Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Fabrizia

Alberi: la Quercia

Post raccomandati

Sul web non ho trovato molto su questo splendido e affascinante albero, a parte qualche leggenda. Volevo sapere le caratteristiche, le condizioni ambientali favorevoli dove può vivere a lungo, le eventuali "malattie" ecc. Ho visto che ci sono molte specie,ma non vorrei concentrarmi su una in particolare, volevo conoscerne la maggior parte. (So che questo non è un sito di botanica però l'informazione mi serve per un lavoro a cui sto pensando thanks.gif )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quercia detto così è un po' vago.

Le quercie sono fagacee, e tra le specie ci sono cerro, quercia spinosa, scarlatta e rossa, farnia e farnetto, vallonea, leccio, rovere e roverella, fragno e sughera. E ognuna è diversa dall'altra. La spinosa ha le foglie seghettate, il leccio ha il tronco nero e le foglie piccole e scure, la rossa e la scarlatta diventano rosse in autunno.

La quercia spinosa è più un arvusto, visto che arriva ai quattro metri di altezza, mentre le altre vanno dai 15 di vallonea e fragna ai 40 del rovere. La quercia spinosa inoltre è tipica della macchia mediterranea arida, c'è in sardegna, corsica, spagna grecia e mediooriente. anche la vallonea è diffusa per lo più in medio oriente. Tutte le altre potresti incontrarle in Italia. Il leccio è usatissimo in citta, per viali e parchi, la sughera è coltivata per - ça va sans dire - il sughero, il rovere da uno dei legni più pregiati e resistenti, ci facevano le navi.

Quercie rosse e scarlatte si coltivano per la loro bellezza. Le ghiande della farnia piacciono particolarmente (ai suini).

I fiorii sono quasi sempre penduli e poco degni di nota, i frutti sono sempre ghiande.

Per quanto riguarda i simbolismi credo che potrai trovare su internet molte più info di quante possa dartene io.

Le quercie rappresentano il gruppo di alberi che preferisco, dopo gli aceri, ma questo non ti è utile, credo XD

Se hai bisogno di altre info, fai domande più specifiche, se vuoi vedere delle foto, basta che cerchi con google.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quercia detto così è un po' vago.

Le quercie sono fagacee, e tra le specie ci sono cerro, quercia spinosa, scarlatta e rossa, farnia e farnetto, vallonea, leccio, rovere e roverella, fragno e sughera. E ognuna è diversa dall'altra. La spinosa ha le foglie seghettate, il leccio ha il tronco nero e le foglie piccole e scure, la rossa e la scarlatta diventano rosse in autunno.

La quercia spinosa è più un arvusto, visto che arriva ai quattro metri di altezza, mentre le altre vanno dai 15 di vallonea e fragna ai 40 del rovere. La quercia spinosa inoltre è tipica della macchia mediterranea arida, c'è in sardegna, corsica, spagna grecia e mediooriente. anche la vallonea è diffusa per lo più in medio oriente. Tutte le altre potresti incontrarle in Italia. Il leccio è usatissimo in citta, per viali e parchi, la sughera è coltivata per - ça va sans dire - il sughero, il rovere da uno dei legni più pregiati e resistenti, ci facevano le navi.

Quercie rosse e scarlatte si coltivano per la loro bellezza. Le ghiande della farnia piacciono particolarmente (ai suini).

I fiorii sono quasi sempre penduli e poco degni di nota, i frutti sono sempre ghiande.

Per quanto riguarda i simbolismi credo che potrai trovare su internet molte più info di quante possa dartene io.

Le quercie rappresentano il gruppo di alberi che preferisco, dopo gli aceri, ma questo non ti è utile, credo XD

Se hai bisogno di altre info, fai domande più specifiche, se vuoi vedere delle foto, basta che cerchi con google.

Ok grazie cmq icon_wink.gif mi sto concentrando sulla rovere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se vuoi informazioni tecniche, di stampo scientifico, uno dei siti botanici piú completi è ActaPlantarum, che ti dice anche in che zona e a che altitudine si trova la pianta, è specifico sulla flora italiana e ti rivela anche quali specie vegetali sono naturali o introdotte. Ovviamente, è corredato di bibliografia. Per il territorio italiano, come risorsa web, dubito si possa trovare di meglio.

 

http://www.actaplantarum.org/

 

Se vuoi informazioni tecniche sul legno, soprattutto sugli utilizzi, ti rimando al WoodDatabase, ma devi sapere l'inglese (niente di troppo complicato, comunque).

 

http://www.wood-database.com/

 

Spero sia quello che cercavi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×