Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

AdStr

Scrittopoli 2019 – Off topic

Post raccomandati

2 ore fa, Emy ha scritto:

Preparati! Per me è stato uno shock talmente grande che dopo non sono riuscita a commentare altri racconti del girone A :aka:

Ok, lo leggerò per dodicesimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Emy ha scritto:

Preparati! Per me è stato uno shock talmente grande che dopo non sono riuscita a commentare altri racconti del girone A :aka:

LA solita esagerata! È divertentissimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, simone volponi ha scritto:

LA solita esagerata! È divertentissimo!

È divertente, ma mi ha sconvolto, che ci posso fare. :tze: Il tuo priore in confronto a quei balordi ha ancora tanta strada da fare (ed è nel mio girone, quindi non sono costretta a scandalizzarmi :si: )

  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Emy ha scritto:

 Il tuo priore in confronto a quei balordi ha ancora tanta strada da fare (ed è nel mio girone, quindi non sono costretta a scandalizzarmi :si: )

E io che volevo schifarti :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, simone volponi ha scritto:

E io che volevo schifarti :(

Ma chi ti dice che non ci sei riuscito? Insomma, da te so cosa aspettarmi e quindi non mi scandalizzi più di tanto. :P È quel birbante di @Andrea28 che mi ha scioccato e scherzavo sopra il fatto che essendo nel girone opposto ci stava anche che esprimessi lo sdegno. xD 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno mi abiliti all'over 18, che devo contare i cadaveri di Volponi! :pedosguardo:

Modificato da Bango Skank

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda tendeziosa ma anche no: un racconto cyberpunk si considera "fantastico"? 

Considerando che Cyberpunk 2020 è ambientato nel 2020 e che in sostanza si tratta di scienza portata alle massime conseguenze.

O potrebbe anche essere considerato un noir molto tecnologico?

Taggo anche @AdStr per un parere onorevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lizz immagino che tu possa farlo ricadere in entrambe le casistiche. Tutto sta in quale elementi poni al centro della narrazione. Se l’ambientazione stessa è il fulcro, direi che ricade sul fantastico, mentre se fa solo di sfondo a un’indagine di polizia (per dirne una) puoi anche farlo rientrare nel macro genere thriller.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premio Coefficiente Cadavere

 

Eccoci qui con il recap delle regole e la classifica provvisoria (aggiornata alla seconda giornata) del prestigiosissimo Premio Coefficiente Cadavere

 

Come sempre, io c'ho provato a contare i mortacci vostri, ma qualcosa potrebbe essermi sfuggito. Nel caso di sviste clamorose fatemelo presente, se invece si tratta di poca roba abbozzate con il piglio di un monaco ZEN, che tanto a vincere si vincono dei Necrologi... cioè roba da grattarsi lì sotto o toccare ferro e 'ste robe insomma.

Pure la classifica giù alla fine spero di averla scritta bene.

 

Riassunto breve

I Trashendentali rimangono al palo e perdono la leadership. Vengono raggiunti al secondo posto dalle scatenatissime Grammar's Angels e dai Morti d’infame, i cui autori, che con una prova da veri psyco, ci regalano morte e schifo.   

Ma la vera sorpresa sono I tardigradi che trascinati da una Marty e da un Macleo scatenati scalano la classifica e raggiungono la vetta, dove sono soli al comando.

Ultimo posto per Gli untori, che a dispetto del loro melodrammatico e altosonante nome tutto chiacchiere e distintivo che tanto mi aveva fatto ben sperare continuano a non far secco quasi nessuno.

 

Ma vabbè, iniziamo.

 

 

Campari

 

RedInferno

Un racconto sulle dimensioni parallele. Nella prima, un tizio non vede e non sente suo padre da 15 anni. Nella seconda, appostato sul ciglio di una strada (dove ci piace immaginarcelo con un’attrezzatura spionistica degna di un paparazzo e una ciambella in mano come i detective dei meglio crime yankee), sono invece 15 anni che lo osserva piangere davanti alla foto della moglie. In entrambe le dimensioni, comunque, il tizio in questione va da un suo amico (uno scienziato pazzo) per farsi aiutare, e lo scienziato pazzo – giustamente, perché per gli scienziati pazzi la scienza viene prima dell’amicizia e tutte cose – utilizza il vecchio padre dell’amico come cavia umana. Il vecchio, ovviamente, esce fuori di testa e si suicida in modo spettacolare, stappandosi dei circuiti dal cervello. A questo punto il lettore si aspetta che il tizio va a denunciare lo scienziato pazzo e tutto quanto. Ma sarebbe troppo normale, e siccome – diciamocelo pure – il realismo ci ha anche rotto i coglioni, va invece dallo scienziato pazzo e si candida a diventare lui stesso cavia umana.

Abbiamo una madre morta in incidente in Tell che vale 0,5 pt e un morto malissimo in Show da 1 pt

Totale: 1,5 pt 

 

Pigliasogni

Il protagonista è un sapientone razionale che, ci tiene a sottolineare l’autore, apre la porta di casa con le chiavi (e non, come facciamo tutti noi, prendendola a calci o facendo saltare la serratura a revolverate). Dopo aver preso abbondantemente per il culo quella fagiana della sorella della moglie perché superstiziosa, il Nostro, però, sbrocca male. Una collana e la gravidanza dell’amata lo renderanno sensibile alle credenze popolari (e ci piace pensare che inizierà anche ad aprire la porta di casa prendendola a calci o a revolverate, come tutti noi).

Ma veniamo alle robe allegre: la morte. Speriamo tutti che il figlio del protagonista schiatterà appena nato, strozzato dal cordone ombelicale, proprio come il figlio della fantasmagorica zia Teresa, che vale 0,5 pt

Totale: 0,5 pt

 

Campari totalizzano 1 pt

 

 

Capitoni

 

ITG

Spinto e sospinto dal clima festaiolo che si respira a pieni polmoni in questo periodo, l’autore continua a propinarci dei brani spumeggianti che sprizzano joie de vivre da ogni periodo, da ogni frase e financo da ogni sillaba. In questo allegro e spensierato racconto (che se volete una copia personalizzata scritta a mano su pelle umana potete acquistarla da me a 5 euri trattabili e vi arriva pure in omaggio una lametta per tagliarvi le vene e tutto quanto) c’è una bambina ebrea che vive nascosta dentro un fienile con la madre per sfuggire ai nazisti.

La bambina non schiatta, ma vede (anzi, “sente”) morire prima un tizio che passava davanti casa, poi suo padre, e fanno 2 pt  

 

Bango

In un mappazzone in cui sono condensati tutti i cliché dell’italica sfiga, un omuncolo milanese si innamora di una napoletana tanto figa quanto superstiziosa. E siccome come bene abbiamo capito dalla metà dei racconti postati fin qui tira più un pelo di figa che un carro di buoi, il tizio in questione pur di scopare è disposto a tollerare qualunque cosa. Soprattutto i capodanni, che li passa veramente di merda nel senso stretto del termine, visto che la moglie si pulisce il culo con i suoi regali.

Nonostante i lettori sperino fino alla fine che almeno un gatto nero venga messo sotto, niente. Non muore nessuno, perché Bango è una merda d’uomo che prima acchitta i contest Conta Cadaveri e poi fa la signorinella e tutto quanto e finisce a 0 pt  

 

Capitoni totalizzano 1 pt

 

 

D Euforiche

 

queffe

In questo racconto sponsorizzato dalla SIP e da un’associazione di Arti e Mestieri toscana, c’è un tizio che c’ha l’ufficio al millesimo piano di un grattacielo e di nome fa Elettronico, perché non è che puoi avere tutte le fortune nella vita e se il karma da una parte da, dall’altra deve pure togliere. La prima inculata è che la vista panoramica è finta. La seconda è che pare che lo vogliono buttare giù dalla finestra. Il lettore a sto punto dovrebbe empatizzare con il tizio come insegnano i manuali di scrittura e tutto, però non ci riesce perché troppo impegnato a non capire un cazzo di quello che succede alla riunione coi sottoposti. Poi umani e non umani litigano come in ogni tradizione sci fi che si rispetti e alla fine c’è la dura condanna alla società consumistica che avremmo tanto voluto vedere compiuta con una strage di massa e invece mai una gioia e non muore nessuno.

Fortuna che con il suo intervento in off topic l’autore ci ha tenuto a palesare un possibile scenario futuro di morte e distruzione che vale 0,5 pt   

  

Kuno

C’è sto tizio che è molto determinato a vincere il concorso dell’Uomo più Coglione del Mondo e allora scappa dalla civiltà per andare a vivere in un posto del cazzo sulle montagne dove gli indigeni danno i morti in pasto agli avvoltoi perché sennò il Dio Avvoltoio se magna i vivi. Visto che a vincere il concorso ci tiene proprio tanto, si porta dietro pure la figlia piccola. Che giustamente dopo tre anni stira le zampe e allora lui la sotterra senza dire nulla a nessuno. Poi un altro tizio che non ho capito bene chi è ma credo sia lo Sciamano imbocca di notte a casa sua con un machete. Poi una lotta che BAM PUM TUMB dura mezzo racconto e il tizio ammazza lo Sciamano. Per essere proprio sicuro sicuro di vincere il concorso come Uomo più Coglione del Mondo, il tizio invece di scappare via trascina il cadavere nel luogo dei sacrifici, che così tutti gli psyco eremiti lo vedono che ha fatto secco il loro Sciamano e poi vai a capire. Forse ha pensato che vinceva un altro premio, boh.

Figlia in Tell 0,5; Sciamano in Show 1 pt: 1,5 pt  

   

D Euforiche totalizzano 1 pt

 

 

Disagengers

 

Snowfall

C’è sto tizio che pare che regala all’amante l’anello della nonna della sua tipa ma a metà racconto capiamo che in realtà è tutto un equivoco perché nessuno che c’ha un’amante sarebbe così fesso da lasciare a casa il cellulare con su il messaggio vieni a casa mia è pronto della presunta amante che poi la sua tipa lo legge e pensa che lo tradisce perché io lettore immagino che questa cucina di merda e ne è consapevole e allora pensa che il suo tipo va a trombare con un’altra che gli fa lasagne e gnocchi e torte e tutto quanto e quando vuole trombare gli scrive che è pronto così mangiano e poi trombano.

Nonostante un titolo bastardissimo che ci aveva fatto ben sperare, qui non muore proprio nessuno, possiamo al limite augurarci (e ci auguriamo) che i medici diano alla Luisa due o al massimo tre mesi di vita: 0pt

 

Nerio

Eudes dorme nella giungla. Uno che forse è morto lo sveglia. Eudes prima sbrocca, dopo abbozza il pippone che gli attacca il morto, almeno fino a quando il tizio gli ricorda di un altro tizio che prima gli ha strizzato le palle, poi si è trombato la tipa che piaceva a lui. Eudes sbrocca ancora, poi riabbozza ancora. Indovinello time e pippone sul potere. Dickens time e ricordi delle legnate prese in accademia. In un finale surreale a metà tra i film di Linch e quelli di Pierino, il tizio morto ma anche no prima dice di essere IL POTERE, un rigo dopo capiamo che però non ha praticamente nessun potere su Eudes tanto che per farsi portare con lui prima lo supplica, poi ricorrere al trucco più vecchio del mondo: LA FIGA. Di fronte alla quale, chiaramente, Eudes cede.

La morale è sempre quella: tira più un pel di figa che tutto il potere del mondo.

Tipa schiacciata e Stregone Bango Skank in Tel fanno 0,5 punti l’uno, ai quali si aggiunge 1 pt di bonus perché cazzo, uno dei morti sono io! E fanno 2 pt

 

Disagengers totalizzano 1 pt

 

 

Gli inscettiscidi

 

Ljuset

 Partiamo con il miglior incipit del mazzo: la promessa che la tizia protagonista verrà sgozzata! Poi c’è tutta una metafora sulla vanità delle donne, che pace se rischi la pelle e tutto, l’importante è sfoggiare collane perché alla fine un diamante è per sempre (altro grande must del contest assieme alla figa che tira). Tra un valzer di tempi che cambiano dal presente al passato perché siamo scrittori moderni e quindi sti cazzi, arriviamo al gran finale: uno psyco sta sgozzando la tizia, ma grazie al Sacro Potere della Gallina della Nonna (roba potente, che neanche la Divina Scuola di Hokuto), lo psyco, incomprensibilmente, scappa via terrorizzato. Un attacco di diarrea fulminante? Il dubbio di aver lasciato il gas acceso? Salcazzo. Quello che conta davvero è che la tizia non muore… e anzi non muore proprio nessuno. Un formidabile monito al lettore: anche il migliore degli incipit può nascondere la peggio inculatura! 0 pt!      

Edu

C’è sto tizio che non dorme da 19 anni perché sta in fissa con una sua ex fattona di roba che deve rivedere il giorno dopo. E allora fuma e ricorda cose in un montaggio temporale che manco in Pulp Fiction. Al racconto è abbinata una sorta di fantasmagorica riffa: il lettore, munitosi di carta e penna, deve disegnare tre colonne. Nella prima indica i luoghi, nella seconda gli anni e nella terza gli oggetti.  Ad ogni scena di flashback il lettore prende gli oggetti significativi di quella scena (coltelli, orologi, droghe ecc) e, smorfia alla mano, trova il numero corrispondente. Poi sottrae le ultime due cifre dell’anno e le gioca sulla ruota del luogo. Attenzione: quando in una scena di flashback c’è un flashback nel flashback, le cifre dell’anno non vanno sottratte ma aggiunte. Se nei prossimi giorni non mi sentite vuol dire che ho pescato qualche terno secco e sono tipo in Thailandia a bere cocktail sulla spiaggia alla faccia vostra.

E comunque muoiono solo le sigarette: 0pt

 

Gli inscettiscidi totalizzano 0 pt

 

 

Gli Untori

 

Rica

In questo racconto, sponsorizzato dalla Corporazione dei Fiorai, vediamo un classicone della narrativa thriller-horror: la sempreverde, “storia di paese” tramandata dalle nonne. In questa ci stanno due innamorati che si chiamano Dora e Damiro che devono sposarsi sul lago e tutto quanto e al paese sono tutti felici. Giustamente il lettore non vede l’ora che succeda e facciano un figlio, più che altro per sapere come lo chiameranno, perché con il nome giusto la famigliola potrebbe presentarsi con una combo a scioglilingua micidiale. Il giorno del matrimonio, però, una vecchia gufaccia manda a Dora le peggio sfighe del mondo perché il bouquet è marcito. Il paese ghettizza Dora come neanche i nazi. Poi un colpo di scena Tragedia greca style: Dora e Damiro sono fratelli persi e ritrovati che neanche in una trama di Omero. La gufaccia avverte Dora, che non le crede, se ne fotte e figlia. In un finale comprensibile come un Linch d’annata, Dora si suicida perché c’ha due gemelli che poi ne è nato uno ma sano e forse pensa che se però c’aveva due gemelli allora la gufaccia c’aveva ragione e allora perché vivere? In fondo c’ha giusto una figlia da crescere ma sti cazzi, un suicidio affogati fa sempre piacere, alla fine, e vale pure 1 pt

E comunque se vi dovete sposare comprate i bouquet solo alle migliori fiorerie che altrimenti sono cazzi vostri. Preciso. Al limone, proprio.

 

Thea

C’è sta tizia rinchiusa in una capsula che poi è una prigione e tu all’inizio non capisci bene se è una donna o un sorcio, però poi arriva il reverendo pazzo e gli ammolla una Bibbia e la tizia si eccita a leggerla perché ci sono i morti e gli ammazzamenti e tutto quanto che sembra Alex di Arancia Meccanica. La lettura della Bibbia la fa uscire fuori di testa e sembra che inizi a delirare, poi però fa amicizia con l’altra prigioniera e scava un buco per guardarla negli occhi e poi vabbè, arriva l’Angelo della Morte e si porta via l’altra prigioniera perché la morale è che se sei un sorcio non è che puoi avere troppe gioie dalla vita.

E comunque non muore nessuno. 0 pt

 

Gli Untori totalizzano 0,5 pt

 

  

Grammar's Angels

 

Silverwillow

C’è sto tizio, un rincoglionito, che quando esci di casa devi solo che augurarti di non incrociarlo a uno stop perché a quanto ho capito mica se ferma. Comunque, il tizio imbocca dentro sta casa che a confronto quella degli Usher era tipo una roba allegra, e il lettore c’ha sta atmosfera un po’ così che non sa bene se è il tizio che sta davvero fuori o sta infarcito di roba o se tante volte quello è il futuro e tutto quanto. L’unica mezza certezza è che Marina è morta (si spera male) e infatti in effetti subito dopo viene detto che è morta male in un incidente. Finale epico che prima ci regala una scena di rara comicizia con lui che va a suonare al funerale con la flebo in tasca, e poi il colpo di scena che lui è un fantasma morto suicida come solo i film di Shyamalan e allora capisci perché la casa era una roba strana e tutto.

Moglie in tell 0,5, protagonista in show 2 pt più mio personale bonus Morto che narra da 0,5 fanno 3 pt  

 

Emy

Un tizio c’ha un bernoccolo in testa. L’autrice ci tiene a dire che il tizio non è sicuro se è per una botta che ha preso: forse, ma non è sicuro. Tipo che io c’ho sta curiosità tutta mia di sapere a sto tizio com’è che gli spuntano i bernoccoli in testa, se non perché prende le botte, però magari queste sono le controindicazioni di chi vede il mondo con la lente d'ingrandimento del cuore, vai a capire. Comunque, sto tizio sono anni che è innamorato della vicina ma non si è mai dichiarato, perché è uno sfigato vero e infatti fa i segnali morse sul muro e quelle robe da sfigati veri e tutto. E allora speriamo che muoia male, lui e la vicina. Poi però la vicina risponde con una hit sudamericana, a ricordare al lettore che non se scappa mica: la persecuzione di Despacito ti segue ovunque e dovunque, pure sotto le feste di Natale, pure sotto le macerie di un terremoto.

Il protagonista è così sfigato che la morte è solo che una liberazione, e allora via lo considero morto e sono 2 pt    

 

Grammar's Angels totalizzerebbero 2,5 pt, ma regalo un 0,25 per la  mia personale  combo di squadra, visto che hanno presentato 2 protagonisti morti o morenti! 2,75 pt

 

I morti d’infame

 

Simone Volponi

 Un prete perde la fede e un priore che sa di psyco si eccita come manco i cani che si pisciano addosso. Poi, inaspettato, finalmente, un pompino, e ci aspettiamo un’orgia monumentale. E invece arriva di meglio: non è solo il priore a essere uno psyco, ma è tutta la comunità che sono fuori di testa da guinnes e fanno repliche della Via Crucis in modalità Extreme, infarciti di droghe e con tanto di bonus sventramenti, evisceramenti e feti di gatto. Un racconto leggero che mette allegria e buonumore, molto adatto anche per essere letto ai pargoli alla sera, come fiaba della buona notte!

Tra la tizia, il dirimpettaio e i morti male sulle croci assegno il max in Show: 5 pt

   

Mina99

L’incipit di questo racconto è sponsorizzato dall’UL (Unione Logopedisti) e fa cimentare il lettore con la pronuncia di nomi eschimesi in un esercizio neuropsicologico sperimentale somministrato di norma a chi ha seri problemi di pronuncia. Poi c’è la parte sponsorizzata dalla UML (Unione Medici Legali) dove il lettore è trascinato nell’entusiasmante vortice dei tecnicismi di un’autopsia su di un bambino morto male. Poi è tutto un qallunaaq tuurngaq, Qalupalik! Qalupalik Tornatqaqqaq e Tupilatqaqqaqche e Uentshukumishiteu, Uentshukumishiteu  e un rito che  non c’ho capito un cazzo. Alla fine, quando già ero pronto ad ammollare millemila punti, ecco la fregatura: si è sognato tutto! E quindi ti ammollo proprio zero punt… spetta che mi squilla il telefono…

- Ia! Ia! Cthulhu Fhtagn!

Ok, ok, come non detto… il bambino e le guardie li conto, li conto: 3 pt!

 

I morti d’infame totalizzano 4 pt

 

 

I tardigradi

 

Marty12

C’è sta tizia che fa la cameriera e c’ha i capelli rossi, ma nella Venezia d’epoca i capelli rossi pare che portano sfiga e quindi già parti male. Se poi rovesci i piatti di sarde dei clienti e finisce il sale per terra e tutto quanto è pure normale che il proprietario del locale ti caccia a calci nel culo. Fortuna che come nei migliori romance passa il tipo ricco che ti dice che sei una figa e ti porta con lui. Ma siccome questo è un thriller e non un romance ci aspettiamo tutti una delle peggio inculature. Che arriva puntuale come la morte: il tipo era in effetti un SK di roscie portasfiga, hurrà! Poi c’è la sorella della morta che vuole vendicarsi e in effetti alla fine lui e il suo promesso sposo fanno secco il SK (che altri non era che un pittore pazzo) con una trappola che forse solo un pollo ci poteva cascare ma alla fine dopo 40 anni di film americani a tema ci siamo abituati a vedere ‘sti SK incattivitissimi che cascano sul più bello come solo i fagiani. Comunque, abbiamo 2 protagonisti morti in Show che con il bonus fanno 4 pt (niente invece alle altre vittime del SK, perché solo i dipinti che lasciano presumere non bastano a far prendere punti).

   

Macleo

 Su una navicella spaziale si imbarca un nostromo che porta una sfiga immonda, lui e la sua cazzo di campana tibetana dal suono che definire nefasto sarebbe poco. In una navicella cazzuta e tutto quanto con un comandante cazzuto e tutto quanto il nostro portasfiga sarebbe stato sbattuto fuori dalla navicella a calci nel culo e condannato a morire nell’iperspazio sidearle, lui e la sua cazzo di  campana tibetana. E tanti saluti. Per nostra fortuna, però, il futuro è un posto meraviglioso, e i compagni di viaggio del portasfiga si limitano a grattarsi i coglioni.

Il che ci regala ben 5 pt in Show (muoiono tutti) e un bonus cumulativo di 1 pt per i morti non meglio specificati della missione in cui il Nostro è l’unico sopravvissuto e per le mutilazioni e accidenti vari occorsi all’equipaggio (come il memorabile pene incancrenito).

Totale: 6 pt   

 

I tardigradi totalizzano 5 pt

 

 

Oniric Russian Rustelle

 

Mister Frank

Si parte benissimo, con un ragazzetto che non solo muore male, ma l’azione che compie morendo male non serve manco a un cazzo. Poi arrivano Morgana e i necromanti e tu sei lì che pensi a morti e stragi e tutto quanto. Ma siccome la vita è stronza e l’autore, evidentemente, ci tiene a rimarcarlo e a ricordarlo al lettore, ecco che dopo un incipit dark veniamo catapultati in una favoletta con un cambio di rotta e di genere che neanche Dal tramonto all’alba. Tempi moderni, soffitta d’ordinanza, dialogo surreale tra Merlino e un ragazzino, dove a farla da padrona sono i buoni sentimenti. A una certa, a onor del vero, sembra tutto risollevarsi in un gioco di doppi sensi alla Carlo Verdone: Merlino vuole la bacchetta del ragazzino, il ragazzino vuole una cosa in cambio e Merlino propone di dargli la sua spada de foco. Ma alla fine non se ne fa nulla.

Muore male solo il ragazzetto dell’incipit: 1pt

 

Ghigo

Un tizio sta depresso che la moglie è morta. Poi il fantasma della donna inizia a parlargli da dietro la porta della soffitta e lui si pomicia la porta (poi vabbè, se ci fa anche un buco a quella porta è lasciato giustamente all’immaginazione del lettore perché come ci insegnano i manuali di scrittura uno non è che deve dire tutto tutto). Alla fine arriva il figlio del tizio che gli serve un baby sitter per la prole e giustamente vuole portarsi il padre a casa e niente, apre la porta della soffitta e manda via il fantasma come solo i Ghostbusters. Poi tutti in ginocchio a piangere.

Testo di forte denuncia sociale sul caro prezzi dei baby sitter, ma con nostro sommo rammarico non muore nessun bambino, e la donna non è specificato fosse morta male quindi 0pt    

 

Oniric Russian Rustelle totalizzano 0,5 pt

 

 

Red Hot

 

H3

Partiamo con la cerimonia di iniziazione di due novelli chierici, una roba che tra frustate e attese in ginocchio sul freddo marmo farebbe venir voglia di abbracciare il satanismo anche a un santo. I due fortunelli poi passano dalla padella alla brace, perché vengono tombati in un’allegra cripta da delle Custodi che li prendono pure per il culo. Resistete al canto degli indegni, gli dicono. Canto un cazzo: nella cripta ci sono scheletri-zombie che manco in Walking Dead: li almeno se gli tagli la capoccia hai finito, questi invece si rigenerano. E infatti pare che se magnano uno dei due, quello cieco che però fa le magie. L’altro, allora, prima vorrebbe solo che scappare (giustamente, dico io), poi c’ha un flashback mistico e viene preso dal sacro fuoco dei Blockbuster made in USA, dove “sti cazzi se i nemici sono invincibili io sono l’eroe e faccio un macello”. Pare che muore pure lui, e già ero pronto ad ammollare 2 pt + 2 perché erano i protagonisti e tutto quanto… e invece no. Le Custodi, che devono essere delle cabarettiste mancate, li avevano presi per il culo ancora: la prova era farsi riempire di graffi e legnate, e quindi tana libera e tutti e via a farsi consacrare Chierici della Sacra Battaglia come se non ci fosse un domani!  

Padre e sorella morti in tell: 1 pt

 

Befana profana

Una tizia si depila la figa dopo che un tizio la invita a cena. Il tizio, però, parla solo della ex, e siccome sprecare una ceretta alla figa è sempre un peccato, la tizia fa un pensierino sul cameriere, che in effetti, pur di trombarsela, le offre la cena e la invita a replicare la sera successiva, lasciando intendere che o è il figlio del proprietario oppure è uno che di lavorare non ha bisogno e va a fare il cameriere giusto per sport, o perché magari ha perso una scommessa. O perché, come abbiamo ben capito, tira più un pel di figa che un carro di buoi. Che sembra essere la morale della storia, assieme a una sorta di iper realista spaccato sull’immaginifico universo della psicologia femminea: mai sprecare una ceretta alla figa.

Il fatto che non muore nessuno varrebbe 0pt, ma ho particolarmente apprezzato l’intervento in off topic dell’autrice, che ha tenuto a specificare come il cameriere fosse in realtà un SK (il che spiega anche il motivo per cui si sputtani ciò che guadagna offrendo cene a destra e manca: fare il cameriere è una copertura, i soldi se li ciulla alle vittime) e che assieme alla sua figa-cerettata, dopo la cena della sera successiva, sarebbe partita la carneficina. Bonus che vale 1 pt

 

Red Hot totalizzano 1 pt

 

 

Trashendentali

 

Andrea28

Lo psichedelico viaggio della speranza di una manica di fattoni che vivono in Ascoli verso la Capitale è in realtà un insieme di metafore dal sapore mistico/religioso e socio/politico. Grandi sono gli ammonimenti ai lettori, e diverse le cose da tenere a mente: i negri puzzano, gli indianini te se inculano, i cinesi portano sfiga e, naturalmente, la droga fa male. Ma un finale a sorpresa ribalta il risultato come solo il voto di Alessandro Borghese, regalando al lettore il rovesciamento concettuale di quanto sopra e una grande lezione di vita: drogati come una merda e tutto andrà bene!

Peccato che non schiatti nessuno: 0pt  

 

Eudes

Partenza che fa sperare benissimo: il lettore pensa che se scopa, finalmente. Invece no, non solo non se scopa, ma sembra che siamo dentro un CIM, perché la tizia pare pazza. In effetti, la tizia è pazza davvero. Ma al lettore questo poco importa: continua a leggere chiedendosi solo una cosa: se scopa o no? Vabbè, non ve la faccio lunga: no. Non se scopa. Musiche fantasma, sbroccamenti, l’amico scemo che le donne so tutte uguali, nonne morte, pazzie, gatti, carillon, un finale che non c’ho capito un cazzo… ma a scopà non se scopa. Mortacci tua Eudes, almeno un po’ di sesso orale ce lo potevi ammollà… e manco muore nessuno, che la vecchietta mica è morta male. 0 pt   

 

Trashendentali totalizzano 0 pt

 

 

Classifica dopo il Secondo Turno

 

I tardigradi: 1+ 5 = 6 pt

Trashendentali: 4 + 0 = 4 pt

I morti d’infame: 0 + 4 = 4 pt

Grammar's Angels: 1,25 + 2,75 = 4 pt

Campari: 2,5 +1 = 3,5 pt

Red Hot: 2 +1 =3  pt

Oniric Russian Rustelle: 1,25 + 0,5 = 1,75 pt

Capitoni: 0,5 + 1 = 1,5 pt

Disagengers: 0,25 + 1 = 1,25 pt

Gli inscettiscidi: 1+0 = 1 pt  

D Euforiche: 1 pt

Gli untori: 0 + 0,5 = 0,5 pt

 

 

Medagliette

 

Medaglietta Incipit

@Ljuset

Decapitata o sgozzata? Era questo il suo destino?

 

 

Medaglietta Morte del cazzo

Non assegnata a sto giro

 

Medaglietta Morte Ammirami

@RedInferno

Solo due giorni più tardi lo trovai esanime in quella stanza, dopo essersi strappato fuori quei circuiti dal cervello. 

 

Medaglietta Cerusico

@Cerusico

La medaglietta Cerusico viene assegnata di volta in volta a un racconto che soddisfi determinati requisiti che una giuria speciale e super segreta determina prima. In questo caso specifico si trattava di scrivere un racconto in cui il protagonista facesse sesso estremo con una provocante ragazza asiatica, leccandola tutta dopo averla cosparsa di yogurt alla cipolla. Purtroppo, nessun racconto in gara soddisfa tali requisiti, se non quello che fonti certe ci dicono aveva in mente di scrivere Cerusico se avesse partecipato a questa tornata. Indi per cui la medaglietta viene assegnata a Cerusico.

 

  • Mi piace 3
  • Divertente 10
  • Grazie 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Un racconto sulle dimensioni parallele. Nella prima, un tizio non vede e non sente suo padre da 15 anni. Nella seconda, appostato sul ciglio di una strada (dove ci piace immaginarcelo con un’attrezzatura spionistica degna di un paparazzo e una ciambella in mano come i detective dei meglio crime yankee), sono invece 15 anni che lo osserva piangere davanti alla foto della moglie.

 

Ehm :aka:...

Effettivamente, scritta così :aka:...

E chi ci aveva pensato?

Ok, vado a sotterrarmi un attimo e torno :rotol: .

 

7 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Medaglietta Morte Ammirami

@RedInferno

Solo due giorni più tardi lo trovai esanime in quella stanza, dopo essersi strappato fuori quei circuiti dal cervello. 

 

Queste sono soddisfazioni, però! :D

Almeno una, una volta tanto :vecchiocazzuto:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, RedInferno ha scritto:

 

Ehm :aka:...

Effettivamente, scritta così :aka:...

E chi ci aveva pensato?

Ok, vado a sotterrarmi un attimo e torno :rotol: .

 

 

Queste sono soddisfazioni, però! :D

Almeno una, una volta tanto :vecchiocazzuto:

Red vai sereno: se uno vuole fare ironia su ciò che scrivi, trova da farla anche se hai scritto una roba da Nobel. Non far caso alle battute nei miei riassuntini che sono per ride e goditi la meritata medaglietta! XD 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Red vai sereno: se uno vuole fare ironia su ciò che scrivi, trova da farla anche se hai scritto una roba da Nobel. Non far caso alle battute nei miei riassuntini che sono per ride e goditi la meritata medaglietta! XD 

 

No, no, ma comunque è vero, ho scritto una roba da realtà parallela xD .

Al di là di questo, sto ridendo da quando l'ho letto :rotol:.

 

E mi sto anche fregiando del premio :banana:.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bango Skank, esimio, le consiglio di coltivare questo suo talento di « autore di riassunti fedeli » perché, sinceramente, sono meravigliosi. Sto ancora asciugando le lacrime, diversi istanti dopo aver finito di leggere. Se un giorno dovessi uscire un romanzo, le chiederei di farmi l’onore di scrivere la sinossi per la quarta di copertina.  

(Devo assolutamente scrivere un thriller-horror-noir con ecatombe planetaria per l’ultima tappa)

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Un racconto leggero che mette allegria e buonumore, molto adatto anche per essere letto ai pargoli alla sera, come fiaba della buona notte!

 

Lo dico sempre, e insegnamo qualcosa di bello a 'sti ragazzini! Onore a te!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, Befana Profana ha scritto:

@Bango Skank, esimio, le consiglio di coltivare questo suo talento di « autore di riassunti fedeli » perché, sinceramente, sono meravigliosi. Sto ancora asciugando le lacrime, diversi istanti dopo aver finito di leggere. Se un giorno dovessi uscire un romanzo, le chiederei di farmi l’onore di scrivere la sinossi per la quarta di copertina.  

(Devo assolutamente scrivere un thriller-horror-noir con ecatombe planetaria per l’ultima tappa)

Tu ci scherzi, ma io ai ringraziamenti nel romanzo l'avevo ammollata davvero una roba così. Pure I nani sulle rive del fiume di Richerd Benson, ringraziavo. E gli alieni, anche. All'editor è venuta una mezza sincope e mi ha intimato di cancellare tutto e di fare il serio. :buhu:E siccome sono un pavido ho chinato la testa e fatto il serio. :buhu:Però se esci un romanzo ti scrivo quello che vuoi: sinossi, prefazioni, postfazioni... a disposizione, sono! :D

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Vengono raggiunti al secondo posto dalle scatenatissime Grammar's Angels e dai Morti d’infame, i cui autori, che con una prova da veri psyco, ci regalano morte e schifo.   

Modestamente, mi sono impegnata tanto nonostante il raffreddore: ci tenevo al punteggio :asd:

 

53 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Un tizio c’ha un bernoccolo in testa. L’autrice ci tiene a dire che il tizio non è sicuro se è per una botta che ha preso: forse, ma non è sicuro. Tipo che io c’ho sta curiosità tutta mia di sapere a sto tizio com’è che gli spuntano i bernoccoli in testa, se non perché prende le botte, però magari queste sono le controindicazioni di chi vede il mondo con la lente d'ingrandimento del cuore, vai a capire.

È tutta la colpa della confusione. :asd: 

 

55 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Poi però la vicina risponde con una hit sudamericana, a ricordare al lettore che non se scappa mica: la persecuzione di Despacito ti segue ovunque e dovunque, pure sotto le feste di Natale, pure sotto le macerie di un terremoto.

Il protagonista è così sfigato che la morte è solo che una liberazione, e allora via lo considero morto e sono 2 pt    

Despacito è più recente, non corrispondeva al periodo. :P Scusa, e la morte dei genitori di lui in tell non me l'hai abbonata? E a questo punto, se muore lui devi darla per morta anche lei :tze:

 

Sei un genio maledetto, @Bango Skank. Non riesco a smettere di ridere. p.s. Dovresti istituire questo premio anche per il MI xD 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Emy ha scritto:

Scusa, e la morte dei genitori di lui in tell non me l'hai abbonata? E a questo punto, se muore lui devi darla per morta anche lei

Cavolo, quella mi è sfuggita! Vi sono debitore di mezzo punto! XD
E no, vabbè... non esageriamo... lei magari si è salvata :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Però se esci un romanzo ti scrivo quello che vuoi: sinossi, prefazioni, postfazioni... a disposizione, sono! :D

Contaci. Anzi, anche se, come probabile, non combinerò mai nulla di concreto, usciamo un libro rilegato bellissimo, tutto bianco dentro tranne forse l’incipit, ma con sinossi, prefazione e epilogo scritti da te :lol:

  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

E gli alieni, anche. All'editor è venuta una mezza sincope e mi ha intimato di cancellare tutto e di fare il serio. :buhu:E siccome sono un pavido ho chinato la testa

:asd:

E adesso, dopo che mi hai fatto sbellicare, come faccio a fare un commento serio al Volponi?

  • Divertente 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Befana Profana ha scritto:

Contaci. Anzi, anche se, come probabile, non combinerò mai nulla di concreto, usciamo un libro rilegato bellissimo, tutto bianco dentro tranne forse l’incipit, ma con sinossi, prefazione e epilogo scritti da te :lol:

Poi lì in mezzo ci scriviamo: Il libro scrivilo tu, lettore, descrivendo le gioie e i dolori della tua vita  tipo come ha fatto una volta Fabio Volo e siamo a cavallo! XD

  • Mi piace 1
  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bango Skank :rofl:

Mi leggo direttamente le sinossi e voto da qui. Se posso permettermi, però, nel mio racconto, se vuoi azzeccare il terno, devi moltiplicare la data al numero di sigarette fumate x 3,14

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Cavolo, quella mi è sfuggita! Vi sono debitore di mezzo punto! XD

Ci conto invece! Alla terza tappa non partecipo, ma verrò a ricordatelo :P 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Edu ha scritto:

@Bango Skank :rofl:

Mi leggo direttamente le sinossi e voto da qui. Se posso permettermi, però, nel mio racconto, se vuoi azzeccare il terno, devi moltiplicare la data al numero di sigarette fumate x 3,14

Cristo, ecco perché sono due giorni che, stampa del tuo racconto alla mano, butto soldi al lotto nelle tabaccherie e non ho ancora vinto nulla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, simone volponi ha scritto:

I nani! I naniiiiiiiii!

 

lagiff35.gif

Sapevo avresti apprezzato la citazione del Sommo.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Poi lì in mezzo ci scriviamo: Il libro scrivilo tu, lettore, descrivendo

Esatto! O anche «Il libro, lettore, fallo scrivere a Fabio Volo»

(che qualunque cagacosa scriva quello lì poi si vende e così facciamo anche i soldini :asd:)

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Befana Profana ha scritto:

Esatto! O anche «Il libro, lettore, fallo scrivere a Fabio Volo»

(che qualunque cagacosa scriva quello lì poi si vende e così facciamo anche i soldini :asd:)

Visto recentemente spezzone di sua intervista. 8 milioni di copie ha venduto, in totale.

Otto. Milioni. Di copie
Avete idea di quante sono?

  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Bango Skank ha scritto:

Otto. Milioni. Di copie

Un pensiero commosso per tutti gli alberi sacrificati invano (non solo Volo, eh? C’è pure il libro della De Lellis, cose così...)

  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×