Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

arbok

Amnesia totale?

Post raccomandati

Ciao a tutti, mi sono iscritto oggi al forum e spero di aver scelto la sezione giusta per l'argomento 😅

In breve, avevo in mente una storia fantasy in cui un protagonista ha subito un trauma post-naufragio che ha portato ad un'amnesia completa. Nel corso della storia i vari frammenti delle sue memorie si ricollegheranno, ma nel frattempo il personaggio sarà "disperso". 

Volevo chiedere se questa scelta di trama per celare dei dettagli del suo passato è un po' troppo scontata, o altrimenti come potrei sviluppare al meglio una scelta del genere (in base a cosa gli torna la memoria? La perdita di memoria influisce anche su abilità come la scrittura o la manualità in generale?)

Grazie mille per l'aiuto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve; l'amnesia completa, nel senso che non ricorda assolutamente nulla, credo sia un buon punto di partenza per una storia, e non troppo scontata se gestita bene. Più che altro mi viene da chiederti perché vuoi far perdere la memoria al protagonista e quanto importante è l'amnesia nella storia, anche in base a questo ti si potrebbero dare suggerimenti migliori su come sviluppare il tutto. Il personaggio perde la memoria, e poi? dimentica l'odio/amore che provava per un popolo/persona, oppure una data abilità come la magia? Qual è il "fine" della storia, nel senso: cosa vuoi narrare attraverso questo protagonista che riacquista la memoria?

Parlando dell'aspetto pratico, credo che un'amnesia totale possa essere generata da un trauma molto, molto forte, quindi un naufragio particolarmente complicato, col protagonista in balia delle onde per forse qualche giorno, ma non sono un medico e quindi non mi soffermo sulla cosa; la perdita di memoria credo non abbia effetto su cose più istintive: potrebbe aver dimenticato come si scrive o si legge, ma potrebbe istintivamente sapere che apprezza più la poesia che la prosa, giusto per fare un esempio, stessa cosa non ricorderà un'attività manuale precisa che ha appreso nel tempo, ma potrebbe accorgersi da solo di essere più o meno preciso o reattivo

 

riguardo al fargli tornare la memoria, questo dipende molto dalla storia che hai intenzione di scrivere: potresti associare dei ricordi a dei gesti o a delle situazioni (un bacio o una cena in famiglia), oppure a oggetti particolari (come una nave o una rete da pesca), oppure ancora fare in modo che la memoria gli ritorni in maniera graduale, ogni notte ricorda qualcosa di più, magari a partire dal naufragio stesso e andando indietro

 

spero di esserti stato d'aiuto   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @arbok , posso aiutarti su questo punto:

Il 8/8/2019 alle 23:27, arbok ha scritto:

La perdita di memoria influisce anche su abilità come la scrittura o la manualità in generale?

Di solito no. L'amnesia non comporta quasi mai la perdita della così detta "memoria fisica", per cui tutto ciò che comporta movimenti consolidati nell'individuo non viene perduto.

Ciò porta anche a quelli che possono sembrare dei paradossi. Per esempio, una persona che ha subito un'amnesia totale può non ricordarsi come si chiama, ma può firmare un foglio con la sua firma abituale, se il gesto l'ha ripetuto così tante volte da essergli entrato in testa come un segno automatico ;)

 

Spero di esserti stata utile :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Bardo96 ha scritto:

Più che altro mi viene da chiederti perché vuoi far perdere la memoria al protagonista e quanto importante è l'amnesia nella storia, anche in base a questo ti si potrebbero dare suggerimenti migliori su come sviluppare il tutto. Il personaggio perde la memoria, e poi? dimentica l'odio/amore che provava per un popolo/persona, oppure una data abilità come la magia? Qual è il "fine" della storia, nel senso: cosa vuoi narrare attraverso questo protagonista che riacquista la memoria?

Allora, è un po' complicato, ma in pratica mia idea era che il protagonista, perdendo tutti i ricordi, non ha più memoria di alcune sue abilità legate alla magia oscura. Riacquistando la memoria, il suo io verrà sopraffatto dall'oscurità e dovrà vincere questa battaglia interiore (so che c'è ancora molto da lavorare riguardo la trama ma è un tentativo 🙄)

 

11 ore fa, Bardo96 ha scritto:

spero di esserti stato d'aiuto   

Assolutamente, grazie mille per i consigli :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Miss Ribston ha scritto:

Ciao @arbok , posso aiutarti su questo punto:

Di solito no. L'amnesia non comporta quasi mai la perdita della così detta "memoria fisica", per cui tutto ciò che comporta movimenti consolidati nell'individuo non viene perduto.

Ciò porta anche a quelli che possono sembrare dei paradossi. Per esempio, una persona che ha subito un'amnesia totale può non ricordarsi come si chiama, ma può firmare un foglio con la sua firma abituale, se il gesto l'ha ripetuto così tante volte da essergli entrato in testa come un segno automatico ;)

 

Spero di esserti stata utile :)

Grazie mille per l'aiuto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate se rispondo a quest'ora ma mi trovo in vacanza in America, mi rendo conto che in italia è molto tardi 😅

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, arbok ha scritto:

Allora, è un po' complicato, ma in pratica mia idea era che il protagonista, perdendo tutti i ricordi, non ha più memoria di alcune sue abilità legate alla magia oscura.

Questo lo vedo un po' complesso: in caso di amnesia le abilità non si dimenticano, come dicevo più sopra. Chi ha subito un'amnesia totale non perde la capacità di parlare, scrivere, camminare ecc... e ciò che praticava bene gli resta in testa. Quello che può succedere è che tal persona si ritrovi nelle condizioni di non dover praticare ciò che il suo subconscio non ha dimenticato, per cui può non ricordarsi che quella cosa "esista", sia un'abilità aquisita.

Una soluzione che potresti considerare, visto il genere del romanzo, è un'amnesia provocata da qualcosa di magico, più che traumatico. In questo caso puoi sganciarti dall'effettivo medico e giocarti la perdita di memoria come preferisci ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Miss Ribston ha scritto:

Una soluzione che potresti considerare, visto il genere del romanzo, è un'amnesia provocata da qualcosa di magico, più che traumatico. In questo caso puoi sganciarti dall'effettivo medico e giocarti la perdita di memoria come preferisci

Grazie mille, effettivamente non avevo considerato questa soluzione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche io ti consiglierei di far intervenire un qualcosa di magico per giustificare l'amnesia 

potresti anche legarla in qualche modo al "subconscio" del protagonista (ripeto, non sono un medico, il termine è usato tanto per): il protagonista può essere cresciuto, o essere stato addestrato, ad usare questa magia oscura, ma adesso, avendo perso la memoria, potrebbe non ricordare tutto l'indottrinamento che è alla base di quella pratica e quindi volerne prendere le distanze; quindi, oltre a non ricordare di saper usare la magia oscura, potrebbe anche avere una sorta di "blocco mentale" nel volerla usare, a causa di una diversa predisposizione verso di essa 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/8/2019 alle 04:49, Bardo96 ha scritto:

anche io ti consiglierei di far intervenire un qualcosa di magico per giustificare l'amnesia 

potresti anche legarla in qualche modo al "subconscio" del protagonista (ripeto, non sono un medico, il termine è usato tanto per): il protagonista può essere cresciuto, o essere stato addestrato, ad usare questa magia oscura, ma adesso, avendo perso la memoria, potrebbe non ricordare tutto l'indottrinamento che è alla base di quella pratica e quindi volerne prendere le distanze; quindi, oltre a non ricordare di saper usare la magia oscura, potrebbe anche avere una sorta di "blocco mentale" nel volerla usare, a causa di una diversa predisposizione verso di essa 

Grazie mille :) Penso che alla fine questa strada sia la migliore per la storia :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/8/2019 alle 23:27, arbok ha scritto:

La perdita di memoria influisce anche su abilità come la scrittura o la manualità in generale?

 

Come ti hanno già detto, queste abilità di solito non si perdono con la memoria. Si chiama "memoria procedurale". Le "procedure" di solito non si dimenticano, le nozioni (apprese) sì.

Te ne accorgi con la guida della bicicletta. Se un giorno impari ad andare in bici senza cadere, poi per dieci anni non la usi, e poi la riprendi, certamente riuscirai a guidarla senza cadere. Nel frattempo, durante quei dieci anni, avrai dimenticato un miliardo di altre cose: magari non ricordi cosa hai mangiato ieri a pranzo, ma come si guida la bicicletta (procedura) te lo ricordi, anche dopo anni.

Lo puoi vedere anche quando guidi la macchina e intanto chiacchieri con un passeggero (al telefonino non è così, a meno che non usi gli auricolari! Ma anche lì... ;)). Tu sei concentrato sulla chiacchierata, ma il tuo corpo intanto guida la macchina automaticamente. E magari, una volta giunto a destinazione, non ricordi più nulla dei tuoi movimenti sul freno o sulla frizione (se non hai il cambio automatico ;) ma anche lì...). Però quando fai la scuola-guida devi concentrati su ogni minimo movimento. In altre parole, lì la nozione (dimenticabilissima) non si è ancora mutata in procedura (quasi indimenticabile).

 

Tienine conto, se vuoi, quando scrivi la tua storia:)

 

In più, non dimenticare (il gioco di parole è voluto :D) la cosiddetta "flashbulb memory".

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×