Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

swetty

Decameron 2020 - Topic delle ispirazioni

Post raccomandati

decameron2020.png

 

Ispirazioni

 

Qui troverete ogni sera cose nuove a cui ispirarvi. Usatele come credete.

 

Per chi è curioso, questo era il topic ufficiale.

 

La data del 3 aprile è passata, ma siamo ancora in quarantena. E adesso? E adesso tocca rimboccarci le maniche: invito gli utenti a lasciare qui le loro tracce, le loro idee, i loro spunti. Se anche non riusciamo a creare racconti, almeno raccogliamo le nostre ispirazioni e poi vedremo che succederà.

 

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato questo video:

 

 

Direi che qui si può andare dall’immaginarsi com’era prima fino all’ambientarci una storia nel futuro, con tutte le sfumature e le tangenti in mezzo (compresa roba in stile steampunk).

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E. Trek
(Avventura - Avventura)
Episodi: 6 episodi.
Il protagonista della serie, Fabrizio Picard, e' un sopravvissuto del continente perduto di Atlantide.
Fabrizio Picard vive nella dependance di una lussuosa villa in riva al mare sull'isola hawaiiana di Ohau, su invito del padrone di casa, l'eccentrico calzolaio Francis F. Ristori (personaggio che non appare mai nella serie).
Dopo trent'anni di prigionia Fabrizio Picard fugge e si nasconde negli Stati Uniti sotto falso nome, sfruttando le conoscenze acquisite.
La serie ha vinto "Il furgone di Gomma" nel 1973 per il peggior Ranocchio protagonista

 

Dal generatore automatico di telefilm di Polygen

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una volta, nel cuor dell'inverno, mentre i fiocchi di neve cadevano dal cielo come piume, una regina cuciva, seduta accanto a una finestra dalla cornice d'ebano.

 

Spoiler

Incipit di Biancaneve dei fratelli Grimm

 

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa ispirazione mi ha preso un po' più tempo del previsto.

 

La città che cambia

 

Navigli interni Milano da via Senato a Fatebenefratelli01 fatebenefratelli.jpg

 

Milano boats c1845 599px-Navigli_di_Milano_Laghetto_Santo_S

 

Queste immagini non sono di Venezia, ma di Milano. Le prime due sono foto antecedenti il 1929 che riprendono via Fatebenefratelli, che nel 1960 appare così (l'interramento fu fatto negli anni trenta):

 

Paolo Monti - Servizio fotografico - BEIC 6346981

 

Per avere un riferimento, in alto a destra nella foto con la barca si vede un portone con un terrazzino, che è il portone del primo palazzo a destra della foto del 1960. L'edificio basso subito dopo nella foto del 1960 è il primo edificio sulla destra nella seconda foto in alto, quella col canale vuoto. In tutte e tre si vede bene il campanile sullo sfondo.

 

Le immagini della seconda riga sono rispettivamente una stampa del 1845 e una foto (una delle primissime di Milano) del 1855, che rappresentano il laghetto di Santo Stefano, un laghetto artificiale realizzato nel XIV secolo che per quasi quattro secoli ha servito la fabbrica del Duomo.

 

La zona adesso appare così:

 

IMG 5777 - Milano - Vista Duomo da via Laghetto - Foto Giovanni Dall'Orto - 21-2-2007

 

Questa è una carta del 1730 dove si vedono bene i navigli:

 

Ca. 1730 map of Milano by Matthaus Seutter

 

 

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi conosce l’Africa selvaggia deve convenire che nell’oscurità non v’è risonanza più spaventosa del ruggito vicino di un leone. Quando si leva, tutti gli animali ammutoliscono per alcuni istanti.


(Walter Bonatti)

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi ero ripromessa di non mettere ispirazioni a tema pandemia, ma oggi mi è successa una cosa.

 

Ho ricevuto tra le email una con questo subject:

 

Che ne è stato dei vampiri?

 

E...  :sss:

 

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, swetty ha scritto:

Che ne è stato dei vampiri?

 

 

Ricevuta anch'io... ci mandano le stesse newsletterssssssss...

 

4 ore fa, Ippolita2018 ha scritto:

E... Swetty! Qui tocca chiamare subito @simone volponi

 

Se volete io ho dato... @L@ur@ ha lasciato una recensione che dovrebbe invogliarvi tutte, belle lettricione de Volpone vostro!

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tre frasi di Massimo Bisotti.

 

È strano accorgersi che è proprio quando te ne vai che puoi capire quanto sei rimasto e quanto ti rimane di qualcuno. La prospettiva delle lontananze fa percepire tutto più nitido. Ci sono assenze che sono scuse, assenze che sono pause. Ci sono mancanze che restano, presenze che stancano, tenute in vita artificialmente soltanto dall'abitudine. Al di là di ogni apparenza, in un mondo in cui quasi tutto si cancella in fretta per fare spazio a centomila possibili novità, qualcosa la metti a fuoco oltre ogni previsione possibile e per quanto ci provi non puoi negarla ai tuoi occhi. Più ti manca qualcuno più è ovunque presenza.

 

Chi non vuole esserci non c’è nemmeno se ti ci siedi accanto. Chi c’è, c’è anche quando credi che non ci sia.

 

I veri addii scattano nella mente, sono silenziosi. Sono i più veri, i più pericolosi. Sono quelli che tieni per te, e puoi anche continuare a sentirla una persona... Non ti avrà più se l'avrai salutata dentro.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, swetty ha scritto:

Chi non vuole esserci non c’è nemmeno se ti ci siedi accanto. Chi c’è, c’è anche quando credi che non ci sia.

 

I veri addii scattano nella mente, sono silenziosi. Sono i più veri, i più pericolosi. Sono quelli che tieni per te, e puoi anche continuare a sentirla una persona... Non ti avrà più se l'avrai salutata dentro

Incredibile come è vero.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La data del 3 aprile è passata, ma siamo ancora in quarantena. E adesso? E adesso tocca rimboccarci le maniche: invito gli utenti a lasciare qui le loro tracce, le loro idee, i loro spunti. Se anche non riusciamo a creare racconti, almeno raccogliamo le nostre ispirazioni e poi vedremo che succederà. :sù:

 

Da oggi questo topic è aperto a tutti, a tempo indefinito. Speriamo solo di chiuderlo prima o poi. :love:

  • Grazie 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, swetty ha scritto:

almeno raccogliamo le nostre ispirazioni

 

Ispirazione per la quale devo ringraziare @massimopud, che citava qui Giorgio Manganelli. Uno dei suoi libri che vorrei leggere è Il rumore sottile della prosa, da cui cito (prendendolo dal sito indicato) un brano che può essere ricco d'ispirazione:

 

"Perché, chi non sa che la letteratura è arte di evocare i dèmoni? Ma i dèmoni evocati con formule guaste, aggettivi fuori posto – i dèmoni amano il chiasmo – accostamenti sbadati – i dèmoni amano l’ossimoro – chi insomma non sa le regole dell’esorcismo, che da sempre sono formule aride e magicamente coatte, costui finirà con l’esser preda dei dèmoni, e insomma farà della cattiva letteratura; anzi, qualcosa che non è letteratura per niente”.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

La Centrale termoelettrica Montemartini, oggi edificio di archeologia industriale, fu il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica. Attualmente in alcuni locali di questa sede le macchine convivono con gli dèi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×