Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Mikijack

Pubblicare su Wattpad, cosa ne pensate? Esperienze? Considerazioni?

Post raccomandati

9 ore fa, Antares87 ha detto:

Esatto. Oppure è ancora giovinciuello/a e gliene manca per farsi le ossa...!

 

In certi casi ho visto giovinciuelli/e per cui, più che farsi le ossa, sarebbe necessario spaccargliele tutte e ricostruirle da zero xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho sentito parlare a lungo di Wattpad e pian piano ha preso forma l'idea di iscrivermi, se non altro per testarlo di persona (e poi non si lascia nessuna strada - o quasi - intentata, al giorno d'oggi). Ricercando opinioni su di esso mi sono imbattuto in questa discussione, e devo ammettere che il leggerla ha ridimensionato un po' il mio entusiasmo. Tuttavia ho preso coraggio e mi sono iscritto, a breve inizierò a pubblicare un romanzo breve che ho scritto qualche anno fa e vediamo come va. Quando mi sarò fatto un'idea precisa di come funzionano le cose là dentro (non voglio credere che sia l'inferno della lingua italiana, dove impera il "like" di scambio, che viene dipinto) ripasserò di qui per lasciare la mia impressione. Auguratemi buona fortuna!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Lucamenca, ti dirò, io ero una di quelle persone che si lamentavano di wattpad.
Sono testona e ho deciso, dopo qualche mese, di riprovare e mi sta piacendo, in più con l'app di wattpad prendo appunti e scrivo anche per il blog o altra roba. Ho trovato due autori che mi piacciono molto, cerco di evitare di leggere le cose scritte male e non mi faccio sangue amaro se non ho tanto seguito, purtroppo non sono una che regala voti a chiunque ed è un vanto per me se un perfetto sconosciuto inizia a leggermi senza conoscermi.
Ti auguro che sia una bella esperienza :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @VanyDream, grazie per la tua risposta. Il mio approccio a wattpad è proprio questo: scrivere senza ricercare like a tutti i costi e magari scovare qualche storia meritevole (per la legge dei grandi numeri deve pur essercene qualcuna! ;)). Intanto ho pubblicato il prologo del romanzo che intendo inserire sul sito, devo ancora capire bene come funziona ma finora non ho avuto impressioni negative. Vediamo come va.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/18/e-book-e-e-reader-quale-futuro-tra-i-giovani-spopola-wattpad/4232680/

 

Amici, mi sono imbattuto in questo articolo e ho cercato di avvicinarmi a wattpad. L'idea di pubblicare un racconto e farlo giudicare non è male (io lo sto facendo qui in Storie), ma wattpad mi sembra proprio un pentolone dove si cuoce di tutto. Sopratutto la grammatica. Assieme all'autore. L'articolo però cita successi editoriale da fine del mondo, sono confuso.   Poi ho letto tutti i vostri commenti e vedo che non sono il solo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 20/3/2018 at 20:32, il librometraggio ha detto:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/18/e-book-e-e-reader-quale-futuro-tra-i-giovani-spopola-wattpad/4232680/

 

Amici, mi sono imbattuto in questo articolo e ho cercato di avvicinarmi a wattpad. L'idea di pubblicare un racconto e farlo giudicare non è male (io lo sto facendo qui in Storie), ma wattpad mi sembra proprio un pentolone dove si cuoce di tutto. Sopratutto la grammatica. Assieme all'autore. L'articolo però cita successi editoriale da fine del mondo, sono confuso.   Poi ho letto tutti i vostri commenti e vedo che non sono il solo.

 

 

Io direi che c'è da contestualizzare meglio il successo riferito in questo articolo.

 

Parliamo di libri scritti e messi online (poi successivamente pubblicati) per un pubblico di riferimento ben preciso, quello adolescenziale. Negli ultimi anni il genere spopola, anzi... mi vien da dire che ha sempre spopolato (basta citare un altro caso famoso, quello di Moccia). Soltanto che i mezzi si sono evoluti, i diari sono roba vecchia... e ora anche ragazze della porta accanto possono scrivere su una piattaforma come Wattpad o se più fortunate con una CE parlando della loro età, dei problemi di cuore, le aspirazioni, etc... lo fanno "webstar", "youtubers", e sono sempre i libri più venduti. Oggi al cinema ho visto addirittura il trailer della trasposizione cinematografica di "Succede" di Sofia Viscardi, un altro successo sulla stessa scia editoriale.

 

È normale che vendano così tanto? Direi proprio di sì, rappresentano una valvola di sfogo per quegli stessi adolescenti che devono trovare una figura di riferimento che riporti come in uno specchio i loro problemi. E le CE ci vedono del bel profitto.

 

La stessa protagonista dell'articolo nel 2016 dichiarava di arrivare alla sola sufficienza in italiano. Non ho letto né le sue storie su Wattpad né quelle editate, si spera, dalla CE, ma mi sono fermato a un estratto. Quindi il mio giudizio è sul genere in sè: sono libri che a livello di contenuti non hanno nulla da offrire culturalmente a chi ha dai 18 anni in su e sia una persona matura (magari ne hai 30 e sei un bambino a livello psicologico). E le trasposizioni cinematografiche non sono da meno. Dicevo del film "Succede", ecco... chi era con me al cinema ad attendere di vedere "Lady Bird" voleva sprofondare. Ed è un film targato Warner Bros. Italia. Vedere per credere.

 

La conclusione è che non c'è bisogno di invidiare i successi dei libri adolescenziali perché giocano una partita propria. Continuerò a nutrirmi di ben altri libri e a immaginare storie che magari non saranno commerciali, ma almeno potranno in qualche modo nutrire l'anima di dubbi e riflessioni più profonde.

 

E, rispondendo alla domanda del thread, Wattpad rimane una buona piattaforma solo sei vuoi parlare ai teenager o disquisire di erotici per signore rigorosamente cattoliche. O qualche fantasy sempliciotto o vampiri passati di moda. Ma attenzione a non farsi rubare le storie, come ha raccontato la Chiperi.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, darkap ha detto:

o disquisire di erotici per signore rigorosamente cattoliche

 

Questa non l'ho capita, forse perché non frequento Wattpad. È semplicemente una battuta come un'altra o ti stai riferendo a qualche nuovo trend editoriale che mi era sfuggito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, L'antipatico ha detto:

 

Questa non l'ho capita, forse perché non frequento Wattpad. È semplicemente una battuta come un'altra o ti stai riferendo a qualche nuovo trend editoriale che mi era sfuggito?

 

È una battuta sulle signore tipicamente casa e chiesa che dicono di non leggere certe cose o che sono schifate da certi racconti, ma che invece leggono eccome quei libri e ne parlano con le amiche

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 20/3/2018 at 20:32, il librometraggio ha detto:

L'idea di pubblicare un racconto e farlo giudicare non è male (io lo sto facendo qui in Storie),

Scusa se mi permetto, ma qui abbiamo un Officina lontana anni luce da quello che ti può dare Wattpad :P 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, darkap ha detto:

 

Io direi che c'è da contestualizzare meglio il successo riferito in questo articolo.

 

Parliamo di libri scritti e messi online (poi successivamente pubblicati) per un pubblico di riferimento ben preciso, quello adolescenziale. Negli ultimi anni il genere spopola, anzi... mi vien da dire che ha sempre spopolato (basta citare un altro caso famoso, quello di Moccia). Soltanto che i mezzi si sono evoluti, i diari sono roba vecchia... e ora anche ragazze della porta accanto possono scrivere su una piattaforma come Wattpad o se più fortunate con una CE parlando della loro età, dei problemi di cuore, le aspirazioni, etc... lo fanno "webstar", "youtubers", e sono sempre i libri più venduti. Oggi al cinema ho visto addirittura il trailer della trasposizione cinematografica di "Succede" di Sofia Viscardi, un altro successo sulla stessa scia editoriale.

 

È normale che vendano così tanto? Direi proprio di sì, rappresentano una valvola di sfogo per quegli stessi adolescenti che devono trovare una figura di riferimento che riporti come in uno specchio i loro problemi. E le CE ci vedono del bel profitto.

 

La stessa protagonista dell'articolo nel 2016 dichiarava di arrivare alla sola sufficienza in italiano. Non ho letto né le sue storie su Wattpad né quelle editate, si spera, dalla CE, ma mi sono fermato a un estratto. Quindi il mio giudizio è sul genere in sè: sono libri che a livello di contenuti non hanno nulla da offrire culturalmente a chi ha dai 18 anni in su e sia una persona matura (magari ne hai 30 e sei un bambino a livello psicologico). E le trasposizioni cinematografiche non sono da meno. Dicevo del film "Succede", ecco... chi era con me al cinema ad attendere di vedere "Lady Bird" voleva sprofondare. Ed è un film targato Warner Bros. Italia. Vedere per credere.

 

La conclusione è che non c'è bisogno di invidiare i successi dei libri adolescenziali perché giocano una partita propria. Continuerò a nutrirmi di ben altri libri e a immaginare storie che magari non saranno commerciali, ma almeno potranno in qualche modo nutrire l'anima di dubbi e riflessioni più profonde.

 

E, rispondendo alla domanda del thread, Wattpad rimane una buona piattaforma solo sei vuoi parlare ai teenager o disquisire di erotici per signore rigorosamente cattoliche. O qualche fantasy sempliciotto o vampiri passati di moda. Ma attenzione a non farsi rubare le storie, come ha raccontato la Chiperi.

 

 

 

Bella e completa questa analisi. Io ho solo sfiorato la superficie dopo aver letto un paio di articoli a un anno di distanza l'uno dall'altro, sui miracolati di Wattpad. Allora, dopo il primo  approccio sono scappato. Non ci ho capito niente e mi son guardato bene dal metterci il piedino dentro. A un anno di distanza l'articolo che ho allegato rincara le dose, perciò l'ho postato qui, per avere un parere di chi ne sa più di me. Le opere che ho visionato, sono scritte in un linguaggio che pare quello degli sms, e gli argomenti sono per under 20. Scritti da under 18. Quelli cioè che a detta dei media specializzati, muovono il mercato. E visto che lo muovono, hanno pensato bene di produrselo in proprio. Ti ringrazio. Il tuo commento mi è stato molto utile.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, darkap ha detto:

È una battuta sulle signore tipicamente casa e chiesa che dicono di non leggere certe cose o che sono schifate da certi racconti, ma che invece leggono eccome quei libri e ne parlano con le amiche

 

Ah, ok. Sì, credo anch'io che questa categoria sia sempre affollata. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Niko ha detto:

Scusa se mi permetto, ma qui abbiamo un Officina lontana anni luce da quello che ti può dare Wattpad :P 

 

Niko, questo è un altro mondo. Ogni volta che ho un dubbio, qui lo risolvo. Offre molte opportunità. Piano piano, poco alla volta, cerco di partecipare. Ho appena inserito in "Scopri" un paio di cosette mie e sono molto soddisfatto. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle ‎21‎/‎03‎/‎2018 at 23:07, darkap ha detto:

La stessa protagonista dell'articolo nel 2016 dichiarava di arrivare alla sola sufficienza in italiano.

Questa fa il paio con tanta gente che ha pubblicato e si stimava di non leggere nessun libro. Il che la dice tutta sulla bontà dei loro scritti.

Professionisti come Stephen King e Haruki Murakami insegnano che la prima e più importante regola per essere uno scrittore è quella di leggere il più possibile, nel modo più vario possibile: è così che s'inizia a imparare. In Italia, purtroppo, tanti si sopravvalutano, si credono dei fenomeni, volendo dimostrare d'essere dei geni.

Lettura? Allenamento? Preparazione? Duro lavoro?

Tutta spazzatura. Serve solo il colpo di genio e voilà.

Purtroppo questa mentalità nasce da una cultura furbesca che si perpetra da decine d'anni e che è diventata un esempio da quanto i media e i politici hanno fatto passare: i risultati si vedono.

Murakami afferma che solo il tempo può dire se qualcosa è valido: ha ragione. I fatti lo dimostrano: passato poco tempo, di questa gente che scrive non si ricorda più nessuno. Questi non sono scrittori, anche se hanno pubblicato con ce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo condividere anch'io la mia esperienza.

Io ho pubblicato per anni su EFP, più che su Wattpad, e se anche il sito sta lentamente crollando su se stesso per una serie di motivi che non starò qui a spiegare, ha due cose in più: a) inculca negli utenti l'idea di lasciare pareri più completi alle storie (le "recensioni", anche se ovviamente esistono numerosi casi di commenti deliranti e senza scopo), quindi si va oltre il "mi piace" e il "bellissima la tua storia, passa a leggere la mia". b) a differenza di Wattpad, ha un algoritmo di ricerca che funziona molto meglio e, di sezione in sezione, le storie sono più visibili in base all'ultimo aggiornamento del capitolo.

Ho letto a spezzoni la discussione e non so se sia stato già detto, ma i motivi per cui serve davvero a poco utilizzare Wattpad come piattaforma per pubblicizzare le proprie cose, inserendo soltanto degli stralci, sono molteplici. Tanto per cominciare, essendo indirizzato a un pubblico adolescente che ha meno possibilità di possedere un mezzo veloce per acquistare un libro, il rimando alla pagina di Amazon difficilmente verrà cliccato. C'è più possibilità, quindi, che la gente legga opere caricate per intero, ma anche qui... casi di plagio che non finiscono più. Mi avranno copiata non so quante volte, al tempo - non idee, proprio pezzi di storia copiaincollati. Questo, ovviamente, se si ha la fortuna di essere letti.
Inoltre, se caricate un'opera su Wattpad verrà trovata solo se compare nella classifica della sezione, che ha un funzionamento che sfiora il trascendente.
Ma la cosa peggiore di Wattpad è che, pur essendo un sito di scrittura, vige la tipica mentalità da social, ovvero: "non mi importa della qualità, meglio l'immediatezza, lo spam, l'immagine figa in copertina e una roba facile da leggere dal cellulare, anche se ribalta le regole della grammatica in favore dello sperimentalismo ermetico". Quindi se avete un mattone fantasy nel cassetto, una storia ben articolata, una trama che si sviluppa nell'arco di molto tempo, ma anche solo un'idea che non rientri in un canone preimpostato, non è proprio il luogo dove proporlo. E' uno spreco. Questo perché nasce sulle orme di un'app asiatica, se non erro, che permetteva di postare mano a mano dei capitoli che non superassero un certo numero di caratteri.

Se proprio volete scrivere online scegliete EFP, che avrà i suoi (molti) difetti, ma se siete bravi a muovervi nel sottomondo dei gruppi facebook che organizzano contest e scambi di letture, riceverete un po' più di soddisfazioni. 

Chiedo scusa per la negatività nei toni, ma sono quasi 7 anni che ci sto in mezzo e ne ho viste di tutti i colori! E purtroppo non esiste una valida alternativa a questi siti. :perchè:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile
1 ora fa, Trix ha detto:

C'è più possibilità, quindi, che la gente legga opere caricate per intero, ma anche qui... casi di plagio che non finiscono più. Mi avranno copiata non so quante volte, al tempo - non idee, proprio pezzi di storia copiaincollati. Questo, ovviamente, se si ha la fortuna di essere letti.

Non c'è una tutela per gli scrittori? O un'impostazione del sito che non permetti questo? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mirtillasmile su Wattpad c'è modo di segnalare le storie plagiate all'amministrazione e può farlo solo l'autore. La mia richiesta arrivò e la cosa fu risolta, ma ho conosciuto utenti per cui non è stato così perché il plagio, a meno che le frasi non siano incollate così da renderlo palese, è difficile da dimostrare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Trix l’ importante è che lo scrittore è tutelato. Poi certo il plagio, per chi espone il suo libro, è sempre dietro l’angolo! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mirtillasmile oddio, "tutelato" è una parola grossa! Tu considera che quando pubblichi una storia su EFP o Wattpad le uniche cose che hai a disposizione sono: 1) il testo (che si può sempre modificare e da cui si possono rubare le idee, e diventa praticamente impossibile dimostrare se la storia sia stata copiata); 2) la data di pubblicazione.

Poi Wattpad si prende responsabilità fino a un certo punto. Diciamo che è tutta nelle mani di chi pubblica, quindi se hai paura del plagio conviene proprio ripensarci. 
Però è anche vero che una volta la mia editor disse "Non ha senso comprare un bell'abito e poi non indossarlo mai perché hai paura che si rovini, Beatrice-chan". Quindi se uno ci tiene a farlo non dovrebbe farsi tutti questi problemi, perché si possono avere anche belle esperienze. Bisogna solo mettere in conto che certe cose potrebbero potenzialmente capitare e valutare cosa sia meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Calvinator2

Sono iscritto da 3 anni e ho anche fatto parte di un gruppo abbastanza importante della piattaforma italiana come admin.

 

Wattpad è un cesso di posto.

 

Un posto dove aleggiano invidia e cattiveria.

 

Dove la gente non legge per piacere, non commenta per piacere, non ti segue per piacere, no.

 

Tutti vogliono qualcosa in cambio.

 

Iniziano piano, quelli furbi. Una stellina qui, una là.

 

Poi.

 

Un messaggino.

 

"Hey, se ti capita, leggi la mia storia?"

 

Oppure:

 

"Vuoi fare uno scambio lettura?"

 

Come se foste fessi e non capiste che non gliene frega nulla della vostra storia.

 

Nei concorsi che fanno la gente o non legge manco quello che c'è scritto, oppure legge in maniera talmente superficiale che non capisce manco di cosa sta parlando.

 

Le storie che fanno successo sono solo le FF.

 

Una FF sulla sorella di Icardi che va a scuola con Neymar e se lo fa ha 1M di visual.

 

Rendiamoci conto.

 

Tempo perso stare su quella piattaforma.

 

L'unica cosa positiva è che ho conosciuto due belle persone, ma su non so quante.

 

Vedete voi.

 

Se siete disposti a leccare il culo e spammare come cani forse qualche risultato riuscirete pure a portarlo a casa.

 

Ma secondo me non ne vale la pena, svendere la propria dignità per le visual di qualche 15enne che non è manco interessato in realtà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Calvinator2 Grazie del tuo feedback.

Cerca però di evitare turpiloquio inutile, per favore; potevi esprimere le stesse cose con più eleganza, diciamo.

Tienilo a mente per il futuro, per favore. Grazie :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Calvinator2

ahahah mi scuso, hai ragione. Mi è venuta di getto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premetto che sono anch'io un'adolescente che scrive su Wattpad, ma penso di aver aperto un po' gli occhi. Su Wattpad ci sono solo le solite fanfiction (tutte uguali). Mancano originalità e ispirazione in quella enorme community. Fai migliaia di visualizzazioni solo se scrivi una fanfiction. Ho scritto pure io una fanfiction copiando la massa, ottenendo un numero notevole di visualizzazioni e di voti. Ma l'unico mio obiettivo erano le visualizzazioni, proprio perché ero vittima di bullismo e volevo farmi valere e sentirmi "popolare" come tutti erano. Un po' Wattpad mi ha valorizzata, ma anche sopravvalutata. Questa fanfiction non dice proprio niente, è stata scritta in fretta e furia, un po' come la maggior parte delle fanfiction. Ora per me visualizzazioni e voti non valgono nulla, ma vale l'originalità e la correttezza del libro. 

Wattpad mi ha dato occasione di appassionarmi della scrittura e di crescere. Anche se penso che non scriverò più su Wattpad, preferisco scrivere solo per passione e da sola, perché ora mi sento particolarmente distinta dalla massa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fai bene @Gabriela Sportelli, Wattpad non è il luogo migliore dove crescere. Appassionarsi sì, è un buon posto per scoprire una passione, ma la crescita lì non è proprio contemplata perché:
a) è un giro di favori e ricambi, quindi un commento è difficile sia sinceramente positivo o sinceramente negativo.

b) la gente stessa che scrive lì non cresce.

 

Io ancora sono abbastanza scioccato dall'aver letto varie fan fiction dove i membri dei One Direction fanno bullismo e picchiano selvaggiamente la protagonista della fan fiction - che guarda caso si chiama come l'autrice - e poi lei si innamora di uno di loro che era solo un povero incompreso.

O ancora i One Direction sono una baby gang che uccide a sangue freddo padre e madre della protagonista - ancora omonima dell'autrice - a la Batman e poi la tengono in ostaggio, facendole cose ben poco sante e lei, conoscendoli meglio, si innamora di uno di loro perché sono poveri incompresi.

 

Non dico che tutti scrivano così in quel sito, ma... sì insomma... è un bel posto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anna Todd credo che sia stata "notata" su Wattpad e anche una giovane autrice italiana (non so se posso fare i nomi, ne ho già fatto uno...!), se non ricordo male, è stata pubblicata da una grande casa editrice in seguito al successo su quella piattaforma.
Non so, credo che valga anche lì uno su un milione ce la fa. E le logiche grazie alle quali ce la fa sinceramente non le conosco. Può darsi che c'entri la capacità di fare rete e crearsi una propria nicchia, come spesso accade per autrici e autori romance che pubblicano su amazon con un certo successo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×