Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

fanwriter91

Plagio, omaggio e coincidenza

Post raccomandati

Mi è venuto un dubbio. Io ho l'abitudine di dare ai miei personaggi nomi di stelle, tecnica usata anche da Licia Troisi. In caso di omonimia e qualche somiglianza (es: entrambi chiamiamo il domatore di draghi Thuban, che è il nome della stella principale del drago) si può parlare di plagio involontario o semplice sincretismo? 

Come omaggi, invece avevo messo i seguenti riferimenti:

- il mio capocarceriere si chiama Sirius (in omaggio a Sirius Black);
- ho chiamato un unicorno Crepuscolo, perché cavalcato da un'entità che sta a cavallo tra il regno dei vivi e quello dei morti. Crepuscolo/Twilight è anche il nome della protagonista principale di My Little Pony.

Sono semplici omaggi che non significano nulla, a livello legale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda Thuban non penso (anzi sono sicuro) esistano problemi. Si tratta del nome di una stella della costellazione del Dragone e tutto possono usarlo, anche perché non è che la usino in tanti. Per quanto riguarda gli altri non saprei che dirti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok che la Rowling è famosa per la poca tolleranza nei confronti di plagi/ispirazioni/opere derivate, ma dubito che potrebbe fare qualsiasi cosa contro un personaggio chiamato Sirius :D 

Idem per Crepuscolo, quindi starei tranquillo se fossi in te ^_^ 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi allaccio a questa discussione, senza aprirne altre.

Sto scrivendo un racconto ( spero in realtà possa diventare un romanzo), in realtà vuole essere un omaggio ad un regista famoso. Il romanzo è infatti ispirato ad una sua opera.

Rischio qualcosa? 
Non voglio copiarlo, il mio vorrebbe essere un omaggio al suo genio.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho un paio di dubbi simili a questo.

Si può dare usare il nome di un noto personaggio dei fumetti come soprannome per il personaggio di un proprio romanzo? O meglio evitare?

Cioè, uno si chiama Tizio Caio, ma un altro personaggio ha il vizio di chiamarlo come un personaggio dei fumetti.

Una cosa che nella realtà accade, ma nei romanzi?

 

E usarne uno simile in modo che si capisca a chi si allude, ma senza nominarlo precisamente? 

 

E dare il nome di un personaggio (famosissimo) dei film o dei fumetti o di un altro romanzo a un locale del romanzo?

Sarebbe visto come una citazione o come un tentativo di sfruttare la notorietà del film/fumetto/romanzo originale?

 

Grazie...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×