Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

zarpanet

Dubbio su nomi dei personaggi

Post raccomandati

Ciao a tutti

Sono all'ennesima rilettura del mio romanzo di fantascienza nel quale i personaggi, uomini come noi ma in un lontano futuro, provengono da mondi differenti sui quali si sono evoluti autonomamente.

Ho utilizzato nomi molto inglesi in quanto credo che il futuro ci prospetti un mondo con un linguaggio unico sempre più anglosassone.

Questo però non traspare in nessun modo nella trama, e chi lo ha letto mi ha chiesto proprio questo, "come mai hanno tutti nomi inglesi?"

Probabilmente è stata la mia convinzione di fondo a influenzarmi.

Sarebbe stato più corretto caratterizzare i nomi rispetto alla provenienza dei personaggi?

Cioè, ad esempio Pianeta A - lingua A- nomi A, Pianeta B - lingua B- nomi B.... e così via.

Credo di si, ma lasciando i nomi inglesi rischio di perdere di coerenza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, zarpanet ha scritto:

Credo di si, ma lasciando i nomi inglesi rischio di perdere di coerenza?

Magari no, ma rischi di annoiare: i soliti Bob, Harry, Jane... :no: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, zarpanet ha scritto:

Credo di si, ma lasciando i nomi inglesi rischio di perdere di coerenza?

 

Non necessariamente, ma la scelta dei nomi è questione dove l'inventiva e il senso estetico di un autore emergono con prepotenza [e di rado a beneficio dello stesso]. A torto o a ragione ho sempre pensato che i nomi dei personaggi vadano scelti con estrema cura e devono avere una marcia in più. Un nome deve suonare bene e aderire in maniera coerente al personaggio. Se ben ricordo, Simenon sceglieva i nomi dall'elenco telefonico e lo faceva ancora prima di ideare i personaggi. Già il nome gli suggeriva il tipo di personaggio sul quale scrivere. Nel tuo caso, trattandosi di fantascienza, puoi anche osare con nomi nuovi e bizzarri, osare anche con nomi inventati e inesistenti. Non tutti, alcuni in English vanno benissimo, con altri puoi dare sfogo alla creatività. Frank Zappa chiamò uno dei figli Dweezil, una delle figlie, Moon Unit. Un'inventiva di questo tipo, trattandosi di fantascienza, a mio avviso ci può stare alla grande. Non escluderei neppure qualche nome particolare cinese o Hindi-Urdu. Dai un'occhiata qua:

 

10 Lingue più Parlate al Mondo - Classifica Ufficiale 2020

1 - Inglese. N. Parlanti: 1,191 miliardi.

2 - Cinese Mandarino. N. Parlanti: 1,107 miliardi. ...

3 - Hindi-Urdu. N. Parlanti: 697,4 milioni. ...

4 - Spagnolo. N. Parlanti: 512,9 milioni. ...

5 - Arabo. N. Parlanti: 422 milioni. ...

6 - Francese. N. Parlanti: 284,9 milioni. ...

7 - Malese. N. Parlanti: 281 milioni. ...

8 - Russo. N. Parlanti: 264,3 milioni. ...

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, zarpanet ha scritto:

credo che il futuro ci prospetti un mondo con un linguaggio unico sempre più anglosassone.

 

Io non lo credo proprio. Per me nel futuro l'inglese si ridimensionerà in quanto non adatto strutturalmente a essere una lingua universale. Un giorno, ci rifiuteremo di concedere vantaggi di vario tipo (commerciali, economici…) a chi l'inglese lo apprende come lingua madre. Non possono impararlo loro l'italiano? Non lo fanno, e quando ci provano parlano malissimo, però pretendono che tu parli la loro lingua alla perfezione. È iniquo.

 

Vedo meglio una lingua artificiale (per es,. l'esperanto) così anche gli anglosassoni devono impararla e siamo tutti allo stesso livello di partenza.

 

 

37 minuti fa, zarpanet ha scritto:

lasciando i nomi inglesi rischio di perdere di coerenza?

 

Non credo proprio. La coerenza verte su altre cose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Ace ha scritto:

Un nome deve suonare bene e aderire in maniera coerente al personaggio.

Sono perfettamente d'accordo, anche inventare va bene evitando magari l'uso di nomi e sigle, rendono il nome a volte illeggibile.

Per il discorso "lingua universale" è vero, l'inglese è ostico a molta parte della popolazione mondiale... ma non ne faccio un discorso politico, ma tecnologico, anche se ultimamente lo spostamento è a oriente. Ma sono previsioni difficili da fare, si lavora di fantasia!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@zarpanet: neppure io ne farei una questione politica. Pensavo più a una miscela tra creatività e nomi di etnie di Paesi emergenti, tenendo conto anche della diffusione delle lingue.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, Ace ha scritto:

la scelta dei nomi è questione dove l'inventiva e il senso estetico di un autore emergono con prepotenza

Penso la stessa cosa, esattamente nei termini in cui tu l'hai formulata.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @zarpanet

Anche io penso, come @dyskolos  che in futuro l'inglese si ridimensionerà parecchio. Naturalmente è la lingua più importante e diffusa, ora.

Propendo di più verso lingue orientali. L'arabo ha un'infinità di sfumature, ad esempio per la parola cammello ci sono un centinaio di nomi diversi, a seconda del colore, della razza, dell'età, della provenienza, dell'età, se deve figliare...

Un tempo la lingua più diffusa era il latino, poi i latini si misero a parlare greco... gli ebrei quando fondarono il loro stato avevano una babele di lingue e decisero di imparare nuovamente la loro lingua ebraica, seppure adattata ai tempi moderni.

Per inventare dei nomi in una storia fantasy  ritengo che la cosa più utile sia appunto... inventare. Meglio non essere debitori, non molto, ad alcuna cultura particolare.

Se hai creato tre pianeti, tre terre con civiltà diverse, devi creare dei parametri distintivi per ogni terra.

Puoi caratterizzare, ad esempio, una terra con una tua particolare e personale radice di lettere, ad esempio J, K, E... quante lettere vuoi e su questa radice, non in maniera fanatica, creare dei nomi.

Ad esempio: Jaffar; Jakall; Sadaje... ecc. Oppure trasformare nomi, italiani, inglesi, come vuoi, aggiungendo i tuoi parametri.

Mario lo trasformi in Majerk, Jmairr,  Bill lo trasformi in Jbill,  Kajbill, eccetera.

Ogni terra una sua radice, che differenzia i nomi, ne denota l'appartenenza. Il mio è solo un rozzo esempio che può essere perfezionato e raffinato, sempre con la fantasia.

Tieni presente che per quanto i nomi siano inventati, devono comunque essere leggibili, brevi, evocativi in qualche modo. Non battere mai a caso i tasti sulla tastiera.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

14 minuti fa, Ippolita2018 ha scritto:

Penso la stessa cosa,

 

Ciao, mi fa piacere di non essere il solo a pensarlo. :) Spesso capita di leggere romanzi dove ho l'impressione che i nomi dei personaggi non siano così centrati, che non siano quelli giusti.

Credo che i lettori siano molto sensibili a riguardo, che lo percepiscano.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, l'argomento "nomi" mi interessa parecchio. Mi trovo sempre in difficoltà quando ambiento una storia in Italia... :D

 

Comunque ho anch'io in progetto una storia ambientata nel futuro, e i nomi che utilizzerò saranno, a seconda del personaggio:

- classici e tipici di diverse lingue, magari solo un po' storpiati;

- completamente inventati;

- un mix di varie derivazioni (inglese + orientale; francese + slavo... che ne so).

Mi ispiro un po' all'evoluzione avvenuta nella storia passata e la proietto nel futuro (acquisizione e italianizzazione di nomi stranieri, commistioni linguistiche ecc.)

Nessuno sa come sarà il futuro. Per come lo immagino io, i vari rami linguistici si fonderanno automaticamente in una lingua nuova, seppur con qualche prevalenza. Magari invece sarà come quello che hai inventato tu, e quindi non devi preoccuparti della coerenza perché tanto la storia è andata come dici tu ;)

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Antares_ ha scritto:

Per come lo immagino io, i vari rami linguistici si fonderanno automaticamente in una lingua nuova, seppur con qualche prevalenza

 

Anch'io immagino questo. Un candidato buono è l'esperanto :)

 

Io comunque uso il metodo del calendario: prendo nomi di santi. Qualche giorno mi fulminano :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, dyskolos ha scritto:

Un candidato buono è l'esperanto

Non so, penso che un'evoluzione spontanea abbia più possibilità rispetto a una lingua creata ex novo (anche se da una commistione linguistica equilibrata) ma potrei sbagliarmi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok

Grazie dei consigli.  Sto provando una serie di nomi nuovi ma dopo mesi di lavoro mi sono affezionato a quelli originali.....sarà dura cambiarli.

Negli altri lavori che sto portando avanti il nome l'ho scelto subito, é una parte importante del personaggio......mi sa che lascerò i miei uomini del futuro con nomi da rock star :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Antares_ ha scritto:

Non so, penso che un'evoluzione spontanea abbia più possibilità rispetto a una lingua creata ex novo (anche se da una commistione linguistica equilibrata) ma potrei sbagliarmi...

 

Io invece credo che una lingua artificiale, quali l'esperanto e l'interlingua, sia più probabile perché è più equo: tutti dovrebbero studiarla e impararla, quindi le condizioni di partenza sarebbero uguali per tutti e nessuno quindi avrebbe vantaggi competitivi.

Potrei sbagliarmi anch'io, è un pronostico un po' basato sulla fantasia. Facciamo così: ci vediamo sul WD fra duecento anni e vediamo chi ha avuto ragione. Lunga vita :D:D:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, zarpanet ha scritto:

Sto provando una serie di nomi nuovi ma dopo mesi di lavoro mi sono affezionato a quelli originali

Se proprio non riesci magari puoi inserire nella trama una piccola spiegazione di come mai si è giunti alla prevalenza anglosassone nella linea storica che hai inventato...

30 minuti fa, dyskolos ha scritto:

tutti dovrebbero studiarla e impararla

Secondo me sarà questo il problema :asd:

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×