Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Silverwillow

Quando diventa necessario farsi un sito/pagina autore?

Post raccomandati

2 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Ammetto che spesso mi sento fuori posto nel mondo dei social, come se fossi capitata su un pianeta alieno:D 

come ti capisco! Ho appena aperto il profilo instagram e non ci capisco niente, già me la cavavo male con fb, ora vado di male in peggio; sto cercando di imparare e mi mancano davvero le basi. Per ora mi limito a caricare foto relative ai miei libri, ammetto che non so fare gli hashtag e che mi sembra di perdere del tempo. Lo so che non è vero e che tutto questo è utile alla promozione dei libri, il problema di fondo è che sono proprio un'incapace :asd:, ma cercherò di migliorarmi.

Per quanto riguarda la pagina fb io ho tenuto la mia dove non pubblicavo più niente credo da anni, ora pubblico solo post relativi ai miei libri, ma il mio passato rimane lì in agguato :P

  • Mi piace 1
  • Divertente 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Kikki Io ho aperto il profilo IG ieri. Due ore perse a capire come pubblicare dal PC, non si può. Non sono su FB, mai aperto profilo di nessun tipo e ho esordito 10 anni fa, al'apoca mia sorella mi aprì un blog che aveva come nome il titolo del romanzo, è andato bene, poi l'ho chiuso e dal 2012 ho un blog di libri, free, non ho mai comprato il dominio, poco professionale? Pazienza, dove promuovo i miei libri e quelli che mi piacciono. Devo dire questo, grazie al blog ho fatto una decina di presentazioni dei miei libri, lettori che si sono messi a disposizione organizzando per me, è tutto molto alla mano, tipo chiacchiera tra amici e funziona.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Dominik G. Cua ha scritto:

però cavolo, non vedo l'ora di pubblicare e di aprirne una. Deve essere una bella emozione! 

Pubblicare è sicuramente una cosa bellissima, promuoversi e seguire account social un po' meno;). Comunque consiglierei di creare la pagina già prima di pubblicare (sempre che si abbia intenzione di continuare a scrivere, per un solo libro forse non vale nemmeno la pena farla).

 

5 ore fa, Kikki ha scritto:

Ho appena aperto il profilo instagram e non ci capisco niente, già me la cavavo male con fb, ora vado di male in peggio; sto cercando di imparare e mi mancano davvero le basi.

Visto, ti seguo(y) Io l'ho aperto qualche mese fa, e all'inizio anch'io caricavo foto a basta, ma pian piano (anche cercando tutorial online) ho imparato come funzionano le storie, ecc.. Per gli hashtag i primi tempi mi sono segnata quelli usati da blogger e altri autori, tenendo conto anche della loro popolarità. Per esempio ho capito che la cosa migliore è metterne alcuni molto seguiti e altri meno, così si amplia la visibilità (usare l'hashtag #romanzo o #libro ad esempio è inutile perché ha milioni di post e andrebbe sprecato). Alcuni ho cercato perfino di inventarli, scoprendo che già esistevano tutti:D Comunque poi le cose si imparano facendole.

 

@Bambola Ormai ci si aspetta che gli autori abbiano dei profili almeno su due-tre social. Quella del blog è una bella idea, vedo che moltissimi scrittori ne hanno uno. Oltre che per promuoversi è utile per fare conoscenze nel settore, magari collaborando con altri blog, scrittori o editori. Ci ho pensato anch'io, poi ho calcolato il tempo che mi avrebbe preso per fare le cose bene e ho lasciato perdere. Magari più avanti...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come è stato portato all'attenzione anche da altri (solo che io non sono operatore editoriale, quindi se lo scrivo io spuntano le faccine casuali) è necessario il sito con dominio con nome e cognome. Con le piattaforme si possono creare siti veramente belli che rimandano un'immagine di professionalità e racchiudono tutto ciò che vi riguarda.

Instagram se non hai un certo numero di follower non ti concede neanche di linkare i contenuti ed è una vetrina per contenuti fotografici; molto utile per le foto delle presentazioni e tutta una serie di contenuti colorati, anche legati ai videogiochi o ai paesaggi se volete spezzare.

Twitter era la tribuna politica e di scambio culturale di internet ma ora è diventato la succursale di facebook. E comunque l'account dev'essere in positivo in termini di follower, altrimenti una serie di post senza riscontro, senza condivisioni di altri che parlano di voi e un account autore con più seguiti che seguito fa una brutta figura.

Facebook è una gabbia aperta. Utile per farci la pagina per condividere gli articoli su di voi e per scrivere sui gruppi di scrittura quando ci si annoia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Silverwillow ha scritto:

Pubblicare è sicuramente una cosa bellissima, promuoversi e seguire account social un po' meno;). Comunque consiglierei di creare la pagina già prima di pubblicare (sempre che si abbia intenzione di continuare a scrivere, per un solo libro forse non vale nemmeno la pena farla).

Promuoversi fa parte del divertimento :D Faticoso, questo sì, ma ne vale la pena!
Per la pagina facebook... Visto che pubblicherò  perlopiù robe inerenti al libro, penso che la aprirò a una settimana dalla pubblicazione. E sì, continuerò a scrivere per tutta la vita, poco ma sicuro! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×