Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Bango Skank

"Hunter - Disconnettiti o muori" di David Fivoli

Post raccomandati

Hunter.jpg

 

Scegliti un nome.  Indossa il biocasco. Entra in New Life.

Il mio nome è Deb Aser. E questa è la mia storia.

 

 

Titolo: Hunter
Autore: David Fivoli
Casa editrice: Rizzoli
ISBN: 8817139874

Data di uscita: 03 settembre 2019
Prezzo: € 19,00

Genere: Fantascienza; Fantasy; Azione e Avventura

Pagine: 400

Quarta di copertina:

2050. Il mondo non è mai stato così tranquillo. Talmente tranquillo che buona parte dell’umanità vive perennemente connessa a New Life, un universo virtuale composto da cento scenari diversi per atmosfere, ambientazioni, livelli tecnologici e abilitazioni magiche.

Deb Aser, un ragazzo intenzionato a esplorare ogni scenario del Sistema, si registra assieme al suo fraterno amico Arizona, che sogna di diventare una stella dello Skullball, lo sport più seguito di New Life.

Dopo aver sottratto una misteriosa pergamena a Kalea Koshir, una maga tanto bella quanto pericolosa, Deb si arruola nell’Accademia delle Ombre dell’enigmatico Shadow. È qui che si forgiano gli Hunter, combattenti formidabili capaci di destreggiarsi in ogni scenario.

Terminato il suo apprendistato, Deb scopre che la pergamena è una mappa per arrivare a nove sfere, nascoste dal dottor Wong - il creatore di New Life - in alcuni degli scenari più pericolosi del Sistema. La ricerca lo porterà a confrontarsi con nemici insidiosi, cyborg psicopatici, magie devastanti e armi fantascientifiche, accompagnato dalla sua ambizione, dall’amore tormentato per Kalea e dalla vecchia musica rock caricata sul suo iPod, unico ricordo del padre.

 

Soundtrack

 

Disco 1 – Lato A

1. Debaser – Pixies 2:52

2. Salvation – Rancid 2:53

3. About a Girl – Nirvana 2:48

4. Death or Glory – The Clash 3:55

5. Anarchy in the U.K. – Sex Pistols 3:31

6. Bloodclot – Rancid 2:44

 

Disco 1 – Lato B

1. King Kong Five – Mano Negra 1:56

2. Lampshades on Fire – Modest Mouse 3:08

3. We Trusted You – Transplants 4:35

4. Downtown Train – Tom Waits 3:53

5. Mama, I’m Coming Home – Ozzy Osbourne 4:11

6. Paying My Way – Dropkick Murphys 3:55

 

Disco 2 – Lato A

1. Comfortably Numb – Pink Floyd 6:26

2. Hey, That’s No Way to Say Goodbye – Leonard Cohen 3:05

3. Stairway to Heaven – Led Zeppelin 8:02

4. Imagine – John Lennon 3:04

 

Disco 2 – Lato B

1. The Good, the Bad and the Ugly – Ennio Morricone 2:42

2. Glitter & Gold – Barns Courtney 2: 57

3. Per combattere l’acne – Le luci della centrale elettrica 3.17

4. Hey Jude – The Beatles 7:11

 

Nota dell’autore

Non voglio dare false aspettative agli appassionati dei generi riportati nella scheda: sono riuscito nella formidabile impresa di aver scritto un romanzo che di generi ne unisce molti,  riuscendo a fare torto a tutti.

Vi piace solo la fantascienza classica? Bene, non c’entra nulla.

Vi piace solo il fantasy classico? Scappate a gambe levate.

Qui ci sono elfi in completo elegante dietro scrivanie di agenzie immobiliari, vampiri psicopatici alla presidenza di importanti team sportivi, punk sbronzi marci e strafatti di anfetamina che guidano l’auto di Mad Max.

Però, per i miei strani gusti, questo romanzo è una figata pazzesca.      

 

Link all'acquisto: https://www.amazon.it/Hunter-David-Fivoli/dp/8817139874/ref=sr_1_1?qid=1564602328&refinements=p_27%3ADavid+Fivoli&s=books&sr=1-1

  • Mi piace 11
  • Grazie 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dire che è un esordio atipico, con un editore ancora più atipico rispetto alla mistura di generi del romanzo, è un eufemismo. Ha quasi del miracoloso!

 

Intanto complimenti per la pubblicazione, @Bango Skank. E poi, tutti gli in bocca al lupo e simili: mi auguro che il tuo libro possa arrivare a tutte le persone desiderose di qualcosa di diverso nel panorama italiano.

 

 

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande David! :metal:

Quanto mi piace la trovata della tracklist. :D Un romanzo che denota coraggio, e per imporre il coraggio nel panorama italiano non basta una qualità buona. Bisogna andare oltre, e questo dono tu ce l'hai - e qui nella "famiglia" WD noi lo sappiamo bene.

In bocca al lupo, spero di vederti presto a qualche presentazione.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cercherò di disconnettermi in tempo!

In bocca al lupo, caro amico: sono felice per te. :libri:

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 31/7/2019 alle 21:58, Bango Skank ha scritto:

connessa a New Life

 

Mi hai fatto tornare in mente quando stavo su SecondLife. In bocca al lupo. @Bango Skank:)

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bango Skank tu sai quanto adoro leggere robe un po’ matte, e dalla scheda credo che il tuo romanzo rientra perfettamente nella categoria. Mi hai già conquistato con il soundtrack! Intanto un mega in bocca al lupo! 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Contento per la tua pubblicazione, ma nel leggere la trama non ho potuto fare a meno di pensare al libro "ready player one". Ti sei ispirato a quello? 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, kimiteam ha scritto:

Contento per la tua pubblicazione, ma nel leggere la trama non ho potuto fare a meno di pensare al libro "ready player one". Ti sei ispirato a quello? 

 

Ciao kimiteam, e grazie mille per la domanda, perché in effetti mi è stato chiesto più volte se mi fossi ispirato a quel romanzo; in realtà non l'ho mai letto e non ho neanche visto il film che ne hanno tratto (immagino che lo farò, prima o poi).

Credo che l'ispirazione comune sia da cercare a monte: non abbiamo inventato nulla di nuovo per quanto riguarda il concetto di realtà virtuale, andando a pescare entrambi - presumo - da quell'immaginario collettivo cinematografico riconducibile a Matrix (di cui ho visto solo il primo, non sono assolutamente un fan), anche se il concetto "forte" di realtà virtuale per me è nato ben prima, con un altro film, eXistenZ  di Cronenberg (che mi colpì molto più di Matrix, proprio perché per me "nuovo" concettualmente). 

Per quanto riguardo il resto, so che Ready Player One omaggia fortemente una certa cultura nerd degli anni '80, quindi si orienta verso un ambito specifico.
Io mi sono mosso in modo diverso, non omaggio tanto una cultura o un'epoca specifica, ma uso ambientazioni diversificate (ma sempre relative ai miei gusti): se il protagonista va in uno scenario western, ad esempio, il lettore ritrova determinate atmosfere proprie del cinema di genere o di fumetti come Tex, con cui sono cresciuto.
Insomma: personalmente credo che ci siamo mossi allo stesso modo, partendo entrambi dall'utilizzo di quel tipo di realtà virtuale e andando poi a mettere dentro il "sistema" quello che ci piaceva, omaggiando, citando e ammiccando a destra e a sinistra.

Non c'è nulla di strano, perché di base questo è un lavoro scontato, quasi fisiologico. Come lo ha fatto lui e come lo ho fatto io ce ne saranno altri mille o diecimila a farlo... proprio perché è quasi spontaneo, automatico andare a fare questo tipo di lavoro quando si parte dalla realtà virtuale.

Il punto, in questi casi, è tutto nella domanda: come si sviluppa l'idea?

Si può essere originali partendo da qualcosa di tutto sommato - diciamolo senza paura - visto e rivisto come la realtà virtuale? Ecco, il punto è tutto qui. Farsi pubblicare e avere addirittura successo dipende da come si riescono a creare suggestioni nuove a partire da basi vecchie.

L'autore di Ready c'è riuscito alla grande, proprio perché ha utilizzato gli anni '80 e quel tipo di cultura come traino. Unire l'ipermodernismo della realtà virtuale alla nostalgia degli '80 è stata una scelta vincente, senza dubbio. 

La mia è una scelta più azzardata, perché ci butto dentro tantissime cose, non mi oriento verso "i nostalgici di qualcosa" in particolare... ma è esattamente quello che volevo: un'ambientazione vastissima con mille suggestioni diverse come sfondo alla storia. 

 

 

 

 

 

 

  • Mi piace 3
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Il 31/7/2019 alle 21:58, Bango Skank ha scritto:

Qui ci sono elfi in completo elegante dietro scrivanie di agenzie immobiliari, vampiri psicopatici alla presidenza di importanti team sportivi, punk sbronzi marci e strafatti di anfetamina che guidano l’auto di Mad Max.

Sembra interessante! Complimenti @Bango Skank per questo super esordio con un romanzo davvero atipico per il panorama italiano (y)

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Letti ieri i primi capitoli grazie al preview, il kobo (e anch'io) ha cominciato a scalpitare per il resto. xD Non sarà a breve, devo terminare un bel po' di letture prima, ma, caro @Bango Skank, prima o poi ti arriverà il mio messaggino con le impressioni. L'inizio promette molto, molto bene. Intanto in bocca al lupo per la promozione e la vendita! 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarò tra gli ospiti della XXVI edizione del Romics, dove presenterò Hunter sabato 5 ottobre dalle ore 12:00 alle ore 12:40 presso l’area incontri bookshop – presentazioni in libreria, pad.8
A farmi compagnia, in veste di Relatore, un certo Domenico Russo detto @Niko...
E semmai ve lo state chiedendo sì... ci vestiremo come dei Nerd veri.
Se siete in zona, venite: al di là della presentazione ci possiamo fare un pomeriggio assieme.
Qui la lista degli ospiti del Romics.
https://www.romics.it/it/ospiti-romics-edizione-26#

  • Mi piace 6
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, AdStr ha scritto:

Bango Skank was here in lungomare di Viareggio

Sembra anche che fosse in discreta compagnia... ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, mercy ha scritto:

@Bango Skank was here too* (and now even in my bookcase) :) 

 

 

 

C'è un "Bango Skank was here" anche all'interno del romanzo :asd:
Perché quando omaggi King, lo devi omaggiare fino in fondo (che poi il Bango Skank was here de "La Torre Nera" era a sua volta un omaggio di King a un personaggio di una novella di Straub, "The Buffalo Hunter", che poi a pensarci Hunter è anche il titolo di questo romanzo...)

A parte scherzi, spero che troverai il romanzo gradevole.
Un saluto e grazie per la fiducia :)

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎29‎/‎09‎/‎2019 alle 19:22, ElleryQ ha scritto:

Con imperdonabile ritardo... lo vedo solo ora... in bocca al lupo, @Bango Skank ! (y)

Anch'io arrivo sempre dopo... complimenti e davvero buona fortuna! :) 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una giovane e combattiva casa editrice di fumetti che si è appassionata e interessata ad Hunter.

Vogliono realizzare il fumetto.

La cosa mi fa molto piacere, perché da nerd appassionato di fumetti quale sono, vedere disegnati i personaggi che ho creato sarà fantastico.

A voi l'anteprima dello "studio" di Deb, il protagonista (sì... avevo chiesto un giovane Jude Law, che è il mio attore preferito :asd:).

 

  Deb Aser.jpg

  • Mi piace 6
  • Grazie 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×