Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Niko

Planet Book (Gruppo CSA)

Post raccomandati

Nome: Planet Book

Catalogo: https://www.planetbook.it/index.php?option=com_virtuemart&view=category&virtuemart_category_id=0&Itemid=486

Modalità di invio dei manoscritti: inviare alla mail segreterialetteraria@planetbook.it biografia, sinossi, opera completa e recapiti 

Distribuzione: https://www.planetbook.it/index.php?option=com_content&view=article&id=141&Itemid=531

Sito web: https://www.planetbook.it/

Facebook: https://www.facebook.com/planetbookeditrice/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci ha risposto Alessandro Labonia in modo molto approfondito e riporto gran parte di quanto ci ha comunicato:

 

Accettano esordienti, cito: "Planet Book è un marchio di lancio importante per gli autori esordienti e molti scrittori sono diventati autori più o meno noti grazie alle attività editoriali e di marketing di Planet Book."

Pubblicano con contributo o senza contributo in base all'opera, alle potenzialità di vendita (per genere e contenuti) e alla storia dell'autore (se ha pubblicato in passato e se ha attestazioni di vendita da esibire). Cito: "Si fatica a portare e tenere nelle librerie l'autore non noto e questo impone di ponderare sempre con attenzione il da farsi; perché se c'è qualità in un testo, allora una chance va data. Tra gli autori che hanno pubblicato con erogazione del piccolo contributo per una loro opera e che hanno avuto anche piccoli risultati di vendita di qualche centinaia di copie, vi sono tanti che hanno poi ripubblicato con Planet Book le loro successive opere con costi a esclusivo carico della casa editrice. Alcuni autori ora pubblicano con Planet Book regolarmente senza contributo e tanti autori, grazie alla prima pubblicazione con Planet Book, ora pubblicano regolarmente con il marchio madre CSA Editrice, che è Free."

 

Hanno argomentato quest'ultimo punto e riporto per trasparenza la risposta:

"La risposta deve essere però necessariamente argomentata. Tanti autori lo sono a livello amatoriale e lo fanno per se stessi, o scrivono testi non commercializzabili ma che tengono a  pubblicare per propri motivi (la raccolta di pensieri dell'anziana madre da regalarle all'80° compleanno per farle una sorpresa, la raccolta di poesie introspettive e con funzioni catartiche, il racconto di un anno della vita del club di tennis tavolo), vi sono autori che ti chiedono "voglio pubblicare quest'opera e mi servono subito 200 copie da utilizzare in presentazioni e concorsi), vi sono docenti e ricercatori che hanno bisogno di pubblicare la loro monografia perché dà loro crediti e fa curriculum ma non sono interessati alla commercializzazione, vi sono tanti autori-clienti-curatori che chiedono il preventivo per la pubblicazione e stampe di 2.000 copie degli atti di un convegno, dell'annuale della banca, della ricerca del ministero, ecc.

Alla luce di questo, ha senso parlare di editoria a pagamento ed editoria free? Tutte le case editrici pubblicherebbero un'opera commissionata dal Vaticano o un'opera finanziata con 10.000 euro da un bando. Se lo fanno Mondadori, Giunti, CSA, ecc. sono da considerarsi editori a pagamento? Allora va detto senza le ipocrisie e le mistificazioni degli ultimi due decenni, che tutte le case editrici del mondo sono a doppio binario; e per tale motivo la definizione "doppio binario" non ha senso di esistere. Siamo accolti in un elenco perché non siamo totalmente a pagamento e non siamo totalmente free (come non lo è nessun editore al mondo).

Quando a un autore è richiesto di contribuire, consigliamo di erogare la cifra come acquisto libri e non come consulenza. Questo perché le consulenza comportano un'Iva aggiuntiva del 22% che l'editore è costretto a girare tutta al fisco. La vendita di libri la si effettua con il 4% di Iva che paga direttamente l'editore e non incide sui costi dell'autore. Pertanto, l'autore più o meno a parità di costi, si ritrova con 50-100 copie del suo libro ed è un vantaggio."

 

Riguardo i servizi editoriali quali editing, correzione di bozze eccetera, se chiedono il contributo, tutti i servizi sono compresi. Se non chiedono alcun contributo, tutti i servizi sono egualmente compresi.

Sono distribuiti da Direct Book - Interscienze Srl, Fastbook (che è di proprietà del gruppo Messaggerie) e dai distributori interregionali per il Nord "Euroservizi" e Book Service (Catene Feltrinelli, Mondadori, Giunti, Ubik, ecc). Sono distribuiti anche tramite tutti i maggiori portali online italiani ed esteri (Mondadori, Feltrinelli, Amazon, Unilibro, Ibs, ecc.)

Promuovono gli autori tramite l'ufficio stampa e l'ufficio marketing, cito: "perché visti gli importi modesti richiesti come contributo (quando si richiede il contributo), Planet Book deve puntare a sostenersi esclusivamente dalle vendite dei libri. Il marketing prevede una miriade di attività che spieghiamo nel dettaglio quando inviamo una proposta di pubblicazione."

 

Secondo la nostra categorizzazione (su cui si può essere chiaramente d'accordo o meno ma che manteniamo intatta da anni) la discussione viene inserita in Doppio Binario.

Se qualcuno avesse esperienze dirette è invitato a condividerle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ho pubblicato la mia prima opera con Planet Book con l'unico impegno di acquisto di un minimo di 50 copie. In quella cifra in realtà comprendono tutti i servizi di revisione, impaginazione, grafiche, promozione, ecc. Tutte le successive ristampe sono state effettuate senza costi da parte mia. Dato che il libro è stato venduto abbastanza bene per essere un'opera prima, le altre due pubblicazioni le ho pubblicate sempre con Planet Book ma senza alcun contributo o obbligo di acquisto di copie dei libri. Si tratta di una saga di narrativa per bambini e ragazzi e sta andando bene anche nelle scuole. Al Salone del libro di Torino l'editore, che ha organizzato una tavola rotonda alla quale ho partecipato sul tema dei miei libri, ha detto che tutta la mia produzione potrebbe passare con il marchio CSA Editrice e che dispiace solo dover rinunciare alle grafiche di Planet Book, già conosciute dai librai e dai distributori per la mia produzione letteraria.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mia figlia Aurora Vannucci ha pubblicato la sua prima opera con Planet  Book all'età di 11 anni (ora ne ha 14). Abbiamo contribuito acquistando  un certo numero di copie  che erano già prenotate ancor prima di riceverle, quindi praticamente noi non abbiamo avuto alcuna spesa effettiva a nostro carico.
Il secondo libro  di mia figlia l'abbiamo inviato sempre a Planet Book e questa volta ci hanno proposto la pubblicazione con il marchio CSA 
Editrice, quindi senza alcun costo per noi. La prima opera di mia figlia ha avuto un buon successo di vendita e di critica e anche la seconda è andata piuttosto bene. Si sono sempre comportati in modo serio, gentile e professionale. Direi per noi esperienza positiva."

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Planet Book è tra i marchi editoriali italiani che investono di più sugli autori esordienti ed emergenti; investe molto più che tutti i marchi blasonati i quali lavorano esclusiva con gli autori già noti rischiando zero. La metà della produzione di Planet Book è con costi a esclusivo carico dalla casa editrice.

Tanti autori che hanno pubblicato partecipando per la loro prima pubblicazione alla copertura minima dei costi iniziali (dell'ordine di un quarto dei costi che sostiene la casa editrice tra revisione, impaginazione, grafica, stampa, marketing), ora pubblicano regolarmente con Planet Book "senza" erogare più alcun contributo, grazie ai risultati ottenuti con la commercializzazione del loro primo lavoro. 

Per una valutazione gratuita della tua nuova opera, inviaci breve sinossi, testo completo, tua breve biografia e i tuoi recapiti a segreterialetteraria@planetbook.it

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×