Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Lore

Risposta positiva di una CE medio/grande dopodichè non si sa più nulla

Post raccomandati

Ciao a tutti,

avrei bisogno di un consiglio e per questo mi rivolgo a voi, perchè io non so come fare e spero di ottenere risposte che possano aiutarmi.

A fine agosto dell'anno scorso ricevetti un email da una CE medio/grande in cui avevano letto la sinossi del mio romanzo ed era piaciuta, oltre a essere interessati.

Mi dissero di mandare loro due capitoli per vedere il mio stile di scrittura, e così feci. Un mese dopo mandai all'editor che mi aveva contattata un'altra email per sapere se i miei capitoli fossero giunti poichè, nel periodo in cui glieli mandai, non mi funzionava bene la casella di posta, ma non ottenni nessuna risposta.

Prima mi sono dimenticata di dire che quando l'editor della CE mi rispose, inserì il suo numero di cellulare nella risposta che mi pervenne. Inoltre mandai la richiesta di amicizia a questa persona e, dopo qualche mese, l'accettò.

Mi sono detta che se quei due capitoli non li avesse letti e piaciuti, non penso che me l'avrebbe accettata l'amicizia... ma allora non capisco, perchè non si faccia viva chiedendomi l'intero romanzo?

Però penso che ad agosto 2019 sarà un anno da quando mandai i due capitoli e, da allora, nessuna più notizia. Penso che questo non sia un buon segnale oppure non ha ancora letto i capitoli, ma mi ha accettato l'amicizia per tenermi buona.

So solo che mi sto facendo tanti problemi da risultare paranoica, ma questo suo atteggiamento mi manda in confusione.

Voi cosa fareste al posto mio? Io sarei tentata di scriverle un messaggio su fb per sapere se ci sono novità però, da una parte, non voglio giocarmi questa opportunità ma non voglio neppure stare qui ancora ad aspettare perchè, se per due capitoli mi tocca aspettare un anno, chissà quanto dovrò attendere se richiederà l'intero romanzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, Lore ha detto:

Voi cosa fareste al posto mio? Io sarei tentata di scriverle un messaggio su fb per sapere se ci sono novità però, da una parte, non voglio giocarmi questa opportunità ma non voglio neppure stare qui ancora ad aspettare perchè, se per due capitoli mi tocca aspettare un anno, chissà quanto dovrò attendere se richiederà l'intero romanzo.

Io non credo che ti richiederà il manoscritto: i due capitoli servono per vedere come l'autore ha sviluppato una trama potenzialmente interessante. Se dopo tutto questo tempo non hai ricevuto nessuna comunicazione penso che tu possa occuparti di altro.  Attendere ancora un contatto non mi pare abbia un gran senso, sollecitarlo men che meno.   

  • Mi piace 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La nostra non è una CE medio grande, ma piccola piccola, eppure anche a noi è capitato di perdere qualche messaggio nei meandri delle e-mail: due o tre volte, non di più, ma è successo. Immagino che il problema s'ingrandirà con il crescere della casa editrice. Se però qualcuno ci fa presente questa mancanza, gliene siamo grati e andiamo a vedere se effettivamente lo sbaglio è nostro, oppure è da ricercarsi altrove, ma in ogni caso vediamo di risolvere il problema.

"Lecito chiedere, educazione rispondere", mi ripeteva sempre mio padre, ed è una massima alla quale mi sono sempre attenuto. 

Non vedo perché qualcuno dovrebbe risentirsi se, almeno una o due volte, tu,@Lore , solleciti una sua risposta, a prescindere dal mezzo che usi: telefono (preferibile) o messaggio facebook. Credo che per essere degli stalker si debba ampiamente superare la soglia della mezza dozzina di chiamate e non mi pare che tu ci rientri. Personalmente, sia nella vita, sia nel lavoro, a me non piacere rimaner tra color che sono sospesi e mi impegno a chiarire in fretta le situazioni ambigue.

  • Mi piace 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Marcello ha detto:

Io non credo che ti richiederà il manoscritto: i due capitoli servono per vedere come l'autore ha sviluppato una trama potenzialmente interessante. Se dopo tutto questo tempo non hai ricevuto nessuna comunicazione penso che tu possa occuparti di altro.  Attendere ancora un contatto non mi pare abbia un gran senso, sollecitarlo men che meno.   

Essendo la prima volta che mi capitava non sapevo bene quali capitoli mandare, così ho spedito il settimo e il diciottesimo. 

@Marcello più che altro non so quanto tempo deve passare da quando le CE ti chiedono l'intero manoscritto, perchè sul sito di questa CE c'era scritto di mandare loro la sinossi e se erano interessati avrebbero richiesto l'intero romanzo invece a me hanno chiesto solo due capitoli...quindi per "pubblicare" dovrebbero richiedere comunque tutto il romanzo, giusto?

Inoltre nell'ipotesi di essere stata scartata che senso ha accettare la mia richiesta di amicizia? Non ha molto senso, anche perchè non credo che gli editor accettano l'amicizia di chiunque...per questo non so che pensare.

Alla sinossi era molto interessata e, almeno io credo, da due capitoli non si riesce a capire molto dalla trama.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Aporema Edizioni ha detto:

"Lecito chiedere, educazione rispondere", mi ripeteva sempre mio padre, ed è una massima alla quale mi sono sempre attenuto. 

Non vedo perché qualcuno dovrebbe risentirsi se, almeno una o due volte, tu,@Lore , solleciti una sua risposta, a prescindere dal mezzo che usi: telefono (preferibile) o messaggio facebook. Credo che per essere degli stalker si debba ampiamente superare la soglia della mezza dozzina di chiamate e non mi pare che tu ci rientri. Personalmente, sia nella vita, sia nel lavoro, a me non piacere rimaner tra color che sono sospesi e mi impegno a chiarire in fretta le situazioni ambigue.

La penso come te riguardo che è educazione rispondere, ma la maggior parte delle persone non risponde e vede come un fastidio se qualcuno sollecita. Certi mi hanno detto che non bisogna mai contattare le CE per avere notizie, perchè bisogna aspettare che si facciano vive loro... ma io non posso nemmeno stare qui ad aspettare all'infinito.

Piuttosto che questo silenzio preferirei che mi dicessero che hanno cambiato idea riguardo il mio romanzo. Sarebbe già qualcosa.

Poi di questo editor ho anche il numero di telefono, perchè l'aveva scritto nell'email quindi non so se è più conveniente provare a mandare un messaggio o scrivergli su fb. Al numero della CE preferirei non chiamare per evitare che mi chiudano il telefono in faccia, anche perchè se ho un contatto diretto con quest'editor preferisco non andare a disturbare nessun altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, Lore ha detto:

Inoltre nell'ipotesi di essere stata scartata che senso ha accettare la mia richiesta di amicizia?

Non credo che le due cose siano collegate: hai detto che l'ha accettata dopo mesi... dubito che abbia riconosciuto il nome così a distanza di tempo perché immagino riceverà svariati contatti ogni giorno.

 

39 minuti fa, Lore ha detto:

da due capitoli non si riesce a capire molto dalla trama.

la trama la giudicano dalla sinossi, e l'hanno reputata interessante altrimenti non ti avrebbero richiesto i due capitoli.

Dai capitoli invece giudicano come scrivi: lo stile, la correttezza, la gestione del PoV...  

Secondo me se non ti hanno più chiesto nulla significa che hanno fatto le loro valutazioni e hanno deciso di non procedere.  

Poi non è che io voglio smontare le tue aspettative, dico solo che forse non è più il caso di attendere oltre. Poi vedi tu, cara.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Marcello quindi dopo quanto tempo, dalla prima risposta positiva, una CE dovrebbe farsi viva per far capire alla persona che vogliono pubblicare il suo romanzo?  Io ho pensato che, magari, prima diano spazio agli autori famosi, poi a chi ha l'agente e infine agli esordienti. Oppure "congelano" un romanzo per pubblicarlo quando è il momento giusto (es. visto che sono passati 500 anni dalla morte di Leonardo ho notato che ora le CE prediligono mettere in vendita romanzi che parlano di da Vinci).

Comunque il genere del romanzo che ho mandato a quella CE è storico.

Inoltre c'entra qualcosa i tempi lunghissimi di una suddetta CE?

  • Confuso 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, Lore ha detto:

@Marcello quindi dopo quanto tempo, dalla prima risposta positiva, una CE dovrebbe farsi viva per far capire alla persona che vogliono pubblicare il suo romanzo?  Io ho pensato che, magari, prima diano spazio agli autori famosi, poi a chi ha l'agente e infine agli esordienti.

Non pensi che se fosse così rischierebbero di perdere i manoscritti di loro interesse? Cioè, va bene il discorso  delle lunghe attese, però quasi un anno per leggere due capitoli francamente mi pare troppo. 

 

28 minuti fa, Lore ha detto:

Oppure "congelano" un romanzo per pubblicarlo quando è il momento giusto

Ok congelare un romanzo, ma prima dovresti mettere sotto contratto l'autore, altrimenti non avrebbe senso.

 

Detto questo, le strade dell'editoria sono infinite e non possiamo sapere ... Ragioniamo un po' in generale rispetto alle nostre esperienze, quindi ti auguro che il tuo testo sia ancora lì sulla scrivania dell'editor 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara @Lore , te lo dico con tutta la benevolenza possibile e senza sarcasmo: spero che la tua prosa sia più lineare e comprensibile di quanto non siano i tuoi processi mentali, perché in caso contrario i tuoi lettori avranno un bel da fare a capire quello che vuoi comunicare :umh:.
Attendevi una risposta che non è arrivata: ma che problema c'è nel sollecitarla, con i dovuti modi e la giusta educazione?
Se qualcuno ti fornisce il proprio  di telefono, o anche ti concede l'amicizia su facebook, mi pare evidente che non abbia alcun problema a essere contattato (magari non alle due di notte o durante la grigliata di ferragosto :)). Se invece lo fa e poi gli secca che lo chiamino, deve avere qualche problema. In tal caso, una volta capita l'antifona, è anche giusto che le persone gli stiano alla larga, qualunque lavoro faccia, non solo l'editor.

37 minuti fa, Lore ha detto:

Certi mi hanno detto che non bisogna mai contattare le CE per avere notizie, perché bisogna aspettare che si facciano vive loro...

Beh, con il "certi mi hanno detto che..." o con "altri mi consigliano di...", non si va da nessuna parte, in nessun campo: hai presente la favoletta di Esopo sul padre, il figlio e l'asino che si portavano appresso? Agisci secondo la tua testa e il tuo modo di sentire e lascia perdere i consigli, che, per quanto validi possano essere, restano sempre tali e non sono certo ordini da eseguire pedissequamente.

2 ore fa, Lore ha detto:

Al numero della CE preferirei non chiamare per evitare che mi chiudano il telefono in faccia

Anche con questo genere di paure, o di riguardi, non si va da nessuna parte. Se una CE chiude il telefono in faccia  a chi chiede notizie del proprio manoscritto, è meglio perderla che trovarla: pubblicare con loro non sarebbe stato certo un buon affare.
Alla fine, per farla breve, mi viene in mente lo slogan pubblicitario di una compagnia telefonica, che ben si adatta al tuo caso: "E chiama, no?!"

Altrimenti, sostituendo il verbo chiamare al verbo venire, la fine che rischi di fare è questa qui.

  • Mi piace 7
  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quel poco di esperienza che ho maturato in questi anni, posso dire che il mondo dell'editoria è un gran delirio, non mi stupisco più di nulla, soprattutto sui modi e sui tempi. Questi si dilatano, sembra non succedere mai nulla e poi... zac, ti chiamano e ti dicono "EHi, domani andiamo in stampa". Spero che la tua situazione si sblocchi quanto prima!

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Boskizzi ha detto:

Per quel poco di esperienza che ho maturato in questi anni, posso dire che il mondo dell'editoria è un gran delirio, non mi stupisco più di nulla, soprattutto sui modi e sui tempi. Questi si dilatano, sembra non succedere mai nulla e poi... zac, ti chiamano e ti dicono "EHi, domani andiamo in stampa". Spero che la tua situazione si sblocchi quanto prima!

almeno mi capisci :) Grazie. Lo spero anch'io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lore in realtà capisco la tua riluttanza a contattare l'editor direttamente, non vuoi giocarti quell'unica possibilità che speri di avere magari indisponendolo.

Però posso dirti per esperienza che, passato tutto questo tempo, non ha senso farsi molti scrupoli. Loro non se li fanno nei tuoi confronti, credimi.

Per te è un sogno, ma per loro è lavoro. Affari, vita quotidiana, impegni. Se decidessero di non pubblicare un'opera in cui credono solo perché un autore li chiama al telefono credo che dovrebbero cambiare mestiere o vedere un bravo analista :fuma:

 

Quindi sii cortese, chiedi notizie e mettiti il cuore in pace. Qualsiasi sia l'esito.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Claire1987 ha detto:

in realtà capisco la tua riluttanza a contattare l'editor direttamente, non vuoi giocarti quell'unica possibilità che speri di avere magari indisponendolo.

Però posso dirti per esperienza che, passato tutto questo tempo, non ha senso farsi molti scrupoli. Loro non se li fanno nei tuoi confronti, credimi.

Grazie per le tue parole. Hai centrato esattamente il mio problema però hai ragione... gli editor non si fanno scrupoli nei nostri confronti.

In qualche mio post precedente ho scritto del telefono in faccia, perchè mi è successo veramente con una grande CE e io avevo chiamato solo per avere qualche informazione.

4 ore fa, Claire1987 ha detto:

mettiti il cuore in pace. Qualsiasi sia l'esito.

Mi va bene anche un no, spero motivato, piuttosto che tutto questo silenzio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lore Ti era successo con una big che si era mostrata interessata al tuo romanzo? O avevi chiesto informazioni semplicemente dopo l'invio?

Lungi da me scusare un comportamento maleducato come quello che ti hanno riservato, però a seconda dei casi la (loro) prospettiva cambia. Magari a volte si sentono un po' come quando veniamo bersagliati dai call center.

In ogni caso, facci sapere come hai deciso di procedere e se sei riuscita a ottenere delle info :flower: 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ad esempio una persona che qualche giorno fa mi ha telefonato al cellulare alle 22.30 per avere informazioni sull'invio... :facepalm:

  • Divertente 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non voglio aprire un altro post per evitare il proliferare, ma secondo voi quali sono i tempi di rassegnazione?

A me un mese fa una CE (piccola e free) ha annunciato che mi avrebbe inviato una proposta di contratto dopo aver valutato positivamente un mio romanzo, e poi è scomparsa. Ho chiesto notizie dopo 15 giorni e non ho avuto risposta. Sono tempi normali? E' l'ennesima disillusione? Passa la voglia di provarci.

 

 

  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/6/2019 alle 12:19, Lore ha scritto:

La penso come te riguardo che è educazione rispondere, ma la maggior parte delle persone non risponde e vede come un fastidio se qualcuno sollecita. Certi mi hanno detto che non bisogna mai contattare le CE per avere notizie, perchè bisogna aspettare che si facciano vive loro... ma io non posso nemmeno stare qui ad aspettare all'infinito.

 

 

Guarda non lo so con le CE, ma mentre ero alla disperata ricerca di un lavoro ti assicuri che certi avevano delle opinioni sulle linee guida da seguire per piacere ad un'azienda che erano completamente diverse da quelle che sostenevano certi altri. E secondo alcuni non bisogno disturbare, mandare il CV e fare quelli che sono così importanti da aspettare che sia l'azienda a contattare loro; altri giuravano che dopo qualche settimana dall'invio del CV fosse lecito telefonare e chiedere informazioni (anzi, dimostrava interesse ed era assolutamente una cosa da fare).

 

Capisco che non ti piaccia telefonare (io ho l'ansia sociale da telefonate a gente che non conosco, tanto che fatico ad ordinare la pizza a domicilio e sono sicura abbiano inventato le ordinazioni via internet, scritte, per quelli come me), però almeno un'email (se trovi quella della persona che ti ha chiesto i capitoli e lasciato il suo numero), cortese, in cui dici che ti dispiace molto disturbare ma eri solo interessata a sapere se i tuoi capitoli sono ancora in valutazione o meno, perché la loro CE ti piace molto e sarebbe sicuramente in cima alla tua lista e sei pronta ad aspettare i tempi che vogliono (sempre sia vero), ma vorresti giusto sapere come regolarti... quella mandala. Mal che vada ti metti il cuore in pace.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me è successo che un editore importante mi dicesse personalmente che avrebbe pubblicato il libro e addirittura di inviargli la biografia da inserire nella quarta di copertina. Poi è sparito e non ha mai risposto ne' al cell, né alle mail. Non ho insistito più di tanto, il messaggio era chiaro. Parlandone con alcuni autori ed editori, ho scoperto che non è così insolito che accada, purtroppo. Io ti consiglio di chiamare, per toglierti ogni dubbio. Mi sembra legittimo. Ps: i.miei tempi di rassegnazione si sono aggirati intorno ai sei mesi, più o meno. Ma tieni presente che sarebbe stato un esordio con un editore importante, e che mi aveva già detto di sì. Una batosta allucinante!

  • Confuso 1
  • Triste 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, cerchiamo di non farci condizionare troppo da certe esagerazioni che spesso case editrici, editor e compagnia bella mettono in giro sugli autori. Non siamo, per fortuna, tutti pazzi scatenati da tenere a distanza. Un conto è l'ossessivo-compulsivo che telefona ogni tre giorni per sapere se allora hanno finito la valutazione: ma non mi risulta che questo sia l'atteggiamento dello scrittore "medio". In genere siamo in grado di controllare i nostri impulsi (come la maggior parte degli adulti non ospedalizzati). Quindi, se la casa editrice si dichiara interessata e ci chiede altro materiale da valutare, mi sembra più che normale che ci chiarisca anche: se ci daranno una risposta anche in caso di valutazione negativa o se vige il "silenzio dissenso"; quanto tempo, in entrambi i casi, è prevedibile che noi dobbiamo aspettare prima di sapere se il nostro romanzo sarà pubblicato da loro o se siamo liberi di prendere accordi con altri editori. Negare queste risposte non è normale, è mancanza di rispetto e di professionalità. Ed è un tuo diritto chiederle, se non ti vengono fornite spontaneamente. Quindi acchiappa quel telefono e pretendi che ti rispondano.

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/7/2019 alle 01:19, kjkj ha scritto:

in cui dici che ti dispiace molto disturbare ma eri solo interessata a sapere se i tuoi capitoli sono ancora in valutazione o meno, perché la loro CE ti piace molto e sarebbe sicuramente in cima alla tua lista e sei pronta ad aspettare i tempi che vogliono (sempre sia vero), ma vorresti giusto sapere come regolarti... quella mandala. Mal che vada ti metti il cuore in pace.

Ormai sto aspettando da tanto... ed erano solo due capitoli. Se mi richiedono l'intero romanzo chissà quanto dovrò aspettare :P 

Il 3/7/2019 alle 09:48, Mathiel ha scritto:

ho scoperto che non è così insolito che accada, purtroppo

ma io non capisco perchè fanno così. Non trovo il senso di dire che sono interessati e poi non farsi più vivi

Il 3/7/2019 alle 10:31, Tinucci ha scritto:

se ci daranno una risposta anche in caso di valutazione negativa o se vige il "silenzio dissenso"; quanto tempo, in entrambi i casi, è prevedibile che noi dobbiamo aspettare prima di sapere se il nostro romanzo sarà pubblicato da loro o se siamo liberi di prendere accordi con altri editori. Negare queste risposte non è normale, è mancanza di rispetto e di professionalità. Ed è un tuo diritto chiederle, se non ti vengono fornite spontaneamente. Quindi acchiappa quel telefono e pretendi che ti rispondano.

Avendo il suo numero e sapendo già che non mi avrebbe risposto le ho scritto. Cosa ho ottenuto? Un visualizzato senza risposta... e sempre più dubbi. Non penso che porti via molto tempo dicendo: "abbiamo letto i capitoli da Lei mandati, ma non siamo interessati. Grazie" oppure dirmi che non hanno ancora avuto tempo di leggerlo.

Avrei preferito una risposta del genere. Anche io, come @Tinucci , trovo questo atteggiamento maleducato e non professionale.

In fondo una risposta, seppur misera, non si nega a nessuno. Sono molto sfiduciata :( 

  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 07/05/2019 alle 18:37, Lore ha scritto:

Avrei preferito una risposta del genere. Anche io, come @Tinucci , trovo questo atteggiamento maleducato e non professionale.

In fondo una risposta, seppur misera, non si nega a nessuno. Sono molto sfiduciata

Hai ragione ma ormai questo è l'andazzo generale e non solo nell'editoria. Personalmente ho centinaia di mail inviate (di tutti i tipi) dalle proposte alle richieste di informazioni senza risposta alcuna... è veramente irritante.

  • Mi piace 2
  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×