Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

valsiwho

Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

Post raccomandati

Hanno pubblicato il bando per la XXXIII edizione del Premio Calvino. Le opere devono essere inviate alla segreteria del Premio a partire dal 5 luglio 2019 ed entro e non oltre il successivo 28 ottobre 2019 (fa fede la data del timbro postale di invio).

L’autore non deve aver pubblicato nessun’altra opera narrativa in forma di libro autonomo, sia cartaceo che e-book, e deve essere in possesso dei diritti sull’opera presentata. Sono ammesse le autopubblicazioni (sia cartacee sia e-book), le pubblicazioni sostenute in qualsiasi forma da un contributo dell’autore, le pubblicazioni su riviste cartacee o online, su antologie, leedizioni a distribuzione locale o a cura di associazioni ed enti locali, le pubblicazioni con basse tirature (inferiori alle 300 copie) o con un ridotto numero di copie vendute (inferiore a 200 se cartacea oppure inferiore a 400 download se digitale), le pubblicazioni tramite crowdfunding. Qualora l’autore abbia pubblicato opere appartenenti alla suddetta tipologia e ne possegga i diritti può partecipare al concorso con queste stesse opere, qualora invece non sia più in possesso dei relativi diritti, può partecipare ma con altro materiale.

 

C'è il pagamento di una tassa di iscrizione, in base alle battute (spazi inclusi), e l'età:

 

  • Per testi inferiori alle seicentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 100,00.
  • Per testi superiori alle seicentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 120,00.
  • Per i testi superiori alle novecentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 150,00.
  • Per i concorrenti di età inferiore ai 26 anni all’atto dell’iscrizione la quota è di euro 50,00 (di euro 70,00 per opere che superino le seicentomila battute, spazi inclusi, e di euro 90,00 oltre le novecentomila battute).

 

 

La Giuria designerà l’opera vincitrice, al cui autore sarà attribuito un premio di € 1.500 e, in linea di massima, individuerà altri due testi per una menzione, a ciascuno dei quali sarà attribuito un premio di € 500. A uno dei finalisti verrà inoltre assegnata, a cura dell’Istituto Treccani, una speciale menzione per “originalità linguistica e creatività espressiva”.

 

Per leggere il bando completo, vi lascio qua il link bando XXXIII edizione Premio Calvino.

 

 

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma io non ho capito cosa significhi "non deve aver pubblicato nessun’altra opera narrativa in forma di libro autonomo, sia cartaceo che e-book"

cioè deve essere un esordiente, ovvero il manoscritto deve essere la sua prima potenziale pubblicazione?

se uno ha già pubblicato un altro romanzo su un POD è automaticamente escluso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @valsiwho per le preziose informazioni.

Sono molto attratto da questo concorso letterario e lo reputo una buona opportunità, tanto più che si mescola l'aspetto puramente competitivo, che porterà alla nomina di un vincitore, all'indubbia utilità di una scheda tecnica volta ad aiutare lo scrittore nel migliorare la propria opera. Inoltre, sul sito viene concessa una buona visibilità anche ai racconti che si sono messi in evidenza per qualche aspetto e non è infrequente che siano selezionati dalle case editrici più importanti per una pubblicazione.

Vorrei sapere se qualcuno ha avuto modo, in passato, di parteciparvi e com'è stata quest'esperienza.

Che cosa consigliereste ad un neofita come me, al quale solletica l'idea di mettersi in gioco ad un evento così prestigioso?

:boing:    

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alienik Sul bando, punto 2, dice: "Si concorre inviando un’opera inedita di narrativa in lingua italiana: romanzo, racconto o raccolta di racconti, in ogni caso di lunghezza complessiva superiore alle sessantamila battute, spazi inclusi."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/7/2019 alle 10:51, Miss B. ha scritto:

@Alienik Sul bando, punto 2, dice: "Si concorre inviando un’opera inedita di narrativa in lingua italiana: romanzo, racconto o raccolta di racconti, in ogni caso di lunghezza complessiva superiore alle sessantamila battute, spazi inclusi."

 Ops, era proprio sotto il naso:facepalm: grazie! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho mandato il nuovo romanzo nonostante abbia già alle spalle una - seppur piccola - pubblicazione. Anche per me le aspettative sono minime. Tra l'altro è anche il primo concorso a cui partecipo, quindi per me è tutto dannatamente nuovo...

Che dire, andiamo avanti con la vita. Tanto per avere un responso bisognerà aspettare un bel po', no? Più che il concorso in se` sono tanto curioso di leggere la scheda: il giudizio di un esperto è quanto di più prezioso ci sia, secondo me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Tessa79 ha scritto:

Sapete se per caso la narrativa non di genere viene in qualche modo prediletta?

Su questo non so dirti. Ciò che puoi fare, però, è spulciarti un attimino il sito, scorrendo tra le news dell'ultimo anno. Mi sembra di capire che, in qualche modo, alla giuria piaccia premiare chi riesca a distinguersi dagli altri - alcune menzioni parlano di semplice struttura narrativa, altre premiano il coraggio su certi contenuti e via discorrendo.

Forse, e dico forse, in tal senso la narrativa non di genere potrebbe essere, non dico prediletta ma letta con più interesse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 13/9/2019 alle 21:45, Francescam ha scritto:

@SirMortazza  so per certo che coraggio su certi contenuti  puoi cancellarlo.

Come mai? Ripeto, per me è la prima volta e non ho conoscenze nell'ambiente; mi sto basando sulle semplici, e poche, informazione che sono riuscito a carpire leggendo qui e lì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@SirMortazza  la mia è un'esperienza personale, sia chiaro. Ho partecipato tre volte al Premio Calvino e ho ottenuto anche una segnalazione due anni fa, ma troppe polemiche, troppi lati oscuri, troppi ritardi. Quest'anno alcune delle schede di lettura che dovevano arrivare entro fine luglio, sono slittate addirittura dopo ferragosto. Insomma il gioco forse vale la candela, o la valeva di sicuro una volta, adesso non saprei davvero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/9/2019 alle 19:27, Francescam ha scritto:

@SirMortazza  la mia è un'esperienza personale, sia chiaro. Ho partecipato tre volte al Premio Calvino e ho ottenuto anche una segnalazione due anni fa, ma troppe polemiche, troppi lati oscuri, troppi ritardi. Quest'anno alcune delle schede di lettura che dovevano arrivare entro fine luglio, sono slittate addirittura dopo ferragosto. Insomma il gioco forse vale la candela, o la valeva di sicuro una volta, adesso non saprei davvero.

Quali sono i lati oscuri di cui parli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/9/2019 alle 19:32, Francescam ha scritto:

Per quello che riguarda sul coraggio di certi contenuti, sempre per esperienza personale, dire che nel mio caso non è stato così.

Che dire. Spero che ti sbagli dato che, ogni libro che ho scritto finora, non sono mai riuscito a collocarlo in un genere specifico. Non so, dal sito sembrava così chiaro che la giuria sembri piuttosto aperta in tal senso anche se, diciamocelo, accollarsi in romanzo non di genere è sempre un salto nel buio per una CE. Dovrebbe veramente essere un capolavoro :super:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/9/2019 alle 19:27, Francescam ha scritto:

@SirMortazza  la mia è un'esperienza personale, sia chiaro. Ho partecipato tre volte al Premio Calvino e ho ottenuto anche una segnalazione due anni fa, ma troppe polemiche, troppi lati oscuri, troppi ritardi. Quest'anno alcune delle schede di lettura che dovevano arrivare entro fine luglio, sono slittate addirittura dopo ferragosto. Insomma il gioco forse vale la candela, o la valeva di sicuro una volta, adesso non saprei davvero.

Il fatto che slitti da fine luglio a dopo ferragosto non mi sembra così oscuro. Un ritardo di due o tre settimane, specie nei mesi estivi, potrebbe essere un semplice difetto di organizzazione. O ti riferisci anche ad altro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buondì, mi domandavo se tutti coloro che hanno pubblicato con una piccola casa editrice - nel mio caso neppure un romanzo ma un testo di viaggio - siano esclusi dal Premio in quanto per esordienti.

Avreste mica una risposta?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Govin

credo che sia possibile partecipare. Comunque ti consiglio di scrivere una mail alla segreteria del premio, spiegando la situazione. Sono gentili e rapidi a rispondere.

In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Govin ha scritto:

Buondì, mi domandavo se tutti coloro che hanno pubblicato con una piccola casa editrice - nel mio caso neppure un romanzo ma un testo di viaggio - siano esclusi dal Premio in quanto per esordienti.

Avreste mica una risposta?

Grazie!

Se può esserti d'aiuto io avevo lo stesso problema; la segreteria, tra l'altro molto tempestiva nel rispondermi, mi ha assicurato che non ci sarebbe stato problema se la pubblicazione non avesse fatto grandi numeri (dunque la CE ti avesse assicurato giusto una tiratura limitata di copie).

Forse adesso impiegherebbero più tempo nel risponderti dato che siamo nel pieno del concorso. Ma insomma, se la CE è piccola dubito che montino su chissà quali problemi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, quest'anno ho deciso di iscrivermi anch'io a questo concorso letterario e mi sento alquanto emozionato perché, in effetti, è la prima volta che partecipo ad un evento simile. L'entusiasmo non manca, anche se, considerata la lunga attesa, cercherò di mettermi in modalità "stand by" e andare avanti con un altro progetto al quale sto cercando di dare forma. Peccato che non ci sia la comunicazione di una prima scrematura delle opere verso gennaio o febbraio, ad esempio. In quanti altri siamo della nostra comunità a partecipare? Vi faccio un grande in bocca al lupo. 

:pirata3:   

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 14/9/2019 alle 19:45, Rescritto ha scritto:

Qualche partecipante alla scorsa edizione che vuole condividere la propria esperienza

Ho partecipato alla scorsa edizione del Calvino e, alla luce dell’esperienza, posso dire che è senza ombra di dubbio il premio più prestigioso per esordienti e parteciparvi è un’opportunità che, a mio parere, bisogna cogliere al di là del risultato. La scheda che ho ricevuto mi ha fornito qualche spunto per migliorare, anche se alcuni aspetti avrebbero potuto essere più approfonditi e chiari. A rileggerla a mente fredda, ho rivalutato quello che mi era parso negativo a una prima lettura e, tutto sommato, il giudizio espresso sull’opera mi è apparso accettabile. Se si partecipa al Calvino solo per la scheda di lettura, secondo me, è meglio puntare ad altro. Per quanto possa essere ben fatta non è di certo sufficiente. Partecipare per andare in finale è il sogno di tutti, ma è un traguardo difficile da raggiungere. Essere selezionati, infine, può aprire le porte alla pubblicazione con qualche CE medio-piccola, come è già avvenuto, e sarebbe già un ottimo risultato. Quando ho ricevuto la scheda mi sono ripromessa di non partecipare di nuovo, ma poi, avendo pronto un nuovo romanzo, mi sono ricreduta e il perché neanche lo so. Ancora non ho spedito, e forse all’ultimo momento mi pentirò e ritornerò sui miei passi, ma a chi parteciperà mi sento di dire di farlo senza crearsi troppe dietrologie, sospetti e ansie, semplicemente inviando il manoscritto e sperare che, comunque vada, sarà un successo... In bocca al lupo a tutti i partecipanti!

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è semplicemente questione di dietrologie o di ansie. Bisogna stampare le copie e pagare una quota, perché c'è un costo da sostenere. Naturale che sia giusto pensarsela. Oltretutto, non vedersi nemmeno tra i segnalati, o ricevere una scheda di lettura scarna, dopo che uno ha pure pagato, non è una bella cosa. Ci sono molti delusi, dal Calvino, ed è facile capire perché. In diversi forum o siti internet ne parlano male. Difficile riuscire a formarsi un'opinione oggettiva su questo premio. Purtroppo, io non riesco a essere esente dall'idea che, in qualche modo, sappiano già chi premiare... Sarà che sono un pessimista nato.😥 Mi chiedo: vale la pena partecipare? E quando l'esborso è notevole, per giunta? Infatti, per romanzi di oltre novecentomila battute chiedono ben 150 euro, oltre al costo da sostenere per stampare le copie. Qualcuno qui sul WD dice di avere ricevuto almeno delle buone schede di valutazione, ma molti altri si lamentano proprio della qualità di tali schede... Mi pare che la discussione dell'anno passato sia stata addirittura chiusa per lamentele di vario tipo. Qualche utente che ha già partecipato può dirmi se il gioco vale la candela?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una casa editrice nella sezione "a pagamento" del WD che si trova lì perché per pubblicarci bisogna partecipare a un premio/concorso che ha un costo di 15 euro per ogni romanzo inviato. Chi vince o chi viene selezionato alla fine non dovrà pagare più nulla e sarà pubblicato e riceverà le royalties delle copie vendute.

Ora mi domando: le case editrici che pubblicano i vincitori del Premio Calvino, essendo che questi hanno sborsato dai 100 ai 150 euro, non dovrebbero essere trasferite nella sezione "a pagamento"? :indicare:

 

Datemi botte, per favore. :pall:

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quanto ho capito, il Calvino è in realtà una specie di agenzia letteraria. Dovrebbero poi cercare la CE ai finalisti. Per questo vogliono che il testo non sia già impegnato contrattualmente. E come la buona parte delle agenzie letterarie... si fanno pagare😭

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×