Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

gazza998

Sul Romanzo

Post raccomandati

Grazie a tutti per i vostri contributi!

Chiarisco di nuovo che la mia domanda non era su Ratalos e sul suo commento e sulle regole del forum.

A me interessa il commento positivo, che è ancora presente nel forum in questa discussione sull'agenzia Sulromanzo, fatto da Philip sui suoi rapporti con questa Agenzia.

 

PHILIP se ci sei batti un colpo e condividi con noi il seguito della tua avventura:

Come sta andando con l'agenzia sulromanzo? hai firmato l'accordo con una casa editrice? come ti sta sostenendo l'agenzia Sulromanzo?

 

Stessa domanda mi permetto di girarla a Ciccillo che scrive di star pensando di rivolgersi seriamente a questa agenzia.

CICCILLO: Hai affidato il tuo manoscritto all'agenzia Sulromanzo? Come sta andando?

Grazie, buona giornata a tutte/i

Leone70

 

Grazie a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio a tutti!

Volevo presentare la mia esperienza con questa agenzia, totalmente in controtendenza con quello che è stato detto sin qui.

 

Ho contattato l'agenzia e dopo circa un mese ho ricevuto la proposta di rappresentanza.

 

Al momento non ho ancora firmato il contratto, ma quello che mi hanno presentato fino da subito è stata una valutazione centrata sul mio lavoro, sono state messe in evidenza debolezze di cui io stessa sono consapevole, e mi è stato proposto un editing completamente FREE.

Il gentile signor Palmas mi ha spiegato che il servizio di editing a pagamento viene offerto nella prospettiva di un lavoro redazionale che dovrebbe impiegare molte ore, caso che non rispecchia il mio.

 

Per il momento ho trovato una persona seria, disponibile e appassionata.

 

Nel mio caso la trovo una opportunità unica. :saltello:

 

 

Voi che ne pensate?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso che il punto rimane sempre vedere dove riescono poi a piazzarlo, il romanzo.

Indipendentemente dalla storia dell'editing, mi pare di capire che il punto dello scandalo sia l'assenza di autori e case editrici in lista chiara e leggibile, quindi per quanto gentile possa essere il signor Palmas, se poi propone il mio manoscritto alla piccola CE dietro casa mia, la sua intermediazione risulta piuttosto superflua.

Non sto dicendo che sia così, eh.

Sto dicendo che finalmente forse avremo qualcuno che ci illumina su come stanno veramente le cose anche sotto questo punto di vista.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso che il punto rimane sempre vedere dove riescono poi a piazzarlo, il romanzo.

Indipendentemente dalla storia dell'editing, mi pare di capire che il punto dello scandalo sia l'assenza di autori e case editrici in lista chiara e leggibile, quindi per quanto gentile possa essere il signor Palmas, se poi propone il mio manoscritto alla piccola CE dietro casa mia, la sua intermediazione risulta piuttosto superflua.

Non sto dicendo che sia così, eh.

Sto dicendo che finalmente forse avremo qualcuno che ci illumina su come stanno veramente le cose anche sotto questo punto di vista.

 

Ho rivolto le stesse domande al Signor Palmas.

Rispondendomi ha riportato nomi di ce con cui collabora (ce di tutto rispetto!!!!!!!), che non riporto a mia volta per motivi di privacy.

 

Io ho da subito espresso le mie perplessità per la scelta di non mostrare un catalogo con autori rappresentati dall'agenzia e mi è stato risposto, come ho già letto qua sul forum, che si tratta di una scelta di riservatezza.

 

Però, appunto, rimangono parole e nomi elencati in una corrispondenza privata... per la serie: così son buoni tutti!

Io vorrei fatti e certezze.

 

I dubbi quindi mi rimangono e non so se fidarmi o meno...  :emh:

 

Il contratto comunque sancisce nero su bianco la firma con una ce MEDIA, non piccola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Penso che il punto rimane sempre vedere dove riescono poi a piazzarlo, il romanzo.

Indipendentemente dalla storia dell'editing, mi pare di capire che il punto dello scandalo sia l'assenza di autori e case editrici in lista chiara e leggibile, quindi per quanto gentile possa essere il signor Palmas, se poi propone il mio manoscritto alla piccola CE dietro casa mia, la sua intermediazione risulta piuttosto superflua.

Non sto dicendo che sia così, eh.

Sto dicendo che finalmente forse avremo qualcuno che ci illumina su come stanno veramente le cose anche sotto questo punto di vista.

 

Ho rivolto le stesse domande al Signor Palmas.

Rispondendomi ha riportato nomi di ce con cui collabora (ce di tutto rispetto!!!!!!!), che non riporto a mia volta per motivi di privacy.

 

Io ho da subito espresso le mie perplessità per la scelta di non mostrare un catalogo con autori rappresentati dall'agenzia e mi è stato risposto, come ho già letto qua sul forum, che si tratta di una scelta di riservatezza.

 

Però, appunto, rimangono parole e nomi elencati in una corrispondenza privata... per la serie: così son buoni tutti!

Io vorrei fatti e certezze.

 

I dubbi quindi mi rimangono e non so se fidarmi o meno...  :emh:

 

Il contratto comunque sancisce nero su bianco la firma con una ce MEDIA, non piccola.

 

 

Finalmente una buona notizia.

Mi raccomando: tienici aggiornati!

:3:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' vero, sarebbe bello sapere che veramente il "sogno" di noi tutti finalmente può sperare d'esser realizzato anche con l'aiuto di professionisti onesti.

Facci sapere e in bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite VirginiaW

Congratulazioni Elleffe! tu sei la prova che questa agenzia non propone indiscriminatamente l'editing a pagamento a tutti quelli che le scrivono! ;)

Sei quell'UN romanzo al mese (quando va bene) che colpisce l'attenzione, già di questo dovresti essere orgogliosa :D

Se puoi, e fin dove i termini dell'accordo te lo consentono, tienici aggiornati sulla tua esperienza.

Una domanda: il contratto ti obbliga ad accettare le proposte delle case editrici? perchè se così non fosse, non vedo di cosa tu ti debba preoccupare. :)

 

P.s. puoi fare un esempio di media CE? Io non ho chiara la linea di demarcazione fra piccola e media.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille a tutti per i vostri pareri!

 

Senza dubbio vi terrò aggiornati, nei limiti dei termini di riservatezza dell'accordo  :flower:

 

 

Congratulazioni Elleffe! tu sei la prova che questa agenzia non propone indiscriminatamente l'editing a pagamento a tutti quelli che le scrivono! ;)

Sei quell'UN romanzo al mese (quando va bene) che colpisce l'attenzione, già di questo dovresti essere orgogliosa :D

Se puoi, e fin dove i termini dell'accordo te lo consentono, tienici aggiornati sulla tua esperienza.

Una domanda: il contratto ti obbliga ad accettare le proposte delle case editrici? perchè se così non fosse, non vedo di cosa tu ti debba preoccupare. :)

 

P.s. puoi fare un esempio di media CE? Io non ho chiara la linea di demarcazione fra piccola e media.

ciao VirginiaW e grazie anche a te! :love:

Si parla di consulenza nelle trattative con le CE, il che mi fa presupporre che alla fine sia io a decidere.

Una CE media viene considerata a  titolo esemplificativo la Marcos y Marcos! :super:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite VirginiaW

Mi hai fatto venire voglia di inviare il mio romanzo! per i giudizi precedenti avevo deciso di non spedire ma adesso sto cambiando idea. lo so che una rondine non fa primavera ma tentare non mi costa nulla.

graie per l'esempio, ancora brava!

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti.

Io vorrei suggerire di leggere bene il contratto che vi si propone. Io mi ritirai in fase di contrattazione poiché non tutto era chiaro e quando chiesi delucidazioni non ricevetti risposte. Quando si sono accettate tutte le clausole contrattuali diventa difficile far valere i propri diritti anche rivolgendosi ad un avvocato. Magari il mio romanzo non valeva tanto da andare oltre, forse esiste davvero quell'unica rappresentanza free al mese e magari per quell'unico lavoro tutto sarà chiaro, comunque anche in quest'ultimo caso, un'attentissima lettura al contratto la darei. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

mi chiamo Giacomo Faramelli, ho trent'anni e sono di Gubbio.

 

Anni fa, credo fosse il duemila e undici, inviai un mio manoscritto a Morgan Palmas, in un'intervista o sul suo blog (non ricordo) diceva che, iniziando l'avventura come agente, passava al vaglio manoscritti, inviai il mio, già conscio di alcune debolezze drammatiche (poi capirete perché già sapevo). 

Non ebbi nessun contatto sino ad agosto duemilatredici, quando ricevetti una mail, in cui il sig.Palmas mi chiedeva se fossi ancora interessato a lavorare sul mio inedito, che dopo la sua lettura e a suo giudizio, presentava debolezze notevoli (e a posteriori lo dico anche io) ma anche degli spunti interessanti. 

Dissi di sì, e dopo un fitto scambio di mail intercorse, in cui abbiamo parlato di contratto, cose tecniche, gusti personali, dubbi, paure e quant'altro, abbiamo iniziato a lavorare al testo.

 

PREMESSA. Ho chiesto io, intendendolo come un investimento ( poi qui però si parla di considerazioni personali e al singolo sta la decisione, che diventa dunque soggettiva ) di poter usufruire dei servizi dell'editing più pesante, con la volontà e l'obiettivo di rivoltare un testo debole (già esaminato, questo sì a pagamento, fino a 400 euro tra l'altro, per la sola lettura, da almeno altre tre agenzie nazionali, e risultato oggettivamente debolissimo. NB tutte e tre le agenzie chiesero un contributo per l'editing via mail, che sommato alla tassa di lettura arrivava alle cifre spese con Sul Romanzo). 

Una cifra che ho preso dai miei risparmi e che reputo un investimento ben fatto, oltretutto provvisto di regolare fattura.

 

Il lavoro doveva durare da contratto circa sei mesi ma si è protratto per oltre un anno, a causa di alcuni miei problemi lavorativi e personali, anche piuttosto pesanti.

Nulla mi è stato chiesto in più né mi si è fatto notare questo ritardo cercando di finire il lavoro nel più breve tempo possibile, con faciloneria o noncuranza. Anzi. Ho trovato comprensione umana e stimoli professionali nella stessa quantità (abbondante). Entrambi gli aspetti di questa collaborazione sono stati utili e necessari per progredire e terminare il mio testo. 

Testo che grazie ai consigli di lettura (tanti libri, una marea che ha messo in difficoltà anche un lettore bulimico come me), alle scoppole memorabili prese nelle note a margine, alle riscritture furiose e alle prime stesure a fil di lama, è diventato un inedito con un capo ed una coda, e, soprattutto, un corpo. 

Molte mail, messaggi, conversazioni telematiche e telefoniche, alcune di rimbrotto, molte di stimolo e soprattutto di riflessione e introspezione, sono state inoltre la molla che mi ha dato la possibilità di dare le gambe al mio testo, oltre al fatto di ragionarci sopra non più come un amatore, per pura passione (che resta comunque il punto d'avvio) ma in modo professionale ed attento. 

 

Dopo due riscritture e un editing feroce in certi giudizi (ma, ancora una volta, necessario), dallo scorso mese di aprile il mio inedito è in valutazione presso una decina di editor di narrativa italiana di altrettante case editrici.

Mi sono stati riferiti i nomi delle c.e., dei loro editor, la strategia da tenere, tutte cose su cui il sig.Palmas mi ha chiesto un parere, informandomi e consultandomi con continuità e costanza. 

So che sembra malafede, vista l'intera discussione e capisco i dubbi degli scettici, ma non farò i nomi di queste C.E. per questioni di riservatezza (e pure di scaramanzia, tié!) richiesta: mi limiterò pertanto a dire che si tratta di nomi di assoluto rilievo per quantità e qualità delle pubblicazioni. 

 

Spero di aver detto più o meno tutto, 

ah, sì un'ultima cosa: mi trovate su facebook, il mio nome è quello su in cima a questo post, la mia foto profilo mi ritrae a cavallo e in costume quattrocentesco. Questo solo per dirvi che esisto, come entità umana distinta dal signor Palmas (con cui non intercorre un legame di sangue che non sia riconducibile ad altro che non quello stabilito ai tempi dell'homo erectus, come con ognuno degli altri qui presente, né altro legame economico se non quanto pattuito, versato, fatturato ed archiviato al tempo).

Lo dico solo perché ho visto le accuse mosse al buon Philip qualche pagina più indietro. 

 

Resto a disposizione,

augurando un in bocca al lupo a tutti, me per primo, per una realizzazione dei propri sogni,

Giacomo Faramelli

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

grazie per la lunga testimonianza. ovviamente, editing a parte, quel che (credo) importi a molti su questo forum è capire dove questa agenzia ti può portare. cosa che, ahinoi, non si misura sulle promesse, nè sulle clausole contrattuali (a parte che ce media può voler dire molte cose, un conto è presentare un testo presso un editore, foss'anche di prim'ordine, un altro è riuscire a farlo scegliere). spero ci comunicherai il nome della ce con cui pubblicherai, o comunque avendo palesato il tuo nome e cognome potremo scoprilo anche noi su amazon... con pazienza, ovviamente, perchè potrebbero passare anni, com'è normale che sia specie con ce grosse i cui calendari editoriali sono organizzati per tempo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie mille a tutti per i vostri pareri!

 

Senza dubbio vi terrò aggiornati, nei limiti dei termini di riservatezza dell'accordo  :flower:

 

 

Congratulazioni Elleffe! tu sei la prova che questa agenzia non propone indiscriminatamente l'editing a pagamento a tutti quelli che le scrivono! ;)

Sei quell'UN romanzo al mese (quando va bene) che colpisce l'attenzione, già di questo dovresti essere orgogliosa :D

Se puoi, e fin dove i termini dell'accordo te lo consentono, tienici aggiornati sulla tua esperienza.

Una domanda: il contratto ti obbliga ad accettare le proposte delle case editrici? perchè se così non fosse, non vedo di cosa tu ti debba preoccupare. :)

 

P.s. puoi fare un esempio di media CE? Io non ho chiara la linea di demarcazione fra piccola e media.

ciao VirginiaW e grazie anche a te! :love:

Si parla di consulenza nelle trattative con le CE, il che mi fa presupporre che alla fine sia io a decidere.

Una CE media viene considerata a  titolo esemplificativo la Marcos y Marcos! 

 

avrei detto che con ce medie si arrivasse a nomi editoriali ben più noti... comunque l'importante è che tu sia libera di decidere, e in caso non ti soddisfi la proposta editoriale cui arriverai di svincolarti dall'agenzia per proporre da sola o tramite altri agenti lo stesso testo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sono stati fatti altri nomi di CE medie (Fazi, Guanda, Del Vecchio, etc...) , ho citato MarcosyMarcos perché è una casa editrice a cui sono particolarmente legata per gusto personale.

 

Detto ciò, vorrei pormi in disaccordo con l'atmosfera di diffidenza che si respira.

 

Io sono una persona diffidente, di natura, lo sono diventata ancor di più da quando mi rapporto con il mondo dell'editoria dalla debole posizione di scrittrice esordiente.

Diffidente sì, ma non cinica.

 

Non mi riferisco direttamente a te Sirene, ci mancherebbe.

Trovo però che in linea generale ci siano dei momenti in cui questo forum si sfocia nella negatività assoluta.

 

Personalmente nei confronti del Sig Morgan Palmas nutro stima e fiducia.

Voi mi direte "Sì, ma non bastano! CON CHI TI FA PUBBLICARE?"

Potete avere ragione, ma un professionista che ti offre la sua collaborazione in via gratuita, lavora per mesi sul tuo romanzo senza chiedere un soldo, ti presenta un contratto onesto (l'ho fatto visionare da un legale), ti segue in ogni trattativa, chiedendoti un parere, ed ha contatti che uno scrittore da solo non riuscirebbe mai e poi mai a ottenere, che mi permette di svincolarmi dal contratto non appena mi passi per la testa, come potrebbe lucrare su di me?

 

Detto questo soltanto il tempo ci dirà dove questa agenzia può portare un esordiente, ma nella nostra posizione se non ci fidiamo quantomeno di un personaggio trasparente e schietto che mette a disposizione il suo tempo senza richiedere niente in cambio, beh trovo che sia allora impossibile realizzare i propri sogni.

 

Vi terrò aggiornati una volta che avrò delle novità.

Buona giornata a tutti voi :ciaociao:

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mi sono stati fatti altri nomi di CE medie (Fazi, Guanda, Del Vecchio, etc...) , ho citato MarcosyMarcos perché è una casa editrice a cui sono particolarmente legata per gusto personale.

 

Detto ciò, vorrei pormi in disaccordo con l'atmosfera di diffidenza che si respira.

 

Io sono una persona diffidente, di natura, lo sono diventata ancor di più da quando mi rapporto con il mondo dell'editoria dalla debole posizione di scrittrice esordiente.

Diffidente sì, ma non cinica.

 

Non mi riferisco direttamente a te Sirene, ci mancherebbe.

Trovo però che in linea generale ci siano dei momenti in cui questo forum si sfocia nella negatività assoluta.

 

Personalmente nei confronti del Sig Morgan Palmas nutro stima e fiducia.

Voi mi direte "Sì, ma non bastano! CON CHI TI FA PUBBLICARE?"

Potete avere ragione, ma un professionista che ti offre la sua collaborazione in via gratuita, lavora per mesi sul tuo romanzo senza chiedere un soldo, ti presenta un contratto onesto (l'ho fatto visionare da un legale), ti segue in ogni trattativa, chiedendoti un parere, ed ha contatti che uno scrittore da solo non riuscirebbe mai e poi mai a ottenere, che mi permette di svincolarmi dal contratto non appena mi passi per la testa, come potrebbe lucrare su di me?

 

Detto questo soltanto il tempo ci dirà dove questa agenzia può portare un esordiente, ma nella nostra posizione se non ci fidiamo quantomeno di un personaggio trasparente e schietto che mette a disposizione il suo tempo senza richiedere niente in cambio, beh trovo che sia allora impossibile realizzare i propri sogni.

 

Vi terrò aggiornati una volta che avrò delle novità.

Buona giornata a tutti voi :ciaociao:

cara Elleeffe, intanto grazie perchè nel tuo ultimo messaggio hai fornito info in più che prima non avevamo (nomi ce medie, cenni sulle clausole contrattuali). io credo si possa parlare di diffidenza quando ci troviamo di fronte a pregiudizi, ovvero persone che dicono "quest'agenzia non vale nulla" senza averla nemmeno contattata. Invece in questo topic trovi tanti utenti cui Palmas ha detto "bel romanzo, ma bisogna editare pagando" e nessuno cui ha detto "brutto romanzo, non c'è niente da fare", proporzione che non rispecchia i dati forniti dal titolare (4-5 sì al mese con editing, no agli altri 70 che gli si propongono in media... possibile che di sti 70 mensili non se ne trovi nessuno in questo forum? possibile, certo, ma improbabile, a confronto di altre agenzie trattate in questo stesso forum). tu sei la prima che ha fornito un'esperienza diversa, perchè hai ricevuto più del solito "sì, ma bisogna editare a pagamento". però, appunto, sei la prima, e la tua esperienza è ancora in fieri. come lo è quella dell'altro utente che ha accettato la rappresentanza di Palmas dopo aver pagato l'editing. Visto che non c'è modo di conoscere il portfolio degli autori seguiti dall'agenzia, forse voi sarete i primi, a lavoro concluso, che potranno darci info su quest'aspetto... non parlando di altri, ma comunicando, nelle apposite sezioni del forum, titolo del volume che avrete pubblicato e relative case editrici. fino ad allora, l'unica cosa che possiamo fare è mettere sulla bilancia il numero di esperienze ricevute, e quello di persone che si sono viste proporre l'editing a pagamento + rappresentanza ma senza avere certezze sugli altri autori rappresentati da quest'agenzia (ergo senza avere riscontri sugli sbocchi reali, non promessi, dal titolare) è ancora molto alto. poi ognuno valuterà da sè, fermo restando che la prima lettura è gratuita e quindi non si perde niente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie per la lunga testimonianza. ovviamente, editing a parte, quel che (credo) importi a molti su questo forum è capire dove questa agenzia ti può portare. cosa che, ahinoi, non si misura sulle promesse, nè sulle clausole contrattuali (a parte che ce media può voler dire molte cose, un conto è presentare un testo presso un editore, foss'anche di prim'ordine, un altro è riuscire a farlo scegliere). spero ci comunicherai il nome della ce con cui pubblicherai, o comunque avendo palesato il tuo nome e cognome potremo scoprilo anche noi su amazon... con pazienza, ovviamente, perchè potrebbero passare anni, com'è normale che sia specie con ce grosse i cui calendari editoriali sono organizzati per tempo. 

 

Ciao Sirene,

dunque. Rispettando quanto detto nel post precedente non farò i nomi delle c.e. che mi sono state prospettate, non promesse, né dei loro editor, ma posso dire che siamo in linea con i nomi usciti dal post di elleeffe (stessi gruppi editoriali o fascia di grandezza). 

Hai ragione: un conto è presentare un testo, un conto è farlo scegliere. Questo però credo valga per tutti gli agenti, e dipende da tutta una lunghissima serie di possibilità, calendari editoriali, incastri, coincidenze, buchi liberi, aperture, disponibilità, lungimiranza, bravure, etcetc, che come dici tu in conclusione, possono richiedere molto molto tempo. 

Non è la pazienza che mi manca, visto che son dieci anni che ci provo, né la fiducia o la stima nell'operato dell'agente in questione. 

Detto questo, ho palesato il mio nome e cognome perché lo faccio in ogni forum a cui partecipo, di qualsiasi argomento, a maggior ragione in un tread in cui un altro utente è stato considerato un fake, addirittura costruito ad arte dall'agente in questione. 

Come elleeffe, diffidenti sì ma cinici no, se possibile. 

Sui nomi dei rappresentati. 

In molte interviste online, basta cercarle con google, lo stesso Palmas dice di star approntando una "scuderia" di esordienti insieme a due o tre scrittori con alle spalle alcune pubblicazioni.

Non cambia niente nelle opinioni dei detrattori, ma per me si tratta di serietà, di evitare sparate, per un'agenzia giovane e che si sta strutturando, e bene, perché, come già detto, i contatti ci sono, sono forti, e di qualità. 

Ovviamente sarà mia premura tenervi aggiornati,

un caro saluto a tutti, 

Giacomo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Caro Giacomo,

 

penso che il tuo caso e quello di ElleEffe siano paragonabili solo in parte. Lei non ha pagato nulla per l'editing, se un domani l'agenzia fallisse e non riuscisse a piazzare il suo romanzo non avrebbe perso niente. Tu invece hai versato una cifra per il tuo editing (e non sto a sindacare se l'editing vada pagato a un'agenzia o vada fatto fare alla casa editrice) ovvero hai fatto un investimento anche economico. Non è detto che l'investimento debba per forza mirare alla pubblicazione (si può pagare un professionista perchè perfezioni il proprio testo così da migliorare la propria scrittura, a prescindere dalla pubblicazione), ma trovo legittimo che altri puntino a editare in vista di un possibile sbocco in libreria. Altrettanto legittimo, in questo caso, che chi si veda proposto un editing a pagamento (praticamente tutti su questo topic, meno ElleEffe) voglia conoscere, se lo desidera, non i contatti dichiarati dell'agente con le CE, ma quelli effettivi, desumibili solamente dal portfolio dei propri autori. Che Grandi e Associati sia una buona agenzia lo desumo confrontando i nomi dei suoi autori con le CE che li hanno pubblicati, ma che Palmas abbia contatti con Sellerio lo so soltanto perchè lui dichiara che così è. Sono cinica perchè non gli credo sulla parola o sono prudente perchè mi aspetto di conoscere i nomi dei suoi autori già usciti prima di tirar fuori dei soldi che non so quando torneranno indietro? Nomi che altre agenzie nazionali, solide e importanti, non esitano a dichiarare. E sì, c'è anche Santachiara che non trovi su internet, ma per uno che non c'è ne vedo altri, Ali, Grandi e Associati, Silvia Meucci, Kylee Doust, ecc..., che hanno tanto nomi di peso come autori meno noti (penso soprattutto a Grandi e Associati, dove trovi il famosissimo ma anche l'autore di nicchia) e che pure non esitano a dichiararli.

Non sto dicendo che hai fatto male ad accettare di entrare in questa agenzia, sto dicendo che chi non ha accettato non è per forza in malafede, prevenuto o ostile (per non si sa quale ragione personale) a Palmas. Magari sta solo cercando di tutelarsi, specie quando ci sono cifre importanti di mezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente nei confronti del Sig Morgan Palmas nutro stima e fiducia.

Voi mi direte "Sì, ma non bastano! CON CHI TI FA PUBBLICARE?"

Potete avere ragione, ma un professionista che ti offre la sua collaborazione in via gratuita, lavora per mesi sul tuo romanzo senza chiedere un soldo, ti presenta un contratto onesto (l'ho fatto visionare da un legale), ti segue in ogni trattativa, chiedendoti un parere, ed ha contatti che uno scrittore da solo non riuscirebbe mai e poi mai a ottenere, che mi permette di svincolarmi dal contratto non appena mi passi per la testa, come potrebbe lucrare su di me?

Come ha detto Sirene, è normale che tu ti fidi, in virtù del fatto che ti sia stata proposta gratuitamente.

Per chi deve pagare, la diffidenza è d'obbligo a meno che non abbia soldi da buttare.

E a quanto pare, di soldi in quest'ambiente sembrano servirne sempre tanti, da tutte le parti.

 

Il fatto ora di sapere che con scritti ritenuti non necessitanti di eccessivo editing possa esistere anche la possibilità gratuita, credo che getti nuove prospettive su quest'agenzia.

Per esempio, personalmente potrei inviare ma continuare solo se si ripresentasse il tuo stesso caso che, a quanto sappiamo ora, è possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che sono state oscurate delle mail dicendo che la loro pubblicazione sarebbe "vietata dalla legge".

La legge vieta la divulgazione di corrispondenza altrui, ma se io ricevo una mail, una lettera, un sms o altro... Non incorro in alcun reato nel comunicarne il contenuto.

Non voglio andare o.t. Ma mi pareva in argomento, vista la piega della discussione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ragazzi!

Io ho inviato il mio manoscritto all'agenzia e ho ricevuto risposta positiva.

Mi sono stati chiesti solo 190 euro per apertura delle pratiche. Editing, correzione di bozze e rappresentanza gratuite.

 

Purtroppo il sig. Palmas ha avuto un periodo difficile, ultimamente, stando a quanto mi ha scritto. Dovremmo risentirci a fine mese.

 

Vi farò sapere, ma qualcosa mi dice che è la persona giusta.

 

Vi aggiorno!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti;

ho letto attentamente tutto il topic perché un paio di settimane fa mi è arrivata una proposta da parte di quest'agenzia simile a quella ricevuta da Dany92: editing gratuito, rappresentanza per 12 mesi e 190 euro da pagare per l'apertura della 'pratica' (ora non ricordo bene se la dicitura fosse 'pratica' ma il concetto era questo). Ecco, siccome siamo in due nel giro di un mese ad aver ricevuto una proposta di rappresentanza; mi chiedevo se per caso ci fossero altri utenti ad aver ricevuto proposte simili. Perché se così fosse il mio entusiasmo ne risentirebbe parecchio... : Sad :  Non voglio subito pensar male (anche se visto tutto quello che si sente in giro e in generale la diffidenza è giustificata) è solo che non vorrei che si fosse passati da un editing a pagamento che sembra esser stato offerto a tutti coloro che hanno partecipato alla discussione; a questo editing gratuito ma preceduto da questi 190 euro per l'apertura della 'pratica'. E a questo proposito vorrei anche sapere-in base ad esperienze personali- se questa compenso richiesto è consuetudine anche di altre agenzie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Danilo 92 ti sei iscritto il 23 settembre e l'unico messaggio l'hai scritto qui in paridata? Lo stesso dicasi per See. Con la differenza che si è iscritto il 17 settembre. Oh guarda un po'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mio caro Albert; il motivo per cui mi sono iscritta da poco ( e l'ho anche scritto nella presentazione) è da ritrovare nel cambiamento nella politica del forum, nel senso che da un giorno all'altro non potevo più visualizzare le discussioni a meno che non mi iscrivessi! Mi dispiace molto di ricevere, al mio primo intervento; una risposta così poco utile; o a dirla tutta una e vera propria accusa sulla base del nulla. Spero che i prossimi interventi siano più costruttivi anche perché se hai letto bene io ho sollevato i miei dubbi sull'agenzia in questione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Vabbè niente polemiche figurati. Sarebbe interessante sapere che significa 'apertura pratica'. E quali sono le condizioni ulteriori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

   Buona sera a tutti, mi sono iscritto oggi per (lo confesso) saperne di più del sig. Morgan Paamas, a cui ho scritto di accettare la rappresentanza prioritaria pagando 90 euro ( che ancora non ho pagato) per leggere uno dei miei 4 libri. Devo ammettere che ho cercato anche io gli autori che questa agenzia letteraria rappresenta, o quali romanzi abbia fatto pubblicare. Non li ho trovati, e le discussioni sul tema e la risposta evasiva del sig. Palmas mi hanno colpito negativamente. Ma quello che dice Pennuto su Grandi e Associati, Alì, e keele Doust non  mi convincono lo stesso. A Keele Doust ho mandato il romanzo, e la risposta è stata un invio di accettazione di una scheda (600 o settecento euro) per la valutazione del romanzo, o meglio, per verificare punti deboli incongruenze o parti da eliminare o migliorare. E non si sa se poi ne risulterà  un interesse della stessa agenzia per un invio a vari editor di case editrici.

   Esiste invece qualche agenzia letteraria che valuta l'inedito e decide di lavorarci sopra per presentarlo agli editor? Senza pagamento di alcunchè, ma solo mettendo sotto contratto l'autore? O è il mondo delle fiabe?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Per See e Danilo92, ho ricevuto anch'io la stessa identica proposta: €190 per apertura pratica ed editing gratuito. Ho ricontattato il signor Palmas quello stesso giorno per chiedergli, banalmente, dove sarei potuto arrivare con lui. Nel senso, a quali editori pensava di poter proporre l'opera e se la riteneva sufficientemente spendibile dal punto di vista commerciale. Domande, ritengo, normali prima di firmare un contratto e sborsare quasi 200 €uri. Lui mi scrive il giorno dopo praticamente per scaricarmi, ovvero ritira la sua proposta di rappresentanza accampando la scusa di non volere autori "poco umili". Specifico che mi ha bollato come tale solo perché mi ero permesso di scrivergli che un giorno mi sarebbe piaciuto che la scrittura mi avesse dato da vivere... ma pensate un po' che stranezza!

Morale della favola: penso sia un brav'uomo, soprattutto per come gestisce il suo web-magazine e per quello che scrive; ma non è detto che ciò faccia di lui un bravo agente letterario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AnarchAngel posso chiederti quando hai inviato e quando ti è stata fatta la proposta? Siamo già in due nel mese di settembre (io e Dany92) ora ti aggiungi anche tu. Insomma io sono un tipo diffidente, lo ammetto, però mi sembra che ci sia una nuova tendenza da parte di questa agenzia rileggendo tutto il post: prima veniva proposto un editing a pagamento a tutti (o meglio tutti quelli che hanno riportato sul forum la loro testimonianza) ora viene proposta questa rappresentanza con editing gratuito previo versamento di 190 euro. E continua a non esserci nessuno a testimoniare un rifiuto da parte di questa agenzia. La mia paura è che sia un modo per guadagnare comunque qualcosa dagli autori. O forse sono troppo complottista? :umhh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi correggo in realtà la mia proposta è arrivata ad agosto; ma il concetto non cambia di molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×