Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

BeatriceG

Esordiente, 3 proposte free, posso essere più ambiziosa?

Post raccomandati

Tutte le tre opzioni mi lasciano perplesso. Forse la seconda potrebbe essere la migliore, ma solo se ti promuovono. A mio modestissimo parere il problema numero uno dell'esordiente, più che i guadagni, che tranne qualche eccezione sono risicati, è la visibilità. Se la CE non ti promuove e non ha canali promozionali e non entri in libreria, i libri li vendi solo tu e resterai comunque all'interno della cerchia di amici, parenti e conoscenti. Sì ok la tua opera esce dal cassetto, ma poi non va mai oltre il cortile di casa. Insomma non prenderà il largo e non navigherà in mare aperto. Se un autore si rassegna a ciò, tanto vale allora fare il self publishing piuttosto che far guadagnare altri sul tuo lavoro. E' meglio non rassegnarsi mai... Chissà che non ci salti fuori anche un best seller. Si vive anche di sogni. Non è così?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che la discussione è stata impostata su un piano finanziario, cominciamo da quello, per poi, se permettete, passare ad altri discorsi altrettanto importanti.
Noi per il cartaceo proponiamo percentuali che variano dal 5% all' 8% (a seconda del canale distributivo) , ma che possono aumentare, in caso di libri non troppo corposi o che prevedano un editing più semplice del solito, fino a un massimo del 10%. Tali royalties le liquidiamo sempre, anche nel caso di una sola copia venduta. Non esiste l'obbligo di un acquisto minimo di copie e la percentuale di sconto che applichiamo all'autore, pure nel caso di acquisto di una sola copia, è del 40%. 

I nostri libri sono stampati su carta di alta qualità, con copertina plastificata con alette, e se non superano le 450 pagine in formato A5, il prezzo è sempre inferiore ai 15 euro.
Per gli ebook prevediamo il 30% di royalties sul netto che incassa l'editore.
Tutto ciò premesso, cara @BeatriceG , la cosa più importante, è il lavoro che la CE dedicherà al tuo testo e hai un metodo semplicissimo per scoprirlo: fatti fare un editing di prova su un paio di cartelle. Scoprirai un mondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 19/6/2020 alle 20:49, BeatriceG ha scritto:

Non è che volessi realmente un elenco... Ma quindi chi fa lo sconto sulle copie vendute (in modo facoltativo) all'autore viene visto come un editore non serio? E' una questione che mi incuriosisce, perché non avevo la percezione che questa cosa dello sconto potesse essere un campanello d'allarme. 

Correttezza vorrebbe che l'editore non insista con l'acquisto e, soprattutto, dia le copie in conto vendita con uno sconto tra il 40/50%...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Riccardo Zanello Pur non avendo ancora molta esperienza nel settore editoriale, il tuo commento mi torna; mi tornava un po' meno la posizione di un'altra persona. Questa persona ha ricevuto delle insistenze nell'acquisto, io no. Anzi, questa persona ha ricevuto insistenze dopo aver firmato il contratto, io non ho mai firmato nessun contratto, quindi non posso sapere se le 3 CE da me citate spingano all'acquisto oppure no. Novellina o meno, rimango quindi della mia idea che non ci sia nulla di male se un editore fa lo sconto all'autore (se poi fa pressione per acquistare, il problema è la pressione, non lo sconto di per sè).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, BeatriceG ha scritto:

@Riccardo Zanello Pur non avendo ancora molta esperienza nel settore editoriale, il tuo commento mi torna; mi tornava un po' meno la posizione di un'altra persona. Questa persona ha ricevuto delle insistenze nell'acquisto, io no. Anzi, questa persona ha ricevuto insistenze dopo aver firmato il contratto, io non ho mai firmato nessun contratto, quindi non posso sapere se le 3 CE da me citate spingano all'acquisto oppure no. Novellina o meno, rimango quindi della mia idea che non ci sia nulla di male se un editore fa lo sconto all'autore (se poi fa pressione per acquistare, il problema è la pressione, non lo sconto di per sè).

Giusto: come veramente funzionano le cose lo sapremo solo vivendo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@BeatriceG non avere fretta, soprattutto se credi in te e nella tua opera.

Da dicembre a maggio, ho scartato una decina di proposte positive prima di decidere per quella che mi sembra la migliore. Anche dietro a una proposta free, può celarsi qualche brutta sorpresa.

Ovviamente, in mezzo ho avuto anch'io qualche NO esplicito e qualche altro silenzioso ma ora, dopo sei mesi dai primi invii, ho firmato il contratto per il mio romanzo d'esordio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/6/2020 alle 14:53, BeatriceG ha scritto:

rimango quindi della mia idea che non ci sia nulla di male se un editore fa lo sconto all'autore

Io credo proprio che sia prassi che se l'autore se vuole acquistare delle copie della propria opera (oltre a quelle omaggio previste al contratto) le possa comprare direttamente dall'editore con uno sconto cospicuo, che sarà anch'esso definito nel contratto. Cosa dovrebbe fare, comprare il proprio libro a prezzo intero in libreria? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×