Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Floriana

La Profumeria

Post raccomandati

Ciao @Floriana :) 

è la prima volta che ti commento, ma non prima volta che ti leggo - e mi piace il tuo sguardi poetico.

Ci sono un po' di refusi: te li segnalo così puoi correggere:

 

28 minuti fa, Floriana ha detto:

Nuvole serene accompagnano i pomeriggi spensierati della natura, (virgola) mentre quel primo sole far (fa) nascere ogni senso di rivincita

 

30 minuti fa, Floriana ha detto:

sembra più leggero tanto da assomigliare a un ubriaco di felicità perché nelle giornate “buone” non sta mai fermo

 

31 minuti fa, Floriana ha detto:

che era una conquista mattiniera... (spazio dopo i puntini di sospensione) Una grande impresa. È’ È un gioco

Ci sono altre "è" maiuscole sbagliate, ti segno questa 

 

42 minuti fa, Floriana ha detto:

La mia casa è nel centro del mondo, nell’isolato più consone (consono) che ci sia

 

34 minuti fa, Floriana ha detto:

Finalmente sei arrivata, (virgola per il vocativo) aria di primavera, come una bollicina frizzantina. Sbarazzina, da bere all’esplosione di odori primogeniti. È’ È la compagnia perfetta della donzelletta che strilla nei campi, pronti per essere dei testi annuali.

 

36 minuti fa, Floriana ha detto:

pare che sghignazzano sghignazzino (pare che vuole il congiuntivo) come bambine

 

Metterei anche qualche virgola in più: non sono necessarie, ma alleggerirebbero la lettura.

 

Correggi il refusi, Floriana, perché sono l'unico appunto che posso farti: questo pezzo è un meraviglioso concentrato di poesia, intenso e pieno di vita.

Mi sono persa nel tuo giardino, e ringrazio per la primavera. 

Grazie per averlo scritto :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, Floriana ha detto:

La Profumeria

 

La natura che ci circonda e la sua primavera che torna - ci abbaglia e ci stordisce di profumi.

 

È importante quello che hai fatto, @Floriana :flower:

 

Ricordarci, in una ricca e poetica prosa, questo risveglio della nostra terra, che invita il nostro a coesistergli.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao amica mia @Floriana:D

 

Come va?

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

sono quella delle imprese difficili, mi complico la scrittura con molta facilità.

Sono belle sfide, direi... :D

 

Effettivamente, voglio e devo essere sincero... il testo mi è piaciuto molto nei suoi profumi e nelle sue descrizioni, nei suoi colori e nel suo perdersi nella natura. A me piace molto la natura e qui... la fa da padrona.

 

Se dovessi però segnalarti qualcosa di "negativo", o meglio su cui ragionerei è un po' il ritmo generale del tutto che, in tutta onestà, ho trovato sinceramente un po' lento e direi quasi "poco scorrevole"...

 

Hai reso la natura protagonista di questo racconto, con belle immagini evocative (e alle volte sì, anche un po' complicate)... il punto secondo me è che in qualche modo, avendo creato in piante, fiori, cascate, vento etc... dei protagonisti-personaggi; in qualche modo nei hai creati forse "troppi"... troppi più che altro perché si ritrovano poi infine a non interagire molto fra loro, ma - alla resa dei conti di tutto il racconto - appaiono più come un "lungo elenco descrittivo" degli stessi.

Il tutto  - sempre e solo a mia personale opinione - rallenta il ritmo del racconto e in questo ti direi che potrebbe essere riscontrabile la sua "pecca".

C'è a unirli il filo comune del/della protagonista che osserva e racconta, eppure è come se mancasse il filo che allaccia un elemento della natura all'altro, un protagonista-personaggio (ossia elemento della natura) all'altro portandoli poi a interagire fra di loro.

Ecco questo mi è un po' mancato ed è ciò su cui ragionerei: se eventualmente si può aggiungere una sorta di relazione fra i vari elementi... anche e solo come gioco di sfumatura della telecamera che li inquadra singolarmente.

 

La mia è solo una sensazione personale e generale - non sono certo di riuscirla a spiegare correttamente - acuita, ad esempio, dal fatto che le frasi siano tutte molto brevi... è come si mi dicessi:

 

- Questa è la lattuga...

- Questo è il sole...

- Questo è il vento...

etc...

 

Ovviamente nell'esempio ho banalizzato ma il rischio del racconto secondo me, è che possa risultare più una lista descrittiva.

 

Ci sono poi un po' di refusi sparsi qui è là... alle volte (nei tuoi vari racconti) te ne sfuggono di più, alle volte di meno... Nulla di grave, però... te li vado a segnalare...

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Una lavata gelata di faccia.

Ho visto che spesso hai mantenuto e ricercato un ritmo di rime e assonanze nel testo... il che mi è perlopiù piaciuto... solo in questo caso, non mi convince troppo "gelata" (che in qualche modo mi sembra un termine da te voluto per far rima con "lavata")... ma ci vedrei meglio "gelida" a puro gusto personale.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

i pomeriggi spensierati della natura mentre quel primo sole far nascere ogni senso di rivincita.

Qui ci vuole l'indicativo presente del verbo fare... "quel primo sole fa nascere"...

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Piccina ma accogliente (virgola) con un giardino grande – grande dove in alcuni mesi dell’anno c’è la pesca dei profumi.

- Dopo il trattino non ripeterei la parola "grande".

- Metterei una virgola... in questo caso dopo "accogliente".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

. Quelli che non si piegano davanti ad un palmo umano,

Toglierei la "d" eufonica: "a un palmo umano".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

È il sole d’inverno che modifica aspetto, sembra più leggero tanto da assomigliare (a) un ubriaco di felicità perché nelle giornate “buone” non sta mai fermo. È’ quel sole delle sei di mattina che, sempre in ritardo e indeciso, sbuca dalla parte opposta dell'aspettativa. E’ quel sole delle otto, talmente radioso da poter permettersi di non rispettare un semaforo.

- L'ultima frase-immagine mi è particolarmente piaciuta.

 - In tutto il racconto, te l'hanno già fatto notare ma ribadisco, hai fatto un po' un piccolo... casino (posso dire così? :D) con gli accenti sulla "È " maiuscola... nel primo caso e ogni tanto le scrivi bene; invece va corretta come nel secondo o terzo caso che ti ho evidenziato quando usi l'apostrofo al posto dell'accento o addirittura tutti e due (apostrofo e accento).

- Aggiungerei una "a" prima di "ubriaco".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Mentre a mezzogiorno (virgola) quel sole si trasforma in arbitro della metà del tempo,

Ci vedrei bene una virgola.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

. Al pomeriggio il sole cambia faccia, con un po' di fatica prova ha inseguire le ombre di ciò

che era una conquista mattiniera...Una grande impresa.

- Forse scriverei "il pomeriggio", anziché "al pomeriggio".

- "Prova a inseguire" (senza "h" sennò diventa voce del verbo avere).

- Credo che ti sia sfuggito un "accapo" di troppo dopo "ciò" e prima di "che era una conquista".

- Spazio dopo i tre puntini di sospensione... lascerei poi il minuscolo: "una conquista mattiniera... una grande impresa".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

È’ un gioco di ombre meticoloso e ripugnante

Nuovamente, va tolto l'apostrofo sulla "È" maiuscola.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

È’ la compagnia perfetta della donzelletta che strilla nei campi, pronti per essere dei testi annuali.

Ugualmente qui, come sopra.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

nell’isolato più consone che ci sia

"Consono".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

A travi in vista, legno buono e oliato d’essenza.

Qui, al contrario di prima, va aggiunta una "h" per il verbo avere: "Ha travi in vista".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Sempre verde anche senza ricchezza, puro e privo di agenti speciali.

Qui non sono certo di aver compreso bene l'immagine. Intendevi qualcosa come "agenti chimici" o simili?

"Agenti speciali" non so, anche se non è scorretto in questo senso, mi riporta un po' alla Fbi o simili :D

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

È’ sempre l’antichità che profuma il mondo.

Bella frase-immagine... va corretta, però, sempre quella "È" maiuscola.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

da contorno ad un dolce pendio rivestito da foglie secche,

Eliminerei nuovamente la "d" eufonica di "ad".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Rocky è sempre li che si stira al sole,

Manca l'accento su "".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

son loro...Le campane che percuotono un cielo mai turbato.

Nuovamente: spazio dopo i tre puntini e lascerei in minuscolo perché il concetto mi pare continuare.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

L’aria è da sempre una dama senza veli, ogni mossa ha un suo perché.

Molto, molto bella l'immagine.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

o al sole. un’aquilone di freschezza.

Attenzione alla minuscola dopo il punto, che va resa maiuscola.  Va poi tolto l'apostrofo, "aquilone" è maschile: "Un aquilone".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Delicato sta arrivando sino al mio buon senso di sedermi sulla sedia per ringraziare ogni casalinga per questo dono.

Eviterei la ripetizione di "per" e scriverei: "per ringraziare ogni casalinga di questo dono".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Subito dopo (virgola) l’odor del bucato lascia spazio alla scia intraprendente delle violette coltivate in giardino.

Metterei una virgola a dividere l'indicazione temporale.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

E’ un moto denso di riconoscenza 

Nuovamente va corretta la "È" da te apostrofata.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Ogni filo d’erba diventa fonte di studio e di coscienza.

Questa frase-immagine è molto, molto bella e significativa. Credo, per come ho letto io, che possa addirittura racchiudere in sé il senso di tutto il racconto.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Viva il Re e la Regina verde. (!)

Metterei un punto esclamativo finale, anziché quello semplice.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Sorrido ad un bruco che si arrampica ed esercita la sua reverenze a chi, in realtà, non è padrone di niente.

- L'immagine, nuovamente mi è piaciuta... riporta l'essere umano al suo essere un puntino nell'universo, parte di tutto l'immenso disegno della natura.

- Toglierei la "d" eufonica.

- Grammaticalmente "reverenze" non concorda in numero con l'articolo singolare: "la sua reverenza".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Gli uccellini cantano e il fiori applaudono il buon riuscito della giornata.

- Ugualmente qui: "i fiori".

-  Non mi convince troppo il termine "riuscito"... forse userei "esito" o qualche altro sinonimo.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

. È’ come un soffio leggero del tuo andare e

Occhio alla "È".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Giallo inteso come il calore del sole, sfuma ogni cosa (di) ciò che vedo,

- Se il soggetto è - come credo - il colore giallo, aggiungerei "di"... altrimenti il soggetto diviene "ciò che vedo" e il verbo "sfuma".

-  Intendevi proprio "inteso" - voce del verbo "intendere" - o "intenso"?

- Secondo me, la frase riscritta: "giallo intenso, (aggiungerei anche una virgola) come il calore del sole, sfuma ogni cosa di ciò che vedo".

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Solo verso sera, quando il sole tramonta, la natura versa la sua macchia di nostalgia.

Bell'immagine!

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Cammina a passo d'uomo l'ombra che spiffera parole già sentite milioni di volte.

Anche questa, mi è molto piaciuta.

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

È un piano solcato ma il più rispetto del mondo.

Forse volevi dire "rispettato"?

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Vento e sale una flagranza primitiva.

Anche qui... credo volessi scrivere "fragranza", con la "r"...

 

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Respiro, coloro, profumo e descrivo come va il mondo.

Bellissimo il finale.

 

Ciao, amica mia, e alla prossima!

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

 

 

La neve si scioglie come un pensiero d’amore.

Il tuo incipit già mi ha accoccolata

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Ricevono le prime cure dal vento, quello non ancora sospirato da nessun essere

Bellissima

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Tra sassi rotondi, il sole cuoce la sua sapienza in un raggio sagomato mentre il giorno si profuma di vere esistenze.

Questi sono versi :rolleyes:

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

Gli uccellini cantano e il fiori applaudono il buon riuscito della giornata

C'è tanto sentimento :rolleyes:

Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

na caramella nell’aria macinata da mani colte con tuffi improvvisi nella frescura. 

Bella descrizione per la menta:)

Cara @Floriana quando ti leggo mi emoziono, voglio ritornare sulle parole, perché ogni cosa che tu scrivi è percepita in un modo talmente vero che desideri entrarci dentro con tutte le scarpe.

Una lode alla Natura da mettere in versi e farla studiare ai bambini. C'è un amore qui, per le cose che diamo per scontate, che è da ammirare. Mi è piaciuto tanto il tuo racconto poetico.

Ciao 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno:) amici del Writer's Dream, vi ringrazio dei vostri commenti, sempre utili. Se miglioro è grazie a voi:love3:

Sapevo che questo racconto era "tosto", mi dispiace che avete trovato ancora molti refusi:angry: mannaggia! Ho tentato di rendere descrittivi  i profumi della primavera, in certi punti anche in maniera fanciullesca come ha fatto notare il mio amico @AndC

 

Il 2/4/2019 alle 14:46, AndC ha detto:

- Questa è la lattuga...

- Questo è il sole...

- Questo è il vento...

etc...

Ho sperimentato un stile diverso dal mio, più da bambina.

 

Il 28/3/2019 alle 13:29, mercy ha detto:
Il 28/3/2019 alle 12:41, Floriana ha detto:

che era una conquista mattiniera... (spazio dopo i puntini di sospensione) Una grande impresa. È’ È un gioco

Ci sono altre "è" maiuscole sbagliate, ti segno questa

Qui ho difficoltà ha capire. Sulla tastiera come faccio a fare la e giusta?

 

Il 2/4/2019 alle 14:46, AndC ha detto:

Ho visto che spesso hai mantenuto e ricercato un ritmo di rime e assonanze nel testo... il che mi è perlopiù piaciuto... solo in questo caso, non mi convince troppo "gelata" (che in qualche modo mi sembra un termine da te voluto per far rima con "lavata")... ma ci vedrei meglio "gelida" a puro gusto personale.

Concordo con te^^

 

Il 2/4/2019 alle 14:46, AndC ha detto:

 - In tutto il racconto, te l'hanno già fatto notare ma ribadisco, hai fatto un po' un piccolo... casino (posso dire così? :D) con gli accenti sulla "È " maiuscola... nel primo caso e ogni tanto le scrivi bene; invece va corretta come nel secondo o terzo caso che ti ho evidenziato quando usi l'apostrofo al posto dell'accento o addirittura tutti e due (apostrofo e accento).

Mi fate capire come si fanno le è giuste?

 

Il 3/4/2019 alle 18:19, Lauram ha detto:

Cara @Floriana quando ti leggo mi emoziono, voglio ritornare sulle parole, perché ogni cosa che tu scrivi è percepita in un modo talmente vero che desideri entrarci dentro con tutte le scarpe.

Troppo gentile @Lauram:rosa:

 

Vi auguro un buon Week-End:flower:

Vostra Flo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Floriana ha detto:

te capire come si fanno le è giuste?

 

Il 3/4/2019 alle 18:19, Lauram ha detto:

Cara, io ho un edizione del 2003, quindi vecchissima. Sulla barra degli strumenti in alto trovi "inserisci", ci clicchi e ti si apre un menù a tendina dove troverai "simbolo". Farai perciò "inserisci simbolo". Vedrai quanti simboli ci sono lì che non compaiono sulla tastiera, troverai la famosa "È" e un sacco di altre cose, come le caporali e il trattino lungo.

Buon fine settimana a te <3

Spoiler

Poi se @AndC sa come inserirla direttamente da tastiera con un comando, tanto di guadagnato, così spulcio la sua risposta. xD

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Floriana @Lauram

 

Qui, l'unico che sa e può realmente illuminarci e di cui mi fido ciecamente è... @bwv582!

 

Dunque chiediamo e chiedo a lui di ridirci e ridirmi come si fanno le È maiuscole accentate con la tastiera... :D

(in realtà credo sia difficilissimo e non l'ho mai voluto imparare...)

 

Io, semplicemente, un po' come Lauram le inserisco dal programma di scrittura (es Word o simili... c'è una voce che dice "inserisci carattere speciale" e inserisco la "È" nel testo... poi, semplicemente la copio e la incollo ogni volta che mi serve...).

 

@Floriana

1 ora fa, Floriana ha detto:

Ho tentato di rendere descrittivi  i profumi della primavera, in certi punti anche in maniera fanciullesca come ha fatto notare il mio amico @AndC

 

Il 2/4/2019 alle 14:46, AndC ha detto:

- Questa è la lattuga...

- Questo è il sole...

- Questo è il vento...

etc...

Ho sperimentato un stile diverso dal mio, più da bambina.

Ma... io non volevo dire in maniera fanciullesca... volevo intendere più in maniera descrittiva... non so se mi sono spiegato bene... l'esempio che ho fatto è un po' estremizzato, ovviamente...

 

Ciao amica mia... buon weekend anche a te e a presto!

:D

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, AndC ha detto:

Dunque chiediamo e chiedo a lui di ridirci e ridirmi come si fanno le È maiuscole accentate con la tastiera... :D

Tutti qui dicono ALT+0200 ma a me questa combinazione non funziona mai. Io uso sempre ALT + 212 (tastierino numerico) che dà, appunto, "È".

In word c'è anche un "tutto maiuscole" vicino al tipo e alla dimensione carattere che mette in maiuscolo una selezione (quindi anche una "è"). In libreoffice writer non ho idea di come si faccia a inserire un simbolo, però a menu c'è "formato \ testo \ maiuscole" che fa diventare tutta in maiuscolo una selezione ed è l'equivalente del "tutto maiuscole" di word.

 

@Floriana, ho letto il tuo racconto ma non l'ho commentato. È un racconto ricco di immagini suggestive in ogni riga - un po' difficile da leggere (per me) - ed è un momento di poesia in cui non riesco a trovare qualcosa da dire e/o non ho le capacità per esserti utile con un commento... per questo passo, spero che mi capirai. :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×