Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

swetty

Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

Post raccomandati

20 minuti fa, cheguevara ha scritto:

Fine che non ci è dato conoscere. Azzardo l'ipotesi che il fine possa essere il perpetrarsi e moltiplicarsi, come lo è di tutte le specie esistenti, virus inclusi. Comunque, non sappiamo e non sapremo.

Sicuramente non sappiamo e non sapremo ma è abbastanza attendibile la fine dell'universo. Che magari ricomincerà con un nuovo ciclo o inghiottito dai buchi neri. Le stelle esploderanno tutte non ci sarà la vita come la conosciamo... insomma le ipotesi e le prospettive non sono a nostro favore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Riccardo Zanello ha scritto:

Sicuramente non sappiamo e non sapremo ma è abbastanza attendibile la fine dell'universo. Che magari ricomincerà con un nuovo ciclo o inghiottito dai buchi neri. Le stelle esploderanno tutte non ci sarà la vita come la conosciamo... insomma le ipotesi e le prospettive non sono a nostro favore.

Perché ci sia una fine, deve esserci stato un principio. E così si rientra nel campo delle domande a cui è impossibile rispondere. E' il campo prediletto dai credenti di qualsiasi religione: loro le risposte ce le hanno già preconfezionate e non hanno bisogno di porsi il problema...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessanti i  vostri interventi.

Riassumo succintamente: poiché è assurdo che ci sia un Dio, poiché è assurdo che non ci sia un Dio, poiché è assurdo fare tana libera per tutti e l'universo  sarà nato da una molecola o un esplosione (molecola nata come, da chi, da come, da perché... esplosione nata come, da chi, da sola, per induzione, per simpatia per taratapunzipunzipo'...?)

 

Io, per non sapere né leggere né scrivere oggi mi sono goduto quaranta minuti di libertà totale dall'influenza (è il caso di dirlo...) umana. 

 

Ho aperto il cancello di casa, sono uscito in strada addirittura a piedi, e dopo sessanta metri scarsi sono arrivato in una immensa spiaggia completamente deserta, assolutamente pulita, con un penetrante odore di iodio e mi sono seduto a contemplare il mare. (Vi assicuro che l'orizzonte è piatto come una tavola, a meno di fotografarlo con lenti fish-eye Nasa che arrotondano anche le forme di un cubo).

 

Domani  con il decespugliatore taglierò duemila metri quadri di erba davanti a casa, liberando il vecchio pozzo spagnolo dalle erbacce che periodicamente lo sommergono. Quando  questa assurdità  para-claustrale imposta da miscredenti finirà comprerò una pompa elettrica per il pozzo e userò l'acqua per irrigare i pomodori e gli ortaggi. Due più due farà anche quattro, ma  io di matematica non ci ho mai capito molto. Per me non è mai stata una risposta sufficiente e impedirmi di pensare.

 

PS

Per le persone che ne sanno certo più di me: la quarantena non mi ha fatto uscire fuori di cervello. Ne sono quasi convinto. Forse perché per tutta la vita ho vissuto facendo a meno di tutte le cose che gli altri ritengono indispensabili.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capisco che le regole vanno seguite, ma per certe cose servirebbe il buon senso. Una persona che conosco porta fuori il cane e fa il solito giretto, senza pensarci. Da casa sua attraversa un ponte a dieci metri di distanza e rimane entro il limite della distanza da cui restare da casa; purtroppo il ponte è il confine con un altro comune. Premesso che dall'altra parte del ponte non ci sono case, ma solo campi e boschi, e quindi non metteva in pericolo nessuno, un vicino ha fatto la segnalazione e subito sono arrivati i vigili a farle la multa.

Comprendo che se il regolamento si applica alla lettera si è dal torto, ma reputo quanto successo una porcata (i vigili potevano solo ammonire e dire di non fare più così; perché i vigili invece non intervengono quando ai supermercati ci sono anziani che vanno a fare la spesa due volte al giorno per poter fare due chiacchiere con qualcuno?).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, M.T. ha scritto:

Comprendo che se il regolamento si applica alla lettera si è dal torto, ma reputo quanto successo una porcata (i vigili potevano solo ammonire e dire di non fare più così; perché i vigili invece non intervengono quando ai supermercati ci sono anziani che vanno a fare la spesa due volte al giorno per poter fare due chiacchiere con qualcuno?).

Interessante.

A questo si aggiunga: se tutta questa attuale solerzia e inesorabilità delle Forze dell'Ordine fosse stata applicata sempre negli anni scorsi,  sempre nei confronti di tutti, e quando dico tutti dico tutti e capitemi... se fossero stati inflessibili con TUTTI... ora saremmo un paese civile.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

A questo si aggiunga: se tutta questa attuale solerzia e inesorabilità delle Forze dell'Ordine fosse stata applicata sempre negli anni scorsi,  sempre nei confronti di tutti, e quando dico tutti dico tutti e capitemi... se fossero stati inflessibili con TUTTI... ora saremmo un paese civile.

 

Concordo.

Altra cosa successa in un comune vicino al mio. I bambini piccoli possono uscire se accompagnati da un adulto e si può portare fuori il cane stando in un raggio di duecento metri da casa: questa è la regola. Un padre porta fuori il cane e prende con sé il figlio per farlo stare un po' all'aria aperta e resta entro i limiti (era a cinquanta metri da casa); i vicini chiamano subito i vigili, che arrivano e gli fanno la multa. Il padre risponde che non firma nulla e non paga nulla perché sta rispettando le regole; i vigili gli dicono che ha ragione ma che loro quando vengono chiamati devono sempre fare la multa. Il padre ha continuato a ribadire che non avrebbe né pagato né firmato.

Quando dicevo che ci sarebbe stata gente che avrebbe approfittato della situazione attuale per avere soddisfazione di vecchie ruggini parevo voler pensare male, ma purtroppo i fatti non fanno che confermare che la gente, nonostante il periodo, non è affatto migliorata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

(molecola nata come, da chi, da come, da perché... esplosione nata come, da chi, da sola, per induzione, per simpatia per taratapunzipunzipo'...?)

Converrai con me che la stessa cosa si può affermare di un ipotetico dio, energia e/o altro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Riccardo Zanello ha scritto:
7 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

(molecola nata come, da chi, da come, da perché... esplosione nata come, da chi, da sola, per induzione, per simpatia per taratapunzipunzipo'...?)

Converrai con me che la stessa cosa si può affermare di un ipotetico dio, energia e/o altro...

Assolutamente sì. Quindi, nel dubbio, ogni essere umano è libero di vivere e di morire per quello che gli è più congeniale.

(Non mi pare di aver esagerato...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Alberto Tosciri ha scritto:

Assolutamente sì. Quindi, nel dubbio, ogni essere umano è libero di vivere e di morire per quello che gli è più congeniale.

(Non mi pare di aver esagerato...)

Certamente, cercando però di non far prevalere (o addirittura imporre) il proprio pensiero sugli altri... ma credo che siamo d'accordo anche su questo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Riccardo Zanello ha scritto:

Certamente, cercando però di non far prevalere (o addirittura imporre) il proprio pensiero sugli altri... ma credo che siamo d'accordo anche su questo...

Daccordissimo.

Farei solo, in via utopistica, una modesta proposta (non come quella di J. Swift, intendiamoci...)

A quelli che tornerebbero volentieri a vivere con i buoi che tirano l'aratro, con la luce delle candele, con il profumo dell'incenso, per esprimere il concetto tout court, sia consentito di  farlo, assieme a chi ha idee simili, in  luoghi ben delimitati, dove coloro che vogliono andare avanti nella scienza delle nanoparticelle iniettate in corpo lo facciano, senza mai avere a che fare, per nessun motivo, con chi vuol vivere come 150 anni fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎13‎/‎04‎/‎2020 alle 20:28, Alberto Tosciri ha scritto:

Daccordissimo.

Farei solo, in via utopistica, una modesta proposta (non come quella di J. Swift, intendiamoci...)

A quelli che tornerebbero volentieri a vivere con i buoi che tirano l'aratro, con la luce delle candele, con il profumo dell'incenso, per esprimere il concetto tout court, sia consentito di  farlo, assieme a chi ha idee simili, in  luoghi ben delimitati, dove coloro che vogliono andare avanti nella scienza delle nanoparticelle iniettate in corpo lo facciano, senza mai avere a che fare, per nessun motivo, con chi vuol vivere come 150 anni fa...

Per uno come me sarebbe una proposta affascinante, anche se non nuova (penso agli Amish), a parte l'incenso. Ma ritengo che il ritorno al passato sia impossibile e, per alcuni versi, non auspicabile, forse perché a settantasei anni tagliare l'erba del mio orto con la falce, anziché con tosaerba e decespugliatore, e dissodare a mano, anziché con motozappa, sarebbe troppo gravoso per la mia schiena, e forse perché a questa età non sarei arrivato senza le cure mediche per ipertensione, prostata ipertrofica ed altre amenità collegate alla vecchiaia. Posso fare, e faccio, a meno di molte cose che la massa consumista ad oltranza ritiene indispensabili, ma ne considero altre molto utili, come, ad esempio, il pc da cui sto scrivendo, il telefono, le possibilità di sopravvivenza offerte dalla medicina, eccetera. Di tutto bisogna considerare, assieme agli aspetti negativi, anche quelli positivi. Io penso.   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@cheguevara

Mi rendo conto che un ritorno letterale al passato allo stato attuale è impossibile. Come è stata fatta risultare impossibile la felicità, la pace, l'armonia.

Ritengo che tutti gli uomini abbiano il diritto di vivere nel benessere e nella felicità,  con tanto tempo libero da dedicare alla famiglia e ai loro interessi, senza debiti e senza bollette e mutui a rovinare l'esistenza, cose anche queste da sempre impossibili per colpa di criminali. Non banditi da strada; per criminali intendo quelle poche dinastie ultra ultra stramiliardarie che da sempre detengono tutta la ricchezza del mondo,  dirigendo, affamando e uccidendo da sempre i loro simili con governi, politiche, guerre, banche... e mettiamoci anche epidemie...

Ma sono convinto che le cose stanno per cambiare in maniera epocale. I buoni sono sempre esistiti e talvolta si sono affacciati nella storia del mondo, a vari livelli, anche politici e religiosi, facendo  quasi sempre una brutta fine. Ma la tolleranza ora è finita. I buoni hanno deciso di agire nella storia di tutto il mondo. Non sarà piacevole per chi, ideologicamente parlando, per migliaia di anni ha tormentato i suo simili in tutti i modi possibili e immaginabili, fino ai giorni nostri. Niente di apocalittico. Semplicemente i cattivi di tutto il mondo a tutti i livelli finiranno per sempre in galera, assieme a chi li ha sempre sostenuti...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Alberto Tosciri ha scritto:

i cattivi di tutto il mondo a tutti i livelli finiranno per sempre in galera, assieme a chi li ha sempre sostenuti...

Sarebbe cosa buona e giusta. Sarebbe...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

Ma la tolleranza ora è finita. I buoni hanno deciso di agire nella storia di tutto il mondo.

Mi domando chi giudica i buoni e i cattivi. Anzi mi domando se esistono buoni e cattivi.

O piuttosto se ci muoviamo tutti in un'area grigia. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, camparino ha scritto:

Mi domando chi giudica i buoni e i cattivi. Anzi mi domando se esistono buoni e cattivi.

O piuttosto se ci muoviamo tutti in un'area grigia. 

È molto facile distinguere: i buoni sono quelli che sono sempre stati schiacciati dai cattivi. Guarda caso i buoni sono la maggioranza nel mondo, l'umanità oppressa.

Chi opprime sono i cattivi e sono facilmente distinguibili, guarda caso sono ricchissimi. Non c'è bisogno di giudicare l'evidenza. L'area grigia, molto numerosa, consiste in gente tendenzialmente buona che però deve mangiare e perciò si assoggetta ai cattivi, a tutti i livelli culturali e professionali, propinando alla massa che tutto va bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

È molto facile distinguere: i buoni sono quelli che sono sempre stati schiacciati dai cattivi. Guarda caso i buoni sono la maggioranza nel mondo, l'umanità oppressa.

Chi opprime sono i cattivi e sono facilmente distinguibili, guarda caso sono ricchissimi.

 

Molto giusto, ma altrettanto utopico. Io sono decisamente meno ottimista sul genere umano e vorrei sommessamente introdurre un pensiero espresso da numerosi lucidi pensatori prima di me: gli oppressi sono oppressori senza il potere di opprimere.

Davvero credi che sia possibile ottenere un risultato diverso da quello che è sotto i nostri occhi, semplicemente scambiando i ruoli dei cosiddetti buoni e dei cosiddetti cattivi?  

 

P.S. Io vedo in giro un sacco di gente che pur di sentirsi buona è disposta a fare danni considerevoli e a rinunciare al corretto esercizio della ragione, e non entro nello specifico solo per evitare di scatenare una polemica infinita. Però mi ricordo di un tizio che la sapeva lunga e che, a quanto sembra, disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo.» Mi viene il sospetto che sia diventato troppo facile considerarsi buoni, da quando Dio è morto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, L'antipatico ha scritto:

Molto giusto, ma altrettanto utopico. Io sono decisamente meno ottimista sul genere umano e vorrei sommessamente introdurre un pensiero espresso da numerosi lucidi pensatori prima di me: gli oppressi sono oppressori senza il potere di opprimere.

Davvero credi che sia possibile ottenere un risultato diverso da quello che è sotto i nostri occhi, semplicemente scambiando i ruoli dei cosiddetti buoni e dei cosiddetti cattivi?  

 

P.S. Io vedo in giro un sacco di gente che pur di sentirsi buona è disposta a fare danni considerevoli e a rinunciare al corretto esercizio della ragione, e non entro nello specifico solo per evitare di scatenare una polemica infinita. Però mi ricordo di un tizio che la sapeva lunga e che, a quanto sembra, disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo.» Mi viene il sospetto che sia diventato troppo facile considerarsi buoni, da quando Dio è morto...

 

Interessante pensiero. Sapessi quante polemiche ho scatenato io in passato... Ora devo farne necessariamente a meno per svariati motivi, tra cui anche una certa stanchezza intellettuale.

 

29 minuti fa, L'antipatico ha scritto:

gli oppressi sono oppressori senza il potere di opprimere.

Allora bisognerebbe riscrivere la storia di tutte le rivoluzioni a "favore" del popolo.

Gli oppressi che fecero la rivoluzione francese macellarono senza troppi riguardi i loro nemici, poi gli abitanti di tutta la Vandea e poi, per liberare solo noi poveracci italiani, massacrarono 300.000 italiani...

Possiamo anche parlare degli "oppressi" rivoluzionari russi del 1917, che notoriamente non ebbero alcun potere di reprimere  in seguito milioni di uomini...

Non credo alle rivolte della fame. I vincitori vanno al posto dei vinti e devono saziare la loro fame, anche dopo generazioni. È un gatto che si morde la coda.

 

Per me Dio non è morto, ma ammetto che gli uomini, io per primo anche se cerco faticosamente di rimediare, non hanno capito niente di lui, nemmeno che si era fatto uomo per farsi  vedere e toccare dagli uomini, che hanno sempre capito solo quello che vedevano con i loro occhi e toccavano con le loro mani, con la speranza di essere compreso e creduto. Speranza vana, purtroppo.

 

È innegabile però che fin dai primordi l'uomo ha sempre oppresso l'uomo. I veri cattivi sono oppressori e basta, i veri buoni non hanno la forza di reagire e subiscono.

Se qualche buono reagisce diventa un reazionario. Non se ne esce. Hanno sempre comandato i cattivi. Per carità: hanno l'apparenza di brave persone in giacca e cravatta, fanno il barbecue in giardino con i figli e gli amici... Brave persone che rovinano milioni di uomini dai loro uffici.

 

Ma ci sono dei "buoni" particolari, potenti e onesti che hanno intenzione di reagire.

Te ne cito uno solo. Poco prima di essere assassinato John F. Kennedy disse a una conferenza:

"There's a plot in this country to enslave every man, woman, and child. Before I leave this hig and noble office, I intend to expose this plot."

C'è un complotto in questo paese per schiavizzare ogni uomo, donna e bambino. Prima di lasciare questo alto e nobile ufficio, intendo esporre questo complotto.

 

Naturalmente era un grosso pericolo e fu eliminato. Io per buoni intendo gente del genere, con il potere, che non abbiano paura di ricondurre l'uomo al suo originale stato di libertà e felicità. Nonché serenità. È possibile. Ma la cattiveria umana è molto vigile, ha tutto da perdere. Io però non dispero.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da giorni si sente dire dal governo che bisogna regolarizzare il prezzo delle mascherine; ma non era il caso di farlo prima?

 

Tanti a dire che ne usciremo migliori. Sinceramente, i fatti stanno dimostrando il contrario. Questo stare forzatamente fermi avrebbe dovuto dare il tempo per riflettere su come la vita fatta finora andava rivista, perché aveva delle cose che non andavano; cosa che non è avvenuta. Il pensiero della maggioranza è tornare a fare come si faceva prima. Significa che la lezione non è stata capita.

Non vedo tutte queste cose buone di cui sento parlare; alcune ce ne sono, non ne discuto, ma non nella totalità di cui alcuni parlano.

Mentre basket, pallavolo, hanno fatto concludere i vari campionati senza nessuna assegnazione, come è giusto che sia, il calcio non vuole mollare la presa, alcuni figuri più di tutti (vedere Lotito che sembra uno squalo che ha fiutato il sangue): il campionato deve riprendere, deve finire, perché sennò ci sono cause, rimborsi e tante altre cavolate che in questo periodo non sono per niente prioritarie.  A tutto questo sistema, c'è da dire di andare a quel paese (ma perché nessuno s'indigna per come agisce Lotito, e  tanti si sono indignati invece quando Zang, a ragione, ha detto come stavano le cose riguardo a Dal Pino? Perché nessuno gli ha chiesto scusa? La risposta, anche se non piacerà, è semplice: perché nel nostro paese ci sono troppi opportunisti e ipocriti).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@M.T.

Da una situazione del genere sarà difficile per molta gente uscirne migliore. 

Nelle situazioni peggiori compare sempre il peggio dell'uomo. Anche il meglio, ma passa in secondo piano davanti all'orrore di certi comportamenti.

 

In quanto al calcio, sinceramente non mi è mai piaciuto, ancor meno di questi tempi. Si lamentano che non possono avere il loro stipendio di dieci  e più milioni di euro all'anno e se gli proponi uno stipendio di cinque milioni all'anno diventano violenti e minacciano la fine del mondo?  È la fine del loro mondo e  a me non importa. Non meritano importanza o attenzione persone del genere. Io gli proporrei uno stipendio di cinquemila euro al mese (che sono una fortuna) più alloggio condominiale familiare pagato  nella località dove giocano e un premio extra per ogni goal segnato. Cento euro in più per ogni rete. Il calcio ne guadagnerebbe. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Alberto Tosciri ha scritto:

Gli oppressi che fecero la rivoluzione francese macellarono senza troppi riguardi i loro nemici, poi gli abitanti di tutta la Vandea e poi, per liberare solo noi poveracci italiani, massacrarono 300.000 italiani...

La storia ci insegna che ad ogni rivoluzione, che in genere il popolo mette in atto sotto la spinta programmata e consapevole di categorie non popolari interessate, segue una "sistemazione" delle cose ad opera di un uomo della provvidenza: da Napoleone, a Stalin, A Mussolini, ad Hitler. La storia si ripete perché il cosiddetto popolo ha la memoria corta, crede alle balle propinate da chi ha interesse a che le cose cambino solo in apparenza, perché le stesse posizioni di potere siano mantenute o, magari, occupate da altri. Le promesse vengono poi regolarmente disattese, e il popolo credulone (Trilussa diceva cojone) continua a fare la fine dell'ortolano... Ma non importa: come Petrolini fa dire al suo Nerone, il popolo più lo maltratti, più si affeziona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@cheguevara

Hai perfettamente ragione, condivido in pieno.

A proposito di popolo, nella fattispecie quello nostro, uno di quei personaggi che hai nominato sopra, (Mussolini) alla fine del suo potere, tradito da chi lo aveva sempre osannato fino al giorno prima, tipico degli italiani che incensano i forti e i vincitori del momento, si dice abbia detto: "Governare gli italiani non è difficile, è inutile."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi auguro che quanto sta succedendo apra gli occhi a tanta gente che ancora non ha voluto vedere che razza di guide politiche hanno i paesi. L'ultimo in ordine di tempo in fatto di scempiaggini è Trump che suggerisce di fare iniezioni di disinfettanti alle persone; vero, così facendo si ammazzerebbe il virus, ma anche l'individuo che lo ospita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@M.T. sono pessimista, ma a novembre immagino che vedremo cosa ne pensano gli americani del loro "presidente". 

Invece gli inglesi hanno davanti abbastanza tempo per perdere la memoria.

 

Ps. Comunque l'ultima uscita di Trump faceva venir voglia di prenderlo e fargli ingoiare un po' di ACE. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, M.T. ha scritto:

Mi auguro che quanto sta succedendo apra gli occhi a tanta gente che ancora non ha voluto vedere che razza di guide politiche hanno i paesi. L'ultimo in ordine di tempo in fatto di scempiaggini è Trump che suggerisce di fare iniezioni di disinfettanti alle persone; vero, così facendo si ammazzerebbe il virus, ma anche l'individuo che lo ospita.

Continuo a stupirmi di come sia possibile che i cittadini del Paese che, a torto o a ragione, guida da più di mezzo secolo gli indirizzi del cosiddetto Occidente, denotino stupidità congenita quando si tratta di eleggere il loro Presidente, l'uomo più potente del mondo. Stupidità dimostrata nell'elezione e rielezione di un piccolo, sciocco imbecille come Bush junior, e riconfermata nell'elezione di un presuntuoso pagliaccio come Donald Trump. La pandemia era stata prevista da Obama già nel 2014 e Trump, dopo aver smontato la riforma sanitaria in nome delle lobbies delle assicurazioni, dopo aver minimizzato la pandemia, ora, in presenza dei morti che, vista l'organizzazione, aumenteranno in via esponenziale, prima cerca di compattare la nazione contro il nemico Cina, poi indica soluzioni demenziali quali le iniezioni di candeggina. Quando decideranno gli americani di liberarsi di un Presidente ridicolo, stupido e pure corrotto?  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, cheguevara ha scritto:

Continuo a stupirmi di come sia possibile che i cittadini del Paese che, a torto o a ragione, guida da più di mezzo secolo gli indirizzi del cosiddetto Occidente, denotino stupidità congenita quando si tratta di eleggere il loro Presidente, l'uomo più potente del mondo. Stupidità dimostrata nell'elezione e rielezione di un piccolo, sciocco imbecille come Bush junior, e riconfermata nell'elezione di un presuntuoso pagliaccio come Donald Trump. La pandemia era stata prevista da Obama già nel 2014 e Trump, dopo aver smontato la riforma sanitaria in nome delle lobbies delle assicurazioni, dopo aver minimizzato la pandemia, ora, in presenza dei morti che, vista l'organizzazione, aumenteranno in via esponenziale, prima cerca di compattare la nazione contro il nemico Cina, poi indica soluzioni demenziali quali le iniezioni di candeggina. Quando decideranno gli americani di liberarsi di un Presidente ridicolo, stupido e pure corrotto?  

L'unica spiegazione possibile che mi è venuta in mente è che le elezioni che hanno portato Trump al governo siano state truccate.

Dopo aver sentito dire che per sconfiggere il virus basta fare iniezioni di Lysoform, c'è da aspettarsi di tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@M.T. in realtà Trump prese meno voti "numerici" ma portò a casa gli stati col numero più alto di grandi elettori. Non ricordo più quale stato era già stato assegnato alla Clinton e poi risultò che aveva vinto Trump. Mi vien da dire l'Oklahoma, ma temo di sbagliare. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, AnnaL. ha scritto:

@M.T. in realtà Trump prese meno voti "numerici" ma portò a casa gli stati col numero più alto di grandi elettori. Non ricordo più quale stato era già stato assegnato alla Clinton e poi risultò che aveva vinto Trump. Mi vien da dire l'Oklahoma, ma temo di sbagliare. 

Sì, mi ricordo. Ma niente mi toglie dalla testa che la sua elezione non fosse regolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@M.T. ho più dubbi circa i risultati delle presidenziali Bush-Gore. Trump é capitato al momento giusto e con un carico di popolarità e visibilità fortissimo. E con il partito democratico diviso ha avuto gioco. Sempre se non ricordo male molti democratici virginiani si infuriarono perché a loro dire le primarie locali erano state "manipolate" a favore della Clinton e Sanders si trovò fuori dai giochi. Il risultato fu una bella astensione. E temo che finirà ancora così con Biden. 

Se avessi ragione tu sarebbe quasi una consolazione, benché magra. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, AnnaL. ha scritto:

@M.T. ho più dubbi circa i risultati delle presidenziali Bush-Gore. Trump é capitato al momento giusto e con un carico di popolarità e visibilità fortissimo. E con il partito democratico diviso ha avuto gioco. Sempre se non ricordo male molti democratici virginiani si infuriarono perché a loro dire le primarie locali erano state "manipolate" a favore della Clinton e Sanders si trovò fuori dai giochi. Il risultato fu una bella astensione. E temo che finirà ancora così con Biden. 

Se avessi ragione tu sarebbe quasi una consolazione, benché magra. 

Di certo le lotte interne dei democratici non favorirono la corsa alle presidenziali e puntare sulla Clinton a discapito di Sanders fu per me un errore. Nonostante ciò, Trump rimaneva e rimane una figura da non eleggere; è quel tipo di governante a La Zona morta di Stephen King che va evitato perché fa solo danni. Solo qualcuno d'ignoranza e arroganza pazzesca può suggerire d'iniettare nelle persone dei disinfettanti, non c'è nemmeno da pensarci; questo per me dovrebbe far pensare sulla sanità mentale che possiede.

 

Sono sempre più convinto che in troppi non hanno capito la lezione che sta dando questo virus e per questo ce ne arriverà una ancora più pensate. Mentre in Cina sono ancora preoccupati e spaventati per avere un numero di contagi sotto la decina di unità, qui in Italia con una media giornaliera di più di quattrocento morti, in troppi stanno pensando che ormai il peggio è andato, non vedono l'ora che si riapra tutto per riprendere tutto come prima; fin troppo spesso sento parlare di ferie, di come andare al mare. Visto che una mentalità così alla leggera è la causa della situazione avuta finora, allora temo che ci arriverà una botta ancora più forte di quella ancora in corso. Spero vivamente di sbagliarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×