@Stevesteve Ciao, a primo impatto non ho apprezzato il modo in cui sei ripetutamente andato a capo, quasi ad ogni periodo. Lo stile è fortemente paratattico, quindi quasi totalmente privo di subordinate che a parer mio attribuiscono maggior consistenza al testo. In questo caso, devo dire, la consistenza che avrei sperato di trovare nella forma l'ho rinvenuta invece nel significato. Voglio dire che il messaggio, nonostante scritto in maniera molto semplice, è arrivato con la dovuta forza; non sono in grado di rilevare se vi fosse o meno l'intenzione, lacuna cui intendo ovviare leggendo alcuni tuoi altri racconti.  L'immagine dell'uomo di mezza età mi ha fatto pensare a qualcosa di ben poco attraente, ma d'altra parte il pensiero sviluppato sulla venticinquenne che sale con lui in ascensore mi fa pensare ad una sorta di frustrazione dovuta proprio al suo aspetto; dall'altro lato si collocano il suo lavoro soddisfacente e il desiderio di mettersi alla prova. Ed ecco il motivo per cui non credo che si tratti di frustrazione. Credo, piuttosto, che sia un uomo superbo e molto sicuro di sé, al punto di sentirsi in diritto di pensare di porre fine alla vita di qualcuno. Non so, ripeto, se questo sia casuale ma, nel caso, c'è una continuità logica che fornisce consistenza. Veniamo però a questioni di forma:     Meglio "in ascensore". Credo sia corretta questa forma perché, di fatto, si sale dentro l'ascensore e non sopra la cabina.      Premettendo che mi piace questa continua alternanza tra i punti di vista dei personaggi così diversi tra loro, trovo i pensieri di lui molto rudi, eccessivamente. E' probabilmente una questione di preferenze, ma credo avresti potuto esprimere i concetti in modo più velato e ugualmente diretto.  Mi permetto un esempio :  "pensò che avrebbe potuto abusare di lei, nonostante il poco tempo a disposizione; d'altra parte mica sarebbe stato necessario riversare in lei il suo piacere".   Credo che il tuo racconto sia molto diretto e, personalmente, non apprezzo i racconti in questa forma. Credo che i personaggi dovrebbero essere connotati in modo più preciso; per avere più effetto, il racconto dovrebbe accennare a qualche elemento in più delle vite dei personaggi.    Concludendo, ho apprezzato l'alternanza dei punti di vista, ma avrei preferito un testo più ricco dal punto di vista lessicale, più ipotattico e una descrizione più approfondita dei personaggi.  Spero che questo feedback ti sia utile,   a presto!