Vai al contenuto
Niko

Agenzia Dedalo

Post raccomandati

[Agenzia di servizi editoriali, non forniamo rappresentanza]

Sito web: https://www.agenziadedalo.it/
Descrizione: https://www.agenziadedalo.it/chi-siamo/

Costi: https://www.agenziadedalo.it/servizi/

Facebook: https://www.facebook.com/agenziadedalo/

Seminari: https://www.agenziadedalo.it/seminari/

Sono in programma dei seminari sull'Editoria; il primo a maggio 2020. Alcune informazioni potrebbero variare entro l'anno.

 

Questa era la novità cui facevo riferimento nella discussione che mi riguarda come Editor professionista su questa piattaforma.

A partire da dicembre offriremo i nostri servizi editoriali: alcuni nomi, oltre al mio, li conoscete già perché presenti sulla piattaforma da tempo. Sto parlando di Marcello, David, Adriano e Beatrice.

Partiremo poi a maggio con un seminario sull'Editoria diverso dal solito: non si parlerà di scrittura creativa o di come diventare un addetto ai lavori; metteremo piuttosto le mani in pasta per fornire informazioni, consapevolezza e tanto buonsenso. Elementi essenziali in questo mare che è l'editoria italiana.

Con l'anno nuovo partiremo anche con gli articoli sul Blog.

Vi terremo aggiornati su questa discussione riguardo alle novità o alle comunicazioni più importanti.

Nel frattempo, buona scrittura a tutti!

  • Mi piace 8
  • Grazie 11

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, Niko ha scritto:

metteremo piuttosto le mani in pasta per fornire informazioni, consapevolezza e tanto buonsenso. Elementi essenziali in questo mare che è l'editoria italiana

Complimenti, ragazzi, e in bocca al lupo per questa splendida iniziativa. :)

  • Mi piace 1
  • Grazie 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risulterò impopolare e molto probabilmente sarò sommerso da reazioni negative, se non definitivamente bannato, ma mi chiedo:

che senso ha utilizzare una piattaforma di informazione sull'editoria per promuovere i propri servizi, se non la propria agenzia, da parte di un membro dello sfaff della piattaforma stessa?

So che alcuni agenti ed editori intervengono in prima persona, ma in questo caso è proprio chi gestisce il sito che promuove la propria attività professionale, tra le altre cose in una discussione che dovrebbe parlare di agenzie letterarie e non di agenzie di servizi.

Come può essere del tutto neutrale?

Come può non esserci un conflitto di interessi?

Il ruolo di un membro dello staff - parere mio - dovrebbe essere quello di moderare le discussioni riguardanti le esperienze e i pareri di terzi su un'agenzia o una casa editrice.

Questa discussione aperta è ovviamente solo promozionale, perché qualsiasi critica verrà moderata da altri membri dello staff che non possono che stare dalla parte di Niko.

Io @Niko sono felice per e ti faccio i miei in bocca al lupo, dico solo che per fare quello che hai fatto poteva essere sfruttato un altro spazio del sito, magari promozionale.

 

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Disappear_Here Buongiorno.

Nessun problema, tranquillo, sono critiche più o meno costruttive, alle quali rispondo volentieri.

Innanzitutto: lo Staff del sito modera e gestisce il forum (non la piattaforma, che è proprietaria di Borè, ti ricordo) a titolo del tutto gratuito, per passione. Detto questo, a livello professionale io e gli altri membri dello Staff siamo uguali agli altri, quindi non vedo perché non dovremmo pubblicizzarci come è consentito fare a qualsiasi utente.

Il nostro tempo qui lo impieghiamo gratuitamente, e se spulci in giro il forum, vedrai che lo Staff è proprio formato dalle persone che investono più tempo ed energie nell'aiutare gli altri a titolo gratuito.

In secondo luogo, questa sezione è dedicata sia ad Agenzie letterarie sia di servizi (non siamo l'unica agenzia di servizi pubblicizzata qui; ce ne sono altre inserite da anni, puoi controllare da te), quindi non vedo problemi nemmeno riguardo a quello.

1 ora fa, Disappear_Here ha scritto:

Come può essere del tutto neutrale?

Come può non esserci un conflitto di interessi?

La mia agenzia non è di proprietà del marchio WD o di Borè, quindi a queste domande posso solo rispondere che sì, siamo neutrali e no, non c'è conflitto.

1 ora fa, Disappear_Here ha scritto:

Questa discussione aperta è ovviamente solo promozionale, perché qualsiasi critica verrà moderata da altri membri dello staff che non possono che stare dalla parte di Niko.

Dispiace che tu abbia così poca fiducia nel discernimento e nel buonsenso dello Staff. Non posso far altro che continuare ad agire come ho sempre fatto e dimostrarti il contrario: di certo non banneremo o richiameremo te per queste domande e pensieri.

1 ora fa, Disappear_Here ha scritto:

dico solo che per fare quello che hai fatto poteva essere sfruttato un altro spazio del sito, magari promozionale.

Lo spazio adatto alle agenzie è esattamente questo, come puoi ben vedere dal Regolamento (punto 3) e dall'organizzazione delle sezioni del forum. Non comprendo perché questa discussione debba essere demonizzata, dal tuo punto di vista, come negativamente promozionale. Promozionale lo sono tutte, in quest'area del forum, per definizione (si pubblicizza una data realtà e si possono inserire commenti ed esperienze su di essa).

 

Spero di aver fugato qualche tuo dubbio e perplessità. Che sia questo il caso o meno, grazie del tuo intervento e buona scrittura!

  • Mi piace 7
  • Grazie 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Disappear_Here ha scritto:

Come può non esserci un conflitto di interessi?

Capisco la tua obiezione, però secondo me il conflitto di interessi non c'è, nel senso che il sito non è delle persone che fanno parte dell'agenzia (è di Boré) e i vari professionist hanno chiaramente detto di essere i titolari di Dedalo. Dunque non c'è ambiguità e ognuno sceglerà se vuole o meno usufruire di quei servizi, sapendo chi sono gli utenti che li offrono. 

 

1 ora fa, Disappear_Here ha scritto:

Questa discussione aperta è ovviamente solo promozionale, perché qualsiasi critica verrà moderata da altri membri dello staff che non possono che stare dalla parte di Niko.

Su questo punto non sono d'accordo: questo forum per il mio modo di essere ha vari limiti e infatti credo sia il solo luogo virtuale dove non ho strinto alcuna amicizia, però la gestione mi è sembrata sempre corretta ed equidistante. 

  • Mi piace 4
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/11/2019 alle 16:09, Niko ha scritto:

partire da dicembre offriremo i nostri servizi editoriali: alcuni nomi, oltre al mio, li conoscete già perché presenti sulla piattaforma da tempo. Sto parlando di Marcello, David, Adriano e Beatrice.

Complimenti a tutti, congratulazioni e buon lavoro, bravi! 

 

Talia 

  • Mi piace 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Niko ha scritto:

Innanzitutto: lo Staff del sito modera e gestisce il forum (non la piattaforma, che è proprietaria di Borè, ti ricordo) a titolo del tutto gratuito, per passione

Niko, non mi sembra di aver detto che la piattaforma di Writer's Dream sia di tua proprietà, né del resto dello staff (che Boré sia un "gruppo editoriale" che gestisce una piattaforma dove si parla spesso male di altri editori è un altro paio di maniche), ho detto solo che tu e gli altri siete dei moderatori, e in quanto tali potete influenzare le discussioni relative alle altre agenzie o altre CE. Io spero lo facciate sempre in buona fede ma non siete uguali agli altri utenti, questo non puoi dirlo. Continuo a pensare che questa discussione godrà sempre di un trattamento riservato rispetto alle altre. Poi magari cambio idea.

  • Mi piace 1
  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, Disappear_Here ha scritto:

Continuo a pensare che questa discussione godrà sempre di un trattamento riservato rispetto alle altre. Poi magari cambio idea.

Mamma mia! Questo è un pregiudizio... 

Penso esattamente il contrario: conoscendo i miei polli, mi aspetto la solita imparzialità. 

D'altronde, i nostri non lavoravano anche prima nell'ambito dell'editoria? Qualcuno si è mai lamentato della loro presunta parzialità? E perché dovrebbero cambiare il loro comportamento?

@Disappear_Here, sei con noi da poco tempo: non ti sei trovato bene? O, forse, la diffidenza fa parte del tuo carattere... 

  • Mi piace 4
  • Grazie 3
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/11/2019 alle 16:09, Niko ha scritto:

Sono in programma dei seminari sull'Editoria; il primo a maggio 2020.

 

Complimenti per l'iniziativa!

Dove si terranno questi seminari?

Si terranno in un luogo fisico o (anche) online ?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, Fraudolente ha scritto:

D'altronde, i nostri non lavoravano anche prima nell'ambito dell'editoria? Qualcuno si è mai lamentato della loro presunta parzialità?

 

Spero di no. Il WD è basato da sempre sulle testimonianze dirette degli utenti e lo Staff è intervenuto solo a smorzare opinioni che non derivassero da queste. Abbiamo persino editato qualsiasi post che andasse oltre la circostanza oggettiva ed esprimesse giudizi di merito e valore su persone e aziende (siano esse case editrici, agezie, freelance, eccetera). Lo abbiamo fatto (mi sembra) con imparzialità, o almeno questo è sempre stato l'intento, qualunque fosse la categoria editoriale o di casa editrice di cui si discuteva (Free o EAP, ecc...). O almeno, da una certa gestione in poi, da che ho memoria, è sempre stato così.

Io credo, in ogni caso, che saranno i fatti a dimostrare se quello che @Disappear_Here teme sia vero o meno. Timore legittimo, del resto, anche se al momento non supportato da fatti.

Suggerirei, quindi, di dare spazio alle esperienze dirette e attendere i riscontri di chi usufruirà dell'agenzia.

Buon lavoro a tutti! :)

  • Mi piace 4
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Disappear_Here Va bene, libero di pensare quello che più ritieni verosimile. Spero di farti cambiare col tempo. In ogni caso, considera che abbiamo appena aperto i battenti e d'ora in poi chiunque, liberamente, può scegliere di usufruire della Dedalo o evitarla proprio come farebbe con qualsiasi altra realtà. E ancora, chiunque potrà inserire la propria esperienza qui, che sia positiva o negativa, sempre secondo regolamento, come avviene in qualsiasi altra discussione del forum.

 

27 minuti fa, dyskolos ha scritto:

Complimenti per l'iniziativa!

Dove si terranno questi seminari?

Si terranno in un luogo fisico o (anche) online ?

Al momento ne stiamo organizzando uno a Fiuggi, per maggio 2020, e stiamo preparando tutto in modo da renderlo più comodo possibile per chi sceglie di venire.

Trovi tutte le informazioni qui: https://www.agenziadedalo.it/seminari/

Saranno in presenza; non so se ne organizzeremo mai uno online; nel caso avviseremo di sicuro :) 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Disappear_Here ha scritto:

Continuo a pensare che questa discussione godrà sempre di un trattamento riservato rispetto alle altre. Poi magari cambio idea.

 

Le tue perplessità in merito sarebbero genericamente le mie (genericamente inteso in senso lato, perché nel caso specifico - visto che collaborerò con l'agenzia di Niko - sono parte in causa) se questa fosse la prima volta che degli Staffer si propongono sul WD come “professionisti”, sia in ambito narrativo che editoriale.

E in questo caso la risposta: “lasciamo che sia il tempo a dimostrare la professionalità degli Staffer in questione” sarebbe – immagino – la più adeguata.

Ma c’è un ma. Tutto questo succede già. Da anni.

E allora  credo che il modo migliore per rispondere al dubbio sia, semplicemente, applicare il metodo scientifico e analizzare i fatti.

 

Narrativa

Nella sezione “I nostri libri” – sezione dove si possono pubblicizzare i propri testi editi – sono presenti da anni anche romanzi degli Staffer.

Puoi analizzare la sezione e giudicare se gli Staffer abbiano mai approfittato del loro ruolo all’interno della piattaforma per

-          Scavalcare le regole e forzarle a proprio vantaggio

-          Denigrare, svilire o minimizzare i testi pubblicizzati dagli altri utenti o influenzare le discussioni a riguardo

 

Editoria

Nella sezione “Freelance” – sezione dove si possono pubblicizzare le proprie competenze nell’ambito editoriale – sono presenti da anni anche i profili professionali di diversi Staffer.  

Puoi analizzare la sezione e giudicare se gli Staffer abbiano mai approfittato del loro ruolo all’interno della piattaforma per

-          Scavalcare le regole e forzarle a proprio vantaggio

-          Denigrare, svilire o minimizzare le professionalità degli altri utenti o influenzare le discussioni a riguardo

 

Se dopo l'analisi dovessi riscontrare atteggiamenti di questo tipo, allora il tuo dubbio è fondato.

Se invece dopo l'analisi non dovessi riscontrare atteggiamenti di questo tipo ma solo un - dovuto - far rispettare le regole comuni a tutti (Staffer compresi), allora mi sentirei di tranquillizzarti in merito alle perplessità riguardo alla neonata agenzia di servizi di Niko, perché non cambia nulla rispetto a ciò che è già in essere.

 

Aggiungo che io, personalmente, non ho mai notato o percepito atteggiamenti poco professionali, anzi, ho sempre riscontrato una grande disponibilità da parte degli Staffer verso chi – volendosi approcciare a questo ambito professionale specifico – è venuto a chiedere consiglio su questo forum su come “iniziare a far questo o quello”, con suggerimenti sia pubblici che privati.

  • Mi piace 6
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ophelia03 ha scritto:

Domandina: qual è il vantaggio di contattare l'agenzia Dedalo e non il singolo editor che ne fa parte? 

In che senso? Non tutti coloro che lavorano per la Dedalo lavorano anche in proprio come Editor; anzi, sono la minoranza. Chi già lavora in proprio continuerà a farlo, immagino, e i clienti interessati esclusivamente al loro profilo potranno continuare a contattarli tramite i loro canali. Nel mio caso, sarò reperibile e lavorerò solo tramite l'Agenzia; per molti altri (non tutti) sarà lo stesso.

Inoltre, la Dedalo è un gruppo e lavora come tale, con diverse professionalità che comunicano e si intrecciano tra di loro. Come in molti altri casi (e non solo nel mercato editoriale!), chi collabora con un'azienda può continuare a lavorare anche in privato, come singolo professionista o per altre agenzie.

 

Esempio per il nostro caso: uno dei collaboratori potrebbe avere una sensibilità particolare verso un certo tipo di storie, e una capacità di entrarvi nel merito maggiore degli altri; quel lavoro sarebbe automaticamente affidato a lui/lei. Il bello del gruppo è proprio questo: dare il libro giusto alla persona giusta :) 

La nostra forza, ripeto, è proprio il gruppo: ci conosciamo e ognuno ha le sue competenze e abilità specifiche; insieme, siamo molto più di quanto siamo da soli, sia in termini di incisività sia di creatività.

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, Niko ha scritto:

Nel mio caso, sarò reperibile e lavorerò solo tramite l'Agenzia

Perfetto, grazie.

Siccome il tuo sito, per esempio, è attivo e risulta come firma del profilo, credevo che ci fossero due canali e mi chiedevo quale fosse preferibile, nel caso si fosse interessati. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto la pagina dell'agenzia, i prezzi della valutazione di un manoscritto di sole 360.000 battute a 500 euro lascia perplessi. Molto superiore a quello delle agenzie più care e blasonate (Grandi & Associati; PNLA; The Italian Literary Agency ecc.).  

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@bloody Comprendo i tuoi dubbi, ma devi considerare due fattori. Il primo è che le agenzie da te nominate applicano una tariffa fissa. I prezzi proposti sono tali fino a un massimo di 200 cartelle; ciò significa che puoi inviare un racconto di 20 o 30 cartelle e il prezzo sarà sempre superiore ai 400€. Nel caso della TILA, poi, basta aggiungere una sola cartella in più e scatta la tariffa successiva, pari a 840€.

La nostra agenzia, invece, applica una tariffa flessibile e sempre proporzionata al testo ricevuto.

 

Il secondo fattore è ancora più importante: Dedalo non è un'agenzia di rappresentanza. Non entro nel merito delle specifiche agenzie nominate, ma una scheda preparata da un'agenzia di rappresentanza, il cui scopo ultimo è quello di rappresentare l'autore, difficilmente corrisponderà a quella di un agenzia di servizi come Dedalo, che invece ha come obiettivo la redazione stessa di una scheda elaborata e dettagliata. Noi ci premuriamo affinché la scheda spieghi davvero all'autore cosa non funziona (e cosa funziona, ovviamente) del suo testo, da un punto di vista contenutistico, stilistico e commerciale, e come migliorarlo.

 

Spero di aver chiarito i tuoi dubbi. :) 

  • Mi piace 4
  • Confuso 1
  • Grazie 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Black ha scritto:

Il secondo fattore è ancora più importante: Dedalo non è un'agenzia di rappresentanza. Non entro nel merito delle specifiche agenzie nominate, ma una scheda preparata da un'agenzia di rappresentanza, il cui scopo ultimo è quello di rappresentare l'autore, difficilmente corrisponderà a quella di un agenzia di servizi come Dedalo, che invece ha come obiettivo la redazione stessa di una scheda elaborata e dettagliata. Noi ci premuriamo affinché la scheda spieghi davvero all'autore cosa non funziona (e cosa funziona, ovviamente) del suo testo, da un punto di vista contenutistico, stilistico e commerciale, e come migliorarlo.

Ma le schede delle agenzie in genere sono dettagliate e non hanno come scopo ultimo la rappresentanza dell'autore, che in realtà è più un obiettivo dell'autore.

La scheda è un servizio a tutti gli effetti e deve prendere in considerazione tutti gli aspetti che hai citato. Io per es. ne ho appena ricevuta una di 5 pagine che ha messo in risalto pregi e difetti, stile, trama, titolo, commerciabilità, ecc.

Poi c'è, come in tutte le cose, chi le fa meglio e chi le fa peggio, chi fa osservazioni condivisibili e meno condivisibili (anche a seconda dei gusti), però non mi sembra nulla di diverso...

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, lapidus ha scritto:

Ma le schede delle agenzie in genere sono dettagliate e non hanno come scopo ultimo la rappresentanza dell'autore, che in realtà è più un obiettivo dell'autore.

Posso assicurarti che non tutte le agenzie di rappresentanza (mi riferisco solo a queste, non a tutte le agenzie) lavorano così. Fortunatamente, ci sono sempre delle eccezioni. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, lapidus ha scritto:

Ma le schede delle agenzie in genere sono dettagliate e non hanno come scopo ultimo la rappresentanza dell'autore, che in realtà è più un obiettivo dell'autore.

Esatto, è proprio così. È quello l'obiettivo dell'autore, che pensa più alla rappresentanza che alla valutazione, impossibile negarlo.

Di solito, come sapete, la valutazione di un'agenzia di rappresentanza nasconde comunque una possibile rappresentanza: paghi per una valutazione (che è un servizio) con la speranza che il testo piaccia all'agenzia e che, oltre a consegnarti la valutazione in sé, ti rappresentino (che è tutt'altro servizio, di natura profondamente diversa). Così funziona in Italia, di norma. Ricordo che questo è un meccanismo tutto italiano (facendo un discorso generico e senza la presunzione di fare di tutta l'erba un fascio, a volte può capitare che le agenzie usino la valutazione come un "gettone" da pagare con la speranza di essere rappresentati), che mischia servizi editoriali a rappresentanza, mentre in tutti gli altri paesi (vedi UK e Stati Uniti) sono due cose ben distinte. Non a caso anche qui sul forum c'è una sola sezione dedicata alle agenzie, e non due liste distinte (rappresentanza e servizi).

Ci sarebbe da fare un seminario intero su queste cose (e lo faremo :asd:),  qui sono off-topic ma nemmeno tanto, perché quello che volevo sottolineare è che l'autore, prima di pagare un servizio, dovrebbe prendere in considerazione l'obiettivo che ha. Con noi non sarà rappresentato, quindi se è quello l'obiettivo è ovviamente meglio evitarci.

Se invece si vuole investire sul testo e soprattutto su se stessi e sulla propria scrittura, noi assicuriamo che è lo stesso obiettivo che abbiamo noi: i servizi che offriamo mirano proprio a quello.

Resta inteso che l'autore possa fare scelte diverse e dirigersi verso altri lidi a causa di prezzi, obiettivi diversi e/o altre ragioni.

 

Grazie intanto per gli spunti, che testimoniano come il mondo editoriale italiano sia molto più complicato di quanto appaia sia dal lato dei professionisti, sia da quello della percezione esterna. Cercheremo di chiarire qualcosa di più anche riguardo tutti questi discorsi proprio nei seminari, che magari metteremo nero su bianco in futuro, così che chi non possa presenziare possa quantomeno recuperarne il contenuto sotto forma di libro, ebook o altro. Ci penseremo :D 

  • Mi piace 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti,

mi permetto di intervenire in questa discussione che finora ho osservato solo da lontano e in silenzio, come molte altre. I dubbi che hanno sollevato alcuni sono anche i miei. Vedo che oltre a Niko almeno altri due membri dello Staff fanno parte di questa agenzia di servizi, quindi sì, il concetto di "conflitto di interessi" a parer mio sussiste. Ma non perché non possiate avere una vostra agenzia, ma perché non sarete mai neutrali come moderatori in questa. Ci sono in questa discussione già quasi la metà degli interventi solo da parte dello Staff, o di in bocca al lupo o in difesa dell'agenzia stessa; per carità, lecito difendersi e spiegare le proprie ragioni e il proprio metodo di lavoro, però non mi pare interveniate così a spada tratta anche in difesa delle altre. In difesa poi senza nessun grande attacco, sono state solo espresse opinioni. Il dubbio di alcuni mi pare concreto, qui nessuno dello Staff (membro o meno dell'agenzia) oserà mai criticare questa agenzia o schierarsi dalla parte di chi espone delle perplessità, cosa che invece in altre discussione accade. Solitamente i moderatori intervengono per segnalare irregolarità o per smorzare i toni, qui non mi pare facciano questo. Per di più, poco sopra ne approfittate perfino per parlare velatamente male delle altre agenzie. Ho frainteso? Possibile, in tal caso mi scuso, però leggere che TILA e altre grandi agenzie non fanno schede valide come fate voi fa davvero sorridere. Dite poi che loro applicano tariffe fisse e voi no, ma abbiate pazienza, anche loro applicano la tariffa in base al numero di cartelle. D'accordo, loro hanno un range: da tot a tot si paga una cifra, poi una più alta e così via. Voi se scrivo 1800 battute mi fate pagare solo 2,50 euro. Va bene, prezzari diversi, ma considerando che un romanzo si aggira sempre intorno a un certo numero di caratteri, anch'io come @bloody vi trovo cari. Pagherei più voi che loro, e per quanto possiate essere bravi, perdonatemi ma non siete TILA, Grandi & Associati, Nicolazzini e tutto il cucuzzaro. Soprattutto perché se pago mi offrite la stessa identica cosa che offrono loro (ma senza la rappresentanza). Non vi sto attacando, sia chiaro, come non credo volesse farlo lui, sono solo punti di vista che in un forum penso sia giusto esprimere. Lo facciamo liberamente anche nelle altre discussioni sulle altre agenzie. E non è vero che per una sola cartella in eccesso applicano il costo successivo, e parlo per esperienza personale. Uno dei miei era un manoscritto che sforava di alcune cartelle la lunghezza prevista e mi hanno comunque fatto pagare il prezzo inferiore, lo stesso pagato per un manoscritto di meno di 200 cartelle.

Poi sinceramente non ho proprio capito l'intervento di @Black che riporto qui sotto:

12 ore fa, Black ha scritto:

Non entro nel merito delle specifiche agenzie nominate, ma una scheda preparata da un'agenzia di rappresentanza, il cui scopo ultimo è quello di rappresentare l'autore, difficilmente corrisponderà a quella di un agenzia di servizi come Dedalo, che invece ha come obiettivo la redazione stessa di una scheda elaborata e dettagliata. Noi ci premuriamo affinché la scheda spieghi davvero all'autore cosa non funziona (e cosa funziona, ovviamente) del suo testo, da un punto di vista contenutistico, stilistico e commerciale, e come migliorarlo.

Che cosa significa? Mi sfugge. Che TILA (e altri) non mi hanno redatto una scheda elaborata e dettagliata in cui mi veniva spiegato cosa funzionava e cosa no? Non è vero. Lo hanno fatto. E anche molto bene. Per di più lavorando con le grandi CE penso lo abbiano fatto anche con cognizione di causa, soprattutto nella parte della commerciabilità, e su come migliorarlo per renderlo vendibile.

Concordo con @lapidus, la rappresentanza è un obiettivo di noi autori. Poi se l'agenzia non è solo di servizi ma anche di rappresentanza, beh, ben venga che dopo aver letto e valutato il mio lavoro (valutato come lo valutano tutti, chi bene e chi meno, agenzie solo di servizi o agenzie di rappresentanza) mi offrano anche la rappresentanza presso gli editori. In fondo puntiamo tutti alla pubblicazione, o no?

Capisco il discorso di @Niko, in Inghilterra e Stati Uniti non funziona come in Italia. Lo so bene, io sono madrelingua e scrivo anche in inglese, mi è capitato di confrontarmi col mondo editoriale degli Stati Uniti: lì gli agenti letterari non ti considerano neppure se prima non hai fatto editare il testo da un editor professionista, qualificato, che gli agenti spesso e volentieri già conoscono e sanno come lavora (e i cui costi sono spesso da capogiro, e i tempi di attesa pure). E se ciò che intendevi è che ti piace di più il modello americano, ok, è un'opinione. Condivisibile o meno, ma più che lecita. Però noi siamo in Italia. Siamo autori italiani che scrivono in italiano e devono proporre le proprie opere in questo mercato, non in quello. Magari è vero ciò che dici, cioè che :

2 ore fa, Niko ha scritto:

a volte può capitare che le agenzie usino la valutazione come un "gettone" da pagare con la speranza di essere rappresentati), che mischia servizi editoriali a rappresentanza

ma rimane il fatto che mi redigano comunque una scheda di valutazione. Pago un servizio che viene comunque fatto. Buono, non buono? Al solito, dipende. Non sempre lo sono neanche le schede di chi fa solo servizi, come non sempre lo sono di chi fa anche rappresentanza. È sempre tutto molto soggettivo. Ovviamente chi riceve una valutazione positiva è sempre più portato a dire che la scheda è buona: siamo umani, ci piace chi ci fa i complimenti. Forse ora mi allargo, ma personalmente reputo che in Italia non abbia senso far valutare un manoscritto da un'agenzia di meri servizi. E spiego la mia opinione: il lavoro di editing o la stesura della scheda magari possono essere ottime, ma poi per arrivare a farmi rappresentare devo comunque passare per un'agenzia di diverso tipo, quindi interfacciarmi con persone diverse che magari non considereranno così perfetto il lavoro fatto. E mi riproporranno un editing o una scheda. Quindi dovrei sostenere una doppia spesa. A che pro? Tanto vale pagare direttamente l'agenzia che oltre al servizio poi potrà offrirmi anche la rappresentanza dato che dovrebbero ben sapere cosa cercano gli editor italiani, lavorando con loro quotidianamente. So che nel vostro sito siete stati trasparenti: dite che se l'autore cerca una rappresentanza non ha senso si rivolga a voi. Ecco, questa è la mia considerazione: non ha senso quasi mai. A meno che uno non voglia sapere com'è il suo libro, così, per mera curiosità. Io cerco persone che hanno i contatti con le case editrici, quelle di un certo calibro, alle piccole ci si arriva serenamente senza agenti e senza schede. Poi ognuno è libero di far valutare il proprio libro a chi vuole, ci mancherebbe. Solo, e qui concludo e mi scuso per la lunghezza dell'intervento, magari non screditate il lavoro altrui al fine di esaltare il vostro, perché purtroppo è questo che traspare da quanto avete scritto sopra.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, McInerney ha scritto:

Ma non perché non possiate avere una vostra agenzia, ma perché non sarete mai neutrali come moderatori in questa. Ci sono in questa discussione già quasi la metà degli interventi solo da parte dello Staff,

perdonami, intervengo anch'io ma solo in qualità di staffer anziano, diciamo pure decrepito ormai ;).

I moderatori intervengono nelle altre discussioni quando c'è qualcosa da moderare, e interverranno anche in questa ove ne fosse il caso.

L'agenzia è neonata e sta prendendo ora i primi contatti; non ha svolto tuttora un solo incarico.  Gli utenti s'informano, esprimono dubbi, richiedono chiarificazioni, qualcuno si complimenta e qualcuno manifesta perplessità sulla metodica.  Nessuno può ancora dire "sono bravissimi", "con me hanno fatto un lavoro da schifo" o esprimere qualsiasi altro giudizio.   Alle richieste d'informazione, ai dubbi e alle critiche si risponde, mi sembra ovvio: altrimenti rimangono irrisolte.  E a rispondere può essere soltanto uno staffer, dal momento che gli altri non potrebbero farlo perché non fanno parte del WD...

Se e quando vi saranno critiche basate sull'effettivo lavoro svolto dell'agenzia e se e quando minaccerà di accendersi un flame o qualcuno userà toni non consentiti o comunque violerà il regolamento, vedrete intervenire un moderatore (che non collabora all'agenzia, s'intende) per riportare la calma, spegnere il flame e, nel caso, prendere provvedimenti nei confronti di chi ha violato le regole.

Per ora le accuse di parzialità dello staff mi sembrano un po' premature, non credete?

Scusate la precisazione, che mi sembrava necessaria come membro dello staff, e buon proseguimento, grazie.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@McInerney Sinceramente io invece non capisco l'accanimento nei confronti della questione "conflitto d'interesse", che come ho già spiegato non esiste.

Dici che  ci sono risposte prevalentemente dello Staff (soprattutto mie), ma mi pare ovvio, visto che l'agenzia è la mia. Chi ti dovrebbe rispondere? :grat:

In altre discussioni d'agenzie di servizi o rappresentanza rispondono essenzialmente i proprietari, com'è giusto che sia, a difendere la propria realtà o spiegarla a tutti. In questo caso sono anche uno Staffer, ma di certo non mi metterò a moderare, bannare o redarguire in questa discussione. Rispondo però per la Dedalo e per la mia attività professionale.

 

Potrei risponderti punto per punto su tutto il resto, ma visto i pregiudizi di base mi pare inutile.

Mi limiterò solo a dire che no, non ho messo in discussione il lavoro delle altre agenzie, parlavo di fatti e ti prego di leggere con più attenzione quanto scrivo. Qualora tu voglia approfondire la questione in generale, contattami pure in privato, qui rischio di annoiare gli altri utenti :) 

 

Ognuno è libero di dire il suo pensiero (da entrambe le parti) e di fare critiche costruttive (alcune delle tue lo sono e ti ringrazio per questo). Per quanto riguarda il lato professionale, prima di dire la vostra vi suggerisco di provare un'esperienza diretta o, in mancanza, di limitarvi ad aspettare i fatti, quantomeno! Altrimenti parliamo di aria fritta.

Siamo appena partiti.

 

Ricordo poi a tutti che gli autori hanno una testa funzionante e che possono decidere di rivolgersi o meno alla Dedalo. Tu, per esempio, dici che è inutile e rispetto il tuo pensiero, seppur non sia ovviamente d'accordo; magari ci saranno persone che invece lo riterranno utile e vedranno coi loro occhi in cosa sarà utile e cosa no.

La Dedalo non è l'unica agenzia di servizi sulla piazza, quello che di nuovo offriamo è il nostro approccio, la nostra professionalità e passione, e la presenza di seminari dedicati a un pubblico prima invisibile (gli scrittori che non vogliono solo imparare a scrivere, ma che vogliono conoscere il mondo editoriale, spesso nascosto e complicato nei meccanismi). Se non piace, ci si può rivolgere tranquillamente altrove. Se piace, faremo di tutto per arrivare a un risultato di qualità.

Grazie e buon proseguimento a tutti!

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Niko per la risposta.

 

17 minuti fa, Niko ha scritto:

Mi limiterò solo a dire che no, non ho messo in discussione il lavoro delle altre agenzie, parlavo di fatti e ti prego di leggere con più attenzione quanto scrivo.

Ho letto attentamente, mi scuso se ti sei sentito offeso, ma non parlavo di te direttamente, ma di quanto ha scritto il Black che, se non ho capito male, lavora comunque insieme a te nella tua agenzia. Scrive:

13 ore fa, Black ha scritto:

una scheda preparata da un'agenzia di rappresentanza, il cui scopo ultimo è quello di rappresentare l'autore, difficilmente corrisponderà a quella di un agenzia di servizi come Dedalo, che invece ha come obiettivo la redazione stessa di una scheda elaborata e dettagliata. Noi ci premuriamo affinché la scheda spieghi davvero all'autore cosa non funziona (e cosa funziona, ovviamente) del suo testo

O scrive anche, quando Lapidus fa presente che anche le schede delle altre agenzie sono dettagliate:

4 ore fa, Black ha scritto:

Posso assicurarti che non tutte le agenzie di rappresentanza (mi riferisco solo a queste, non a tutte le agenzie) lavorano così. Fortunatamente, ci sono sempre delle eccezioni.

Tutto qui. A me, e ripeto ancora, mia personalissima opinione, era parso un dare contro ad altri per dire noi lavoriamo meglio. Se non era questo che intendeva, mi scuso, ma questo è ciò che ho percepito io.

Poi, certo, hai ragione a dire che prima di dire la nostra dovremmo avere un'esperienza diretta, però è anche vero che tanti qui sul forum scrivono nelle discussioni di agenzie e case editrici senza averle mai provate, ma solo sulla base di quanto propongono nel loro sito. Del resto prima di provare si guarda ciò che viene offerto. Si commenta sulla base dei ciò che viene proposto. Io, come altri qui sopra, ho solo fatto questo. Nessun attacco, mi preme ribadire. Non ce l'ho con te né con le agenzie di servizi, ho solo espresso un parere personale.

Poi ovvio, come dici tu, e come avevo detto anch'io, ognuno poi è libero di valutare e scegliere ciò che preferisce. Ci mancherebbe.

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, McInerney ha scritto:

era parso un dare contro ad altri per dire noi lavoriamo meglio

Non era questa la mia intenzione. Perdonami se ti ho dato questa impressione.

Il mio discorso era soggettivo e relativo a informazioni che ho ricavato nel corso degli anni (e che ho sempre espresso, anche prima dell'esistenza di Dedalo), ma non era né riferito a specifiche agenzie, né volto a elevare Dedalo (anche perché l'agenzia è nata da poco).

Capisco che in questo caso l'intento possa essere travisato, quindi mi scuso per l'equivoco. :) 

  • Mi piace 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dico la mia.

Qualcuno pensa  forse che i moderatori vivano d’aria?

Sono “professionisti” del settore e, dato che qui si scrive d’autori e di lettori, non vedo che ci sia di male se a moderare siano editor ed ex librai… (a chi alludo?)

Anzi, io li preferisco agli “improvvisati”.

Vedremo, e mi auguro presto, il giudizio dei clienti: per il momento, qualsiasi sospetto, anche quello sulla presunta parzialità, è prematuro. Stiamo cianciando del nulla, anzitempo e fuori argomento: nessuno ha esperienza diretta con l’agenzia. L’unica osservazione che posso osare è che, di persona o “di penna”, conosco i componenti della Dedalo, li stimo e credo che non deluderanno clienti e sognatori.

  • Mi piace 3
  • Grazie 2
  • Non mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, Fraudolente ha scritto:

Stiamo cianciando del nulla, anzitempo e fuori argomento: nessuno ha esperienza diretta con l’agenzia.

 

Del nulla e fuori argomento? Oddio, è perché mai? Io non ho esperienze dirette con tante agenzie, ma ho comunque commentato nelle discussioni relative, questo sulla base di quanto propongono nel loro sito. E lo fanno tutti continuamente. Personalmente ho fatto lo stesso anche in questo caso. Se, come ha detto @bloody, la somma da sborsare per un servizio da loro offerto sembra eccessiva, perché non possiamo dirlo? Solo perché non ho usufruito del servizio? Mica ho detto che lavorano male, o che lavorano bene; è questo che non posso sapere, perché come dici tu non ho esperienza diretta. Ma nessuno infatti ha detto questo. A me sembrano cari a fronte di ciò che offrono. Ed è la mia opinione. Tu @Fraudolente ne hai una diversa perché li conosci e li stimi. Sta bene. Io non li conosco e quindi mi posso basare solo su quello che leggo nel sito. Ognuno è libero di pensarla come crede e dire la propria. Come tu hai detto la tua noi abbiamo detto la nostra. Non c'era da parte mia intento di fare polemica, mi spiace se è sembrato così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×