Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Licantropi & Co.

Post raccomandati

Ospite

Sin da piccola non mi sono persa un film con protagonisti i licantropi e/o i vampiri. Ho notato che ci sono un paio di topic aperti sui vampiri e nessuno sui licantropi (almeno non li ho trovati).

Mi chiedevo: sono forse l'unica a cui piacciono le storie (film o libri) sui licantropi?

Non parlo solo dei licantropi, ma anche dei lupi mannari e dei lycani di Underworld, per esempio.

Underworld (1-3), Un lupo mannaro americano a Londra, Un lupo mannaro americano a Parigi, Wolf (con M. Pfeiffer e Jack Nicholson). Ho seguito persino i film Teen Wolf/ Voglia di vincere 1-2 (il primo con M. J. Fox). L'ultimo che ho visto è stato Wolfman con Benicio del Toro.

Ultimamente sto leggendo la serie di Eileen Wilks "World of Lupi". Purtroppo credo che non sia stata tradotta in italiano. Qualcuno forse mi può consigliare qualche bel libro sui licantropi?

E voi che ne pensate di queste creature maledette e forse magiche?

Vi fanno paura, vi incuriosiscono? O le odiate e non le volete nemmeno piu vedere in un film?

Silver Moon

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Conosco solo Unico indizio la luna piena di Stephen King, che attualmente non è disponibile nè su ibs nè su Amazon. Forse se ne trova qualche copia usata su ebay.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho trovato un - coff coff - ebook da qualche parte, ma non ricordo proprio il link, stava sul vecchio portatile.

A me in realtà interessano tutte le storie che abbiano a che fare con l'archetipo, cioè, l'essere umano che si trasforma in animale. Non necessariamente lupo. Insomma, anche la bella e la bestia (di cui sto meditando una riscrittura).

Vabbè, qui però si va ot.

C'è "Il canto della note" della CE Zero91, che parla di licantropi, ma non l'ho letto. Te lo segnalo perché della Zero91 ho letto Eudameon, che mi è piaciuto un sacco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@evan_j: grazie per il titolo di Stephen King.

@Vale: nei libri della Hamilton ho letto che infatti i licantropi non sono solo umani che si trasformano in lupi, ci sono quelli che diventano leopardi (se non sbaglio a te piaccioni i gatti? o mi sto confondendo?), lei li chiama leopardi mannari, poi ci sono i ratti mannari, le iene mannare, le tigri mannare, ecc. ecc.

Il fattore luna piena è importante per tutti, ma si trasformano anche senza.

Ma in effetti il termine licantropo non sarebbe tanto appropriato, vista la sua etimologia. Se non sbaglio deriva dal greco e significa lupo o cane + uomo, naturalmente.

Grazie anche a te per il titolo suggerito! icon_smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sbagli.

Cat people!

Naturalmente, licantropo è letteralmente uomo lupo, ovvio. Però io lo uso come termine generico per definire la capacità di trasformarsi (come i vampiri e gli zombie sono due facce dello stesso archetipo) e il fantasma è sempre quello morto.

In questa ottica, ti consiglio - se non lo hai ancora fatto - di leggere il saggio di Stephen King danse Macabre, che parla - oltre che di cinema e letteratura horror - proprio degli archetipi. Adesso c'è la versione economica per la sperling e kupfer.

Io l'ho usato per scrivere la mia tesi di laurea. (fine ot)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è un collegamento diretto tra licantropia e vampirismo, almeno nei miti originali slavi. Infatti il vampiro si trasforma, talvolta, in animale, di solito un cane o un lupo. Più tardi, ma solo dopo la scoperta dei pipistrelli-vampiri, si trasformerà anche in pipistrello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però i licantropi - così come vengono intesi normalmente - sono vivi, mentre i vampiri non lo sono.

Una volta ho scritto l'elenco delle caratteristiche, i poteri e le possibilità dei vampiri - in particolare di Dracula - elencate da Van Helsing.

* Sono assolutamente malvagi

* Possono controllare gli animali (topi e lupi) e le condizioni atmosferiche

* Possono creare la nebbia in cui nacondersi e trasformarsi in animali, e possono rimpicciolirsi fino alle dimensioni di pulviscolo

* Viaggiano come pulviscolo sui raggi di luce lunare

* Non possono entrare se non sono stati invitati, ma basta invitarli una sola volta e poi entrano ed escono a loro piacere

* Non possono entrare nei luoghi consacrati, ma devono riposare nella terra consacrata*.

* Non hanno i loro poteri di giorno, ma possono girare sotto forma umana

* Non possono attraversare l'acqua corrente se non in periodo di bassa marea

* Odiano l'aglio e le rose selvatiche, e naturalmente gli ammenicoli della chiesa romana.

*Questo punto è piuttosto ambiguo. Forse non ho capito bene io...

Vabbè, di nuovo mi scuso per l'ot

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, è così, la licantropia è vista talvolta come una vera malattia, una specie di malattia ereditaria, quindi, in terminologia moderna, genetica.

Mi diceva un mio amico di Ferentino che sarebbe particolarmente diffusa dalle sue parti. Gli affetti, in particolari notti, vagano piegati in due ed ululando (da qui l'identificazione coi lupi). Cercano le fonti d'acqua, perché sentono una forte sete.

Sarebbero pericolosi perché, per non essere riconosciuti, sono disposti a ricorrere alla violenza contro chi li avvicina troppo. Però i ragazzini li seguirebbero tirando loro dei sassi.

Da ragazzino andavo spesso in campagnia da mio nonno, nel sezzese, e, siccome facevo spesso lunghe passeggiate sul monte Semprevisa, una mia vecchia zia mi diceva di stare attento, perché a Supino, cioè dietro la semprevisa e vicino Ferentino, c'erano gli uomini lupo. Quindi la leggenda dev'essere piuttosto diffusa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al contrario dei vampiri i licantropi non mi attirano per niente.

Provo antipatia nei loro confronti, senza motivoXD

Non mi piacciono e basta...

Però nel mio romanzo li metto, per il semplice gusto di trattarli male icon_twisted.gif

Insomma, anche la bella e la bestia (di cui sto meditando una riscrittura).

Vale mi spiace dirtelo ma... ti hanno battuta sul tempoXD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Insomma, anche la bella e la bestia (di cui sto meditando una riscrittura).

Vale mi spiace dirtelo ma... ti hanno battuta sul tempoXD

Lo so, ma la mia riscrittura sarebbe diversa. Innanzitutto mi baserei in particolare su due fiabe dei Grimm, Pelle d'asino e Pelle d'orso.

E poi sai che c'è? a me la bestia che si trasforma in principe non m'è mai piaciuta.

A dirla tutta, su tutto è stato scritto. Il mito della bella e la bestia poi è vecchissimo, a iniziare dai miti biblici di Eva e il serpente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Conosco solo Unico indizio la luna piena di Stephen King, che attualmente non è disponibile nè su ibs nè su Amazon. Forse se ne trova qualche copia usata su ebay.

Ovviamente ce l'ho icon_cheesygrin.gif

E non è stato facile trovarlo...

A me non esalta il personaggio del licantropo, ma "un lupo mannaro americano a Londra" è uno dei miei film cult icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
C'è un collegamento diretto tra licantropia e vampirismo, almeno nei miti originali slavi. Infatti il vampiro si trasforma, talvolta, in animale, di solito un cane o un lupo. Più tardi, ma solo dopo la scoperta dei pipistrelli-vampiri, si trasformerà anche in pipistrello.

Infatti, cito: "Il nome del vampiro serbo-croato VOKODLAK ... significa «pelo di lupo», VLOKOSLAK ... un termine serbo, e VYRKOLAKA .., un termine greco, sono tra i nomi che vengono utilizzati tanto per il Vampiro quanto per il Lupo Mannaro" e ancora "Nel folklore greco e serbo, i Lupi Mannari sono destinati a diventare Vampiri dopo la morte"

Dizionario dei Vampiri e dei Lupi Mannari, R. E. Guiley

Non sbagli.

Cat people!

Naturalmente, licantropo è letteralmente uomo lupo, ovvio. Però io lo uso come termine generico per definire la capacità di trasformarsi (come i vampiri e gli zombie sono due facce dello stesso archetipo) e il fantasma è sempre quello morto.

In questa ottica, ti consiglio - se non lo hai ancora fatto - di leggere il saggio di Stephen King danse Macabre, che parla - oltre che di cinema e letteratura horror - proprio degli archetipi. Adesso c'è la versione economica per la sperling e kupfer.

Io l'ho usato per scrivere la mia tesi di laurea. (fine ot)

Non so, non mi convince troppo usare lo stesso termine anche per gli altri animali. So che ormai è così, ripeto anche la Hamilton lo fa, ma mi verrebbe voglia di inventare un altro termine. Chissà forse già esiste, ho sentito parlare di mutaforma. Cat people, sono i personaggi di qualche tuo racconto?

Ma non c'era anche un libro di Stephen King su degli esseri metà umani e metà gatti che però odiavano i gatti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
, Pelle d'asino e Pelle d'orso.

Bella la fiaba di Pelle d'asino *_*

L'altra non la conosco...

nei libri della Hamilton ho letto che infatti i licantropi non sono solo umani che si trasformano in lupi, ci sono quelli che diventano leopardi (se non sbaglio a te piaccioni i gatti? o mi sto confondendo?), lei li chiama leopardi mannari, poi ci sono i ratti mannari, le iene mannare, le tigri mannare, ecc. ecc.

Infatti sta cosa della Hamilton sarà pure originale ma non mi fa proprio impazzire... quando avevo letto dei ratti mannari il libro mi era sceso parecchio.

Non possono entrare nei luoghi consacrati, ma devono riposare nella terra consacrata*.

Devono riposare nella loro patria per poter usare i loro poteri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Infatti sta cosa della Hamilton sarà pure originale ma non mi fa proprio impazzire... quando avevo letto dei ratti mannari il libro mi era sceso parecchio.
Non possono entrare nei luoghi consacrati, ma devono riposare nella terra consacrata*.

Devono riposare nella loro patria per poter usare i loro poteri.

Hamilton: Neanche le iene mannare erano granchè, ma i leopardi mannari mi sono piaciuti molto.

Stoker: Se non ricordo male era la terra del cimitero in cui era stato seppellito. È quella la terra consacrata in cui devono riposare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cat People è il titolo originale de "il bacio della pantera", film con Nastassja Kinski, che però è il remake di un film molto più vecchio che non so se avesse lo stesso titolo, probabilmente si.. Nel film si parla appunto di una donna che si trasforma in pantera. Anche il fratello lo fa, per cui anche in questo caso si lascia intendere trattarsi di una malattia ereditaria.

Infatti, cito: "Il nome del vampiro serbo-croato VOKODLAK ... significa «pelo di lupo»

Interessante, perché un'altro nome slavo per indicare i vampiri è "Wurdalak", che presenta la stessa radice "lak" che, devo supporre, significa lupo.

Vedi "La famiglia del wurdalak" di Aleksey Tolstoi, cugino del più noto Lev Tolstoi. Chissà cosa significa "wurda" in russo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adoro la figura del lupo/animale mannaro in ogni sua forma.

me ne sono innamorata da ragazzina, quando ho letto un racconto breve che narrava l'esperienza incredibile di un professore frustrato, che una volta morso scopriva la libertà della corsa, la naturalità della terra. una visione romantica e selvaggia della bestia

in generale *amo la hamilton* e tutti i suoi personaggi (tranne richard cacca-secca)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
in generale *amo la hamilton* e tutti i suoi personaggi (tranne richard cacca-secca)

Concordo su Richard. All'inizio era intrigante, ma poi è diventato un gran rompiscatole! Tutti quei poteri sprecati...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'altra non la conosco...

Un soldato ottiene di avere molti soldi dal diavolo, in cambio dovrà non lavarsi e vestire con una pelle d'orso per sette anni. Per il resto, cerca la fiaba e leggila XD

Devono riposare nella loro patria per poter usare i loro poteri.

Grazie, era un po' di tempo che mi scervellavo su sta cosa. che poi scema che sono, perché il buon Vlad dovrebbe portarsi la terra dalla Transilvania, altrimenti?

Cat people, sono i personaggi di qualche tuo racconto?

Ma non c'era anche un libro di Stephen King su degli esseri metà umani e metà gatti che però odiavano i gatti?

Cat people è il titolo di un film prodotto da Val Lewton del 1942, su un suo racconto. In realtà il racconto di Lewton è una riscrittura di un altro racconto, di ambrose Bierce, di cui al momento non ricordo il titolo.

Poi nell'82 Paul Shrader ha girato un remake, molto personale, del film.

quando ho iniziato a scrivere Febbre verde, tre anni fa, ho pensato, che succederebbe se un vampiro ammaliante come quello di Herzog (Nosferatu) (tenendo presente il Dracula di Stoker e il vampiro di Stephen King) incontrasse una cat people?

Del racconto di stephen King al momento non ricordo...

Cat People è il titolo originale de "il bacio della pantera", film con Nastassja Kinski, che però è il remake di un film molto più vecchio che non so se avesse lo stesso titolo, probabilmente si.. Nel film si parla appunto di una donna che si trasforma in pantera. Anche il fratello lo fa, per cui anche in questo caso si lascia intendere trattarsi di una malattia ereditaria.

Io ti consiglio di recuperare il film di Lewton. Da una parte quello di Shrader è un remake (a propos, il mio avatar è la locandina del film) ma dall'altro è una cosa diversa, molto personale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Infatti, cito: "Il nome del vampiro serbo-croato VOKODLAK ... significa «pelo di lupo»

Interessante, perché un'altro nome slavo per indicare i vampiri è "Wurdalak", che presenta la stessa radice "lak" che, devo supporre, significa lupo.

Vedi "La famiglia del wurdalak" di Aleksey Tolstoi, cugino del più noto Lev Tolstoi. Chissà cosa significa "wurda" in russo.

Non vorrei dire sciocchezze, ma wurda non potrebbe significare "diventare"? In tedesco esiste una parola simile, un verbo, "werden". Forse risale alle lingue indoeuropee. Chissà. Comunque ho cercato wurda su dizionari online e non ho trovato niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io conoscevo la parola "wurdulak".

Gogol ha scritto parecchi racconti su streghe, morti viventi, fantasmi e soprattutto vampiri. Dovreste leggere pure lui, oltretutto Gogol ha una certa vena comica, nei suoi racconti. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le favole slave sono molro strane e curiose... Ricordo che lessi, quand'ero ragazzino, un'intero volume sul ciclo di Baba Yaga, la strega che vive in una casa su zampe di gallina. Purtroppo ne ricordo pochissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un film notevole sui licantropi è l'inglese Dog soldiers, del medesimo regista di The descent.

Riguardo ai libri, ne Il Talismano di S. King c'è un simpatico licantropo, Lupo, che secondo me è in-di-men-ti-ca-bil-le.

Wolfmen-storie di lupi mannari è una bella antologia edita da newton compton nel 2010, e non ricordo male è titolo omonimo di un compendio di oltre 1000 pagine del medesimo editore, pubblicato nella collana I Mammut, ultraeconomica, che raccoglie una serie di romanzi a tema dell'800 e del 900

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ontopic.gifThe descent, hai idea di quanto mi ha fatto paura quel film? Lo reputo uno dei migliori film horror degli ultimi venti anni... davvero spaventoso.

Pensa che dopo averlo visto (era un'anteprima, allora Ale ancora si faceva iinvitare come giornalista e critico, e non eravamo sposati) mi sono fatta accompagnare fino dentro casa XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Al contrario dei vampiri i licantropi non mi attirano per niente.

Provo antipatia nei loro confronti, senza motivoXD

Non mi piacciono e basta...

Però nel mio romanzo li metto, per il semplice gusto di trattarli male icon_twisted.gif

Io al contrario sto provando sempre più interesse verso i lupetti a scapito dei succhiasangue.

Penso che in questo un ruolo non da poco sia stato merito dell'Infausta Saga Meyeriana.

Amo Underworld per questo: è l'unica serie di film in cui i licantropi (specialmente nel terzo) fanno vedere agli odiati visi emaciati che cosa possono fare un paio di artigli ben affilati a una pelle sbarluccicosa.

Mi correggo: succede anche in Van Helsing icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Io al contrario sto provando sempre più interesse verso i lupetti a scapito dei succhiasangue.

Penso che in questo un ruolo non da poco sia stato merito dell'Infausta Saga Meyeriana.

Amo Underworld per questo: è l'unica serie di film in cui i licantropi (specialmente nel terzo) fanno vedere agli odiati visi emaciati che cosa possono fare un paio di artigli ben affilati a una pelle sbarluccicosa.

Mi correggo: succede anche in Van Helsing icon_cheesygrin.gif

Di Underworld ho letto che nel 2011 uscirà la quarta parte. Ma ancora non si sa, se sarà la continuazione del 3. o se riprenderà dalla fine del 2. La continuazione del 3. non mi dispiacerebbe, ma comunque sia lo guarderò perchè anche a me piace molto! icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Idem. Potrebbe essere il primo Underworld che vedo al cinema yahoooooo.gif

Io il cinema me lo sogno... icon_sad.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Penuria di sale cinematografe nella tua zona?

Ehm... no. Una figlia di tre anni che la sera vuole la mamma vicina vicina...

Comunque forse l'anno prossimo una serata libera me la potrei pure prendere! icon_wink.gif

Hai visto Wolfman?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di licantropi, o Homo lycanthropus, c'è un vecchio romanzo di Jack Williamson della fine degli anni '40 che ne parla.

Darker than you think in originale, Il figlio della notte in italiano. Dovrebbero averlo riproposto da poco in Urania Collezione, non so quanto tagliato.

Lo lessi parecchio tempo fa e non mi dispiacque, adesso come adesso temo che potrebbe risultare un po' datato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×