Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pawn371

Con che ordine scrivere le sottotrame

Post raccomandati

Salve

Quando in un romanzo o racconto avete a che fare con diverse sotto-trame, legate a luoghi tempi o personaggi diversi, come procedete con la stesura? Completate prima una sotto-trama e poi passate ad un'altra, oppure procedete in ordine cronologico passando dall'una all'altra? Oppure in un altro modo ancora?

Quale ritenete che sia il modo più efficace e perché?

Grazie in anticipo per le risposte ed i suggerimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel mio caso, trattandosi di un noir con una importante sottotrama gialla e un'altra, molto più flebile, "emozionale" (perché non potrei definirla "d'amore"), non potevano che avanzare contemporaneamente. La scoperta di un indizio nella sottotrama gialla (o talvolta in quella emozionale) rimetteva in moto la trama principale, e viceversa. Avevo perfino realizzato uno schema grafico per mostrare lo stato di avanzamento delle varie sottotrame rispetto a quella principale, in modo da capire meglio se ne stavo trascurando qualcuna per un periodo troppo lungo o meno (pippa rivelatasi poi superflua, ma utile allora per tranquillizzarmi, in quanto esordiente al primo romanzo). Non credo che da lettore apprezzerei l'apertura e chiusura di una sottotrama quasi come fosse una sezione a sé stante. Ci sono delle eccezioni, ovviamente. Il Don Chisciotte, che è uno dei libri che ho più amato, è pieno di divagazioni, ma lì ha un suo senso e una sua necessità, sia per i riferimenti letterari alla letteratura sulle gesta dei cavalieri, sia perché ha la struttura temporale di un diario, o quasi, perciò le divagazioni altro non sono che il racconto cronologico delle singole avventure che gli capitano. Vado a memoria, l'ho letto tanti anni fa.
Quindi, volendo riassumere una risposta: dipende dal tipo di romanzo che stai scrivendo. Credo che nella maggior parte dei casi sia più utile (e più avvincente) che le sottotrame si avviluppino alla trama principale e procedano assieme, ma esistono delle eccezioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse avrei dovuto specificare nell'apertura del post che mi riferivo alla fase di stesura del romanzo, o racconto, quindi come porto io avanti la scrittura, indipendentemente da come poi viene gestito l'intreccio nell'opera una volta terminata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ho capito bene tu stai chiedendo se è meglio scrivere le singole sottotrame prima, in modo separato, poi unirle nella stesura della scaletta, o stilare direttamente una scaletta intrecciando da subito trama principale con le eventuali sottotrame.

Io penso che sia soggettivo.

Qui dentro ci sarà chi si prepara un documento per ogni personaggio e relativi scopi, principi, carattere e sottotrama; chi avrà tutto in mente e non si appunterà niente; chi scriverà tutto in un unico calderone e chi ci farà persino grafici in excel.

La cosa migliore da fare è provare vari approcci e individuare quello con cui ti trovi meglio.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×