Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Kikki

Le ragazze - Capitolo 17 - 3/3

Post raccomandati

 

«E Kamelia?» mi scappa prima di riuscire a formulare un qualsiasi altro pensiero.

«Di lei non so niente, non figura nella denuncia e nessuno l’ha nominata».

«Questo elimina ogni dubbio», esclama Davide. «Dovranno ricredersi anche gli altri e tornare. Sappiamo tutti che Adriana ce l’aveva con i volontari e soprattutto con te per qualche ragione...»

«Per quale ragione ce l’ha tanto con te?» chiedo.

«Perché quando è scappata sono stato io a proibirle di tornare. Sono stato io anche a dire a Kamelia che Adriana voleva iniziare un percorso con noi… e non me lo perdonerò mai».

«Non è stata colpa tua; il momento sembrava buono e Kamelia pareva davvero disposta a cambiare vita, non potevi sapere...» dice Davide.

«Non era una questione di sapere o non sapere: non è stato professionale, non è una questione di opinione. Hanno ragione le altre associazioni quando dicono che non sappiamo quello che stiamo facendo. Ci siamo improvvisati operatori di strada senza avere una base concreta a sostenerci. Mi rendo conto ora dei rischi che abbiamo corso tutti noi e della leggerezza con cui abbiamo trattato l’argomento».

Questo mi indispone e mi mette a disagio.

«Possiamo imparare, però, seguire dei corsi, lavorare con altri. Ci sono davvero tanti aspetti che possiamo curare. Torino è stato un buon primo passo. Possiamo cercare la collaborazione di figure professionali».

Roberto scuote la testa mentre parlo.

«No, finisce qui, ragazzi. Io non posso continuare; Marzia e le altre hanno ragione: tutte queste voci, la denuncia, gli articoli di giornale. Niente di tutto questo ci favorisce. Io vi comprometto; se volete continuare, fatelo con le altre».

«Niente di tutto questo aiuta le ragazze. L’ha detto anche Simone e ha ragione», dice Davide.

«Ma scusate, e Maddalena cosa c’entra in questa storia? Mi sembrava che aveste un bel rapporto», intervengo.

«Che importa, Erika, il rapporto che avevano lei e Roberto o lei e tutti i volontari? Evidentemente è scattato qualcosa che le ha fatto cogliere l’occasione». Davide rimane silenzioso, come se riflettesse su qualcosa. «Secondo me è successo qualcosa di brutto a Kamelia dopo che Kabim è stato arrestato e Maddalena forse si è ritrovata libera di pensare solo a se stessa».

«E salvarsi il culo a spese di Roberto? Non riesco affatto a collegare la sua faccia sorridente a una cosa del genere».

«Non guardare alle cose col tuo metro di misura. Pensa alla fatica che ha fatto Maddalena per sopravvivere fino qui e per proteggere sua sorella e sua madre nel frattempo».

«Lo capisco; non pensare che non mi renda conto della forza che ci vuole. La vedo bene». Sono dispiaciuta e ferita da questa giornata che si sta rivelando più pesante del previsto. Credo di averne abbastanza e non vedo l’ora di ritrovarmi tra gli scaffali da riempire. «Solo che mi fa pensare che siamo tutti soli. Ognuno fa solo quello che gli conviene e basta».

«È la vita, Erika», dice Roberto. «Maddalena è sempre stata gentile con noi, ma questo non vuol dire che lei abbia sempre avuto a cuore solo i suoi interessi e quelli di Kamelia».

«Esatto», conclude Davide. «In questo modo si sta creando una possibilità di cominciare una vita e di ricevere supporto. Non rimanerci male, lo scopo di Maddalena non è di fregare qualcuno, ma di sopravvivere. È la vita, ha ragione Roberto».

«Ma che vuol dire, è la vita? Allora, anche quello che succede alle ragazze è la vita». Non sono brava a essere diplomatica e ora non mi sfiora nemmeno il cervello, voglio solo buttare fuori tutta la mia delusione. «Dovremmo accettare anche quello? Che cos’è che stavamo facendo fino adesso? A me non va bene così, non mi va affatto di pensare che ognuno è solo sulla sua barca e che siamo tutti contro tutti e anche stronzate del genere. Da soli non andiamo da nessuna parte, bisogna smetterla di pensare che siamo soli e che possiamo prenderci cura solo del nostro piccolo angoletto».

«Dai, Erika, non credo che Roberto intendesse questo. Lo sa anche lui, se no non avrebbe mai aperto questa associazione».

«No, ha ragione lei: ma io non ne ho più voglia. Non posso più combattere, non trovo la forza. Sarà da egoisti o da quello che vuoi, ma ho bisogno di pensare solo a me. Me ne tiro fuori». Roberto mi guarda dritto in faccia, proteso in avanti con il corpo appoggiato alla parete per metà. «E credo che sia la cosa migliore per tutti. Anche per le ragazze».

«Cosa vuoi che facciamo quindi? Le pattuglie devono interrompersi? Come funziona in pratica?» chiede Davide.

«Finiamo la settimana se ne avete voglia, salutiamo le ragazze, le informiamo di quello che sta succedendo e poi chiudiamo», dice Roberto. «Mi dispiace davvero, sai, Erika. Questa associazione è stata tutta la mia vita per molto tempo, capisco come ti senti, ma è davvero ora che io mi dedichi ad altro».

«Lo so», ammetto dopo un po’. «È solo una giornata di merda e io sono stanca e delusa e anche ferita. Mi passerà».


 

Trascorro le ore seguenti a cercare di svuotare la mente concentrandomi sui prodotti da riordinare negli scaffali. Non ho successo perché continuo a pensare che voglio fare qualcosa. Non posso unirmi a questo nuovo progetto di Simona e delle altre, c’è troppa acredine, troppo astio tra di noi, non ne verrebbe fuori niente di positivo. Ma qualcosa devo fare, forse attraverso gli articoli di giornale.

Smetto di fingere di non pensare solo a questo e mi immergo nelle possibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

L’ha detto anche Simone e ha ragione

Simona?

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

«Lo so», ammetto dopo un po’. «È solo una giornata di merda e io sono stanca e delusa e anche ferita. Mi passerà».

Secondo me la protagonista-narratrice dovrebbe aggiungere il motivo per cui si arrende così. Qualcosa come "non posso nulla contro le decisioni di Roberto" o un "decido di lasciare perdere" o altro... questa improvvisa resa mi sembra... improvvisa!

 

Recupero gli altri due frammenti e ti lascio un commento unico. In questo capitolo si assiste alla resa: l'associazione (sembra che) si sfalda per via di un fatto che la mina alle fondamenta. Da una parte c'è la delusione nel vedere un gruppo unito (?) che non crede più nel suo punto di riferimento, dall'altra anche questo che sembra un po' troppo rassegnato. Dal punto di vista umano (parere personale) e da quanto leggo è strano che le collaboratrici di lunga data se ne vadano così etichettandolo come colpevole (pur senza dirlo): magari ci sta, magari pensano che ormai l'immagine è compromessa... quello che è più strano è che lo stesso Roberto ha smesso di lottare. Quello che ha preso Erika sotto braccio nelle prime uscite, quello che ha portato avanti i propri ideali nel bene e nel male (penso a Kabim, per esempio), quello che qualche capitolo fa (il n. 10 se non erro) ha ribadito dove si muovesse l'associazione - ricordi? quando ti ho detto che per la prima volta appare chiaro e tondo il ruolo dell'associazione.

Posso dirti che questo capitolo mi lascia l'amaro in bocca... ma non c'entri tu, è il proseguo della storia, ti lascio un feedback da lettore.

La domanda che ora mi sorge spontanea è... che farà Erika?

Alla prossima lettura, @Kikki,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno @bwv582:)

14 ore fa, bwv582 ha scritto:
Il 10/10/2019 alle 09:49, Kikki ha scritto:

L’ha detto anche Simone e ha ragione

Simona?

refuso!

14 ore fa, bwv582 ha scritto:
Il 10/10/2019 alle 09:49, Kikki ha scritto:

«Lo so», ammetto dopo un po’. «È solo una giornata di merda e io sono stanca e delusa e anche ferita. Mi passerà».

Secondo me la protagonista-narratrice dovrebbe aggiungere il motivo per cui si arrende così. Qualcosa come "non posso nulla contro le decisioni di Roberto" o un "decido di lasciare perdere" o altro... questa improvvisa resa mi sembra... improvvisa!

come mai ti sembra improvvisa? La riunione precedente e tutta la situazione di Roberto non sono abbastanza come motivazione per sentirsi così secondo te? Mi sembrava giustificato, dici che devo spingerci di più?

14 ore fa, bwv582 ha scritto:

magari ci sta, magari pensano che ormai l'immagine è compromessa... quello che è più strano è che lo stesso Roberto ha smesso di lottare.

bisogna che ci pensi. Forse tutto questo deve essere sottolineato meglio anche nei capitoli precedenti fino ad arrivare alla resa finale. Forse dovrei spingere sulla delusione di Roberto dal momento della denuncia in poi.

La cosa strana è che le parti che mi segnalate come poco credibili o più deboli insomma nella trama sono tutte accadute davvero! La trovo una cosa incredibile, non può essere una coincidenza, forse mi ci impegno meno perché non devo fare lo sforzo di inventare, ma solo di raccontare.

Grazie mille come sempre @bwv582 mi fai sempre fare delle riflessioni utili :flower:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Kikki ha scritto:

come mai ti sembra improvvisa?

Improvvisa è in senso lato. Nel senso che Roberto è quello che ha sempre lottato, che ha "introdotto" Erika - accompagnandola nelle prime uscite - quello che era certo della propria posizione, ... Perché di colpo si arrende? Per una voce? Forse è "più" colpevole di quello che sembra?

(non faccio più domande sennò sembra Voyager quando manda la pubblicità :pop:)

5 ore fa, Kikki ha scritto:

La cosa strana è che le parti che mi segnalate come poco credibili o più deboli insomma nella trama sono tutte accadute davvero!

Forse perché alla fine è sempre la realtà con le sue sfaccettature a vincere sulla funzione: l'irrazionalità umana è la trama migliore. :pop:

:ciaociao: e buona domenica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggi;) , continuo a leggere sapendo che, Arianna e Maddalena hanno denunciato Roberto.

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

«Questo elimina ogni dubbio», esclama Davide. «Dovranno ricredersi anche gli altri e tornare. Sappiamo tutti che Adriana ce l’aveva con i volontari e soprattutto con te per qualche ragione...»

Non capisco che dubbio elimina?

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

«Non guardare alle cose col tuo metro di misura. Pensa alla fatica che ha fatto Maddalena per sopravvivere fino qui e per proteggere sua sorella e sua madre nel frattempo».

Preferirei: le cose

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

«Ma che vuol dire, è la vita? Allora, anche quello che succede alle ragazze è la vita». Non sono brava a essere diplomatica e ora non mi sfiora nemmeno il cervello, voglio solo buttare fuori tutta la mia delusione.

Che cosa significa: e ora non mi sfiora nemmeno il cervello?

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

non mi va affatto di pensare che ognuno è solo sulla sua barca e che siamo tutti contro tutti e anche stronzate del genere.

Spiegherei meglio questa frase. L'ultima frase stona.

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

 «È solo una giornata di merda e io sono stanca e delusa e anche ferita. Mi passerà».

Preferirei:  io sono stanca, delusa e ferita. Suona meglio

 

Il 10/10/2019 alle 08:49, Kikki ha scritto:

Smetto di fingere di non pensare solo a questo e mi immergo nelle possibilità.

:DBel finale.

 

Conclusione: noto molta rassegnazione nei personaggi. Davide e Roberto sono pessimisti e reali, invece Erika se pur arrabbiata e delusa con il mondo intero, sembra determinata ad andare avanti. In questo capitolo il personaggio di Roberto passa dall'essere presidente all'essere una vittima debole. Mi ha fatto un pò di compassione. Chiuderà o non chiuderà questa casa protetta? Secondo me lo scopriremo presto.

Un caro abbraccio.:hug:

Flo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccoti anche di qua @Floriana:)

15 ore fa, Floriana ha scritto:
Il 10/10/2019 alle 09:49, Kikki ha scritto:

«Questo elimina ogni dubbio», esclama Davide. «Dovranno ricredersi anche gli altri e tornare. Sappiamo tutti che Adriana ce l’aveva con i volontari e soprattutto con te per qualche ragione...»

Non capisco che dubbio elimina?

la colpevolezza di Roberto. Questo dimostra che è innocente perché Adriana ce l'ha sempre avuta con lui e farebbe qualsiasi cosa per vendicarsi

15 ore fa, Floriana ha scritto:
Quota

«Ma che vuol dire, è la vita? Allora, anche quello che succede alle ragazze è la vita». Non sono brava a essere diplomatica e ora non mi sfiora nemmeno il cervello, voglio solo buttare fuori tutta la mia delusione.

Che cosa significa: e ora non mi sfiora nemmeno il cervello?

è un'espressione venuta male forse, rileggendola non mi piace affatto. Intendevo dire che Erika non ci pensa nemmeno in questo momento a essere diplomatica

15 ore fa, Floriana ha scritto:

Mi ha fatto un pò di compassione.

questo è bene, ne sono felice!

Ti ringrazio tanto Flo per i tuoi commenti, un abbraccio anche a te:hug:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×