Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

GioSte

Come inviare un manoscritto

Post raccomandati

Salve, sono Giò, 

è passato un anno da quando una piccola casa editrice di paese mi ha pubblicato il mio primo libro; l'editore è un amico di famiglia quindi ho consegnato il manoscritto senza nessun timore, premessa non conoscevo il mondo dell'editoria ed ancora ho tanti dubbi; non sono rimasta molto felice del risultato, insomma il mio piccolo operato è stato pubblicato non perché era qualcosa di straordinario, ma, perché la casa editrice a cui mi sono rivolta, pubblica tutto, ma proprio tutto, senza nessun tipo di selezione, quindi non saprò mai se ciò che ho scritto merita o no attenzione.Devo dire che mi sono sentita un po presa in giro, la pubblicazione è avvenuta con l'utilizzo di un marchio secondario di cui la casa editrice a detta sua lo utilizza per gli esordienti, ma leggendo il catalogo delle loro pubblicazioni, ho trovato tanti esordienti come me, di cui il loro operato è stato pubblicato col marchio principale per cui la casa editrice è conosciuta. Premessa: io mi sono presentata all'editore no come una scrittrice, ma come una mezza cartuccia e ho consegnato il mio operato all'editore con la premessa che non mi sarei offesa se per mancanza di un buon contenuto il manoscritto mi fosse stato tornato indietro senza nessuna pubblicazione; nell'amicizia mi sono un po sentita presa in giro, in quanto non mi hanno detto e illustrato il percorso di come fare per pubblicizzare il libro; mi era stato detto che il mio libro dal momento della stampa si sarebbe trovato in tutte le librerie italiane, ma non mi hanno sottolineato un aspetto, solo se richiesto, quindi negli scaffali secondari delle varie librerie, del mio libro non c'è neanche l'ombra; deduco che lo possono acquistare solo chi mi conosce e sa che ho scritto un libro; una mia amica ha pubblicato con loro e le è stato illustrato tutto il percorso da fare per far conoscere il libro; la domanda nasce spontanea:" Ma questi editori se non pubblicizzano non vendono? Quindi, di cosa campano, d'aria? Credo che più vendono più guadagnano, è così? o mi sbaglio?Comunque, questa esperienza, mi ha insegnato che conviene non rivolgersi mai a persone amiche, per lo più di famiglia, perché invece di essere aiutate si viene buttate nel burrone del dimenticatoi. Mi sono dedicata a scrivere ancora, qualcosa che vorrei inviare ad un altra casa editrice, ma ho un dubbio, il timore di cui inizialmente ho menzionato, se si invia il manoscritto c'è pericolo, che se piace, la casa editrice che riceve l'operato se ne possa appropriare? Bisogna tutelarsi? E come? Molti mi hanno consigliato di depositare il manoscritto alla SIAE, mi sono informata ma è costoso. C'è qualcuno che può aiutarmi a capire come fare?O posso inviare liberamente, perché ciò che penso non può mai succedere? Scrivo brevi racconti, piccole raccolte, non li ritengo geniali ma se per una strana illuminazione qualcuno di questi possa veramente interessare, e qualcuno ne vuole fare uso appropriandosene la paternità? Qualcuno può aiutarmi, e delucidarmi su i mie dubbi? Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno @GioSte benvenuta :)

Dai un'occhiata alla pagina di benvenuto che ti lascio qui e che ti aiuterà a muoverti nel forum.

Per quanto riguarda le tue domande, questa non è la sezione giusta per porre domande del genere, qui ci si presenta alla comunità e si ricevono benvenuto! Se però fai un giro in Varie ed eventuali o anche in Questioni legali sono sicura che troverai una discussione in cui poter fare domande e anche trovare qualche risposta. Ti invito anche a visitare la sezione Case Editrici cercare quella con cui hai pubblicato con la funzione cerca in alto a destra e condividere con il forum la tua esperienza :)

Benvenuta e non buttarti giù, 

13 ore fa, GioSte ha detto:

Mi sono dedicata a scrivere ancora,

questo è lo spirito giusto! :flower:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Kikki,

non sono molto pratica nel muovermi tra le pagine di writer,s dream, ti ringrazio per avermi indicato dove andare per avere delle delucidazioni in merito ai miei dubbi. Cercherò di seguire il tuo consiglio di avere un po di più autostima.Grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ippolita, felice di conoscerti, grazie mille per la buona fortuna se ne ha sempre bisogno...

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@GioSte Ciao e ben venuta. Pubblicare è banale; ottenere dei risultati è spesso faticoso e lungo. Le librerie spesso non tengono opere di esordienti e/o poco conosciuti: li richiedono all'editore nel momento in cui un cliente ne fa richiesta (un cane che si morde la coda). Non è questione di bravura dello scrittore, ma semplicemente un calcolo meramente pecuniario. Le librerie sono delle imprese che cercano di minimizzare i costi e massimizzare i profitti - mettiti nei loro panni. Le librerie in Italia sono circa 7.000. Che tiratura servirebbe per coprirne almeno una parte? Diciamo un migliaio di copie. Poi però c'è il distributore, che non distribuisce gratuitamente: il distributore guadagna sulle vendite delle copie distribuite (una fetta della torta che si divide con gli altri, tipo editore, autore e libraio). Cautelativamente il distributore esige una specie di cauzione, che si trattiene in caso di mancate vendite. Il mercato dell'editoria c'entra poco con l'arte dello scrivere.

Se ti lamenti che il servizio di tutela della SIAE è caro, non hai considerato il costo della pubblicizzazione. Tra l'altro, la consegna delle copie obbligatorie alla Prefettura, che poi si fa carico anche della distribuzione alle quattro biblioteche nazionali dovrebbe essere una tutela sufficiente per la paternità degli scritti.

 

Auguri comunque, e non desistere. Hai fatto un primo passo gettandoti nella mischia e, come dicono i cinesi: ogni lungo viaggio inizia dal primo passo.

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ljuset, felice di conoscerti, ti ringrazio per la risposta esauriente, grazie dei tuoi auguri ne ho bisogno...tenterò ancora e speriamo bene...Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×