Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Amara

Mi diletto col dialetto

Post raccomandati

Dasse: Fuggire, andarsene.

Ma anche: 

Dasse na carmata: Calmarsi

Dasse na regolata: Controllarsi

Spesso a Roma si dice in modo minaccioso: Ahò datte 'na regolata! Quando qualcuno esagera, che sia nel mangiare, nel parlare o in qualsiasi altra cosa. 

 

AB S DMQILOPZRTNCFGHUE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mópe: Persona superficiale, leggera, donna poco seria; 

 

jè na mópe, lass’è une e pigghj’è nàvete (è poco seria, lascia uno e ne prende un altro)

 

Ma anche nel senso semplicemente di "scemo". 

 

Tu sì mópe

Tu sei tutto scemo

 

Oppure "muta". E in entrambe le accezioni può essere inteso il proverbio

 

A figghja môpe ‘a mamme ‘a ‘ntende

La figlia stupida la mamma la comprende  lo stesso (ma in questo caso è valido anche l'accezione di "muta", tanto più che si usa quando qualcuno si tiene qualcosa dentro, e chi gli sta vicino lo conosce talmente bene che crede di aver capito lo stesso quale sia il problema) 

 

(ovviamente siamo sempre a nord della Puglia) 

 

Modificato da Eudes
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, Amara ha detto:

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

Quagliare: concretizzare, portare a casa il risultato. Benevento ma credo molto diffuso in cpania e forse anche fuori.

Volto al riflessivo, però, cambia di significato: quagliarsi significa, mettersi paura, o meglio cacarsi sotto.

Ua', stu can nun l'er vist propij, M'agg quagliat!

Oh anime, il cane è spuntato all'improvviso, mi sono cacato sotto!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Plandra -   (solo femm. pelandrona in piemontese.Plandron, unica forma usata anche al maschile, pronunciato Plandrun).

 

 

Quante volte nostra mamma ci chiamava così... Plandra o Plandrun ... :indicare:

 

ABSDMQILO P ZRTNCFGHUE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ABSDMQ I LOPZRTNCFGHUE

Ok @Poeta Zaza, ricomincio io dalla I :rosa:

 

Inguatta' sta per nascondere.

Imberta' sta per intascare

Infame sta per traditore

 

Provo a riunirli in un'unica frase:

Aho',  a infame... te sei inguattato li sordi tua e te sei pure imbertato li mia! :bestem:

Ehi, sei stato poco corretto: hai nascosto i tuoi soldi e, come se non bastasse, hai intascato anche  i miei. 

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Sira ha detto:

Aho',  a infame... te sei inguattato li sordi tua e te sei pure imbertato li mia! :bestem:

:D forte!

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso giocare anche se non sono romano? :)

 

Lampadas;  Giugno.

Dialetto sardo, parlata di Baunei e della frazione Santa Maria Navarrese, costa Orientale.

Deriva dalle lampade per i fuochi che si accendono (o accendevano) le notti di S.Giovanni e S.Pietro.

 

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Poeta Zaza ha detto:

@Amara Scusami tanto :sss:

 

Ho risposto all'ultima catena della pagina precedente... :facepalm:

Tranquilla ❤️ sei a casa tua qui, puoi fare come vuoi.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alberto T. ha detto:

Posso giocare anche se non sono romano? :)

 

Lampadas;  Giugno.

Dialetto sardo, parlata di Baunei e della frazione Santa Maria Navarrese, costa Orientale.

Deriva dalle lampade per i fuochi che si accendono (o accendevano) le notti di S.Giovanni e S.Pietro.

 

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

Grazie<3 Quando vuoi, sei il benvenuto.

Quanto mi piace la Sardegna e i Sardi sono un popolo eccezionale. 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Alberto T. ha detto:

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

 Orcìon: italianizzato, per modo di dire, in "orcione". Darne uno vuol dire prendere un povero pargolo per un orecchio e torcerlo con la dovuta cognizione onde evitare danni. Viene più minacciato che praticato. Da bambina qualcuno ne ho preso, anche se fatto piano fa un discreto male :-) 

sempre Parma

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

A Roma ci sono diversi termini che possono essere utilizzati per indicare uno schiaffo violento o un pugno e molti di essi iniziano proprio con la lettera P

 

Papagna Pugno

Pezza Schiaffone

Pacchera Schiaffone

 

Generalmente sono accompagnati dal verbo ammollare: "Vedi d'annattene va', sennò t'ammollo 'na papagna…" :P

  • Divertente 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, Sira ha detto:

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

zana: pronunciato con zeta dolce. Ratto delle fogne femmina. Insulto davvero pesante, indica una donna non solo di facili costumi, ma anche profondamente volgare. Benché il significato sia affine a quello di puttana é molto, molto più dispregiativo. Lo si usa di rado. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rudea: piselli.

Ne ignoro l’etimologia, immagino abbia attinenza con la forma rotonda. 

Nei piatti tipici delle domeniche modenesi: cunej con la rudea. Cutulàti fun la rudea. Patachi e rudea (per i vegetariani 🙂)

 

 

ABSDMQILOPZ R TNCFGHUE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trugno: faccia arrabbiata (piemontese). Così  :comedicitu:  :S misto a :fuck:

 

ABSDMQILOPZR T NCFGHUE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/4/2019 alle 14:14, Poeta Zaza ha detto:

ABSDMQILOPZRTN CFGHUE

nicòn: livido. 

Nic: con c dolce, colpo, infarto.

Nani: con accento sulla "a", tesoro. Può essere inteso anche come sarcastico o ironico, occorre prestare attenzione a come lo si dice.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sardegna:

 

Fasciùgu = preoccupazione

Flàstimu = lanciare una maledizione

Furare = rubare

 

ABSDMQILOPZRTN CFGHUE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa se mi permetto di intervenire per la terza volta consecutiva, non interveniva nessuno e la pagina si stava eclissando...:D

Eppure è divertente inserire parole nel proprio dialetto o madre lingua...  ci sono termini fantastici nei vari dialetti e idiomi che albergano in Italia...

 

In sardo dico : Greffa =  che sta a indicare un gruppo di persone poco raccomandabili, pericolose, da evitare...

 

(io sono avvantaggiato, il sardo  a parte pochi sardi non lo conosce e non lo parla più nessuno... e poi non è un dialetto, ma una lingua.  Ricchissima. Lo studiano come lingua romanza in varie università all'estero, una specializzazione di nicchia che non serve a niente, ma tanto è... 

 

Nella prossima sequenza c'è la H io avrei una parola sarda, ma non voglio esagerare... al limite si salta...:D

 

Dai, intervenite... :)

 

ABSDMQILOPZRTN CFGHUE

 

 

  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Alberto T. ha detto:

Chiedo scusa se mi permetto di intervenire per la terza volta consecutiva, non interveniva nessuno e la pagina si stava eclissando...:D

Eppure è divertente inserire parole nel proprio dialetto o madre lingua...  ci sono termini fantastici nei vari dialetti e idiomi che albergano in Italia...

 

In sardo dico : Greffa =  che sta a indicare un gruppo di persone poco raccomandabili, pericolose, da evitare...

 

(io sono avvantaggiato, il sardo  a parte pochi sardi non lo conosce e non lo parla più nessuno... e poi non è un dialetto, ma una lingua.  Ricchissima. Lo studiano come lingua romanza in varie università all'estero, una specializzazione di nicchia che non serve a niente, ma tanto è... 

 

Nella prossima sequenza c'è la H io avrei una parola sarda, ma non voglio esagerare... al limite si salta...:D

 

Dai, intervenite... :)

 

ABSDMQILOPZRTN CFGHUE

 

 

Grazie @Alberto T. ,

hai ragione ho trascurato la discussione presa da ... emh, altro. Ti ringrazio per i vocaboli bellissimi da te inseriti. Mi ripeterò ma lo voglio ribadire, adoro la Sardegna e non ce sta niente da dà, i Sardi sono mitici!

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alberto T. Se ti fa piacere puoi inserire anche la parola con la H, nel mio dialetto non ne esistono e poi io inserirò con molto piacere la parola con la I.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Amara ha detto:

@Alberto T. Se ti fa piacere puoi inserire anche la parola con la H, nel mio dialetto non ne esistono e poi io inserirò con molto piacere la parola con la I.

Grazie.

 

ma @Amara , la stringa è questa

 

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

 

dopo la H c'è la U

il gioco l'hai lanciato tu e non te lo ricordi più? :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Poeta Zaza ha detto:

 

ma @Amara , la stringa è questa

 

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

 

dopo la H c'è la U

il gioco l'hai lanciato tu e non te lo ricordi più? :D

:facepalm: non je la posso fà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ucelletto: uccellino 

Ecchime, ecchite, ecchice: Eccomi, eccoti, eccoci. (Ecchice stamo arrivà, ma che c'hai e fregole? - Eccoci stiamo arrivando, ma che vai di fretta?)

 

Naturalmente romano.

 

ABSDMQILOPZRTNCFGHUE

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Sud della Romagna

 

L'è casc sal trein :è caduto sul terreno (è caduto per terra!)

Trein: terra, terreno

 

An vag invelle: non vado da nessuna parte

Invelle: in nessun luogo

 

E l'ordine alfabetico? :aka: :facepalm:

Modificato da Fraudolente
  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alveres: alzarsi. L'é ora d'alveres da let. (è ora di alzarsi dal letto)

Alzér: leggero. A voj magner alzer, incò (voglio mangiar leggero, oggi)

Arsura: bruciore in gola, dovuto alla sete o altre cause. A go un'arsura c'a bevrev na damigiana. (c'ho un secco in gola che berrei una damigiana)

Modena (in ogni caso contado sassolese e limitrofi)

 

A BSDMQILOPZRTNCFGHUE

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Balentes...

 

non c'è una parola italiana che possa tradurla... si tratta di uomini (ma anche donne,  l'uomo che le trova è fortunato...) che da sempre rispettano un'unica legge,  l'antichissimo codice barbaricino non scritto, ma  che taluni conoscono molto bene. I balentes  antepongono il codice barbaricino non scritto a qualunque altra legge e modo di vivere, ai quali non si assoggettano, giudicandole soprusi  e ingiustizie nei loro confronti e al loro modo di vivere...  ribellandosi anche a costo di diventare banditi... Visione che non ha nulla di moderno,  assurda nell'epoca dei social, ma tanto è. Spesso ha causato tragedie,  perché chi non conosce la mentalità balente applica soltanto paradigmi,  leggi e punti di vista  di un mondo moderno che non ha nulla a che vedere con il mondo  antichissimo, con la mentalità dei balentes...

 

Spoiler

28w2q6w.jpg

 

2ypkabo.jpg

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Amara  Grazie a te per aver proposto questo intervento, per me stimolante, perché amo rappresentare la mia terra...

Ma non fate troppo caso a me... a volte amo dilungarmi, anche troppo... :D.  Facciamo che siamo in relax dalla Narrativa... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×