Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Consigli di lettura

Post raccomandati

mi avete fatto venir voglia di leggere Afterdark, visto che la sorellide lo ha accattato qualche giorno fa.

C'è da dire che ha anche una copertina che attira... love1.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mi avete fatto venir voglia di leggere Afterdark, visto che la sorellide lo ha accattato qualche giorno fa.

Metro 2033 ispira anche a me, peccato che trovarlo in biblioteca non sia facile.

Sì,leggi After Dark ok.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Afterdark" mi ha un po' deluso, ma è comprensibile: ero reduce da "Norwegian Wood"!

Vorrei consigliare, per i lettori di poesia, l'ultimo di Alberto Bevilacqua, "La camera segreta". E' davvero un bellissimo capitolo per la poesia italiana contemporanea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un altro consiglio: "Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero", di Vasco Brondi (meglio conosciuto in ambito musicale con lo pseudonimo Le luci della centrale elettrica). Lo sconsiglio a chi non apprezza le sue canzoni e a chi non ha mai ascoltato i suoi album. Per i fan della musica di Brondi, però, questo libro sarà un gioellino indimenticabile, lo assicuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Claudio Piras Moreno

Consiglio Mia figlia follia di Savina Dolores Massa. Struggente e molto vero in un mondo in cui regna il pregiudizio e in cui c'è anche molta ignoranza, purtroppo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se digerite libri dalle 1000 pagine in salsa storica, I Pilastri della Terra è un romanzo da leggere almeno una volta nella vita icon_cheesygrin.gif

Certo, ma per la sua valenza storica, non tanto per quella letteraria. Secondo me è un libro proprio scadente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite The Doctor

Sono indeciso tra la lettura di Nessun Dove di Gaiman e Lo Specchio di Dio di un'autore di cui sbaglio sempre a scrivere il cognome D: suggerimenti se qualcuno ne ha già letto uno dei due? o.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La lettrice bugiarda di Brunonia Barry.

Non sono bravo a recensire libri. So soltanto che l'ho divorato in pochissimo tempo. La storia è molto originale e i personaggi memorabili. Il suo modo di scrivere l'ho trovato brillante, poi :bla:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono indeciso tra la lettura di Nessun Dove di Gaiman e Lo Specchio di Dio di un'autore di cui sbaglio sempre a scrivere il cognome D: suggerimenti se qualcuno ne ha già letto uno dei due? o.o

Nessun dove è strepitoso (ma American Gods, dello stesso autore, è ancora meglio, anche se del tutto diverso).

Una dimostrazione che si possono rispettare tutte le regole e scrivere qualcosa che a prima vista sembra non rispettarne alcuna: Vogler, Campbell e Propp sarebbero fieri di lui (e magari Vogler lo è davvero).

La BBC ne ha perfino recentemente ricavato uno sceneggiato simpatico. :mazza:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono indeciso tra la lettura di Nessun Dove di Gaiman e Lo Specchio di Dio di un'autore di cui sbaglio sempre a scrivere il cognome D: suggerimenti se qualcuno ne ha già letto uno dei due? o.o

Nessun dove è bellissimo.

Eschbach non l'ho letto, di suo avevo provato il primo e non mi era piaciuto granché.

Decisamente Gaiman :li:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho letto Lo specchio di dio, se non ricordo male quattro anni fa. Bel thriller, anche se si nota una certa forzatura nella struttura. E' come se l'autore avesse cercato di adattare il suo romanzo all'impaginazione di un bestseller stile codice da vinci, non so se mi spiego bene a dire così... la storia non è una superficialata come codice&co, però appena può l'autore fa chiudere il capitolo con un colpo di scena in sospeso, non so, mi ricordava i piccoli brividi. Non è male, in ogni caso.

Poi deve aver cambiato idea perchè Miliardi di tappeti di capelli ha tutt'altro stile (non m'è parso forzato) e l'ho adorato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite The Doctor

Alla fine ho iniziato Nessun Dove, il prologo non mi entusiasma tantissimo, almeno il primo prologo. Il secondo che è stato messo alla fine per amor di completezza (lo avevano tolto del tutto nelle altre edizioni a quel che ho capito leggendo l'introduzione) invece è già più intrigante, ora non mi rimane che vedere com'è il resto del romanzo o.o e dopo toccherà a Eschbach :la: che Lo Specchio di Dio l'ho visto su sky quando ancora avevo sky, e il film mi era parso abbastanza godibile o.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Xarxes, quando ho letto i Pilastri della terra volevo dar fuoco a qualcosa :sleep.png:

Verissimo. Ho apprezzato la ricerca storica (adesso so tutto sulle gualchiere), ma non certo lo stile nella scrittura o i personaggi (davvero tipizzati!)

i Pilastri della terra l'ho letto fino a quando un ladro ruba il maiale e fa alla male alla figlia del protegonista, qualche pagina dopo, appena arrivano a un paese, sempre alla ricerca del ladro, mi sono rotto i cosidetti e l'ho abbandonato.

Certo, ma per la sua valenza storica, non tanto per quella letteraria. Secondo me è un libro proprio scadente.

Vi odio tutti ç_ç

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Kate Malone

Se volessi leggere qualcosa di Gaiman, cosa mi consigliereste? In alternativa ho già sottomano il seguito di Belgariad.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se volessi leggere qualcosa di Gaiman, cosa mi consigliereste? In alternativa ho già sottomano il seguito di Belgariad.

Gaiman è un autore particolarissimo perché anche nei suoi romanzi viene fuori la sua vena fumettistica (Vedi American Gods o I ragazzi di Anansi). Pertanto oltre ai due sopracitati, ti consiglio anche di leggere quella che è la sua opera massima in campo fumettistico: Sandman. Un'opera che a mio avviso va oltre il capolavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve! Siccome vorrei iniziare a leggere qualche libro di Dostoevskij, quale mi consigliate per avvicinarmi per la prima volta alle sue opere? Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che prima o poi ci troviamo tutti ad un bivio (o a un crocicchio) quando si tratta di scegliere cosa leggere, metto qua un bel topic in cui chiedere a chiunque voglia rispondere, quale libro leggere tra più scelte.

Per intenderci, avete due o più libri tra le mani e non sapete quale leggere prima e volete un consiglio? Chiedete qui, inizio io v.v"

[non credo sia necessario dirlo, ma per si e no lo faccio: quando chiedete consiglio specificate quali titoli avete in mente e se vi va, fate come me e mettete le trame prendendole da IBS et Simila, così non c'è rischio spoiler per chi vi consiglia un libro senza averlo letto °°]

Infinite Jest di Daniel Foster Wallace

In un futuro non troppo remoto e che somiglia in modo preoccupante al nostro presente, la merce, l'intrattenimento e la pubblicità hanno ormai occupato anche gli interstizi della vita quotidiana. Il Canada e gli Stati Uniti sono una sola supernazione chiamata ONAN, il Quebec insegue l'indipendenza attraverso il terrorismo, ci si droga per non morire, di noia e disperazione. E un film perduto e misterioso, "Infinite jest", dello scomparso regista James Incandenza, potrebbe diventare un'arma di distruzione di massa...

Ghiaccio-Nove di Vonnegut

Uno scrittore decide di scrivere un libro sul giorno in cui è stata sganciata su Hiroshima la prima bomba atomica. Si intitola "Il giorno in cui il mondo finì" ed è centrato sull'idea di descrivere cosa stessero facendo alcuni scienziati nucleari nell'esatto momento in cui avveniva la catastrofe. Attraverso una corrispondenza con i tre figli dell'ormai defunto Felix Hoenikker, il premio Nobel che ha costruito la bomba, lo scrittore tenta di darcene un ritratto. Apprendiamo così che, proprio in quel giorno fatale, il dottor Hoenikker era riuscito a risolvere un gioco che lo stava impegnando da un bel po' e che la notte della sua morte, avvenuta anni dopo, stava trafficando in cucina con dei pezzetti di ghiaccio: aveva trovato il modo per congelare l'acqua ad alte temperature. Questa sua invenzione è, in realtà, un'arma micidiale, capace di annientare ogni forma di vita sulla Terra. I tre figli cercheranno di utilizzare quest'ultima scoperta paterna. Salutato al suo apparire, nel 1963, da Graham Greene come "uno dei tre migliori romanzi dell'anno scritto dal più bravo scrittore vivente", "Ghiaccio-Nove" è un libro che contesta la nostra società attraverso la parodia e disegna uno scenario in cui risuonano tutte le paure e le inquietudini dell'epoca contemporanea.

Alien - Dentro l'alveare di Robert Sheckley

Ai confini della galassia orbita il nero pianeta degli Alien, i terribili parassiti capaci di innestarsi nel corpo dell'uomo per divorarlo dall'interno. Già altre volte umani e Alien si sono affrontati nello spazio, ma questa volta è diverso.

DESTINAZIONE: IL PIANETA-MADRE DELLE CREATURE PIU' LETALI DELL'UNIVERSO - Per impossessarsi di una preziosa sostanza prodotta dagli Alien, viene allestito un corpo di spedizione speciale. Ma quando gli uomini arrivano nell'Alveare, il terrore si scatena. E comincia una battaglia senza respiro.

Aiuto q.q

Infinte Jest, di sicuro! Mi sa che me lo leggerò anch'io, la trama è interessante... secondo te lo trovo in bibliteca? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Nephrem On'Yn'Rah

Penso di sì, però preparati a una lettura luuuuunga e impegnativa °_°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mmm... i miei tre candidati sono i seguenti:

- Signor Malaussène, di Pennac

- Uomini che odiano le donne, di Stieg Larsson

- American Gods, di Gaiman

Considerando che fra un po' ricominciano le lezioni universitarie - con conseguente periodo di alienazione/annichilimento - secondo voi quale può essere il più adatto per accompagnarmi senza però uccidermi? xD Accetto consigli alternativi, magari se conoscete qualche buon fantasy dato che ho enormi difficoltà a trovarne di interessanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pennac per primo, per quanto mi piaccia anche Gaiman credo che Pennac sia davvero estremamente piacevole da leggere. Io ho letto i libri del ciclo Malaussene parecchio tempo fa, e non avevo cominciato con il primo, ma l'ho recuperato in seguito. Non so se a iniziare con questo ci possano essere cose che non si capiscono, ma in ogni caso te lo straconsiglio.

Secondo Gaiman con American Gods, Gaiman in generale e in questo libro crea delle immagini, delle situazioni e dei paragoni splendidi e fantasiosi, mi piace come dice le cose più ancora di cosa dice. Il libro è bello, ma ho avuto dei momenti di stanca mentre lo leggevo, la storia poteva venire assemblata meglio. Però ne vale la pena, consigliato.

Per ultimo Uomini che odiano le donne. A me non è molto piaciuto, ma a tanti altri sì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hai fatto venir voglia di leggere Gaiman, perchè forse ho trovato finalmente il tipo di stile che cercavo...

Di Pennac ho già letto tutti i precedenti e sto concludendo il ciclo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×