Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Δthena

Ambientazione romanzo

Post raccomandati

Non ho mai fatto molti viaggi all'estero, anche per quanto riguarda la mia città non la conosco tutta, molte zone le ho solo sentite nominare. Per cui, vorrei chiedervi come si possa avallare l'inghippo di non conoscere un dato posto ma poterlo comunque descrivere in modo soddisfacente soprattutto per il lettore. Mi è venuto in mente Google maps, voi avete altre idee? :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Δthena ha scritto:

voi avete altre idee? :) 

Quando non si ha un vissuto diretto su un luogo e le sue atmosfere, per documentarsi è una buona cosa leggere tutto ciò che si trova sull'argomento: romanzi, saggi, articoli online -- e mettere via in un file tutto ciò che potrà tornarti utile in fase di scrittura. Vedere film o serie televisive ambientate lì, ma anche fare amicizia via web con persone che abitano in un determinato posto. Ho un amico che ha scritto un romanzo ambientato in Lousiana, la sua fonte maggiore l'ha trovata facendo amicizia via social con persone che ci vivevano. Google maps è un ottimo strumento e io stesso lo utilizzo per questioni urbanistiche/viabilità ecc. Dalle foto e lo street view puoi rubare le immagini chiave e utilizzarle per le descrizioni, fermo restando che GM non potrà mai darti suoni, colori, sapori, di una determinata città o cultura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Δthena ! Da buon ricercatore e da grande lettore, come chiunque qui del resto, ti consiglio di cominciare con una guida turistica in biblioteca e leggiucchiare poi qualcosina sulla storia antica ma specialmente recente del luogo in questione e anche un pochino di storia dell'arte, per poi spulciare Wikipedia e Google Maps. Film e serie TV, nonché documentari, sono ottimi spunti per cercare l'effetto di immersione. Consiglio anche di vedere come Salgari descrive le sue ambientazioni, lui che mai visitò i posti che descriveva. Cerca dei tratti peculiari, dei punti salienti che diano l'impressione che tu abbia veramente veduto i luoghi che descrivi, per il resto ricama intorno agli elementi che ritieni fondamentali una serie di ambientazioni coerenti! 

 

Non so se son stato utile, spero di sì =) ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Δthena ha scritto:

Per cui, vorrei chiedervi come si possa avallare l'inghippo di non conoscere un dato posto ma poterlo comunque descrivere in modo soddisfacente soprattutto per il lettore. Mi è venuto in mente Google maps, voi avete altre idee? :) 

 

Sì, ora te le dico :)

Lo scrittore non è un documentarista. Non descrive come si vive nella savana. Al più, la savana se la crea: e sarà la sua savana. In più rispetto al documentarista lo scrittore ha la fantasia: la capacità di immaginare. Il documentarista no: il suo confine è ristretto ai leopardi e alle tigri che vivono in una savana reale. Mette la telecamerina lì e riprende quello che succede. Finito! Se ne può tornare a casa a fare l'editing del girato e poi a nanna :D

Lo scrittore invece ha appena cominciato. Non si basa sulla realtà, ma sulla sospensione dell'incredulità. È una specie di contratto: è come dire al lettore «se tu non mi rompi le pa… ehm… scatole ogni cinque minuti con la scusa che ciò che leggi nella realtà non può avvenire, io ti faccio divertire». "Letteratura da aeroporto" ho letto una volta, quella che ti dice che l'assassino è il maggiordomo prima che diventi tu un assassino di impiegati dell'Alitalia dopo che ti dicono che il tuo aereo è in ritardo di quattro ore e stai a Riga sotto la neve.

Insomma, potresti prendere spunto dai luoghi che conosci e ricamarci sopra. Casa tua la conosci? Bene. Immagina un furto di gioielli in camera da letto, e tu devi trovare l'autore :asd:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×