con nomi di una sola lettera per starci coi caratteri:lol:

 

8 ore fa, Talia ha scritto:

l'origine terrestre del protagonista in un mondo di automi(?)

Io li ho immaginati un misto, con parti di dna umano e parti robotiche

Sono contenta comunque che ti sia piaciuto:rosa:

 

@Macleo Grazie anche a te<3 Sono felice che trovi riuscito il racconto (non so nemmeno io di che genere sia, ma l'importante è che a suo modo funzioni:D)

 

Ciao e grazie anche a te @Poeta Zaza Sono davvero contenta che ti sia piaciuto. Passerò presto a leggere il tuo:flower:

2 ore fa, Poeta Zaza ha scritto:

Magari fossi io all'altezza di salire su quella navicella-taxi per riportarlo alla sua Terra,

Dai, che è una navicella facilissima da guidare, non serve neanche la patente:P

 

1 ora fa, Alba360 ha scritto:

Il racconto è molto carino e divertente sarà un piacere prenderlo in mano e continuare la storia, anche tu sei nella mia lista

<3Grazie per l'apprezzamento. Caso mai trattamelo bene 'sto povero ragazzo, mi raccomando:lol:

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/7/2020 alle 15:05, RobinK ha scritto:
Il 6/7/2020 alle 14:57, Silverwillow ha scritto:

Lo spazio prima e dopo credo che ci vada, ma controllo.

 

Sì, ci va certamente, ma uno solo. :arrossire:

@RobinK ho risolto il mistero: da pc vedo un trattino lungo preceduto e seguito da uno spazio, ma leggendo dal telefono vedo un trattino corto preceduto e seguito da due spazi (probabilmente anche sul tuo). Il numero dei caratteri però non varia quindi quel trattino corto e i due spazi extra adiacenti sono considerati un unico carattere. Ho letto da qualche parte che alcuni simboli possono variare in base al programma. Non ci capisco niente, ma avevamo ragione tutte e due;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Silverwillow ha scritto:

ho risolto il mistero

 

Ma tu pensa! Allora conta la mia segnalazione come non valida, c'è un sistema che ci incasina le visualizzazioni e ci fa vedere cose che non sono. O_-
Felice però che tu abbia sciolto il nodo! :super:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao @Silverwillow

 

molto carino e simpatico, un mondo di infinite possibilità e piccole contraddizioni, con dettagli che non stonano mai nel contesto.

Gli scenari possibili per proseguirlo sono stuzzicanti. 

 

Bel lavoro, piaciuto molto! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Silverwillow ,

sei stata molto originale, complimenti!

In questo racconto ci presenti con scioltezza e disinvoltura un mondo nuovo e strano (almeno per me), senza infarcirlo di spiegazioni o minuziose descrizioni: tutto accade con naturalezza e chi legge non fatica a immaginare questa realtà che ti sei inventata.

Il testo inizia con "scene di vita normale del futuro", godibili e rese molto bene, e il tutto scivola via su una solida scrittura fino alla confessione e poi, con un saltello d'intensità, fino alla fine.

Dietro l'aspetto "strano",  Yuy non si sente accettato, ma ghettizzato quasi per la sua particolare struttura fisica: bello il colpo di scena quando intuiamo che è un umano... Bullizzato.

Se hai intenzione di continuare questo brano e farlo diventare qualcosa di più corposo (qui non hai avuto le battute per farlo), ti consiglio di riconsiderare le figure dei genitori: il loro modo di fare (che fino a poco prima ci presenti come apprensivo) cambia in modo radicale: gli dicono senza mezzi termini di averlo adottato, che non è nemmeno della loro razza e non fanno grandi cose per trattenerlo.

Inezie, comunque.

Davvero un buon lavoro! 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ilaris e @caipiroska Grazie del passaggio e del commento:rosa:

13 ore fa, caipiroska ha scritto:

In questo racconto ci presenti con scioltezza e disinvoltura un mondo nuovo e strano (almeno per me), senza infarcirlo di spiegazioni o minuziose descrizioni: tutto accade con naturalezza e chi legge non fatica a immaginare questa realtà che ti sei inventata.

È sempre un rischio far stare un mondo sconosciuto in pochi caratteri, quindi sono molto contenta se non l'hai trovato difficile da visualizzare

 

13 ore fa, caipiroska ha scritto:

il loro modo di fare (che fino a poco prima ci presenti come apprensivo) cambia in modo radicale: gli dicono senza mezzi termini di averlo adottato, che non è nemmeno della loro razza e non fanno grandi cose per trattenerlo.

ho preso come pretesto il fatto che lui parli di una ragazza, obbligando quindi i genitori a decidere se dirgli la verità o lasciare che si accorga da solo che non è in grado di adeguarsi ai modi di corteggiamento di quella specie. Avendo pochi caratteri, forse la rivelazione arriva un po' brusca, d'altra parte senza contestualizzarla non avrebbe avuto significato... Non penso di ampliarlo, ma il tuo è senz'altro un buon consiglio, quindi grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/7/2020 alle 19:45, Macleo ha scritto:

tuo racconto di fantascienza mi è piaciuto perché non è di fantascienza (...) ma un piccolo cammeo che tratta in modo nascosto del dramma dell'essere diversi. Non in modo pesante o accusatorio, ma in modo leggero e fantasioso, la quale cosa - avendo tra le mani un argomento serio e difficile - non è certo da tutti.

Quoto Macleo perché è esattamente quello che ho pensato io. Non conosco purtroppo la fantascienza nella letteratura, ma amo moltissimo i film di questo genere. È un racconto delizioso e ben scritto. Complimenti, @Silverwillow.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera @Silverwillow.

 

Davvero un bel racconto, dall'ambientazione originale come forse un solo altro che ho letto sinora in questo contest.

 

Intuito quasi subito che Yuy era un umano "come noi", ho cercato di immaginare quanto "gli altri" fossero effettivamente differenti.

Stile scorrevole e piacevole da leggere, personaggi riusciti (nonostante l'ambientazione e i pochi caratteri a disposizione), trama un po' scontata, ma efficace.

 

"Spiegone" ben camuffato nei discorsi dei genitori "adottivi", forse il finale - aperto, per carità - mi permetto di dire che non fornisce molti spunti per diverse "variazioni sul tema", ma solo le necessarie (sia chiaro, non è un difetto!)

 

Insomma, complimenti e in bocca al lupo per il prosieguo del contest!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è piaciuto parecchio, e il finale così aperto è molto intrigante; mette voglia di sapere cosa accade dopo.

Alcuni dialoghi mi sono sembrati un po' stereotipati, tipo il padre che dice "figliolo" o il ragazzo che dice al cane:

Il 6/7/2020 alle 04:02, Silverwillow ha scritto:

«Tu sei l’unico che mi capisce.»

Insomma, ho capito che hai cercato di riproporre dinamiche terrestri con questa società, ma la sensazione di star guardando un film americano per famiglie non è molto piacevole xD

Per il resto, interessantissimo (y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@H3c70r Grazie davvero per il commento e l'apprezzamento:rosa:

@Ippolita2018 Grazie anche a te Ippolita! Nemmeno io in realtà conosco molto la fantascienza :P, ma trovo che cambiare scenario (o tempo) aiuti a vedere problemi quotidiani che diamo per scontati sotto una luce nuova

@mina99 Grazie del commento e delle osservazioni

Il 16/7/2020 alle 00:03, mina99 ha scritto:

Alcuni dialoghi mi sono sembrati un po' stereotipati, tipo il padre che dice "figliolo"

mi hai fatta accorgere che quel "figliolo" l'ho ripetuto ben due volte, e hai ragione, diventa stucchevole. Il primo l'ho aggiunto dopo, tagliando un pezzo dove si avvicinava e gli posava invece una mano sulla spalla. Per tagliare caratteri e rendere comunque l'atteggiamento affettuoso, ho messo quel "figliolo", senza accorgermi che c'era anche più sotto:facepalm:

Il 16/7/2020 alle 00:03, mina99 ha scritto:

Insomma, ho capito che hai cercato di riproporre dinamiche terrestri con questa società

Sì, esatto, l'intento era quello. Ma non ho ancora l'abilità per farlo in poco spazio ed essere al tempo stesso originale. Partecipo ai contest anche per fare pratica:lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×