Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Didatta

L'incubo più grande

Post raccomandati

Quante pagine/parole/spazio dedicare ad ogni cosa ? Quando non dilungarsi troppo aiuta ad intrippare e quando invece risulta povero? E viceversa?

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Didatta ha scritto:

E viceversa?

È questo il vero incubo.

  • Divertente 4
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Didatta ha scritto:

Quando non dilungarsi troppo aiuta ad intrippare

 

In linea di massima, non dilungarsi troppo aiuta ad intrippare; tradotto: a coinvolgere il lettore. Evita perciò di indugiare in descrizioni eccessive o scolastiche di personaggi e ambienti. Consiglio: cerca di leggere di più e con l'attenzione dovuta, la lettura, come sempre, insegna. Pensa ai romanzi che ti hanno catturato di più e riprendili in mano con il corretto spirito critico, cerca di capire quali scelte ha operato l'autore in termini di flusso; a grandi linee non ci sono regole perché il come è sempre più importante del quanto.

 

In concreto: fai rotolare la palla ed evita periodi prolissi che rischiano di annoiare il lettore.  

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/3/2020 alle 14:18, Didatta ha scritto:

Quando non dilungarsi troppo aiuta ad intrippare e quando invece risulta povero?

 

Difficile rispondere perché a volte è proprio dilungarsi e divagare che intrippa perché crea suspense.

 

 

Il 24/3/2020 alle 14:18, Didatta ha scritto:

E viceversa?

 

Qui sta il guaio e risponderti, se prima era difficile, ora è quasi impossibile.

Pensavo alla canzone di Francesco Gabbani "Viceversa", che fa:

Che sei tu che mi fai stare bene quando io sto male, e viceversa.

 

viceversa potrebbe anche portare a:
Che sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e (viceversa) sei tu che mi fai stare male quando io sto bene.

 

Insomma, i viceversa da soli creano incubi a chi riceve le canzoni d'amore, e anche agli scrittori. Meglio starne lontani!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Didatta Per come la vedo io dipende dal tipo di libro che stai scrivendo. Se il tuo libro è un flusso di coscienza, in cui non ci sono molti dialoghi e personaggi, ti consiglierei di essere sintetico. Se invece, la storia prevede molti dialoghi e molti personaggi, allora si dovrebbe scrivere di più,  per caratterizzare tutti i protagonisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/3/2020 alle 14:18, Didatta ha scritto:

Quante pagine/parole/spazio dedicare ad ogni cosa ?

Quel che reputo necessario: una frase, una pagina. In prima battuta è più semplice, il difficile arriva dopo con la revisione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×