Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

White LionHeart

L'evoluzione è un dato di fatto?

L'evoluzione è un dato di fatto  

22 voti

  1. 1. L'evoluzione è un dato di fatto

    • 18
    • Forse
      2
    • No
      2


Post raccomandati

Perchè secondo te Aru studia ma non è capace di capire che cosa legge?

Perchè Nalea chiedi spiegazioni su quel post che altri sembrano aver capito?

Non credo affatto che Aru sia uno stupido, se è questo che pensi io creda.

Non penso affatto sia un incompetente, ci mancherebbe.

Il rimanere arroccati nelle proprie posizioni, in un simile argomento, mi era già accaduto con altri in altri topic (vedi il mio primo post in questo topic...).

Quando scrivo, mi pongo sempre l'obiettivo d'essere aperto e disponibile a cambiare idee, se vengo illuminato dalla discussione. Cerco di porre gli altri al mio livello, perdendo momentaneamente i miei ragionamenti e vestendo i panni degli altri. Cerco di non mettere l'accento in mancanza di rispetto o altro, capita a tutti una frase fuori posto o una stoccata infida. Qui si palesano idee e, queste, non hanno titoli o proprietari... sono logiche o illogiche nei limiti del ragionamento umano. Qui, per me, non esistono stupidi o incolti, presumo che chiunque scriva si sia fatta un'idea precisa precedentemente, informandosi sull'argomento del dibattito.

Per le ragioni del battibecco basta leggere i post a ritroso.

Ho visto altri, in altri post, argomentare sul presente dibattito e lasciare il campo per non inimicarsi nessuno. A prescindere dal fatto che non credo sia intenzione di nessuno litigare, spero di discutere nuovamente con Aru magari in nuovi argomenti, non penso che rinunciare al dibattere sia il giusto comportamento; concludere un dialogo, con ognuno arroccato nei propri preconcetti, è una reale mancata crescita per tutti, una perdita incolmabile.

Ps: per me 1+1=10

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Solo per curiosità. C'è ricerca archeologica anche per la storia tutto sommato recente?

Sì, ad esempio:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La ricerca degli ultimi periodo la fanno sopratutto i Medievisti, ma il metodo Archeologico è appliccabile a qualsiasi epoca. Inoltre spesso si considera solo lo scavo, ma in realtà la stratigrafica si può fare anche in elevato (edifici).

Ottimo esempio è la tesi di mio zio, architetto, fatta con l'aiuto del professore di Archeologia (materia obbligatori per gli Architetti), in cui ha analizzato e creato un progetto di recupero di un vecchio paese abbandonato della Sardegna.

Soleluna, che per te 1+1 faccia 10 è un ulteriore riprova che metti i tuoi ragiomenti al di sopra dei fatti reali e comprovati.

Un dibattito non funziona così, si espone una tesi e qualcuno la smonta, se il ragionamento che la smonta è coerente, logico e supportato da sufficenti prove la tesi viene abbandonata. In caso contrario chi sostiene la tesi porta nuove prove e la cosa va avanti fino a che non si arriva a due risultati: la tesi viene confermata o abbandonata in favore di una più plausibile, ma in nessun caso prevale l'opinione personale sui fatti.

La tua tesi del "le guerre non hanno motivi religiosi" non è coerente, come dimostrato nel mio precedente post in cui ti citavo fatti, non considerazioni personali.

Una cosa è quando si ha a che fare con poche prove e di dubbia provenienza.

Ma nel caso delle Crociate parliamo di documenti ufficiali provenienti praticamente da tutta europa, prove Archeologiche valide e ripercussioni ancora nel mondo odierno per fatti avvenuti più mille anni fa.

Anche nella discussione storica non si possono lasciar da parte i fatti.

Per fare un esempio ci sono molte discordanze sull'identità dei Popoli del Mare (un alleanza di popoli del mediterraneo che nel 1200 a.c. hanno messo a ferro e fuoco le coste e le civiltà meditarrenee), ma l'interpretazione "ufficiale" ha ben poche prove a sostegno delle proprie ipotesi, mentre quella "alternativa" produce ogni giorno che passa dati e argomentazioni convincenti e provate.

Quindi una cosa è fare delle affermazioni portando prove, un'altra è concentrarsi sull'interpretazione e ignorare le prove. Non dico che la storia sia giusta, anzi bisogna considerare che l'Archeologia come metodo scientifico esiste da si e no 40 anni! Come è anche vero che le voci "ufficiali" hanno un peso maggiore delle altre.

Io mi sono più volte ricreduto di ciò che pensavo, proprio perchè si parla di qualcosa in continua evoluzione, ma non ho mai, mai, affermato qualcosa senza avere una tesi plausibile e delle prove a sostegno di essa. L'ho però difesa fino a che non mi sono state messe contro delle argomentazioni che smontavano completamente la mia interpretazione dei fatti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Guardatelo, daqto che si parla di tolleranza e ci si appella alla Bibbia con la B maiuscola.

BRADIPINO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guardatelo, daqto che si parla di tolleranza e ci si appella alla Bibbia con la B maiuscola.

BRADIPINO

Bellissimo! XD Alla faccia dei mangiatori di aragosta! Ecco perché costa come l'ira di Dio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Soleluna, che per te 1+1 faccia 10 è un ulteriore riprova che metti i tuoi ragiomenti al di sopra dei fatti reali e comprovati.

Un dibattito non funziona così, si espone una tesi e qualcuno la smonta, se il ragionamento che la smonta è coerente, logico e supportato da sufficenti prove la tesi viene abbandonata. In caso contrario chi sostiene la tesi porta nuove prove e la cosa va avanti fino a che non si arriva a due risultati: la tesi viene confermata o abbandonata in favore di una più plausibile, ma in nessun caso prevale l'opinione personale sui fatti.

La tua tesi del "le guerre non hanno motivi religiosi" non è coerente, come dimostrato nel mio precedente post in cui ti citavo fatti, non considerazioni personali.

.....

Esistono 10 tipi di persone al mondo:

chi comprende il sistema binario, chi no. Aru no yahoooooo.gif

sto a scherzà... semplicemente perchè abbiamo già esposto le considerazioni che ci animavano, e non mi sembra il caso di monopolizzare l'argomento, e non mi sembra il caso di far guerre sante qui dentro; primo perchè non è nella mia lista delle cose da fare l'essere canonizzato martire o il convertire gli archeologi magna preti icon_cheesygrin.gif secondo perchè trovo molto esplicativo che tu abbia come avatar un angelo vendicatore, a riprova del fatto che sei un tipo coerente... che poi abbia ucciso pure babbo natale... chi cazzo ti farà ora i regali? surprice.gif

Anzi: ora apro il topic su chi crede o no a babbo natale, e andiamo a scannarci di là! ti aspetto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

01001001 01101110 01100110 01100001 01110100 01110100 01101001 00100000 01101001 01101100 00100000 01101101 01101001 01101111 00100000 01100110 01100001 01101110 01110100 01100001 01110011 01111001 00101111 01110011 01100011 01101001 00101101 01100110 01101001 00100000 01101000 01100001 00100000 01110101 01101110 01100001 00100000 01110011 01110000 01101001 01100101 01100111 01100001 01111010 01101001 01101111 01101110 01100101 00100000 01110011 01100101 01101101 01101001 00101101 01110000 01101100 01100001 01110101 01110011 01101001 01100010 01101001 01101100 01100101 00100000 01110000 01100101 01110010 00100000 01110100 01110101 01110100 01110100 01101111 00100000 00111010 01010000 00100000 01110000 01100101 01110010 00100000 01110001 01110101 01100101 01101100 01101100 01101111 00100000 01101101 01101001 00100000 01100011 01101001 00100000 01110110 01110101 01101111 01101100 01100101 00100000 01110101 01101110 00100000 01101001 01101110 01100110 01101001 01101110 01101001 01110100 11100000 00100000 01110000 01100101 01110010 00100000 01100110 01101001 01101110 01101001 01110010 01101100 01101111 00100001 00001010

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

01100011 01101000 01100101 00100000 01100011 01100001 01111010 01111010 01101111 00100000 01101100 01100101 01100111 01100111 01101001 00111111 00001010

01101111 00100000 01100110 01101111 01110010 01110011 01100101 00100000 01110100 01101001 00100000 01110010 01101001 01100110 01100101 01110010 01101001 01110011 01100011 01101001 00100000 01100001 01100100 00100000 01110101 01101110 00100000 01110100 01110101 01101111 00100000 01110010 01101111 01101101 01100001 01101110 01111010 01101111 00111111

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

43, 6F, 6D, 75, 6E, 71, 75, 65, 20, 69, 6C, 20, 70, 69, 63, 63, 6F, 6C, 6F, 20, 70, 61, 73, 73, 6F, 20, 66, 61, 74, 74, 6F, 20, 70, 65, 72, 20, 63, 6F, 6D, 75, 6E, 69, 63, 61, 72, 65, 20, 63, 6F, 6C, 20, 73, 6F, 74, 74, 6F, 73, 63, 72, 69, 74, 74, 6F, 2C, 20, 64, 65, 6C, 75, 63, 69, 64, 61, 20, 69, 6C, 20, 66, 61, 74, 74, 6F, 2C, 20, 6F, 6C, 74, 72, 65, 20, 61, 64, 20, 65, 73, 73, 65, 72, 65, 20, 75, 6E, 61, 20, 70, 65, 72, 73, 6F, 6E, 61, 20, 69, 6E, 74, 65, 6C, 6C, 69, 67, 65, 6E, 74, 65, 2C, 20, 74, 75, 20, 61, 62, 62, 69, 61, 20, 6C, 61, 20, 76, 6F, 6C, 6F, 6E, 74, 85, 20, 64, 69, 20, 6D, 65, 74, 74, 65, 72, 74, 69, 20, 61, 6C, 20, 6D, 69, 6F, 20, 70, 69, 61, 6E, 6F, 2C, 20, 6F, 6C, 74, 72, 65, 20, 63, 68, 65, 20, 61, 64, 20, 65, 73, 73, 65, 72, 65, 20, 75, 6E, 20, 67, 72, 61, 6E, 20, 62, 75, 72, 6C, 6F, 6E, 65, 2C, 20, 41, 73, 70, 65, 74, 74, 61, 20, 70, 65, 72, 20, 61, 20, 72, 69, 76, 65, 6C, 61, 72, 65, 20, 69, 6C, 20, 6D, 6F, 64, 6F, 20, 64, 69, 20, 63, 6F, 6D, 75, 6E, 69, 63, 61, 72, 65, 2C, 20, 76, 65, 64, 69, 61, 6D, 6F, 20, 63, 6F, 73, 61, 20, 70, 65, 6E, 73, 61, 6E, 6F, 20, 67, 6C, 69, 20, 61, 6C, 74, 72, 69, 20, 64, 65, 6C, 20, 66, 6F, 72, 75, 6D, 2C, 20, 43, 69, 61, 6F

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con tutto il rispetto possibile che ho per gli archeologi, vorrei ricordare che non sono solo loro a farci capire la mentalità di un popolo dei tempi andati. I manufatti ci dicono senz'altro molte cose sugli usi e costumi di quella gente; ma altre informazioni ce le danno i carteggi d'epoca, i testamenti, gli atti notarili, i proverbi, i testi di medicina popolare, i poemi, gli affreschi nelle chiese e nei palazzi dei signori, i documenti rinvenuti negli archivi di pievi, carceri, ospedali... o custoditi negli Archivi Storici. Altre informazioni (sulle migrazioni o sugli esodi) ce le danno gli scienziati che eseguono comparazioni di DNA.

Detto questo, vorrei ricordare che nei tempi andati tutto ciò che ora ci spiega la scienza (che allora non esisteva), veniva spiegato tirando in ballo Dio. Carestie, alluvioni, pestilenze, incendi inspiegabili, nascite di bestie o bambini deformi ecc., erano causati dalla collera di Dio. Collera dovuta per esempio al fatto che in un certo posto ci fossero troppi ebrei, o eretici, o streghe, o usurai o sodomiti ecc. ecc.

La religiosità permeava tutti gli aspetti della vita comunitaria: precisi dettami religiosi prescrivevano l'astinenza dalla carne (e dal sesso) in buona parte dei giorni dell'anno; le fiere, le sagre, i mercati erano fatti in onore di un santo o di un ben preciso avvenimento religioso (e a quelle feste, iniziate con una processione, seguivano lauti affari per mercanti, tavernieri, osti e tenutari di bordelli); gli stessi pellegrinaggi prescritti dalla Chiesa per la salvezza dell'anima (Roma, Santo Sepolcro e Santiago di Compostela) fruttavano fiumi di denaro sia ai proprietari delle navi che accoglievano a bordo i pellegrini solo dopo aver intascato il conquibus, sia a tutti gli albergatori che avevano ostello lungo il percorso, sia ai conventi nei quali i pellegrini sostavano (e dove lasciavano più o meno laute elemosine, secondo la disponibilità). Facevano affari i venditori di reliquie taroccate, i venditori di indulgenze e i venditori di fantasiosi rimedi contro i malanni più disparati. I pellegrinaggi, insomma, erano un buon affare per tantissima gente.

Anche le Crociate erano un buon affare. Io non discuto su chi era animato da sincero slancio religioso e su chi invece era un furbacchione di tre cotte: c'erano senz'altro gli uni così come non mancavano gli altri.

Va però ricordato che i crociati, oltre ad avere garantita la salvezza dell'anima se fossero morti "in corso d'opera", avevano diritto di stupro e di saccheggio: argomenti di non piccolo peso, in quell'epoca.

Le condizioni di vita erano, per il 90% delle persone, durissime. La certezza di avere l'anima salva, ovvero di non dovere patire anche nell'aldilà più di quanto già non si fosse patito di qua, faceva sì che molti fossero felici di prendere le armi al grido di Deus vult.

E, sempre per restare in tema di interessi economici (ribadendo però che non erano solo questi a determinare TUTTe le scelte fatte dalla Chiesa), va ricordato che più gente si fosse convertita al cristianesimo, maggiori erano le probabilità che nel testamento lasciassero parte dei loro beni alla Chiesa; che a eretici, ebrei e streghe i beni venivano confiscati e i quattrini confluivano nelle casse di chi quelle condanne aveva fortissimamente voluto "nel nome di DIo"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Con tutto il rispetto possibile che ho per gli archeologi, vorrei ricordare che non sono solo loro a farci capire la mentalità di un popolo dei tempi andati. I manufatti ci dicono senz'altro molte cose sugli usi e costumi di quella gente; ma altre informazioni ce le danno i carteggi d'epoca, i testamenti, gli atti notarili, i proverbi, i testi di medicina popolare, i poemi, gli affreschi nelle chiese e nei palazzi dei signori, i documenti rinvenuti negli archivi di pievi, carceri, ospedali... o custoditi negli Archivi Storici. Altre informazioni (sulle migrazioni o sugli esodi) ce le danno gli scienziati che eseguono comparazioni di DNA.

:facepalm:

Perchè, tu chi credi che analizzi, da un punto di vista storico, affreschi, documenti e tutto il resto che hai elencato? Chi trova il DNA su cui eseguire i test "comparativi" come dici tu?

Chi valuta se un documento è vero o falso?

Gli scienziati possono trovare i dati, ma sono gli Archeologi che forniscono il materiale, fanno le perizie e comunque interpretano i dati.

Il titolo è "Dottore in Scienze dei Beni Culturali", poi c'è la Specializazione in Archeologia che è un'altra cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quel che ne so io, chi valuta se un documento è vero o falso è il filologo. Oppure devo dedurre che, in base al tuo ragionamento, il filologo è una figura inutile?

La valutazione su un dipinto d'epoca la fa un esperto d'arte, che non è necessariamente un archeologo. I professori di storia dell'arte, allora, che ci starebbero a fare? Licenziamoli tutti, perché in classe devono entrare solo gli archeologi?

E ancora: una lettura approfondita, per esempio, dei poemi cavallereschi, è in grado di farla solo chi è specializzato in letteratura (e di quel periodo specifico). Oppure dobbiamo eliminare la facoltà di lettere perché solo gli archeologi hanno titoli e competenza per discettare di poemi cavallereschi?

Un'ultima cosa: Arussil, per favore evita di usare sotto gli interventi altrui questo simbolo :facepalm: Lo trovo francamente poco rispettoso nei confronti di chi vuole dialogare in modo pacato, costruttivo e civile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, già questo è un argomento spinoso... potreste per favore evitare di postare messaggi in codice binario e/o esadecimale? icon_lol.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ok. Ma io non ho mai detto che la religione cristiana fosse tollerante. Abbiamo concluso che né i pagani né i cristiani erano tolleranti, quindi? Alla base dell'intolleranza c'è spesso la paura di perdere potere, posizioni, rendite, di perdere la propria identità. Chi descrive la religione cristiana o il cattolicesimo come il male assoluto non è diverso dal cattolico che ritiene l'ateo un eretico da bruciare al rogo. Sono entrambi intolleranti. Ma non tutti gli atei pretendono di imporre le proprie ragioni e non tutti i cattolici pretendono di condannare per eresia i non cristiani. In mezzo c'è una marea di persone che vive la vita con molta più tranquillità e disinvoltura. Non è un problema religioso è un problema culturale.

Io collego l'intolleranza più alla paura di una perdita della propria identità, che a quella di perdere potere e tutto il resto. Certe guerre civili scoppiate per la religione, nonché alcuni episodi di intolleranza assolutamente ingiustificata non avrebbero senso altrimenti: ad esempio, che vantaggio c'era nel condannare a morte quel disgraziato di Jean Calas? Ci ha guadagnato qualcuno qualcosa? No, è servito solo a far incavolare gente come Voltaire e company.

Per il resto concordo con te icon_cheesygrin.gif

Io non ho detto che "tutte le religioni sono uguali" perchè credono nei testamenti, ma che l'ideologia è identica. Poi ci sono le eresie che sono un'altra cosa: anche il protestantesimo è un eresia (in termini di significato, non di valore disprezzante dei Cristiani come parola).

Scusa, il mio ramo non è la storia delle religioni, ma mi pare falso: nell'Ebraismo più antico non era neanche prevista l'immortalità dell'anima, il che aveva delle conseguenze piuttosto importanti su tutto il resto.

Cosa intendi con "le eresie sono un'altra cosa"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi sembri ne pacata, ne costruttiva, ne civile, sopratutto dall'ultima risposta.

Un esperto d'arte viene comunque dalla mia stessa facoltà, ovvero Scienze dei Beni culturali con curriculm Storico-Artistico, che è una facoltà di Lettere e Filosofia.

filologia (dal greco φιλολογία, composto da φίλος "amante, amico" e λόγος "parola, discorso": "interesse per lo studio delle parole")
Il filologo studia i testi nella loro evoluzione storica, ricercandone modifiche e cambiamenti. Il trapasso tecnologico tra rotolo, codice, pergamena e carta provoca una necessaria selezione dei testi da riversare nei nuovi supporti, portando a scelte inevitabili dettate dall'interesse e dall'utilità del testo in questione all'epoca; così, molte opere si perdono perché non più riprodotte.

Il procedimento filologico consiste nel tentare di risalire con criteri meccanico-probabilistici e linguistico-formali alla forma originaria di un testo, inevitabilmente corrotta dalla serie di copie che lo hanno tramandato dall'antichità a oggi.

È poi necessario riscoprire il significato originario del testo, e l'intenzione dell'autore. Il filologo deve perciò conoscere in modo approfondito storia e lingua della civiltà nel contesto di studio, e deve avere accesso a fonti e documenti delle epoche in esame, per poter restaurare in modo corretto l'interpretazione di un passo, una parola o un'opera, argomentando la scelta fatta.

E ancora: una lettura approfondita di qualsiasi manoscritto, non ha alcun valore ai fini storici o archeologici, il Manzoni ad esempio non descriveva esattamente quello che succedeva nel suo periodo.

Il valore lo dà il confronto, e questo non è fatto certamente sullo stile, o su come viene letto un manoscritto o sull'interpretazione delle parole, ma semplicemente prendendone i fatti e confrontandoli con altri dati in nostro possesso.

Io trovo irrispettoso che qualcuno mi venga a parlare del mio lavoro senza avere le conoscenze adeguate: l'archeologia è una materia che si avvale del supporto di tantissime altre scienze, ma solo per l'acquisizione dei dati. Alla fine le interpretazioni vengono lasciate comunque a chi dirige lo studio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusa, il mio ramo non è la storia delle religioni, ma mi pare falso: nell'Ebraismo più antico non era neanche prevista l'immortalità dell'anima, il che aveva delle conseguenze piuttosto importanti su tutto il resto.

Cosa intendi con "le eresie sono un'altra cosa"?

Ovviamente gli Ebrei non credono nel nuovo testamento, ma in quello vecchio si, è ovvio che Cristianesimo e Ebraismo sono diversi tra loro.

Le Eresie sono quelle religioni che si distaccano da quella principale e, pur mantenendo praticamente tutto, modificano qualche parte della dottrina e del credo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono laureata in Filosofia, quindi so cos'è un'eresia ^^

Scusa, il mio ramo non è la storia delle religioni, ma mi pare falso: nell'Ebraismo più antico non era neanche prevista l'immortalità dell'anima, il che aveva delle conseguenze piuttosto importanti su tutto il resto.

Cosa intendi con "le eresie sono un'altra cosa"?

Ovviamente gli Ebrei non credono nel nuovo testamento, ma in quello vecchio si, è ovvio che Cristianesimo e Ebraismo sono diversi tra loro.

Le Eresie sono quelle religioni che si distaccano da quella principale e, pur mantenendo praticamente tutto, modificano qualche parte della dottrina e del credo.

Allora non puoi dire che l'ideologia è la stessa, non è vero. Piuttosto non capisco perché tu abbia tirato in mezzo anche le eresie, che effettivamente sono un'altra cosa e con il discorso c'entravano poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il Cristianesimo accetta la Bibbia (entrambi i testamenti) come parola di Dio. L'ideologia è la stessa.

Anche gli ebrei ritengono che la Bibbia sia la parola di Dio. Anche i Mussulmani ritengono che la Bibbia sia stata ispirata da Dio. Sono quindi tutti cristiani? Che si combattono a fare allora? Mi sembra una visione che, nella migliore delle ipotesi, è piuttosto semplicistica.

Ok, l'Ebraismo l'ho tirato fuori dalla risposta data a te da Visio, poi è passato il tempo, mi sono distratta, ho letto altri commenti e mi sono confusa. Però poi hai detto:

Io non ho detto che "tutte le religioni sono uguali" perchè credono nei testamenti, ma che l'ideologia è identica. Poi ci sono le eresie che sono un'altra cosa: anche il protestantesimo è un eresia (in termini di significato, non di valore disprezzante dei Cristiani come parola).

Qua sembra che tu stia dicendo che l'ideologia di tutte le religioni è identica, anche perché poi specifici che le eresie sono un'altra cosa: cosa intendevi, dato che in mezzo a tutto questo macello ho perso un po' il filo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le eresie sono delle piccole cellule che si staccano da quella principale e differiscono per piccoli aspetti (tipo credere solo nell'aspetto terreno di Gesù e non in quello divino).

Tra l'altro l'ideologia Cristiana non ha avuto inizio con Gesù, ma molto prima (Manoscritti del Mar Morto), e come qualsiasi altra religione prende comunque un sacco di elementi da quelle precedenti.

Ciò che intendevo dire, sin dall'inizio, è che nell'ideogila Cristiana ci sono perle come "Mangiare crostacei è un abominio", "indossare vestiti di due tipi diversi di materiali è proibito".

La gente neanche sa quali siano i veri dieci comandamenti! Voglio dire "non desiderare la donna d'altri" in realtà è "Non desiderare la moglie del tuo prossimo. Non desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna delle cose che sono del tuo prossimo."

GLI SCHIAVI del tuo prossimo!

Mentre "non avrai altro dio all'infuori di me" è:

"[8] Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù in cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra.

[9] Non ti prostrerai davanti a quelle cose e non le servirai. Perché io il Signore tuo Dio sono un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione per quanti mi odiano,"

Le versioni che a memoria ci hanno inculcato sono "semplificate" per essere imparate al catechismo, ma in realtà gli originali appaiono anche in Bibbie Cristiane.

Inoltre la dottrina Cristiana prevede che:

"i dieci comandamenti sono vincolanti semper et pro semper , sempre e in ogni occasione. La violazione dell'osservanza dei comandamenti è materia grave. Pertanto il cristiano che con piena avvertenza e deliberato consenso viola uno di questi comandamenti, commette peccato mortale e perde la grazia di Dio."

Anche se tutte queste cose non vengono presentate al pubblico, sono parte della religione, anche se nessuno lo sa! Per questo i Preti sarebbero necessari secondo la chiesa, loro filtrano le informazioni della reale dottrina per fare proselitismo, però giudicano gli altri con ognuno di questi criteri ben in mente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perchè io non ho capito.

Scoccia?

Affatto, per questo ti ho risposto. Ma il mio post era rivolto ad altri: non è forse altrettanto lecito chiedere motivazioni al tuo interessamento? Ovvero: nessuno ti ha attaccato, perchè sei così guardinga?

Scusate, già questo è un argomento spinoso... potreste per favore evitare di postare messaggi in codice binario e/o esadecimale? icon_lol.gif

Avrei scommesso le mutande che il tuo primo post riguardava i codici bin ed hex... chissà perchè?

Comunque abbiamo trovato una forma di comunicazione comune; è già qualcosa!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Le eresie sono delle piccole cellule che si staccano da quella principale e differiscono per piccoli aspetti (tipo credere solo nell'aspetto terreno di Gesù e non in quello divino).

Tra l'altro l'ideologia Cristiana non ha avuto inizio con Gesù, ma molto prima (Manoscritti del Mar Morto), e come qualsiasi altra religione prende comunque un sacco di elementi da quelle precedenti.

Ciò che intendevo dire, sin dall'inizio, è che nell'ideogila Cristiana ci sono perle come "Mangiare crostacei è un abominio", "indossare vestiti di due tipi diversi di materiali è proibito".

La gente neanche sa quali siano i veri dieci comandamenti! Voglio dire "non desiderare la donna d'altri" in realtà è "Non desiderare la moglie del tuo prossimo. Non desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna delle cose che sono del tuo prossimo."

GLI SCHIAVI del tuo prossimo!

Mentre "non avrai altro dio all'infuori di me" è:

"[8] Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù in cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra.

[9] Non ti prostrerai davanti a quelle cose e non le servirai. Perché io il Signore tuo Dio sono un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione per quanti mi odiano,"

Le versioni che a memoria ci hanno inculcato sono "semplificate" per essere imparate al catechismo, ma in realtà gli originali appaiono anche in Bibbie Cristiane.

Inoltre la dottrina Cristiana prevede che:

"i dieci comandamenti sono vincolanti semper et pro semper , sempre e in ogni occasione. La violazione dell'osservanza dei comandamenti è materia grave. Pertanto il cristiano che con piena avvertenza e deliberato consenso viola uno di questi comandamenti, commette peccato mortale e perde la grazia di Dio."

Anche se tutte queste cose non vengono presentate al pubblico, sono parte della religione, anche se nessuno lo sa! Per questo i Preti sarebbero necessari secondo la chiesa, loro filtrano le informazioni della reale dottrina per fare proselitismo, però giudicano gli altri con ognuno di questi criteri ben in mente.

A dire il vero, come detto a Soleluna, l'Antico Testamento viene considerato superato e "aggiornato" dai Vangeli, che sono il vero punto di riferimento del Cristianesimo. Infatti non viene considerato necessario circoncidersi nel Cristianesimo, né studiare la dottrina ebraica. Questo lo dice san Paolo, non io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guardatelo, daqto che si parla di tolleranza e ci si appella alla Bibbia con la B maiuscola.

BRADIPINO

Alcune regole secondo me venivano scritte più per ragioni igienico sanitarie che non religiose. Anche il divieto di bere alcol e di mangiare carne di maiale secondo me nasce da motivazioni che di religioso hanno poco. Mi pare ovvio che molti passaggi della bibbia o di qualsiasi altro testo antico risultino ridicoli se letti all'epoca attuale. Anche "Il Principe" di Machiavelli in alcuni passaggi appare ridicolo, ma l'epoca in cui è stata scritta tale opera era ben diversa dalla nostra sia negli usi che nei costumi. Non possiamo decontestualizzare e stabilire che certe "leggi" possono valere ancora oggi. Tu dirai: c'è chi lo fa. Ma "alcun"i non equivale a "tutti".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La pratica della circoncisione si riferiva al popolo Eletto, ovvero agli Ebrei.

Noi non siamo il popolo eletto Fos.

Secondo te il divieto del preservativo da dove viene?

Entrambi i testamenti valgono nella religione Cristiana, ma solo le cose "comode" vennero scelte. Non dimentichiamoci che la Cristianità come la conosciamo noi fu codificata da Romani Pagani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma nei primi anni del Cristianesimo c'era in ballo la questione se per diventare cristiani bisognasse prima essere ebrei - se ne parla anche negli Atti degli Apostoli - e la risposta fu no, il che implicava una certa autonomia del Cristianesimo rispetto all'Ebraismo.

La questione del rapporto tra le due religioni è complicato e indubbiamente alcuni caratteri dell'Ebraismo sono passati al Cristianesimo, ma non per questo le due religioni sono tra loro assimilabili: nel Cristianesimo il patto fra Dio e Israele dell'Antico Testamento è stato sostituito da quello fra Dio e l'umanità intera, il che significa che il punto di riferimento del buon cristiano sono i Vangeli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovvio, ma i preti amano citare la Bibbia in generale, non solo il nuovo testamento.

Già i miti della creazione ci sono solo nella Genesi, l'Apocalisse è un libro a se, miti come il diluvio, Davide e Golia, la torre di Babale sono esclusivamente presenti nel vecchio testamento.

Bisogna sempre ricordarsi che il Cristianesimo è stato modellato per entrare a far parte di Roma, e come tale ha dovuto prima di tutto dare il grado di Divinità a Gesù (prima non era così) per permettergli di sostituire i vecchi Dei, poi ha inglobato tutte le feste pagane (come il Natale).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di fatto Gesù era ebreo. La cosa più blasfema che si poteva fare nel popolo ebraico era il non osservare il riposo del sabato, e Gesù ha curato il cieco di Gerico di sabato, quindi è stato crocefisso per aver bestemmiato nel dichiarasi figlio di Dio...

La dottrina cristiana ha poco a che fare con le leggi giudaiche. L'ebraismo con il suo halacha conta non ricordo quante centinaia di leggi, tanto che la critica teologica che si muove al cristianesimo è quella di aver condensato il tutto in 2 nuove regole. Il video di Bradipi, che reputo divertentissimo, credo riguardi una cerimonia protestante... negli usa l'esaltazione di dio e il livello di bigottismo rasenta l'assurdo.

Tra i miei volumetti lessi il Catechismo della Chiesa Cattolica (come stavo messo!?!) dove non era presente nessuno dei precetti che qui ho visto elencati. Uno sbaglio di molti è quello di considerare un testo basandosi solamente su ciò che letteralmente c'è scritto. Come hanno fatto i testimoni di Geova.

Gli scritti integrati nella bibbia sono validi se accompagnati da uno studio teologico della tradizione cristiana e degli insegnamenti della dottrina (ma non quella che da piccoli finiva con la partita a calcetto in oratorio...), solo così sono da considerare integralmente canonici.

Se al giorno d'oggi Aru scoprisse nuovi rotoli del mar morto, dove trovasse un vangelo secondo Pietro, e gli studi lo ritenessero autentico storicamente e il clero autentificasse l'originalità del testo, questo non troverebbe mai in assoluto posto tra i vangeli canonici; questo perchè non soddisfarebbe il parametro della tradizione.

PS: A nessuno interessa probabilmente ma, un tempo, feci degli studi di catechismo abbastanza approfonditi in diocesi. Poi ho visto cose che non mi sono piaciute e, per una strana legge di compensazione, sono diventato un magna preti avverso alla Chiesa. La fede c'è, ma capisco chi ha astio nei confronti del clero... se cerco di mettere dei puntini sulle i, è perchè non è giusto accusare ingiustamente, ma è giusto accusare su cose fondate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa simpatica, se può alleggerire la discussione:

mi ricordo di un testo antico, poi tradotto, dove un teologo elenca, per chiarezza del fedele, tutto ciò che non bisogna fare per non commettere peccato mortale nel sesso. Appena trova il libro, che devo avere da qualche parte, vi posto titolo e autore che non rammento.

La cosa divertente è che, nell'elencare tutto quello che non si deve fare, rende note posizioni e pratiche che pochi avrebbero mai immaginato: una sorta di kamasutra del cristianesimo... vi assicuro che, in un epoca dove non c'era la Tv o il Wd per passare qualche ora la sera, le persone le escogitavano proprio tutte per intrattenersi!

Fa ridere? beh, insomma... sorry.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perchè io non ho capito.

Scoccia?

Affatto, per questo ti ho risposto. Ma il mio post era rivolto ad altri: non è forse altrettanto lecito chiedere motivazioni al tuo interessamento? Ovvero: nessuno ti ha attaccato, perchè sei così guardinga?

Mi interessa perchè mi va di sapere cosa si nasconde dietro una frase dalla quale poi rischia di nascere più una litigata che un dibattito, sono guardigna perchè non sapendo spesso leggere tra le righe finisco per chiedere sempre spiegazione e spesso poi (in questo forum mi pare ancora non sia capitato) mi danno della ritardata perchè non capisco quello che gli altri dicono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×