Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

streetcar

Il dio sordo - trama

Post raccomandati

Il dio sordo - La Musica è il destriero cavalcato dall'Anima per viaggiare nel Tempo. L'anima di un giovane del XXI secolo viene risucchiata indietro nel Tempo dall'irresistibile potere della Musica, finendo nel corpo di un coetaneo della Vienna del 1808. Qui il protagonista assiste al leggendario concerto in cui Beethoven presenta la sua Quinta, entrando poi nelle sue grazie fino a diventare il suo servitore. Attraverso di lui viviamo le vicende di Beethoven: l'amore segreto, la passione per la Musica, l'inesorabile decorso della malattia, i travagliati rapporti con la famiglia e le sue paure di uomo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un romanzo biografico... non è il mio genere, ma raccontare la vita di qualcuno in questo modo è comunque un'idea divertente. Uno scritto del genere, se ben congegnato, potrebbe persino attrarre le attenzioni delle case editrici più grandi, credo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La scelta di raccontare la vita di Beethoven attraverso gli occhi di un giovane dei nostri tempi è particolare e potrebbe portare al successo. Certo, sarei curiosa di sapere come viene affrontato il tema della musica, se risulta comprensibile e interessante per chiunque o se invece è rivolto principalmente agli appassionati di musica classica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Idea molto interessante Street!... Sai leggendo la trama mi hai fatto tornare alla mente un romanzo che ho letto da ragazzino, scritto dal mitico Mark Twain, dal titolo: Uno yankee alla corte di Re Artù, dal quale tra le altre cose poi è stato persino tratto un bel film.

Complimenti, ti faccio un sincero in bocca al lupo per il proseguo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un romanzo biografico... non è il mio genere, ma raccontare la vita di qualcuno in questo modo è comunque un'idea divertente. Uno scritto del genere, se ben congegnato, potrebbe persino attrarre le attenzioni delle case editrici più grandi, credo.

Grazie. A dire il vero ero sicuro di attirare l'attenzione dei grandi editori: pensavo che Beethoven attraverso un esordiente fosse interessante almeno quanto i racconti dei concorrenti del Grande Fratello, ma mi sbagliavo :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La scelta di raccontare la vita di Beethoven attraverso gli occhi di un giovane dei nostri tempi è particolare e potrebbe portare al successo. Certo, sarei curiosa di sapere come viene affrontato il tema della musica, se risulta comprensibile e interessante per chiunque o se invece è rivolto principalmente agli appassionati di musica classica.

Grazie per il commento. Posso dirti che l'ho fatto leggere al mio migliore amico che di musica classica ne sa poco o niente, e gli è molto piaciuto, perché comunque narro della vita del maestro. Ovviamente, se conosci i pezzi in questione (è impossibile che non si conoscono le melodia, ma spesso ho notato che non tutti riescono a collegarle ai titoli) puoi sentire le emozioni che provo a descrivere in maniera più intensa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
è il tomo di 900 pagine? sono sinceramente ammirato, devi aver fatto una mole impressionante di ricerche...

Si, si tratta del famigerato librone... Grazie per l'ammirazione. In effetti ci ho messo 6 anni per scriverlo, e sono orgoglioso di poter affermare che tutto quanto leggerai (se dovesse accadere il miracolo...) non è mai in contrasto con le notizie documentate della vita del maestro (ho "ricamato" sulle ragioni che hanno portato a questo o quello sviluppo). Comunque non si tratta di una biografia, poiché il 70% circa delle pagine è fatta di dialoghi.

Infine ci tengo a precisare che non è che mi sia detto: ok, vediamo quale personaggio storico posso andare ad incontrare... Il mio rapporto con Beethoven inizia da quando avevo 6 anni. E' stato sempre il mio personaggio storico preferito e l'ho amato a tal punto che il desiderio d'incontrarlo mi ha portato a scrivere questo romanzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Idea molto interessante Street!... Sai leggendo la trama mi hai fatto tornare alla mente un romanzo che ho letto da ragazzino, scritto dal mitico Mark Twain, dal titolo: Uno yankee alla corte di Re Artù, dal quale tra le altre cose poi è stato persino tratto un bel film.

Complimenti, ti faccio un sincero in bocca al lupo per il proseguo...

Ti ringrazio dei complimenti e dell'augurio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie per il commento. Posso dirti che l'ho fatto leggere al mio migliore amico che di musica classica ne sa poco o niente, e gli è molto piaciuto, perché comunque narro della vita del maestro. Ovviamente, se conosci i pezzi in questione (è impossibile che non si conoscono le melodia, ma spesso ho notato che non tutti riescono a collegarle ai titoli) puoi sentire le emozioni che provo a descrivere in maniera più intensa.

Ho capito. Penso che sia interessante, allora, anche perché in questo modo potresti avvicinare le persone al mondo della musica classica. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le biografie romanzate hanno un vasto pubblico, ma qual è lo scopo di introdurre un personaggio dei nostri giorni che accompagna Beethoven? O vuoi introdurre un qualche paradosso temporale, ti ricordi in "ritorno al futuro" quando al ballo della scuola Marty suona Johnny B. Goode di Chuck Berry e il cugino di Berry telefona a quest'ultimo dicendogli: "a proposito del sound che cercavi senti questo". Che succede se il viaggiatore del tempo fischietta qualcosa che non è stato ancora composto?

Mi sembra una inutile complicazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Le biografie romanzate hanno un vasto pubblico, ma qual è lo scopo di introdurre un personaggio dei nostri giorni che accompagna Beethoven? O vuoi introdurre un qualche paradosso temporale, ti ricordi in "ritorno al futuro" quando al ballo della scuola Marty suona Johnny B. Goode di Chuck Berry e il cugino di Berry telefona a quest'ultimo dicendogli: "a proposito del sound che cercavi senti questo". Che succede se il viaggiatore del tempo fischietta qualcosa che non è stato ancora composto?

Mi sembra una inutile complicazione.

Anche a me, ecco perché non c'è niente in questo senso. C'è qualcosa in un altro senso, ma ha una sua funzione profonda, non volta a "complicare" le cose per rendere la trama più avvincente.

Come ho già scritto, avevo un desiderio così forte di conoscere Beethoven che mi è venuta questa idea. Ascoltando la sua musica e imparando della sua vita, ho avuto davvero la sensazione di essere suo amico, di vivere con lui tutte le sue avventure, felici e dolorose.

Il sentimento intorno al quale ho costruito questa storia è germinato spontaneo, non costruito artificialmente allo scopo di sfruttare la popolarità del maestro per crearmi una carriera. Ecco perché sono sempre stato fiducioso a riguardo, fiducia che è andata via via frangendosi contro le porte delle case editrici, finché non ho trovato la CIESSE e questo sito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

trama interessante anche se non a presa rapida per i miei standard. ti aspetto al varco della pubblicazione e nel frattempo, in bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
trama interessante anche se non a presa rapida per i miei standard. ti aspetto al varco della pubblicazione e nel frattempo, in bocca al lupo!

Ti ringrazio per l'augurio thanks.gif . Comunque al varco ci arriverò disarmato, perciò... vacci piano coolgun.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avevo la stessa obiezione di Bradipo ma l'ha già fatta lui, per cui... soprattutto perché leggendo l'estratto qua sul wd il personaggio moderno non è distinguibile né per voce, né per ragionamenti da uno della sua epoca.

E poi mi sono appena ricordata di aver visitato la casa di Beethoven a Bonn, non c'entra niente e la ricordo vagamente ontopic.gif (me lo dico da sola)

Comunque a me le biografie in generale piacciono, più o meno romanzate che siano, come i racconti storici, mi sembra una trama che leggerei, ma l'elemento del ragazzo del futuro mi farebbe dubitare un po', sembra un po' messo giusto per essere originali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Comunque a me le biografie in generale piacciono, più o meno romanzate che siano, come i racconti storici, mi sembra una trama che leggerei, ma l'elemento del ragazzo del futuro mi farebbe dubitare un po', sembra un po' messo giusto per essere originali.

L'elemento del ragazzo del futuro è fondamentale, perché se non avessi desiderato così ardentemente di conoscere il maestro, non avrei scritto alcunché icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh è fondamentale per te, ma io da lettrice che valuta la trama penserei così icon_wink.gif

Naturalmente, ma se non avessi avuto quel desiderio, io non sarei uno scrittore e quindi tu - qualora lo volessi - non potresti essere una mia lettrice... icon_lol.gificon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solo per farti i miei complimenti, per riuscire a costruire un libro di questo tipo bisogna avere costanza, aver cura di tutti i particolari. Io sto cercando di scrivere un giallo sullo sfondo storico di cefalonia e so cosa vuol dire creare un romanzo di questo tipo, ai tutta la mia ammirazione. Dunque complimenti, pubblicalo e fammi sapere, io lo comprerò sicuramente, anche se costasse un botto. thumbup.gif Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×