Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

franka

Sulla riva

Post raccomandati

sulla-riva-COVER-1024-675x1024.jpg?dl=1
 

Titolo: Sulla riva
Autore: Francesca Violi
Collana: Scatti

Casa editrice: Elliot edizioni
ISBN: 978-8869939136

Data di pubblicazione (o di uscita): 02 2020
Prezzo: 16,50 euro

Genere: mainstream 

Pagine: 205

Quarta di copertina

La storia di Nicola sembra segretamente collegata alle rive del fiume Melemma, nella provincia veneta, dove la vita lo riconduce con insistenza nel corso dei decenni. È qui che da bambino ha conosciuto il fratellastro Mauro – il vero figlio, quello legittimo, di suo padre -, con il quale è stato complice, alleato e nemico. È qui che da adulto cerca la rinascita durante la lotta contro una grave malattia, l’unica beffarda eredità paterna. È qui che giacciono, sommersi, i segreti di un tradimento e di una morte misteriosa. Sulla riva è una storia sul conflitto e l’ambivalenza dei legami di sangue, dove i personaggi più veri e complessi animano un intreccio trascinante.

Link all'acquisto:

https://www.ibs.it/sulla-riva-libro-francesca-violi/e/9788869939136

https://www.amazon.it/Sulla-riva-Francesca-Violi/dp/8869939138

  • Mi piace 5
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti @franka , una casa editrice di pregio che ho visto nascere come libraio e mi ha sempre affascinato.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da oggi trovate "Sulla riva" in libreria e store on line.

Per presentarvelo rubo le parole alla mia editor Francesca de Lena.

 

"...tu pensi be' sarà un'autrice che racconta di una donna e invece lei racconta di due maschi, prima adolescenti e poi adulti, del legame che li tiene allo stesso tempo annodati e in conflitto lungo una vita; tu pensi be' sarà allora una storia familiare e invece no è una storia nera: nebbia, malattia, testosterone, cani, barche, motorini, carne cruda, incendi, vendette. Tu pensi sì ma ci arriverà con calma e invece sdeng! leggi un capitolo 0 in cui è già cinema: dialoghi, tensione, relazioni, scelte sbagliate e immodificabili che ti irretiscono in un *che cazzo avete combinato!*.
E tutto si posa su un fiume, che fa così:

"Più che una presenza il Melemma è un’assenza. Se la notte è mancanza di luce e colore, il nastro nero sprofondato tra le rive e la vegetazione è una fascia di notte condensata, ancora più buia e liscia e uniforme. L’odore è il misto familiare di fango e alghe marce, con una punta di chimico, la viscera aperta della terra lasciata a fermentare nel caldo estivo."

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Francesca Violi, con una scrittura immediata, che risuona di voci reali, esordisce con una storia di piccole esistenze titaniche, una vicenda feroce di sangue, pesanti eredità, segreti, eroismi incompresi e invisibili: un romanzo duro come la crescita, delicato e prezioso come le orchidee, fascinosamente erosivo come un torrente in piena."

 

Oggi su Thriller Nord la recensione di Sulla riva firmata da Francesca Mogavero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Sulla riva è il tuo romanzo d’esordio ed è ambientato principalmente nella provincia veneta. Com'è nata la storia e perché hai deciso di ambientarla proprio lì?

La storia è nata da un germe di idea, quasi un’immagine: due ragazzini, amici per la pelle, fantasticano di imprese criminose; da grandi si ritroveranno uno contro l’altro. Poi, sviluppando la storia..."

 

La mia prima intervista, sempre su ThrillerNord.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @franka Ho visto solo ora il tuo romanzo e ci tenevo a farti i complimenti! :flower: La Elliot è una CE che mi piace molto (avevo provato anch'io a inviare un romanzo, ma non mi hanno mai risposto). Mi segno il tuo libro nelle prossime letture.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La scrittura di Francesca Violi è un vento impetuoso che trascina creando mulinelli di immagini, vortici che giocano col tempo..."

 

Anche Casalettori ha dedicato a Sulla riva una bellissima recensione, firmata da Maria Anna Patti. 

https://casalettori.com/2020/03/04/sulla-riva-francesca-violi-elliot-edizioni/

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In trenta secondi parlo del mio romanzo, Sulla riva, e in altri trenta consiglio un romanzo che amo e non è ancora popolare quanto merita.

Su Thrillernord e non solo (pagina facebook di Thrillernord), i miei e tanti altri #Consiglidautore

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@franka complimenti per la pubblicazione e il concorso. Il tuo mi sembra un romanzo molto intrigante lo leggerò di sicuro!

Se posso farti un appunto, la copertina è bella ma mi pare fuorviante, in libreria rischi di finire tra i romance...

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/6/2020 alle 12:17, Brutus ha scritto:

@franka complimenti per la pubblicazione e il concorso. Il tuo mi sembra un romanzo molto intrigante lo leggerò di sicuro!

Se posso farti un appunto, la copertina è bella ma mi pare fuorviante, in libreria rischi di finire tra i romance...

Capisco cosa vuoi dire: anch'io ho avuto il dubbio che la combinazione autrice donna + figura femminile in copertina, insieme alla grafica aggraziata della Elliot, potesse veicolare il romanzo come "femminile": non tanto per il  libraio ( che ordina il libro in base alla scheda perciò sa bene di che genere si tratta, a chi proporlo, e come posizionarlo), quanto come impressione su un eventuale lettore casuale; però mi sono affidata all'esperienza e alla competenza dell'editore. Devo dire che la copertina è piaciuta molto finora. 

Se leggerai il romanzo mi farà piacere sapere cosa ne pensi. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto l'incipit: così deve iniziare un romanzo! Leggo libri che partono con lunghe e noiose descrizioni, riflessioni lunghe e noiose, noia, noia, noia che mi spinge ad accendere un falò. E invece il tuo romanzo, nonostante io non ami il genere, mi ha appassionato. Complimenti anche per la scelta del punto di vista!

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, sono carica perché finalmente dopo lo stop dovuto al Covid anche le presentazioni di Sulla riva stanno ricominciando! Se siete nei paraggi della provincia trevigiana, in luglio sarò qui:

 

-sabato 11 luglio ore 21 a Mogano (TV), a Casa Respiro (via Munara 4, Morgano - ingresso gratuito ovviamente, ma per Covid-motivi è necessario prenotarsi a respiroassociazione@gmail.com)

 

-lunedì 20 luglio ore 21 a Castelfranco Veneto (TV) per la rassegna LuneDiLuglio (al giardino dell'Osteria Maniscalco, v. dettagli sul poster - anche qui ingresso libero, ma bisogna prenotare su Eventbrite)

lunediluglio.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che emozione, dopo anni che frequento il Festival come spettatrice, a questa edizione sarò in veste di autrice! 

Pordenone, giovedì 17 settembre alle ore 17, Auditorium della Regione. Dialogherà con me Alessandro Mezzena Lona.

https://www.pordenonelegge.it/festival/edizione-2020/eventi/2475-Sulla-riva

Prenotazioni aperte dall'8 settembre, sul sito del Festival.

 

pnleegge-banner-2020.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quota

"...tu pensi be' sarà un'autrice che racconta di una donna e invece lei racconta di due maschi"

 

Azzo, questa si è una novità, una roba sconvolgente proprio.

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/9/2020 alle 02:01, Jinbe90 ha scritto:

 

Azzo, questa si è una novità, una roba sconvolgente proprio.

Anch'io sono rimasta stupita quando la questione scrittrice donna- protagonisti maschi mi è stata fatta notare ( ripetutamente: da agenti, editori...), ma ho scoperto che nel mercato editoriale si tratta in effetti di una combinazione inusuale: molto spesso, oggi, i romanzi di autrici esordienti che vengono pubblicati vedono come protagoniste figure femminili. Perciò un potenziale lettore (anche vedendo la figura femminile in copertina) potrebbe ragionevolmente aspettarsi che anche il mio abbia questa caratteristica: di conseguenza nel promuoverlo ha molto senso fare notare che così non è. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, franka ha scritto:

 Perciò un potenziale lettore (anche vedendo la figura femminile in copertina) potrebbe ragionevolmente aspettarsi che anche il mio abbia questa caratteristica: di conseguenza nel promuoverlo ha molto senso fare notare che così non è. 

 

E allora, al netto di questa "regola" che non conoscevo, come mai inserire una donna in copertina?

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di moderazione

 

L'utente @Jinbe90 ha avuto un punto di richiamo per l'atteggiamento canzonatorio (che va contro al Regolamento della piattaforma) assunto non solo in questa discussione, ma in molte altre della sezione I nostri libri. Come spiegato anche all'utente richiamato, le critiche sono sempre bene accette; qui non è stato sanzionato per le critiche mosse, ma per il modo in cui si è espresso in merito. Purtroppo, avendo l'utente già altri punti di richiamo pregressi, con questo ha raggiunto la soglia del ban mensile, per cui per ora non sarà in grado di rispondere ad eventuali interventi.

 

Ricordo che questo è un intervento di moderazione ufficiale cui non è possibile replicare in pubblico.

Buona continuazione.

  • Mi piace 1
  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Jinbe90 ha scritto:

E allora, al netto di questa "regola" che non conoscevo, come mai inserire una donna in copertina?

La frase che tu hai evidenziato prima, burlandotene, è stata scritta dalla mia agente ed editor che ha deciso, sui suoi profili social, di comunicare il libro con quell'espediente retorico (=cose che potresti aspettarti da questo libro che invece ti sorprenderà); io ti ho spiegato la ratio di quella frase. La veste grafica del libro, copertina compresa, pertiene invece alla casa editrice, e della scelta della copertina ho già parlato in questa discussione, poco più su. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, @franka :)  Letto! Franka, il tuo incipit mi ricorda lo stile di un giallo d'azione. Mi ha trascinata in un'atmosfera cruda, cupa, follemente adolescenziale. I due ragazzi che in modo sconsiderato se la prendono con il cane della mamma di Nicola e la povera Daka chiusa nel bagagliaio (mi ha fatto una pena tremenda).

Complimenti :flower:

 

Spoiler

Sono Chihiro e Senza Volto nel tuo avatar! Un film capolavoro! 

 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×