Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

jacopa Del Gado

Vale la pena di inviare qualcosa in periodo di coronavirus?

Post raccomandati

Mi chiedo se in questo momento valga la pena di stare alla finestra e attendere, almeno settembre/ottobre se non fine anno, oppure inviare egualmente.

Sappiamo tutti i tempi biblici di risposta sia di editori che di agenzie.

C'é qualcuno che ha notizie interessanti- in un modo o nell'altro- ?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è la stessa domanda che mi faccio anche io, anche se alcune CE ormai hanno riaperto i battenti e su FB dicono che sono contenti di essere tornati al lavoro e che ora finalmente stanno uscendo le loro novità... quindi tutto apposto? No secondo gli articoli che si leggono in giro sulla situazione dell'editoria... quindi ormai non so più a cosa credere... forse l'unica certezza è che se prima era un mezzo miracolo essere letto e scelto, ora è un miracolo vero e proprio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho ricevuto più risposte in questo periodo che lo scorso anno. Poi magari la pubblicazione slitta perché il calendario è compromesso dal virus, ma se la ricezione è aperta, in fondo basta un pc.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Bambola ha scritto:

Io ho ricevuto più risposte in questo periodo che lo scorso anno. Poi magari la pubblicazione slitta perché il calendario è compromesso dal virus, ma se la ricezione è aperta, in fondo basta un pc.

Grazie mille, ti riferisci solo agli editori o anche alle agenzie?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, jacopa Del Gado ha scritto:

Mi chiedo se in questo momento valga la pena di stare alla finestra e attendere, almeno settembre/ottobre se non fine anno, oppure inviare egualmente.

Sappiamo tutti i tempi biblici di risposta sia di editori che di agenzie.

C'é qualcuno che ha notizie interessanti- in un modo o nell'altro- ?

Io credo che l'editoria, come qualsiasi altro mercato, debba rimanere sempre aggiornata, programmare con anticipo la ripartenza, studiare nuove forme/strategie di marketing e giocare d'anticipo. Chi rimane fermo sospeso ad aspettare gli eventi senza adeguarsi viene tagliato fuori. Questo a mio modesto avviso vale un po' per tutti i settori.

Dunque ha senso inviare adesso (considerati i tempi biblici di lettura e pubblicazione), poi se il libro avrà la sfortuna di uscire in un nuovo eventuale momento di lockdown di certo l'autore non sarà fortunato. Ma questo non lo possiamo prevedere.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, jacopa Del Gado ha scritto:

Grazie mille, ti riferisci solo agli editori o anche alle agenzie?

Editori, perché non sto cercando un'agenzia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, staff, unisci pure i messaggi. C'è il pitch day di Trentin Agency ora, corri a vedere che può essere una grande opportunità.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Bambola ha scritto:

Scusate, staff, unisci pure i messaggi. C'è il pitch day di Trentin Agency ora, corri a vedere che può essere una grande opportunità.

Ma grazie mille, Bambola.  Writer's dream è sempre più una miniera di informazioni utilissime e... persone davvero gentili:rosa:

Ti strappo ancora un'info: estratta autoconclusivo. ovvero estrapolazioni più significative da incipit parte centrale e finale? soggetto? si intende forse il tema dominante, l'idea forte? 

 

Grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, jacopa Del Gado ha scritto:

Ma grazie mille, Bambola.  Writer's dream è sempre più una miniera di informazioni utilissime e... persone davvero gentili:rosa:

Ti strappo ancora un'info: estratta autoconclusivo. ovvero estrapolazioni più significative da incipit parte centrale e finale? soggetto? si intende forse il tema dominante, l'idea forte? 

 

Grazie ancora

Grazie figurati.

Soggetto = Abstract, tipo Giulietta e Romeo: l'amore tragico di due giovani appartenenti a due famiglie rivali a Verona.

Estratto = Di qualsiasi parte del testo, basta che non rimanga la scena in sospeso e sia esemplificativa della storia e della scrittura, insomma un passaggio particolarmente riuscito.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie all'utile info di bambola- ma che bella cosa che esista WD!- ieri sera sono riuscita, un'ora prima del termine, ad inviare quanto previsto dall'agenzia,  al Pitch days.

Purtroppo ho un po' sforato con la sinossi,  appena più delle 3 cartelle indicate da WD e una mezza per le caratteristiche tecniche. Sono stata nelle 4 righe per il soggetto, ma... quattro righe abbondanti come numero di battute per rigo, Be' spero siano considerati peccati veniali.

Ma, caspita che faticaccia, quasi più che scrivere il romanzo stesso! Concordo con tutti quelli che si sono espressi in(y)proposito.

 

L'aspetto positivo è dato dal numero ridotto di giorni che bisogna attendere per il responso. Credo che partiranno da lunedì e quindi si saprà l'esito mercoledì sera.

Vi tengo informati, ragazzi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dallo scambio avuto via mail con un agente letterario, la risposta sembrerebbe no.

Agenzie ed editori possono anche prendere in carico nuove opere ai fini della valutazione ma - sosteneva - i tempi sono più lunghi del solito e l'abituale trafila sconvolta da quanto è acacduto.

Fidandomi del suo giudizio, mi sono riservato di aspettare qualche mese prima di sondare il terreno col mio nuovo romanzo.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molto dipende da caso a caso. Sicuramente ci sarà uno slittamento per le pubblicazioni, ma per inviare le proposte margine c'è.

Io inviai a gennaio e i tempi erano di tre mesi circa, poi la pandemia. Ma le valutazioni sono riprese e dovrei avere una risposta in tempi non molto lunghi. In questo caso però sono già un autore della stessa CE e quindi è stato più semplice per me.

Poi per eventuali pubblicazioni il discorso è molto più complesso dato che si devono rifare i piani editoriali.

Credo che sia meglio mandare una mail chiedendo info in merito, così si evita di perdere tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Doveroso aggiornamento. Ho inviati ieri mattina a Riccarda Gavazzi dell'agenzia Ticonzero, sinossi e idea forte, come indicato nel sito. La sera stessa! mi è arrivata una sua email nella quale mi avvertiva che avrebbe valutato il materiale pervenuto dopo il 12/6. 

Conoscevo già la Gavazzi e alcuni anni fa, forse nel 2016, ho intrattenuto una corrispondenza con lei, per un mio precedente romanzo. SI rivelò gentilissima e professionale dicendo che trattava solo CE medio-grandi e che il mio romanzo, pur apprezzandolo, lo riteneva adatto a una piccola. Cosa puntualmente avvenuta, Sempre gentilissima e disponibile. Per il romanzo attuale non ho comunque fatto riferimento alla pregressa conoscenza, quindi non si deve a questo la sua risposta così immediata, ma alla sua correttezza.

Mi piacerebbe proprio che la cosa avesse un seguito, stante la stima per la professionista,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sabato 13 ho inviato, come da sua richiesta dopo aver letto sinossi e idea forte, l'intero romanzo a Riccarda Gavazzi di Ticonzero.

Che dire? sono felice della cosa, comunque vada una consulente editoriale ben introdotta sta valutando il mio manoscritto, mal che vada avrò una valutazione tecnica da una del settore. Poi, certo sarebbe il massimo che a lei non solo piacesse il testo ma lo ritenesse nelle corde di alcuni dei suoi contatti. Che questi poi fossero anche loro interessati...eh, insomma sognare non costa niente. Almeno il primo step è andato(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri Riccarda Gavazzi mi ha risposto positivamente, segnalandomi tre case editrici di varie dimensioni e tipologie, (non le cito per correttezza) di cui una, con mia grande sorpresa,  davvero big. Ha scritto brevi ma illuminanti annotazioni sul romanzo e sulla sua eventuale collocazione. Sono molto felice perché ha apprezzato numerosi aspetti del romanzo e l'unica perplessità segnalata è quella di non essere di univoca collocazione in un determinato genere, cosa che per il mercato attuale può rappresentare un problema.

Certo ormai siamo a ridosso delle ferie, ma lei afferma che almeno fino alla prima settimana di luglio si può ancora trovare attenzione, almeno il redattore potrà passarli in lettura esterna durante l'estate ai suoi collaboratori.In ogni caso mi terrà informata degli sviluppi.

 

Non mi faccio illusioni sull'arrivare alla pubblicazione, ma so di aver raggiunto due step: il primo che la Gavazzi considerasse valido il romanzo e il secondo- non così scontato- che non solo le ha riconosciuto dei meriti ma anche la potenzialità di interessare alcuni dei suoi interlocutori.

  • Mi piace 1
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@jacopa Del Gado Io non mi ero posta il problema di inviare durante il coronavirus (parlo di invio alle CE, però, non alle agenzie) e ho iniziato a proporre il mio romanzo a fine marzo. Ho ricevuto diverse risposte, tra cui 3 proposte free. Leggendo il tuo ultimo messaggio, però, vedo questa parola terribile: ferie... :aka: Cercare un'agenzia adesso è assurdo? O le ferie "vere" nel mondo dell'editoria sono solo ad agosto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, BeatriceG ha scritto:

@jacopa Del Gado Io non mi ero posta il problema di inviare durante il coronavirus (parlo di invio alle CE, però, non alle agenzie) e ho iniziato a proporre il mio romanzo a fine marzo. Ho ricevuto diverse risposte, tra cui 3 proposte free. Leggendo il tuo ultimo messaggio, però, vedo questa parola terribile: ferie... :aka: Cercare un'agenzia adesso è assurdo? O le ferie "vere" nel mondo dell'editoria sono solo ad agosto?

Tranquilla, Beatrice, vedrai che almeno fino a metà luglio tanti sono ancora disponibili a leggere. Poi tieni conto che questo è un periodo particolare, non è escluso che molti avranno voglia di riguadagnare il tempo perduto. Per quanto mi riguarda io sono ferma e lascio fare alla consulente che ho contattato, ma dovessi fare invvi in prima persona non penso che andrai oltre metà luglio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me non è un buon momento, i libri che stanno uscendo in ritardo si sono sovrapposti a quelli dell'estate, mi pare che settembre potrebbe essere più favorevole.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo quello che mi è stato riferito da un'agente molto noto: <<i grandi e medi editori hanno tagliato l'ottanta percento delle uscite fino a fine 2020. Il loro interesse sarà rivolto quasi esclusivamente alle grandi firme, per un esordiente non ha senso inviare a questi editori fino al prossimo anno, e non è escluso che questo periodo, come temo, sì protrarrà molto più a lungo>>.

Il mio parere, la mia sensazione a cui ho dato sempre ascolto: che non sia vero, o meglio che non sia una cosa così netta, prevedibile e applicabile a tutti i medi e grandi editori. Molte aziende sfruttano le crisi per piangere miseria e sfruttare i dipendenti e le case editrici sono aziende. La crisi c'è ed è tangibile, ma non nei termini sopra espressi: troppo comodo.

 

  • Mi piace 1
  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sjø ottanta per cento... sono numeri grossi. E se l'agente invece cercava solo una scusa per respingere eventuali proposte di cui non voleva farsi carico?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@SeeEmilyPlay non era questo il caso, e per un motivo molto semplice ma di cui preferisco, per ora, non parlare, oppure farlo soltanto in pvt. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E sarò molto lieto se, un qualunque grande o medio editore oppure un'agenzia con contatti con questo fetta di editoria, smentirà queste parole, o perlomeno le ridimensionarà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, SeeEmilyPlay ha scritto:

@Sjø ottanta per cento... sono numeri grossi. E se l'agente invece cercava solo una scusa per respingere eventuali proposte di cui non voleva farsi carico?

Penso anche io che la ragione possa essere questa, un modo soft per arginare invii e richieste.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@jacopa Del Gadoma la mia non era una richiesta per far prendere in carico un manoscritto oppure per un invio. Però non credo nemmeno io alle sue parole: ci sono ben due utenti esordienti che ha stretto un contratto, uno tramite agenzia, proprio nel periodo dell'emergenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Sjø ha scritto:

@jacopa Del Gadoma la mia non era una richiesta per far prendere in carico un manoscritto oppure per un invio. Però non credo nemmeno io alle sue parole: ci sono ben due utenti esordienti che ha stretto un contratto, uno tramite agenzia, proprio nel periodo dell'emergenza.

Certo, una delle utenti magari sono io con Riccarda Gavazzi, ma non è un'agenzia bensì una consulente editoriale. Anch'io parlando con un editor mi ero scoraggiata, devo dire grazie grazie a Bambola, un'altra utente WD, che mi ha incoraggiata a provare.

 

Il 10/5/2020 alle 12:01, Bambola ha scritto:

Io ho ricevuto più risposte in questo periodo che lo scorso anno. Poi magari la pubblicazione slitta perché il calendario è compromesso dal virus, ma se la ricezione è aperta, in fondo basta un pc.

Certo, in un periodo così inedito, ognuno ha la sua versione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche settimana fa, di domenica addirittura, non io ma l'illustratore che ha collaborato con me per un albo per bambini, ha ricevuto responso per la nostra proposta inviata, tenetevi forte, novembre 2017. Non è un editore presente nel forum, fa libri bellissimi, contratto free, ma un po' macchinoso. Abbiamo quindi chiesto delle modifiche che speriamo vengano accettate. Questo per dire che l'editoria è un mondo assurdo, fagocitato e compresso in cui davvero tutto può accadere, e nel momento storico contingente dove di normale è rimasto poco, ancora di più.

  • Confuso 3
  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×