Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Marissa1204

Cuore e Mente di Alessia Di Palma

Post raccomandati

 

Titolo: Cuore e Mente
Autore: Alessia Di Palma

POD: lulu.com
ISBN: cartacea: 978-0-244-81921-7 ; ebook: 978-0-244-81955-2

Data di pubblicazione (o di uscita): Settembre 2019
Prezzo: (della versione cartacea e digitale) € 10,00 - € 3,99

Genere: Drammatico romantico

Pagine: 200

Quarta di copertina o estratto del libro:

Andai dritta nella sua stanza [di mio padre] e trovai mia sorella in piedi fuori dalla porta. Aveva la faccia pallida, potevo notarlo anche alla luce tenue della lampada.

«Michela, che fai qui?»

«Non riesco ad entrare! Ho paura!»

Aveva otto anni allora, ma era abbastanza alta per la sua età. Del resto i nostri genitori lo erano, quindi non poteva essere altrimenti. La presi sotto braccio ed entrammo. Vedendoci, tutti uscirono, anche la mamma. La stanza era avvolta in una luce tenue: le persiane erano sprangate, per tenere il freddo fuori. C'era solo la lampada da comodino accesa e illuminava il volto di nostro padre, disteso nel letto sotto le coperte. Tossiva.

«Gli farà bene vedervi, insieme e unite, come siete sempre state!» ci disse. Michela non capiva. Io avevo visto il viso di mia madre, come non mi era mai apparso: scavato, scosso e negli occhi potevo vedere il cuore spezzato, talmente tanto da essere rimaste solo le briciole. Avevo capito. Adesso il mio compito, in quanto primogenita, era quello di mandare giù quel boccone amaro e di sostenere mia sorella. Papà era madido di sudore, aveva gli occhi chiusi e respirava a fatica.

«Papà?» lo chiamai io, timidamente. Lui aprì appena gli occhi: aveva una benda umida sulla fronte, forse per cercare di far scendere la febbre. «Principesse!» mormorò, accennando un sorriso. Noi ci appoggiammo sul suo petto che si sollevava a fatica.

«Ora sei tu l’organista di famiglia, Vale!» mormorò. Io chiusi gli occhi: sentirmi dire quella frase, aveva reso tutto così definitivo e io non ero pronta ad affrontare quella situazione.

«No, papà! Non sono pronta! Non puoi lasciarci! Starai bene, vedrai!»

Anche Michela aveva sollevato la testa e guardava me e poi papà, capendo senza volerlo. Lui sorrise. «Lo sei!» Chiuse gli occhi, ma respirava ancora.

«Papà! Non andare via!» mugolavo, come se con la mia voce potessi trattenerlo qui, da quel qualcosa che lo stava trascinando giù. Mamma ci raggiunse e si sedette accanto a noi, recitando il rosario.

«Papà! Ti prego! No!» urlavo con tutta me stessa, mentre cominciavo a sudare freddo e sentivo quella litania nelle orecchie che accresceva il mio panico.

«Ave Maria, piena di grazia...!» recitavano le donne, mentre io continuavo ad urlare a mio padre di non lasciarmi. Mia madre mi accarezzò la testa e solo così mi calmai. Appoggiai il capo sul petto di nostro padre, come mia sorella: mi ricordai di quando eravano piccole e avevamo paura dei mostri. Rimanemmo cullate dal suo respiro sempre più lento e affaticato, finché ci addormentammo. I ricordi con il nostro papà si facevano breccia nella nostra mente, consapevoli che sarebbero stati gli ultimi. Sembrava un film, uno di quelli che vedi in un cinema di seconda mano. E più vedevo il suo viso nei miei pensieri, più il cuore sanguinava e le lacrime scendevano a fiumi. La mattina dopo, eravamo tutti per strada vestiti di nero: le donne con i veli sul volto e gli uomini con i cappelli. Al momento di dare l’ultimo saluto a mio padre, giurai di averlo visto all’organo dove eravamo sempre soliti suonare insieme. Mi fece un cenno e io gli sorrisi, per poi scomparire. E con lui anche la mia passione.

Link all'acquisto: https://www.lulu.com/shop/search.ep?keyWords=alessia+di+palma&sorter=publicationDate-desc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×