Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

miwalolita

If you don’t ask, you don’t get

Post raccomandati

Il mio nome è miwalolita (D.P.), il mio libro d’esordio uscirà l’anno prossimo e già scrivere questa semplice frase per me ha in sé qualcosa di catartico.

Come forse a qualcuno di voi sarà capitato, per anni (più precisamente da quando ho deciso che sarei diventata una scrittrice professionista) mi sono trincerata dietro un silenzio ostinato. Un silenzio che era anche timido, anche timoroso, paranoico persino. Non volevo che gli altri sapessero, non volevo che gli altri facessero domande. Non volevo dare risposte.

Mi sono iscritta a questo forum per curiosità, scegliendo un nome che parlasse di me il meno possibile. Tutt’ora ho difficoltà a dire il mio nome vero, come potete vedere.

Qualche tempo fa, in un momento negativo e frustrante, mi capitò di leggere in un bellissimo intervento di @MatRai che, ricordo, mi colpì molto. Le sue parole mi avevano infuso coraggio, avevano, in qualche modo, riacceso il barlume di speranza che, fino a quel momento, pareva sul punto di spegnersi. E glielo scrissi.

Allora ero disperatamente in cerca di un agente letterario che mi aiutasse a realizzare il mio enorme, esagerato sogno: diventare una brava scrittrice. E li ho contattati tutti, ma proprio tutti - almeno tutti quelli che non chiedevano tasse di lettura che ero fermamente sicura (lo sono ancora) di non voler assolutamente pagare. Oltre a fermi silenzi, piano piano ho ottenuto le prime risposte, ma le richieste del manoscritto completo si tramutavano puntualmente in un garbato e distaccato rifiuto.

Poi, la svolta. Una mattina qualsiasi ha portato con sé una mail con un bel “sì” e io mi sono sciolta in lacrime (come se fino a quel momento non avessi pianto a sufficienza…).

Bene, finalmente, avevo il mio contratto di agenzia, col quale vincolavo all’agenzia tutto quanto avrei scritto nei prossimi due/tre anni. La prima cosa da fare, a quel punto, era compiere un editing della mia prima opera, necessario per affrontare il giudizio delle ce (allora si parlava di Giunti, Newton Compton…).

Nel frattempo, però, io avevo scritto un secondo libro e nella testa mi frullavano un sacco di idee diverse per il futuro. Nel frattempo avevo già in mente che genere di scrittrice sarei voluta diventare. Nel frattempo il mio agente temeva che presentarmi ai lettori con un’opera prima com'era la mia avrebbe potuto imbrigliarmi in un genere che, in realtà, non era del tutto mio.

Io che volevo essere libera di spaziare tra i generi, di scrivere un giallo, se mi andava, o un romanzo storico, o uno di formazione, ho aspettato.

Tempo dopo ho parlato con l’agente di questa idea di scrivere una saga familiare in tre libri, tra contadini, terra da lavorare, ricchi anglofiorentini in villeggiatura in Toscana, sullo sfondo le vicende della Grande Storia, e mi è stata dato carta bianca. Esordire con un libro del genere mi avrebbe permesso, molto più degli altri, di scegliere che strada prendere come scrittrice, che poi era la cosa che desideravo. Così ho cominciato a scrivere - non senza scoraggiarmi spesso, perché così si ritardava il mio esordio, che era il mio chiodo fisso!

A stesura ultimata, ho avuto il placet dell’agenzia e abbiamo cominciato a lavorare sull’editing. Successivamente, mentre stavo lavorando al secondo libro della trilogia, sono venute le proposte alle grandi ce, le prime risposte, le seconde, l’asta… adesso ho ceduto i diritti della trilogia (primo e secondo libro) a una ce del Gruppo Mondadori e nel 2020 questa storia sarà negli scaffali delle librerie.

Non so cosa pensare dell’intera faccenda, dire che sono basita sarebbe riduttivo. Qualcuno potrebbe pensare: ce l’ha fatta! Invece, non so, mi guardo indietro e vedo solo una lenta, necessaria, lunghissima preparazione, come il riscaldamento prima di una maratona. La corsa è ancora tutta da compiere, da scrivere.

Provo a pensare al giudizio dei lettori e provo una dannata paura, rifletto sul grande investimento che la ce sta facendo su di me e la paura si triplica. Riuscirò ad accontentare ogni persona che leggerà i miei libri, riuscirò a ripagare tutta la fiducia che è stata riposta in me?

Dio, spero proprio di sì.

Come si dice in UK, If you don’t ask, you don’t get.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bella storia @miwalolita :flower: 

Le storie di famiglia che si dipanano nella storia mi piacciono molto, quindi aspetto la tua!

Brava! Non importa se c'è ancora tanta strada da percorrere, alla fine dire "ce l'ha fatta" sarebbe come dire "è arrivata", ma nella vita non si arriva mai, si continua a camminare, correre, rallentare, scalare e tutto il resto, e mi sembra proprio che tu l'abbia capito bene. Ti auguro di continuare così e di non perdere mai né la pazienza né la tenacia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, miwalolita ha scritto:

e io mi sono sciolta in lacrime (come se fino a quel momento non avessi pianto a sufficienza…).

 

Esagerata :asd:

In bocca al lupo :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, miwalolita ha scritto:

Qualche tempo fa, in un momento negativo e frustrante, mi capitò di leggere in un bellissimo intervento di @MatRai che, ricordo, mi colpì molto. Le sue parole mi avevano infuso coraggio, avevano, in qualche modo, riacceso il barlume di speranza che, fino a quel momento, pareva sul punto di spegnersi. E glielo scrissi.

Hai ragione, @miwalolita, il post di @MatRai ha colpito tanto anche me: è bellissimo! Ti auguro tanta fortuna, e non dimenticare, quando pubblicherai, di inserire qui nel forum i tuoi libri... Congratulazioni! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bene, molto bene! Fa piacere sapere che qualcuno sia arrivato dove noi tutti vorremmo andare.

(...evitiamo le solite battutacce triviali!)

Il sogno si avvera!

Cara @miwalolita, congratulazioni! (y):banana:

 

Modificato da Fraudolente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti, @miwalolita, e non solo per la pubblicazione: sei stata determinata, nonostante i dubbi e le paure, e l'attesa e la fatica hanno ripagato. :)

 

Il 15/7/2019 alle 15:36, miwalolita ha scritto:

Riuscirò ad accontentare ogni persona che leggerà i miei libri, riuscirò a ripagare tutta la fiducia che è stata riposta in me?

Prima domanda: no, non riuscirai, e non devi nemmeno pensarlo. Non esiste libro che sia piaciuto a tutti i suoi lettori. Se piacerai anche solo a un terzo dei tuoi lettori, avrai comunque raggiunto un traguardo.

Seconda domanda: questa sarà la tua prossima sfida. Se sei arrivata fin qui, però, sarai sicuramente in grado di andare ancora oltre.

 

Ancora complimenti. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, NiP ha scritto:

Ma il "primo" romanzo con cui sei entrata in contattato con l'agenzia che fine ha fatto? 

Il primo romanzo (in realtà i primi due, perché erano legati) è lì, in stand by. Mi è stato consigliato di consolidare la mia posizione scrittrice, prima di piazzare un romanzo del genere. Se ciò accadrà - ed è proprio ciò che spero - proveremo a pubblicarlo. Non ho fretta ;)

 

3 ore fa, Black ha scritto:

Prima domanda: no, non riuscirai, e non devi nemmeno pensarlo. Non esiste libro che sia piaciuto a tutti i suoi lettori. Se piacerai anche solo a un terzo dei tuoi lettori, avrai comunque raggiunto un traguardo.

Seconda domanda: questa sarà la tua prossima sfida. Se sei arrivata fin qui, però, sarai sicuramente in grado di andare ancora oltre.

 Grazie! Sì, credo tu abbia ragione. Guardo avanti, la prossima sfida è all'orizzonte :pirata3:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite AndC

@miwalolita

 

Beh complimenti a te e il mio migliore augurio di fortuna e successo!

 

Dicono bene, in questo senso, in Inghilterra, ma non solo loro... secondo molte filosofie basta infatti chiedere o pregare per avere ciò che si desidera... spesso ci si confonde, perché le richieste interiori sono molto vaghe, mentre più precisa è la richiesta, più chiara arriverà la risposta. La questione, volendo, è anche psicologica e inconscia: formulare una richiesta, significa indirizzare il proprio inconscio a lavorare verso una precisa meta e con un determinato scopo.

Io credo che ci venga dato tutto ciò che richiediamo, ma alle volte non sappiamo accorgercene o coglierlo o semplicemente la sfumatura con cui ci viene proposta la "risposta" non rientra nelle casistiche delle possibilità che ci eravamo figurati nella richiesta; così equivochiamo che tale richiesta non sia stata esaudita.

 

Una richiesta interiore come la tua ad esempio, quella di voler diventare una scrittrice professionista e affermata, quella insomma anche di voler pubblicare, credo sia comune a molti in questo forum.

Eppure, molte volte, magari si pensa - in seguito alla richiesta - cose come: "sì, voglio pubblicare, ma non con quella o quell'altra CE"... "sì, voglio pubblicare, ma non attraverso agenzie" e se magari la risposta arriva attraverso di esse, allora non si prende in considerazione e si considera la richiesta come "fallita".

 

Non so se mi sono spiegato... quello che voglio dire è che hai fatto benissimo tu, non solo a lavorare ed impegnarti duramente, ma anche ad accettare la "soluzione" alla tua richiesta che la vita ti ha proposto.

Dunque seguila e seguila con gioia!

 

Ciao!

 

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, MatRai ha scritto:

In bocca al lupo e fatti seguire sulla promozione. Queste grandi CE latitano. ;)

Super-crepi! Riguardo la promozione hai proprio ragione, per questo stiamo predisponendo un piano d'attacco!

 

@AndC la penso esattamente come te. Chiediamo a noi stessi, al mondo (a volte anche a nessuno in particolare) un sacco di cose aspettandoci che vada tutto come avevamo preventivato. Capita che questo accada, così come capita che le cose vadano in un modo un po' differente. La cattiva notizia è che spesso possiamo farci ben poco, la buona è che se una cosa deve accadere, in un modo o nell'altro accadrà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@miwalolita Complimenti, congratulazioni, in bocca al lupo, in culo alla balena e tutto il resto. :)

 

Chapeau anche per il coraggio di presentarti come aspirante scrittrice professionista, un aggettivo che in pochi osano pronunciare, anche se sono molto numerosi quelli che ci sperano in segreto.

A giudicare dal risultato ottenuto, devi essere davvero in gamba. Un'asta, addirittura! :wow: Giusto per capire se una CE importante è disposta a impegnarsi molto (una saga familiare in tre parti!) anche con autori giovani, posso chiederti quanti anni hai?

 

P.S. Leggo in un'altra discussione che pubblicherai con Sperling & Kupfer: stica... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @L'antipatico! Beh, sul fatto di essere in gamba spero proprio che sia come dici tu! Vedremo l'anno prossimo quando usciranno i libri se sarà davvero così!

42 minuti fa, L'antipatico ha scritto:

Giusto per capire se una CE importante è disposta a impegnarsi molto (una saga familiare in tre parti!) anche con autori giovani, posso chiederti quanti anni hai?

Ho ventotto anni ancora per poco. Per la mia esperienza posso dire di non credere che l'età sia un fattore così determinante. Magari mi sbaglio, ma ho visto manifestare pari interesse ed entusiasmo per più giovani e meno giovani, sia da parte di agenzie che di ce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, miwalolita ha scritto:

Per la mia esperienza posso dire di non credere che l'età sia un fattore così determinante. Magari mi sbaglio, ma ho visto manifestare pari interesse ed entusiasmo per più giovani e meno giovani, sia da parte di agenzie che di ce.

 

La mia esperienza è diversa. L'età non dovrebbe contare, ma conta. Anche altre caratteristiche dell'autore, secondo me, non dovrebbero contare, ma contano. Mi viene in mente quel comico che diceva: "La speranza è l'ultima a morire… ma muore" :asd: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, quandechesimangia ha scritto:

Mi sono concentrata qualche secondo sul motto. Se funziona ti faccio sapere ;-)

Che dire, siamo in due :)

 

3 ore fa, dyskolos ha scritto:

Anche altre caratteristiche dell'autore, secondo me, non dovrebbero contare, ma contano. Mi viene in mente quel comico che diceva: "La speranza è l'ultima a morire… ma muore" :asd: 

Non so, io la penso in modo diverso e ne ho avuto la conferma proprio quando sono andata alla sede di Mondadori. Sarà che io sono una caparbia, ma la speranza muore solo se la lasciamo morire :pirata2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, miwalolita ha scritto:

Non so, io la penso in modo diverso e ne ho avuto la conferma proprio quando sono andata alla sede di Mondadori. Sarà che io sono una caparbia, ma la speranza muore solo se la lasciamo morire :pirata2:

 

Quella sulla speranza era solo una battuta; giusto per dire "immagina che io parli con quel tono" :D Era Baz di Zelig, non so se te lo ricordi  :)

Comunque anch'io quando avevo la tua età la pensavo come te.

Nel campo della letteratura, spesso contano aspetti extraeditoriali, per così dire. Se fossi andata alla sede della Mondadori a ottant'anni e mentre parlavi gli sputavi la dentiera davanti, forse avresti avuto un'accoglienza un tantino diversa. Ancora peggio se nella tua biografia c'era scritto suppergiù: "XY ha fatto due rapine in banca, poi è stata condannata per varie truffe agli anziani a dieci mesi di reclusione e ha finito da poco di scontare ventun'anni per omicidio, stupro e vilipendio di cadavere" ecc... ecc...

Ma per ora sei in uno stato d'animo molto positivo, oserei dire "di grazia", e non è giusto che io interferisca con i tuoi pensieri, quindi mi sento solo di augurarti centomila "in bocca al lupo" e approfitta adesso dei tuoi quasi ventinove anni perché, quando sarai più grande, gli aspetti extraeditoriali si faranno più pesanti.

Vorrei aggiungere una frase che sogno da tempo di dire, ma che non ho mai detto. Allora indosso il mio parruccone da vecchio bacucco ^^ e dico: "Beata gioventù!". Adesso che ho realizzato il mio sogno (grazie, e te ne sarò grato per tutta la vita ;)), mi tolgo la parrucca e mi rimetto la dentiera xD

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎25‎/‎07‎/‎2019 alle 23:00, dyskolos ha scritto:

 

Quella sulla speranza era solo una battuta; giusto per dire "immagina che io parli con quel tono" :D Era Baz di Zelig, non so se te lo ricordi  :)

Comunque anch'io quando avevo la tua età la pensavo come te.

Nel campo della letteratura, spesso contano aspetti extraeditoriali, per così dire. Se fossi andata alla sede della Mondadori a ottant'anni e mentre parlavi gli sputavi la dentiera davanti, forse avresti avuto un'accoglienza un tantino diversa. Ancora peggio se nella tua biografia c'era scritto suppergiù: "XY ha fatto due rapine in banca, poi è stata condannata per varie truffe agli anziani a dieci mesi di reclusione e ha finito da poco di scontare ventun'anni per omicidio, stupro e vilipendio di cadavere" ecc... ecc...

Ma per ora sei in uno stato d'animo molto positivo, oserei dire "di grazia", e non è giusto che io interferisca con i tuoi pensieri, quindi mi sento solo di augurarti centomila "in bocca al lupo" e approfitta adesso dei tuoi quasi ventinove anni perché, quando sarai più grande, gli aspetti extraeditoriali si faranno più pesanti.

Vorrei aggiungere una frase che sogno da tempo di dire, ma che non ho mai detto. Allora indosso il mio parruccone da vecchio bacucco ^^ e dico: "Beata gioventù!". Adesso che ho realizzato il mio sogno (grazie, e te ne sarò grato per tutta la vita ;)), mi tolgo la parrucca e mi rimetto la dentiera xD

 

 

 

 

 

Parole sante, dette da un giovane di quarantuno anni (mi pare di ricordare), che pensa di essere già troppo vecchio per i canoni imposti dal mercato. Forse le cose non stanno così al cento per cento, ma in una percentuale che ci si avvicina parecchio. E' comunque un piacere avere notizia di una giovane determinata a spendere ogni energia per realizzare l'obiettivo di diventare scrittrice professionista, ora così vicina alla meta. L'augurio di un over 75 con parrucca e dentiera è quello di superare agilmente gli ultimi ostacoli che si frappongono al successo finale. Invidio la condizione in cui ti trovi ora, Miwalolita: l'aspettativa. Godi fanciullo mio / stato soave, stagion lieta è codesta, / ma la tua festa / ch'anco tardi a venir, non ti sia grave!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lore Non ho volutamente citato il nome dell'agenzia perché l'ho già fatto in precedenza. Quanto al fatto di chiedere compensi dopo avermi scelta... beh, ti dico questo: se l'avessero fatto non li avrei scelti io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/9/2019 alle 22:08, miwalolita ha scritto:

@Lore Non ho volutamente citato il nome dell'agenzia perché l'ho già fatto in precedenza. Quanto al fatto di chiedere compensi dopo avermi scelta... beh, ti dico questo: se l'avessero fatto non li avrei scelti io.

Grazie @miwalolita per la tua risposta. Ti ho chiesto il nome dell'agenzia, perchè non l'ho trovato nella discussione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/9/2019 alle 17:56, Lore ha scritto:

Ti ho chiesto il nome dell'agenzia, perchè non l'ho trovato nella discussione

In questa no, ma lo trovi in altre discussioni a cui ho partecipato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@miwalolita solo che io non so a quali altri discussioni hai partecipato :P quindi non fai prima a dirmela, per favore? Anche in privato, se preferisci. Poi se non vuoi è un altro conto ;) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon per te. Anch'io vorrei andare di Agenzia, ormai. Spedire le proposte in modo autonomo è ormai un esercizio di stile, sarebbe bello essere supportati da qualcuno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×