Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Alba360

[MI 126] l'Apocalisse mancata del 2012 (come andò veramente)

Post raccomandati

https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/43121-vocazione/?do=findComment&comment=763712

 

Traccia di mezzanotte. L'assenza.

 

 

L'Apocalisse mancata del 2012 (come andò veramente)

 

Atto 1

L’orologio cosmico fluttua silenzioso nella volta celeste.

Attraverso specchietti rotanti e biglie colorate, il tempo fugge, rimbalza e svanisce in un riflesso di pace paradisiaca: un altro secolo di noia è appena trascorso nel regno dei cieli.

Nello studio adiacente alla sala del Trono di Dio, si respira un’aria stanca. San Pietro si toglie l'aureola e la poggia sul tavolo, allunga le gambe e chiude il notebook.

Dalla sua scrivania, un angelo osserva il gesto del Santo e dice:

-Lui potrebbe arrivare da un salto temporale all’altro. Non dovresti toglierla.

-San Pietro guarda pensoso l'orologio, borbotta, si gratta la lunga barba bianca e risponde.

- Sai da quanto aspettiamo?

-Oh, non saprei, ma potrei fare una ricerca veloce e…

-Angelo, la mia era una domanda retorica.

-Ah, oh sì, scusami.

Pietro, rassegnato e seccato, fa un cenno e l'aureola torna al suo posto.

 

Relativamente calcolando qualche cronogiro dopo.

 

 All'improvviso si odono canti angelici, squilli di tromba e suono di mille  campane. Il Regno dei Cieli è in fermento:  tutto il paradiso si illumina di gloria.

-Finalmente!

 San Pietro batte il palmo sul piano del tavolo, si alza, fa due passi veloci verso un probabile vestibolo e inciampa nell'orlo della tunica. Maldestramente, tra un saltello e un’acrobazia, ritrova l’equilibrio sul limitare del colonnato; appena in tempo:  Gesù Cristo è già lì, davanti a lui.

-San Pietro! Che combini. Il Figlio di Dio poggia la borsa degli attrezzi sul pavimento, si toglie gli occhialetti e li mette nel taschino del camice immacolato. Apre le braccia ed esclama:

-Padre mio! se questo è il modo… pensa se al mio posto fosse arrivato Lui!

San Pietro si aggiusta l’aureola sulle ventitré nel tentativo di ritrovare un contegno.

-Signore…hem, quanto tempo, bentornato!

-E guarda che ti ho visto, fatti beccare un'altra volta senza aureola e ti declasso Beato.

-Chiedo perdono, Santissimo...io. È stato un momento di debolezza.

-Smettila dai, stavo scherzando. Piuttosto, organizziamo ‘sta fine del mondo, che ce ne andiamo tutti in vacanza. Lui ha già in mente un nuovo regno dei cieli che…

-Ma come, l’Apocalisse, la Chiusa Massima senza di Lui? Finirà che faremo un buco nell’acqua anche stavolta.

 -Adesso non cominciare la predica per quella dell’anno mille. Lo sappiamo, ci sono rimasti male, ma Egli ha dovuto ficcare tutto il braccio in quel buco nero e rivoltarlo come un calzino. La manutenzione di un universo mica è uno scherzo. E poi, direi, che gli è andata di lusso; mentre Noi oliavamo due o tre galassie, son passati altri millenovecentododici anni!

Comunque Lui ha detto:

"Pensateci voi, con quelli ho chiuso, ma una promessa è una promessa, sta tutto scritto sulla Bibbia, le istruzioni le avete."

 

-Dunque vediamo. Gesù guarda la sua agenda elettronica.

-Siamo in ritardo di un paio di mesi, ma la colpa è dei Maya che hanno sbagliato i calcoli. Bisogna preparare la lista degli uomini e dei Santi, senza tralasciare i Papi che alcuni…

Poi dite a quello di sotto di alimentare le fiamme, fra un po’ avrà bisogno di parecchio spazio.

-Certo ma, perché i Santi? E i Papi?

-Pietro, ci sono cose che non confiderei nemmeno a me stesso. Lascia stare e fai come ti dico. Cominciamo con qualche avvertimento, dobbiamo dargli il tempo di pentirsi…

-Ci vorrebbe una bell’alluvione oppure un vulcano, ecco, sì facciamo esplodere un vulcano.

E ci vorrebbe anche un segno celeste, magari una cometa.

-Cristo, perdonami ma, gli uomini di segni già ne vedono ogni giorno, sono più di duemila anni che non si manifesta ombra Divina da quelle parti.

Non si controlla più la violenza laggiù, guerre, olocausti, pulizie etniche. Hanno inquinato la terra e i loro corpi, stanno soffocando con il pianeta da molto tempo. Ormai sono quasi al punto di non ritorno.

Capisco, ma ora è giunto il momento, lo sanno che deve finire così. Non si discute, il piano non si cambia.

E non dimenticate di unificare il tempo andiamo in diretta mondiale contemporanea.

 

Atto 2

Gli uomini sulla terra, presi alla sprovvista, rispolverano in fretta la fede e le Bibbie. Non se l’aspettavano più ormai. L’assenza di Dio e di segni divini, ha insinuato nei cuori il dubbio.

Molti si erano chiesti se non fosse tutta un’invenzione dei preti, e la religione ormai si cambiava come una moda:

-Hai visto che bella la tunica degli arancioni? quasi quasi mi faccio Hare Krishna.

-Ah, i testimoni di Geova, come ci tengono nel vestire loro…

Nessuno, a parte pochi, veramente, ma veramente credenti, pensavano ormai, che il libro di Giovanni avesse un riscontro nell’immediato futuro. E quando il venti dicembre non era accaduto nulla, perfino i più convinti sdrammatizzavano la cantonata presa.

Beh, non ci sono parole per descrivere la sorpresa. Non si contano i morti d’infarto al solo comparire di schermi giganti sospesi fra le nuvole. Al primissimo piano del faccione di San Pietro, perfino il Dalai Lama si fa il segno della croce. Poi una voce, come il frastuono di mille acque, intima:

-Uomini, il momento è giunto, preparatevi e pentitevi!

Senza altri preliminari si scatenano grandi tempeste, ai cieli rosso sangue seguono piogge torrenziali, alcuni mari si prosciugano, altri sommergono gli arcipelaghi… tutti gli uomini si rivolgono a Dio, momentaneamente assente.

 

San Pietro, nel suo studio, controlla gli eventi digitando dati su un potente pc.

-Ormai ci siamo quasi, dice rivolto al figlio di Dio.

-Vedi, per ogni anima sinceramente pentita, si illumina un puntino verde; tra non molto sarà tutto finito.

 

Bum bum bum

alimaie iol tipu tente

Mamurei iol aneli toi

 

-Cos'è sto casino Pietro?

-Signore mio, io non lo so. Ma, c’è un puntino giallo che lampeggia.

-Madre mia! Guarda se non mandiamo in vacca pure questa.

Ferma, ferma,  congela tutto, fammi dare un occhiata.

-Perché quel puntino? Che cosa significa?

-Qualcuno non si è accorto del Divino evento in corso.

-Sarebbe a dire?

-Credo che tuo Padre abbia concepito il sistema per non perdere nemmeno un’anima, se solo lui fosse qui ora, che facciamo adesso?

-Vuoi dire che laggiù, c'è qualcuno che si fa gli affari propri mentre è in atto la fine del mondo?

-credo di sì.

- Non sia mai! Tutti devono avere la possibilità di pentirsi. Scopri da quale parte del pianeta arriva il segnale.

 

Bum bum bum

Mamun nte nar aio

Mamun nte tanoi

 

-Sbrigati per favore, che non sopporto più ‘sto rumore

-Sto cercando su kingdom of heaven maps. Guarda! Il rilevatore l’ha trovato, è in mezzo alla foresta amazzonica.

-Aspettatemi, non andate avanti. Vado di persona, mi manifesto, lo converto e torno.

-Signore ma non sarà pericoloso? Mandiamo un cherubino.

-Laggiù c'è qualcuno che ignora mio Padre, vuoi che un cherubino sappia far meglio di Dio in persona? Vabbè sono suo figlio, ma è la stessa cosa dai.

 

Bum bum...

alimaie iol tipu tente

Mamurei iol aneli toi

 

Atto 3

In un attimo relativo al tempo del regno dei cieli, il Signore percorre un intricato sentiero tra la rigogliosa flora della foresta.

Un canto, una voce celestiale e il ritmo di quello che sembra un tamburo, lo guidano al centro di una radura. Seduto di spalle alla sua vista, un bimbo batte un pezzo di legno su un tronco al ritmo delle Sue parole.

 

Il ragazzino sembra avvertire la presenza e si volta. Un sorriso pieno d’amore e di pace avvolge il Cristo. Si uniscono in un abbraccio, le iridi azzurre agli occhi marroni del bimbo.

Tornano a scorrere i fiumi e i mari nei loro confini. I poli tornano al loro stato naturale e la luna ritrova le sue fasi. Il cielo smette di grondare sangue, i vulcani tornano a dormire e se ne vanno alle loro orbite, gli astri in rotta di collisione.

-Padre? Sei tu?

-Ti sbagli, figlio di Dio, come potrei essere tuo Padre. Io sono nato sulla terra, tra gli uomini.

-Ma tu hai messo fine all’apocalisse, e hai riportato indietro il tempo!

-Dall’ ostinata assenza di alternative nascono soluzioni incredibili vero? Io salvo gli uomini in nome dell’umanità, della terra e delle anime che verranno. Perché in mezzo a loro ci saranno altri come me,  cresceremo, e salveremo il mondo.

Spoiler

Almeno io lo spero tanto!;)

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alba360, troppo difficile commentare, altri lo faranno meglio.

Non ho capito quanto scritto in corsivo e il resto non mi entusiasmato e divertito.

Anche tu, penso, per scrivere bene come sai, hai bisogno di una vera ispirazione, che qui non c'è stata.

Alla prossima!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

15 ore fa, Alba360 ha detto:

-San Pietro guarda pensoso l'orologio, borbotta, si gratta la lunga barba bianca e risponde.

- Sai da quanto aspettiamo?

-Oh, non saprei, ma potrei fare una ricerca veloce e…

-Angelo, la mia era una domanda retorica.

ahahah  :D

15 ore fa, Alba360 ha detto:

-San Pietro! Che combini. Il Figlio di Dio poggia la borsa degli attrezzi sul pavimento, si toglie gli occhialetti e li mette nel taschino del camice immacolato. Apre le braccia ed esclama:

-Padre mio!

giusta l'espressione usata da Gesù. Altri direbbero Dio mio! Lui ha più confidenza.

15 ore fa, Alba360 ha detto:

 

se questo è il modo… pensa se al mio posto fosse arrivato Lui!

San Pietro si aggiusta l’aureola sulle ventitré nel tentativo di ritrovare un contegno.

-Signore…hem,

ehm

15 ore fa, Alba360 ha detto:

-Ma come, l’Apocalisse, la Chiusa Massima senza di Lui?

Chiusa Massima come sinonimo dell'Apocalisse... Forte!

15 ore fa, Alba360 ha detto:

 -Adesso non cominciare la predica per quella dell’anno mille. Lo sappiamo, ci sono rimasti male, ma Egli ha dovuto ficcare tutto il braccio in quel buco nero e rivoltarlo come un calzino. La manutenzione di un universo mica è uno scherzo. E poi, direi, che gli è andata di lusso; mentre Noi oliavamo due o tre galassie, son passati altri millenovecentododici anni!

buono anche questo passo...

15 ore fa, Alba360 ha detto:

Senza altri preliminari si scatenano grandi tempeste, ai cieli rosso sangue seguono piogge torrenziali, alcuni mari si prosciugano, altri sommergono gli arcipelaghi… tutti gli uomini si rivolgono a Dio, momentaneamente assente.

per una volta che tutti insieme Gli si rivolgono, Lui non c'è...

15 ore fa, Alba360 ha detto:

-Sbrigati per favore, che non sopporto più ‘sto rumore

-Sto cercando su kingdom of heaven maps

forte!

15 ore fa, Alba360 ha detto:

Il ragazzino sembra avvertire la presenza e si volta. Un sorriso pieno d’amore e di pace avvolge il Cristo. Si uniscono in un abbraccio, le iridi azzurre agli occhi marroni del bimbo.

forse meglio: Si uniscono, in un unico sguardo, le iridi di cielo e  gli occhi scuri del bimbo. 

15 ore fa, Alba360 ha detto:

Tornano a scorrere i fiumi e i mari nei loro confini. I poli tornano al loro stato naturale e la luna ritrova le sue fasi. Il cielo smette di grondare sangue, i vulcani tornano a dormire e se ne vanno alle loro orbite, gli astri in rotta di collisione.

-Padre? Sei tu?

-Ti sbagli, figlio di Dio, come potrei essere tuo Padre. Io sono nato sulla terra, tra gli uomini.

-Ma tu hai messo fine all’apocalisse, e hai riportato indietro il tempo!

-Dall’ ostinata assenza di alternative nascono soluzioni incredibili vero? Io salvo gli uomini in nome dell’umanità, della terra e delle anime che verranno. Perché in mezzo a loro ci saranno altri come me,  cresceremo, e salveremo il mondo.

 

Bello! Come se il bambino fosse anch'egli Dio, per scambio divino. Un Dio diverso, nato dagli uomini.

 

Mi è piaciuto @Alba360 :)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, Macleo ha detto:

troppo difficile commentare, altri lo faranno meglio.

è soltanto un raccontino, non vedo la difficoltàO_O

 

54 minuti fa, Macleo ha detto:

Non ho capito quanto scritto in corsivo

se ti riferisci alle parole del bimbo, non si possono comprendere, sono espressioni non ancora decodificate.

55 minuti fa, Macleo ha detto:

ai bisogno di una vera ispirazione, che qui non c'è stata.

Alla prossima!

Mi sento di contraddirti qui. L'ispirazione c'è eccome, ma forse alcuni messaggi sono solo per chi sa raccoglierli.

Grazie per aver letto e comunque commentato:rosa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Poeta Zaza ha detto:

Bello! Come se il bambino fosse anch'egli Dio, per scambio divino. Un Dio diverso, nato dagli uomini.

Grazie! <3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alba360 Un racconto molto "americano", se mi passi il termine, so di cosa parlo :D moderno, fresco e a suo modo divertente. C'è da aggiustare parecchia formattazione e forse in alcuni passaggi avrei reso i dialoghi un po' più sostenuti, anche se devo ammettere che proprio il tono dei dialoghi è la cosa che mi ha divertito di più.

Volevo anche dire, a nessuno in particolare giuro, che per quanto mi riguarda un racconto non deve per forza avere chissà che significati (e se te lo dico io che ce ne metto a iosa, fidati): una storia è una storia, puo' tranquillamente essere tutte quelle cose che ho detto prima, senza doverci per forza avere qualcosa di più profondo (e non dico che questo sia il tuo caso eh, parlo in generale), e restare godibile.

:rosa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, il racconto mi ha convinto.

Al netto di qualche cliché di scrittura che la intoppa, del tipo:

17 ore fa, Alba360 ha detto:

percorre un intricato sentiero tra la rigogliosa flora della foresta

Siamo in Amazzonia, la "rigogliosa flora" è scontata, non aggiunge alcuna immagine originale alla scena.

Comunque: Gradevole alla lettura, umoristico quel tanto che basta, drammatico per il restante q.b. Un'unica delusione, però: ho tifato fino alla fine per il compimento dell'Apocalisse. Peccato. Sarà per un'altra volta. Magari la prossima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, don Durito ha detto:

ho tifato fino alla fine per il compimento dell'Apocalisse. Peccato. Sarà per un'altra volta. Magari la prossima.

Non saremmo qui a parlarne in quel casoxD

Grazie per essere passato @don Durito Mi fa molto piacere quando passa qualcuno che non sta giocando al MI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Ton ha detto:

Volevo anche dire, a nessuno in particolare giuro, che per quanto mi riguarda un racconto non deve per forza avere chissà che significati (e se te lo dico io che ce ne metto a iosa, fidati): una storia è una storia, puo' tranquillamente essere tutte quelle cose che ho detto prima, senza doverci per forza avere qualcosa di più profondo (e non dico che questo sia il tuo caso eh, parlo in generale), e restare godibile.

Giustissimo!

Grazie per essere passato:flower:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/5/2019 alle 22:15, Alba360 ha detto:

Non si controlla più la violenza laggiù, guerre, olocausti, pulizie etniche. Hanno inquinato la terra e i loro corpi, stanno soffocando con il pianeta da molto tempo. Ormai sono quasi al punto di non ritorno.

Capisco, ma ora è giunto il momento, lo sanno che deve finire così. Non si discute, il piano non si cambia.

E non dimenticate di unificare il tempo andiamo in diretta mondiale contemporanea.

Refuso: qui hai dimenticato i trattini per individuare le voci del dialogo

 

Il 12/5/2019 alle 22:15, Alba360 ha detto:

-Padre? Sei tu?

Il 12/5/2019 alle 22:15, Alba360 ha detto:

Ti sbagli, figlio di Dio, come potrei essere tuo Padre. Io sono nato sulla terra, tra gli uomini.

Questa è l'unica frase che sistemerei : Ti sbagli, figlio di Dio, come potrei esser il Padre, io sono colui che è nato tra gli uomini.

Ti dico questo perché il pronome possessivo "tuo"  lo rende generico (sebbene usi la maiuscola con Dio) mentre l'artico il lo rende Padre di tutti, per eccellenza.

 

Detto questo aggiungo che il racconto è perfetto. Se ne colgono tutti i riferimenti, lo hai articolato in modo delizioso. Apprezzabile il messaggio finale. Mi hai fatti riflettere molto, in effetti quella affidata ai bambini è una sana speranza. Grazie per questo bel racconto. Leggerezza e conoscenza dell'argomento ne fanno un testo apprezzabilissimo. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Adelaide J. Pellitteri ha detto:

. Apprezzabile il messaggio finale. Mi hai fatti riflettere molto, in effetti quella affidata ai bambini è una sana speranza.

Ecco @Adelaide J. Pellitteri questo è il messaggio che volevo arrivasse! Niente di cervellotico, ma un'aspettativa leggitima e ispirata dalla giovanissima attivista svedese Greta Thunberg.

Grazie mille, mille  volte grazie, Adelaide <3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho iniziato ancora a leggere, ma se dovessi scegliere dai titoli ti dico che sono giorni che avresti già vinto. Vabbé, iniziamo e vediamo se soddisfi le attese.

 

mamma mia che schifo! per nulla, altro che attese!

Scherzo... ancora non leggo niente. Adesso vado veramente però...

 

Allora, il titolo mi aveva aperto immaginari diversi, ma chi se ne frega. Mi è piaciuto molto il racconto, e mi ha convinto. Più nell'anarchia generale che nel suo esito salvifico, confesso. Comunque, lo trovo molto ben architettato e (ti giuro che ci ho fatto particolarmente caso dopo tutte le ultime discussioni) nel complesso ben scritto.

La critica maggiore che ti muovo è che per me è fuori traccia, nel senso proprio che è oltre la linea dell'ammissibilità che avrei posto qualora avessi fatto il giudice: l'assenza, per me, non c'è, nonostante tu l'abbia messa in corsivo.

Comunque poco importa; a mio vedere, quello che importa è che il MI offra occasioni per partorire, e tu hai partorito.

Alla prox

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Alba360, mi hai ricordato un film americano di qualche anno fa"Dogma" (con Matt Damon, Alanis Morissette, Kevin Smith, Ben Affleck e molti altri), non so se l'hai visto, ma lì angeli, cherubini e serafini avevano tic e vizi molto umani. I tuoi personaggi somigliano a quelli del film: agiscono, si comportano e percepiscono da esseri umani più che come entità divine. Ho trovato divertente la ricostruzione del tentativo di apocalisse, divertente questo dio che lascia fare ai suoi inferiori e in alcuni punti mi hai fatto sorridere. 

Il finale è catartico, anche se racconta una storia antica:l'ingenuità di un bambino che salva in mondo (mi sembra di averla già sentita ;)) ma tu la presenti con quel pizzico di originalità che rende il tutto gustoso e scorrevole. 

La scrittura è fluida, leggera e ben costruita. Ho gradito molto il tuo racconto. 

Se devo trovare una pecca, secondo me ci sono tante cose dentro, tanti miniepisodi, siparietti, ecc che forse "riempiono" troppo gli 8k caratteri disponibili. Forse tagliando qualche aneddoto e ampliando i rimanenti il racconto avrebbe avuto più "aria" senza perdere di snellezza e simpatia. 

 

Talia 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, @Alba360 . Il tuo racconto mi è piaciuto moltissimo! Premetto che adoro la sana critica che ironizza sulle religioni tutte, soprattutto poi il Cristianesimo, dunque sono di parte. Ma, a parte questo; sarà per i discorsi pungenti e freschi dei personaggi, sarà per certe trovate che mi hanno divertito non poco, ma ho davvero apprezzato questa storia. Per non parlare poi dell'assenza per antonomasia, qui si parla di Dio, oh! Lodevole dunque l'intento di raccontare tale traccia con l'ironia, e non con la più tipica via del racconto "triste", veramente coraggiosa. Ah, sì, per non parlare del finale, intenso e pieno di speranza.

Ok, penso di avere espresso con chiarezza il mio punto di vista, totalmente positivo. Ciao, e alla prossima!

 

Il 12/5/2019 alle 22:15, Alba360 ha detto:

Il Figlio di Dio poggia la borsa degli attrezzi sul pavimento

Non oso immaginare cosa ci sia al suo interno ( :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Alba360.

C'è qualche refuso, soprattutto nell'uso della punteggiatura e nei dei dialoghi. Bazzecole, direi.

Mi ha molto colpito il cambio di tono nel finale: il racconto è pieno di siparietti e battute, quasi San Pietro, Gesù e gli angeli fossero un'allegra brigata di imbranati; il finale è invece molto serio, con un messaggio importante. Probabilmente questo effetto è voluto, ma per me ha reso il finale un po' retorico. 

Speriamo che l'innocenza possa davvero salvare il mondo, comunque.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avevo letto il racconto l'altra sera e mi aveva lasciato un'impressione positiva, ma contrastata, sono ripassata a rileggerlo e l'impressione è la stessa.

È il secondo commento in questo MI in cui mi trovo a citare le parole di @mercy, tra un po' comincerà a farmi pagare il copy right :) ma rispecchiano esattamente il mio pensiero

31 minuti fa, mercy ha detto:

Mi ha molto colpito il cambio di tono nel finale: il racconto è pieno di siparietti e battute, quasi San Pietro, Gesù e gli angeli fossero un'allegra brigata di imbranati; il finale è invece molto serio, con un messaggio importante. Probabilmente questo effetto è voluto, ma per me ha reso il finale un po' retorico. 

ecco, questo contrasto strideva anche a me.

Però condivido anche la speranza, eh? Se non la salvano le nuove generazioni, questa umanità, chi potrebbe salvarla?

Nel complesso l'ho apprezzato, comunque.

Non capisco perché non metti lo spazio dopo i trattini in apertura di dialoghi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Befana Profana ha detto:

Non capisco perché non metti lo spazio dopo i trattini in apertura di dialoghi.

 

 Perché io sono teribilmente distratta, e disordinata di natura. solo per questo:(

1 ora fa, Befana Profana ha detto:

pensiero

2 ore fa, mercy ha detto:

Mi ha molto colpito il cambio di tono nel finale: il racconto è pieno di siparietti e battute, quasi San Pietro, Gesù e gli angeli fossero un'allegra brigata di imbranati; il finale è invece molto serio, con un messaggio importante. Probabilmente questo effetto è voluto, ma per me ha reso il finale un po' retorico. 

ecco, questo contrasto strideva anche a me.

Allora vi rispondo qui ad entrambe @mercy @ Befana Profana( vabbè, a te non ti tagga il pc). Vero, cambio tono, alla fine divento seria. Per allegerire l'idea dell'abbandono e del disinteresse verso gli uomini, metto in chiave comica la situazione in Paradiso. Anche perché in realtà che ne so io come sono andate le cose? Il senso del finale invece volevo arrivasse e non tanto per ridere, ma seriamente voglio crederci. Voglio credere più a questo che alla possibilità che avvenga quello che cé scritto sul libro di Giovanni. Insomma io l'ho letto e non è una bella prospettiva.

Grazie a tutte e due fioriellini a mazzetti per voi!:flower::flower:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Rhomer ha detto:

Non oso immaginare cosa ci sia al suo interno ( :

Nulla di particolare... oltre al del corrugato, che non si sa mai, è sempre bene portarsi schede elettroniche originali di ricambio. Poi succhielli, cavaturaccioli, livella a bolla, filo a piombo, ecc.

per il restauro dei pezzi più antichi dell'universo.:D

Grazie per il tuo commento<3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×