Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Andrea28

[N2019-3A] L'ineluttabile

Post raccomandati

Traccia: L'ineluttabile

Genere: fantastico, fantascientifico, distopico (ci sta un po' di tutto). 

 

Earl Ustioni, Presidente del Pianeta Terra, si trovava nella sua residenza privata, intento a organizzare l'imminente veglione di Capodanno, quando ricevette una comunicazione telepatica del Segretario Planetario.

Signor Presidente, la Vecchia Signora la sta aspettando.

Ma chi? La cancelliera tedesca?

No, la Morte!

E che vuole?

Non ne ho idea. Ha detto che si tratta di un affare urgente, suggerisco di non farla aspettare.

Ho capito, arrivo subito.

— Mi raccomando: la gnocca!— disse al proprio event planner prima di premere l'apposito tasto dello smartwatch e teletrasportarsi nello studio dodecagonale, dove la Morte lo attendeva seduta sul divanetto presidenziale.

Il Presidente la salutò con un'amichevole pacca sulle scapole. La vibrazione prodotta causò una scossa di magnitudo 13, che fece cadere un quadro nell'atrio.

— Presidente, vengo subito al punto: qui non va affatto bene!

— Si spieghi meglio...

— La vostra scienza medica è pressoché onnipotente, avete sconfitto l'invecchiamento cellulare e sapete curare qualsiasi tipo di malattia. Avete, di fatto, debellato la morte. Si rende conto delle conseguenze?

— È il progresso, Signora.

— Progresso una sega. Qua non muore più nessuno!

— Ma abbiamo incentivato la pratica del suicidio nei paesi del terzo mondo...

— Non basta! La gente deve morire come prima...

— Mmm... altrimenti?

— Altrimenti sono cazzi. Ho già parlato con Satana e Dio, anche loro sono furiosi. Si sentono soli e sono a corto di personale non retribuito. Se non fate qualcosa, saremo costretti a intervenire e le conseguenze saranno catastrofiche...

— Ho capito l'antifona, Signora. Valuteremo una misura adeguata.

— "Adeguata" un par di balle! Qua ci vuole qualcosa che faccia tornare alla gente la paura di morire. Una misura drastica, casuale, anti-meritocratica, ingiusta come solo la vera morte sa essere — concluse la Signora e si alzò, allisciando le pieghe della lunga mantella nera.

— Forse ho una mezza idea, teniamoci in contatto.

 

 

GAZZETTA UFFICIALE PIANETA TERRA N.1/2430

 

Concorso pubblico per la sopravvivenza

 

Art. 1 Posti messi a concorso

Stante la crisi di sovrappopolazione e le richieste ineludibili della Sig.ra Morte, è indetto concorso pubblico universale per la sopravvivenza del 50% della popolazione terrestre.

 

Art. 2 Requisiti e cause di esonero

Sono tenuti a partecipare tutti i terrestri che abbiano raggiunto il trentesimo anno di età. Sono esentati dalla prova (avendo così salva la vita), oltre agli infratrentenni, le seguenti categorie di soggetti:

a) Coloro i quali ricoprano ruoli pubblici all'interno dell'amministrazione del Pianeta

b) Gli appartententi alle categorie protette ex l.3/2199:

b1) orfani e coniugi superstiti dei deceduti per cause di lavoro, di guerra e di servizio nelle pubbliche amministrazioni

b2) i profughi terrestri rimpatriati

b3) i laureati in scienze delle comunicazione

 

Art. 3 Domande di ammissione. Mancata Partecipazione

La domanda di ammissione al concorso deve essere inviata per via telepatica, entro 30 giorni decorrenti dalla pubblicazione del bando. La mancata iscrizione o partecipazione al concorso comporta l'eliminazione del soggetto, con modalità da valutarsi.

 

Art. 4. Prove di esame e Commissione Esaminatrice

Il concorso si articola in un'unica prova scritta da tenersi in luoghi e orari da stabilire. La prova prevede lo svolgimento di un elaborato di massimo 8000 caratteri. Nella valutazione degli elaborati la Commissione verifica: competenze tecniche, capacità di sintesi, attinenza alla traccia e chiarezza espositiva. La prova potrà vertere su tutto lo scibile umano. La Commissione sarà composta da 6 collegi, di 3 elementi ciascuno, di compravata esperienza e capacità.

 

 

 

Gli amici di immemorabile data Jack Russell (333 anni) e Matt Dior (321 anni) sedevano sulla solita panchina nella periferia di Houston, osservando con attenzione il cantiere di uno shuttle in costruzione. Parlarono del tempo, dell'imminente sbarco su Mercurio e di come, ai loro tempi, le navicelle partissero in perfetto orario finché i loro discorsi confluirono sull'imminente evento.

– E così mancano due mesi...

– Eh, già...

– Ti stai preparando?

– Non direi, Matt. Sai, ultimamente sto riflettendo sulla vita e la morte. Mi chiedo se non sarebbe più giusto disertare il concorso e lasciare spazio ai giovani.

– Cosa vai blaterando?

– Sai, sono stanco. Stanco di studiare ma, sopratutto, stanco di questo schifo. Le guerre, la diseguaglianze, l'eterno riproporsi degli stessi dolori, degli stessi piaceri, degli stessi errori. La stessa merda, sempre e per sempre...

– Quindi, vuoi mollare?

La morte dei giovani è un naufragio, quella dei vecchi è un approdare al porto...

– Prima Nietzche, poi Plutarco... ma allora stai studiando! Mi prendi per il culo?

– Ma certo, amico mio – sorrise sornione Jack. – Che vuoi lasciare il mondo a questi imbecilli che non sanno manco costruire uno shuttle?

– Me l'avevi quasi fatta, vecchio bastardo! – disse Matt e assestò un pugnetto al braccio del compagno. – Ehi tu, coglione! Vuoi mettere un po' di titanio su quella piattaforma di lancio? Guarda che così non regge! – urlò al capocantiere che, di tutta risposta, gli sventolò un eloquente dito medio.

 

 

CONCORSO PER LA SOPRAVVIVENZA – Manuale per la prova scritta

Edizione: 2430

Pagine: 6500

Prezzo: € 32,00

 

La C.E. Giuffrè è lieta di presentare il MANUALE DEFINITIVO, indispensabile per la preparazione al concorso indetto dal Pianeta Terra. Colui che si candida a restare vivo non può prescindere dallo studio di questo tomo che offre, con la chiarezza e la sistematicità espositiva che ci contraddistingue, un'ampia panoramica su tutte le materie.

Il Manuale gode della supervisione editoriale del noto onnisciente Alberto jr jr jr Angela, ed è strutturato in 1500 capitoli, ciascuno dedicato a una scienza umana, dalla lingua etrusca alla storia del Grande Fratello VIP passando per i rituali di accoppiamento delle scimmie cappuccino. Al termine di ogni capitolo sono presenti box riassuntivi e quiz a risposta multipla sulle materie trattate. Il volume è corredato da numerose espansioni online consultabili sul nostro sito web.

 

 

 

Marco Bovini si svegliò con un mal di testa lancinante.

L'aria era pregna di un misto di umori corporali, alcool e nicotina. Un rapido sguardo all'orologio lo tranquillizzò. Ricordava ben poco della sera precedente. Avrebbe dovuto studiare con un gruppo di amici, ma il simposio si era ben presto trasformato in un'orgia di sesso e droga da fine del mondo. Tanto ripassare il giorno prima non serve a un cazzo, si autoconvinse mentre buttava giù latte e paracetamolo.

Sul divano giacevano semimorti i suoi amici Marco e Lucia. Pensò di svegliarli, ma non lo fece. Due in meno, fanculo. Gli altri se ne erano già andati. Raccolse qualche straccio dal pavimento e se lo mise addosso, poi si materializzò nel palazzetto dello sport di Ancona, luogo deputato per il suo esame.

Si mise in fila per i controlli di rito. Alla sua sinistra, una donna allattava al seno il figlio e piangeva disperata. Dietro di lui un vociare indistinto e ansiogeno. Passò indenne la prova del metal detector e dei controlli corporali. Dopo di lui, un punk con la cresta viola non ebbe la stessa fortuna. I sorveglianti vedendolo tremante e sudaticcio lo fecero denudare e scoprirono una tavola periodica degli elementi tatuata sul pube. Fu scortato da due energumeni fino a una porta nera. Ha ritenuto superfluo urlare, e non l'ha fatto, sghignazzò Marco accomodandosi al suo posto. Urlò, invece, la ragazza incinta davanti a lui. Poco prima della dettatura le si ruppero le acque e si avvinghiò al banco con tutta la volontà che aveva. Due infermieri dovettero trascinarla di peso in bagno. Lasciò la postazione piena di graffi, un inserviente passò lo straccio.

Alle 10 (ora europea) in punto fu annunciato il tema dell'esame: L'ineluttabile.

Il Commissario, un biondo palestrato con un passato da rocker, lesse ad alta voce il corpo della traccia. Ancor prima che finisse, a Marco balzò un'idea malsana in testa.

Iniziò subito a scrivere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo il commento a racconto.

 

Sotto spoiler, invece, il link a un mio vecchio racconto, dal quale ho ripreso il personaggio del Presidente (i due racconti sono assolutamente indipendenti, ma se volete dateci un'occhiata :D ) 

Spoiler

 

 

Modificato da Andrea28

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gradevolissimo, il metaracconto. Tocca i tasti umoristici giusti, e la lettura fila via fino alla fine (che fine poi non è, semmai prequel d'un possibile, nuovo racconto). Ho apprezzato anche la narrazione a blocchi o frammenti, coi personaggi che cambiano, Gazzetta Ufficlale e pubblicità del Manuale compresi. Ma, a questo proposito, sei sicuro che nel 2230 i prezzi saranno ancora in euro? Un unico dubbio: la Morte ha un linguaggio così "scurrile"?

58 minuti fa, Andrea28 ha scritto:

— Mi raccomando: la gnocca!— disse

Ecco, se qualcuno non avesse ancora chiaro chi sia l'autore del racconto, questa citazione è il vero marchio Doc della paternità dell'opera  (y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:)  Eccomi, @Andrea28 , nel  ruolo autoinflitto  ;)   di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli).

 

Presentemente nella versione flash.

 

Chi può inventarsi, in un fantasy coi fiocchi e i controfiocchi, un concorso over trenta (e l’autore ne ha 29)  per la sopravvivenza? 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

— Mi raccomando: la gnocca!— disse

per inciso, mi sembra superflua la raccomandazione, in un contesto di sovrappopolazione :asd:

 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

GAZZETTA UFFICIALE PIANETA TERRA N.1/2430

 

Concorso pubblico per la sopravvivenza

 

Art. 1 Posti messi a concorso

Stante la crisi di sovrappopolazione e le richieste ineludibili della Sig.ra Morte, è indetto concorso pubblico universale per la sopravvivenza del 50% della popolazione terrestre.

 

L'autore non può essere che lui, il nostro Andrea, il comico dei millenial! :D

 

Quello delle emozioni al tempo delle emoticon... (Detto senza sminuire il suo lavoro, anzi! Era un testo sull'abuso dei social).

 

Insomma, il mio consiglio è di raccogliere questi brani e altri tuoi come capitoli di un libro: Parentesi dei millenial    :indicare:

 

 

CddS  Zaza  :saltello:

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 @Andrea28 è il secondo tuo racconto che leggo e posso dire che apprezzo moltissimo i tuoi scritti.
Questo racconto, oltre ad essere scritto in maniera scorrevole e impeccabile, è l'imprevedibilità degli eventi che colpisce e dà il ritmo. La struttura stessa è imprevedibile e ironica. Riesci a far entrare in maniera vivida in diversi aspetti della vicenda, da diversi punti di vista.
Il riferimento al contest poi è simpaticissimo.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

ma allora stai studiando! Mi prendi per il culo?

– Ma certo, amico mio – sorrise sornione Jack. – Che vuoi lasciare il mondo a questi imbecilli che non sanno manco costruire uno shuttle?

– Me l'avevi quasi fatta, vecchio bastardo! – disse Matt e assestò un pugnetto al braccio del compagno. – Ehi tu, coglione! Vuoi mettere un po' di titanio su quella piattaforma di lancio? Guarda che così non regge! – urlò al capocantiere che, di tutta risposta, gli sventolò un eloquente dito medio.

Questa scena la trovo di una comicità unica, ancora rido nel rileggerla!

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Urlò, invece, la ragazza incinta davanti a lui. Poco prima della dettatura le si ruppero le acque e si avvinghiò al banco con tutta la volontà che aveva.

Questo punto alza il pathos del racconto senza preavviso, il tono rilassato e ironico diventa bruscamente drammatico.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Una misura drastica, casuale, anti-meritocratica, ingiusta come solo la vera morte sa essere 

Mi chiedo se un concorso "regolare" rispecchi le caratteristiche richieste. 

 

E come dubbio generale, mi chiedo se sia del tutto centrata la traccia. 

 

Comunque il risultato coinvolgente e ironico è ben riuscito.

A rileggerti presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

b3) i laureati in scienze delle comunicazione

ma perchè?

 

Un testo che mi ha ricordato tanto Benni di Terra. 

Bravo, questo era quello che intendevo con il mio commento alla Tappa 2. Qui sei divertente ma lasci anche dell'amaro in bocca, tratti un tema pesante con il trash. Grande 28.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mister Frank @don Durito @Poeta Zaza @Pigliasogni @Thea Grazie mille per essere passati ,per il tempo dedicatomi e per il commento. Lieto che il brano vi sia piaciuto :D . 

 

23 ore fa, Poeta Zaza ha scritto:

Insomma, il mio consiglio è di raccogliere questi brani e altri tuoi come capitoli di un libro: Parentesi dei millenial    :indicare:

Ci penserò :D . 

 

21 ore fa, Pigliasogni ha scritto:

Mi chiedo se un concorso "regolare" rispecchi le caratteristiche richieste. 

Sì, in realtà il brano è anche una velata parodia al "sistema concorsi pubblici" che, quantomeno in Italia, è retto da logiche ambigue e premia spesso più la fortuna che il reale merito. 

 

14 ore fa, Thea ha scritto:

Un testo che mi ha ricordato tanto Benni di Terra.

Non è la prima volta che me ne parli. Cercherò di recuperarlo :) . 

 

Grazie ancora a tutti, un saluto :) . 

Modificato da Andrea28

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea28

 

Bravo! Se non fossimo in squadra insieme, ti voterei... (o più o meno così) xD

 

Il racconto mi è strapiaciuto: ottima ironia. Ti confermi ancora una volta maestro di scherma: ogni stoccata un affondo.

Il racconto mi ha davvero divertito in molte sue parti, e ci vuole arte per riuscire a divertire.

Il racconto non è poi privo di contenuto di satira sociale.

Bravo!

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Earl Ustioni, Presidente del Pianeta Terra,

Mi hai subito fatto ritornare in mente i tuoi "Pinoli Piliferi".

Ed effettivamente...

Il 10/1/2020 alle 14:15, Andrea28 ha scritto:

Sotto spoiler, invece, il link a un mio vecchio racconto, dal quale ho ripreso il personaggio del Presidente (i due racconti sono assolutamente indipendenti, ma se volete dateci un'occhiata :D ) 

 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Signor Presidente, la Vecchia Signora la sta aspettando.

Ma chi? La cancelliera tedesca?

No, la Morte!

xD

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

a seduta sul divanetto presidenziale.

Forse "presidenziale" qui suona troppo ripetuto: lo eliminerei o userei un altro aggettivo megalomane.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

seguenti categorie di soggetti:

a) Coloro i quali ricoprano ruoli pubblici all'interno dell'amministrazione del Pianeta

b) Gli appartententi alle categorie protette ex l.3/2199:

b1) orfani e coniugi superstiti dei deceduti per cause di lavoro, di guerra e di servizio nelle pubbliche amministrazioni

b2) i profughi terrestri rimpatriati

b3) i laureati in scienze delle comunicazione

Metterei un punto semplice alla fine della prima e dell'ultima categoria.

 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

essere inviata per via telepatica,

Ottima questa!

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Gli amici di immemorabile data Jack Russell (333 anni) e Matt Dior (321 anni) sedevano sulla solita panchina nella periferia di Houston, osservando con attenzione il cantiere di uno shuttle in costruzione. Parlarono del tempo, dell'imminente sbarco su Mercurio e di come, ai loro tempi, le navicelle partissero in perfetto orario finché i loro discorsi confluirono sull'imminente evento.

Anche qui: hai perfettamente riadattato in chiave futuristica alcuni dei classici luoghi comuni moderni.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Le guerre, la diseguaglianze,

Refuso.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Edizione: 2430

Pagine: 6500

Prezzo: € 32,00

 

La C.E. Giuffrè è lieta di presentare il MANUALE DEFINITIVO, indispensabile per la preparazione al concorso indetto dal Pianeta Terra. Colui che si candida a restare vivo non può prescindere dallo studio di questo tomo che offre, con la chiarezza e la sistematicità espositiva che ci contraddistingue, un'ampia panoramica su tutte le materie.

Il Manuale gode della supervisione editoriale del noto onnisciente Alberto jr jr jr Angela, ed è strutturato in 1500 capitoli, ciascuno dedicato a una scienza umana, dalla lingua etrusca alla storia del Grande Fratello VIP passando per i rituali di accoppiamento delle scimmie cappuccino. Al termine di ogni capitolo sono presenti box riassuntivi e quiz a risposta multipla sulle materie trattate. Il volume è corredato da numerose espansioni online consultabili sul nostro sito web.

- Mi associo all'annotazione di @don Durito: non metterei il prezzo in euro.

- Ok che ci sono le espansioni consultabili online, ma forse 6500 pagine non sono poche per contenere tutta questa robba qui?

 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Alle 10 (ora europea) in punto fu annunciato il tema dell'esame: L'ineluttabile.

Il Commissario, un biondo palestrato con un passato da rocker, lesse ad alta voce il corpo della traccia. Ancor prima che finisse, a Marco balzò un'idea malsana in testa.

Iniziò subito a scrivere...

Ok, giunto alla fine, te lo posso confermare... quando prima hai scritto "8.000 caratteri" e volendo anche "attinenza alla traccia", ma sopratutto gli 8000...

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

di un elaborato di massimo 8000 caratteri. Nella valutazione degli elaborati la Commissione verifica: competenze tecniche, capacità di sintesi, attinenza alla traccia e chiarezza espositiva.

... il finale l'hai un po' "telefonato". Non esattamente così come poi l'hai scritto, ma che tutto il testo potesse essere al tempo inteso in maniera parallela come lo svolgimento della traccia di questo contest... insomma, gli 8.000 un po' ti porta a pensarlo sin da subito... ma questo è un piccolo dettaglio in un buon racconto, ottimo nel suo genere.

 

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, AndC ha scritto:

... il finale l'hai un po' "telefonato".

Guarda, non ti nego di averci pensato. Inizialmente, avevo pensato di mettere l'informazione degli 8000 alla fine, prima (o durante la) della dettatura della traccia, ma poi ho pensato che fosse assurdo che un informazione del genere non fosse compresa nel bando di concorso. Diciamo che ho preferito sacrificare l'imprevedibilità all'altare della verosimiglianza/coerenza/credibilità (chiamiamola un po' come ci pare). Il tuo appunto è comunque perfettamente sensato.

Sugli altri punti non citati concordo. 

@AndC, ti ringrazio davvero tanto per il tuo (ennesimo) splendido commento <3  .Sono davvero lieto che il brano ti sia piaciuto. 

Un saluto e alla prossima :) . 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea28 Un metaracconto con i fiocchi! Letto d'un fiato e strapiaciuto! Di tutte le tue prove del contest è quella che preferisco! Bravo, Andrè. (y) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo racconto mi è piaciuto (anche se non nego di aver preferito lo scorso sia come tipo di scrittura che come impostazione). RAcconto nel racconto, con molti riferimenti ai contest che si possono cogliere, ma che non sono indispensabili per la comprensione del testo anche a un esterno. Bella prova

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Andrea28

In questo racconto ho trovato una versione diversa di te rispetto all’altro che avevo letto, al MI. 
Nell’altro c’era una gran competenza della forma, e qui l’hai votata al caos.

 

Adoro. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

laureati in scienze delle comunicazione

Ahahahaha, ma perché cosa ti abbiamo fatto?

Vabè, pensandoci, una laurea che non serve manco ad essere ammessi ad un concorso così... :facepalm:

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

alla storia del Grande Fratello VIP

Porc... ho perso!

 

Divertentissimo e scritto perfettamente, ma ormai quando mi accingo a leggerti so già cosa aspettarmi e di godermi la lettura. Per me sei il Pud 2.0 (a proposito, dove sei finito @massimopud?) e lo intendo come un complimento. Scusa la divagazione...

Geniale la struttura a "spot", con il testo del concorso, la réclame del libro, ecc. 

Alcuni passaggi sono fenomenali e mi hai fatto ridere a crepapelle.

Se proprio devo essere cattivo ti dico che il modo in cui hai trattato la traccia è abbastanza "semplice" (alla fine la traccia del concorso poteva essere qualsiasi, ed è vero che c'è la morte ma è come se non fosse così ineluttabile...) e io sono un po' fissato con ste cose... però nulla toglie alla tua eccezionale bravura e al fatto che sia stata una delle letture più piacevoli di questa tappa! 

 

Modificato da Joyopi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Garrula Grazie mille per essere passata e per il commento :) . Lieto che ti sia piaciuto. Un saluto. 

 

2 ore fa, Joyopi ha scritto:

Ahahahaha, ma perché cosa ti abbiamo fatto?

Ahahah, ma niente... era solo per creare un po' di no sense.

2 ore fa, Joyopi ha scritto:

Per me sei il Pud 2.0

Considerando che il Pud mi fa scassare dal ridere, questo paragone mi lusinga, grazie <3 . Ma speriamo che @massimopud (continuiamo a taggarlo per infastidirlo un po' :P ) non si risenta :D . 

Sulla traccia magari un po' hai ragione, però io ho inteso il concorso stesso e le relative conseguenze come ineluttabili; più o meno ci siamo, credo....

 

@Joyopi Grazie mille per essere passato e per il commento, mi ha fatto davvero molto piacere. Un saluto :) . 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Joyopi ha scritto:

il Pud 2.0 (a proposito, dove sei finito @massimopud?) e lo intendo come un complimento

se mi dessero del pud io mi offenderei...

 

2 ore fa, Andrea28 ha scritto:

Ma speriamo che @massimopud (continuiamo a taggarlo per infastidirlo un po' :P ) non si risenta

Ma no, mi fa piacere, e poi sto leggendovi un po' tutti, il contest è più rilassante da spettatore/lettore (voi faticate e noi leggiamo). 

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Earl Ustioni, Presidente del Pianeta Terra

Ma non sarà per caso...

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

— Mi raccomando: la gnocca!

Sì, è proprio lui.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

La prova prevede lo svolgimento di un elaborato di massimo 8000 caratteri. Nella valutazione degli elaborati la Commissione verifica: competenze tecniche, capacità di sintesi, attinenza alla traccia e chiarezza espositiva. La prova potrà vertere su tutto lo scibile umano.

Questo sì che sarebbe un contest coi contro...

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

una scossa di magnitudo 13, che fece cadere un quadro nell'atrio.

Azz, l'antisismica va fortissimo nel 2430.

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Pagine: 6500

Prezzo: € 32,00

E anche i prezzi: 32 euro per 6500 pagine, sono pagine telepatiche a basso consumo?

 

Nel complesso è un bel pezzo comico, con la presa in giro del burocratese - e chi ha spulciato per anni le G.U. Concorsi ed Esami  ne sa qualcosa - alleggerito dall'intermezzo "vecchietti citazionisti del futuro che rompono le balle a chi lavora" e con l'evergreen dell'immortale Capocomico d'Italia e del Monza.

Buono anche Il finale a scatole cinesi, sempre suggestivo perché adombra l'infinito, come quei quadri in cui è contenuto il quadro stesso: l'io narrante scrive di un tizio che alla fine si mette a scrivere un racconto in cui alla fine un tizio si metterà a scrivere un racconto in cui alla fine...

 

Ciao, e come direbbe il nostro Capitan Flambar, ti auguro tanta fortuna.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

un elaborato di massimo 8000 caratteri

xD

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Edizione: 2430

Pagine: 6500

Prezzo: € 32,00

Marò.... stai preparando qualche concorso, vero? Sei alle prese con quelle odiosissime edizioni Si**ne? La mia solidarietà, amico, la mia solidarietà... (uhm, immagini un 2430 in cui esistono ancora l?europa e l'euro... inguaribile ottimista!)

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

Alle 10 (ora europea) in punto fu annunciato il tema dell'esame: L'ineluttabile.

Minchia che ansia, mannaggia a te, non mi far sovrapporre i due immaginari, per favore! E sai di cosa sto parlando... brrr, mamma mia... VaBBé, per me è passato remoto, non so per te :pat:

 

In questo contest ti ho trovato in forma smagliante, @Andrea28. Il primo racconto ha spaccato proprio, il secondo un po' meno ma pure sì, e questo mi ricorda la tua creatività di Pinoli piliferi. Bravo, sempre originale e di sostanza. Ti ribadisco però il neo che ho colto anche la scorsa volta: a tratti ci sono delle lievi cadute di stile, passaggi che non mantengono il livello di originalità di cui sei capace. Tipo qui, giusto a mo di esempio:

 

Il 10/1/2020 alle 14:04, Andrea28 ha scritto:

ai loro tempi, le navicelle partissero in perfetto orario

ok, è pure simpatico, ma è banale rispetto alla franca ispirazione di inserire un bando di concorso nel testo. Farei così: zack! Poi vedi tu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@massimopud maestro, grazie mille per essere passato e per il commento :) . Mi ha fatto piacere. 

 

3 ore fa, Edu ha scritto:

Marò.... stai preparando qualche concorso, vero? Sei alle prese con quelle odiosissime edizioni Si**ne?

Ancora no, per il momento l'esame da avvocato m'è bastato e avanzato (con inevitabile maxi-compendio - ho preso il NelDiritto che la Simone mi ha rotto :D )e ringrazio dio di non averlo dovuto rifare :D . Chissà, in futuro qualche altro concorso mi toccherà, ma per il momento preferisco non pensarci...

 

@Edugrazie mille anche a te per il commento e per il suggerimento (che condivido, ogni tanto esagero con le stronzate :D), lieto che ti sia piaciuto :) . 

 

Un saluto a entrambi:super: .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×