Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Sarettyh

[FdI 2019-3] Un cuore furioso

Post raccomandati

Ciao @Sarettyh

Ho voluto pensarci prima di commentarti. L'ho letto diverse volte il tuo racconto e non volevo dire stupidate a caldo.

Magari adesso le dico a freddo, boh:D vediamo.

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

Sfilai lo slip di Angelica e mi adagiai su di lei; i suoi occhi terrorizzati bramavano desiderio.

«Ti fidi di me?» le chiesi.

Annuì; si avvinghiò a me e con le labbra cercai di attenuare la sua paura. 

Dopo questa parte, che è la narrazione della realtà avrei messo un stacco più deciso, allo stesso modo alla fine, dove il protagonista torna cosciente dal suo viaggio.

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

Il buio che mi circondava era accecante; ero intimorito, ma una bolla di tepore avvolgeva il mio corpo e mi dava coraggio.

la frase è molto bella, evocativa. Mi accorgo che l'azione si svolge nella mente persa nei fumi del sesso, si parte per un viaggio emotivo. La parola Accecante non mi sembra appropriata al buio, ma forse è una mia impressione, si può dire un sole accecante e allo stesso modo della notte?

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

«Merda!» esclamai, tastando le cosce, l’addome, il petto. Ero nudo.

Bella, forse una metafora, quando facciamo l'amore non siamo nudi solo fisicamente, mettiamo a nudo l'anima.

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

ventre attraverso il mio uccello all’aria.

e la poesia del momento va a farsi benedirexD

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

Il respiro aumentò; mi inginocchiai, diedi una scrollata ai capelli e cercai di calmare la frenesia dei polmoni. Pulii il viso dalla polvere, mi inumidii le labbra e nel momento stesso in cui lo feci maledissi me stesso, pronto a sputare il terriccio che era arrivato dal cielo, ma le papille registrarono un gusto anomalo: era cacao.

«Non è possibile…».

un po' l'ho capita un po' no. Ma la dolcezza del cacao la riconosco, dove è bello gustare il dolce, l'amaro resta agli angoli della bocca, sotto la lingua, non ci si fa caso perché sono le due cose che rendono perfetto il muffin. 

Tutto il resto del racconto mantiene alta l'attenzione, il lettore spera di decifrarne ll senso. Alcune frasi sembrano portare verso una vera trama , ma poi mi perdo di nuovo. Credo che tu volessi davvero rappressentare la confusione nel cuore furioso del protagonista. Quel cuore scosso da nuovi potenti battiti dell'amore e non solo del sesso. La scoperta alla fine lo figura chiaramente

Il 21/8/2019 alle 00:01, Sarettyh ha scritto:

«Ti amo», sussurrò.

Ancora dentro di lei assaggiai le sue soffici labbra, colto dall’impeto di non volerla lasciare mai più.

Avevo trovato la mia fortuna.

Bel racconto, davvero. Un po' Criptico in certe frasi, ma penso che non si può stare dentro la testa dell'autore mentre si legge, se mai io starei nella mia, ad ascoltare le sensazioni che mi suscitano le parole.

Grazie per la piacevole lettura, ci si legge in giro quando ti trovo.(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alba360 ha scritto:

Credo che tu volessi davvero rappressentare la confusione nel cuore furioso del protagonista. Quel cuore scosso da nuovi potenti battiti dell'amore e non solo del sesso. La scoperta alla fine lo figura chiaramente

Grazie! Hai beccato il bersaglio dritto al centro, ottima mira :) 

 

1 ora fa, Alba360 ha scritto:

ma penso che non si può stare dentro la testa dell'autore mentre si legge, se mai io starei nella mia, ad ascoltare le sensazioni che mi suscitano le parole.

Esatto. Ti concentri su ciò che ti suscita, ma ti consiglierei di non pensare all'autore, ma al protagonista, perché è lui che vive la storia, l'autore gli permette di viverla.

 

Ah, dimenticavo:

1 ora fa, Alba360 ha scritto:

si può dire un sole accecante e allo stesso modo della notte?

Si chiama "ossimoro", è una figura retorica. E comunque sì. Prova a rimanere al buio dopo essere stata esposta alla luce e vedi come ti fanno male gli occhi (a me è successo).

 

Ti ringrazio ancora, anche per aver apprezzato il testo, @Alba360.

Ci rileggiucchiamo in giro! ;) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sarettyh ciao! Hai una bella fantasia, complimenti :) Mi è piaciuta la parte centrale ben curata e con le descrizioni vivide. Francamente, ho avvertito un brusco stacco tra l'incipit e appunto la parte descrittiva, e questo mi è un po' disorientato nella lettura nonostante la spiegazione finale. Tuttavia, è un racconto che si legge con piacere. Carina anche la poesia. Una buona prova!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×