Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

frideos

L'ultima domenica

Post raccomandati

9788868923839_0_0_0_75.jpg

 

Titolo: L'ultima domenica
Autore: Francesco Mineo
Collana: Le Fenici

Casa editrice: Montag
ISBN: 9788868923839

Data di pubblicazione (o di uscita): 23/10/2019
Prezzo: 18€

Genere: Thriller/Mistery

Pagine: 230

 

Ryan Norrell è un dipendente del "Palmer & sons", un noto negozio di antiquariato della città di Newdroit. L'equilibrio instabile della sua vita routinaria e intrisa di apatia viene messo a repentaglio quando, giunto tra le sue mani un misterioso oggetto per una sua valutazione, riceve una telefonata anonima da parte di uomo che lo informa sulla sua particolarità. Tra conflitti interiori, una donna di nome Elaine - che appare solo nei suoi sogni -, e la necessità di scoprire l'identità dell'uomo e la verità su una presunta maledizione che colpisce i precedenti proprietari dell'oggetto, si troverà a rivalutare ogni aspetto della sua vita.

 

 

Link all'acquistoMondadori store - laFeltrinelli - IBS

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, vorrei segnalarvi la prima recensione ricevuta dal mio romanzo. E' strano perchè ero sicuro che sarebbe stato fatto a pezzi, conscio della mia inesperienza di scrittore alle prime armi, leggere che è stato apprezzato mi ha sorpreso, soprattutto perchè sono stati colti punti a cui io tenevo particolarmente, ed è una cosa molto piacevole.

 

"L'ultima domenica" è un romanzo che vi regalerà una storia coinvolgente, fatta di passioni come l'amore o l'ossessione, vi trascinerà sulle strade della ricerca e della comprensione, in una giostra piacevole, un posto dove amerete stare.

 

Potete leggere la recensione completa qui.

 

Allego anche il link per l'acquisto su Amazon.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E dopo una bella recensione, ecco la prima stroncatura (in realtà mi aspettavo solo queste:-)). Dispiace leggere cose negative sul proprio romanzo, più di quanto potessi immaginare, e va accettato. Quello che più mi dispiace, però, è il notare quanto spazio venga dato alla "non simpatia" suscitata dal protagonista e alle sue scelte di vita non condivise, senza neanche accennare, come se rappresentassero solo un fastidioso contorno da mandare giù, importanti tematiche quali il percorso di emancipazione del protagonista, dell'ossessione, della depressione, dell'amore, della misantropia, delle relazioni interpersonali sui luoghi di lavoro.

 

Quota

 

Ryan è un protagonista tutt’altro che facile da amare. Vive la sua vita in un costante stato di apatia; è annoiato da qualsiasi cosa, non ha nessuno scopo nella vita, vive il lavoro come una noiosa routine che è costretto ad affrontare e non si prende delle responsabilità nemmeno con la ragazza che gli piace e che gli sta a fianco offrendogli di continuo il suo supporto e il suo amore.

Insomma, dire che lo avrei preso volentieri a schiaffi è dire poco.

Non sei contento della tua vita? Smettila di piangerti addosso e prova a cambiarla. Chiedi aiuto se serve. Puoi non amare te stesso, ma non significa che devi trattare male anche chi ti ama.

 


Ad ogni modo, potete leggere la recensione completa qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, vi segnalo una nuova recensione. Anche in questa è stata evidenziata l'antipatia suscitata dal protagonista del mio romanzo (dovrò abituarmi all'idea...), ma è stato anche evidenziato il suo importante percorso di ricerca interiore, e questo mi fa piacere.

 

Quota

Nel libro ciò che colpisce di più, al di là della trama ricca, è il mutamento del protagonista. Da uomo mediocre, che non si sente coinvolto da nulla, diventa protagonista attivo della sua esistenza. Rischia, si mette in pericolo, esce allo scoperto mentre cerca la soluzione a questo enigma legato alla maledizione.

 

C’è un netto cambio di passo tra la prima parte del romanzo e la seconda, tra l’essere piatto del protagonista all’essere coinvolto e sconvolto da una storia più grande di lui. E il lettore apprezzerà di sicuro questa evoluzione di Ryan, soprattutto quando ne capirà il motivo, così come apprezzerà il mistero legato all’oggetto.

 

Potete leggere la recensione completa qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×