Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

judaskiss00

Studiare per diventare Dio

Post raccomandati

Salve a tutti e buona giornata, vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi commento, incipit o semplice lettura che darete al mio post.

Da qualche anno ho intrapreso l' avventura di scrivere un libro (anzi due , ma l'altro e' uno short-book), dopo varie esperienze molto "profonde", ho sentito che avrei dovuto creare qualcosa e questo ci porta ad oggi, a Writer's Dream.

Il libro e' un fantasy anche se molto legato alla realta' ed in prima fase di ispirazione scrissi molto della storia anche perche' si tratta di eventi realmente accaduti e quando dovetti trasformarli in fantasy incontrai non pochi problemi.

Tra l'altro detto tra noi la parte fantasy sembrava avere piu' senso di quella normale, ma questa e' l'ironia della realta', della vita.

La prima cosa che notai era la mancanza di struttura, la trama era li ma mancava il contorno, il luogo, il tipo di civilta', di persone, che tipo di societa' fosse e dettagliarli quel che basta per dare il giusto contorno alla storia. Un altra cosa che notai dopo la prima stesura fu la questione dei poteri che come ho letto in un altro post e' un problema abbastanza comune per i nuovi di questo genere.

L' errore che notai era mio, di pensiero, nel senso che la mia mente ormai abituata a vedere certi tipi di potere tramite gli anime ed i manga li associa direttamente ed anche perche' diciamocelo, ormai sono cosi tanti i film, serie tv, fumetti e libri che trattano di super poteri che e' quasi difficile non trovarsi un super eroe fuori dalla porta con l 'avvocato che ti chiede i danni del copyright.

Manga e libro sono difficilmente associabili come svolgimento della trama relativa ai poteri, nel manga il personaggio principale ha una evoluzione nel tempo molto piu' dilatata e dettagliata di un personaggio principale di un libro che molte volte lo troviamo gia' con i poteri o che li sta per acquisire, ma mai la sua evoluzione come goku o naruto o rufy. Si possono prendere svariate idee da loro ma non altro. Ho ovviato alla cosa inserendo dei Filler, non sogni o ricordi, proprio dei filler che hanno lo scopo di raccontare cio' che in breve non potrei sul personaggio principale e anche di altri e vorrei sapere la vostra su questa decisione anche perche' risultano molto interessanti ma allungano la storia. E qui veniamo al motivo del mio post, ossia la lunghezza. Prima pero' lasciate che vi racconti brevemente la storia, siamo sul sesto di 7 universi che sono collegati tra loro, il 7 corrisponde al piu' basso sia di grado spirituale che materiale. Questo mondo ha una societa' divisa a caste, ma che si rivolgono sulla singola persona non su una societa' o combriccola. Nel senso che ci sono tre categorie di persone, i mestieranti, i limbici ed i celesti ed in base a questa differenza che si caratterizza la societa' del mio fantasy anche se esiste un impero, le divisioni e le casate che corrispondono a diversi lignaggi celesti. Il tutto si svolge attorno ad una divisione ed i suoi membri. Manca di tantissime cose ma ho cercato in poco di dare un idea.

Attualmente ho scritto con impaginazione gia' sistemata circa 200 pagine di word con circa 260000 caratteri. Considerando che ancora devo concludere alcuni capitoli e quasi tutta la parte finale andro' sicuramente sui 400000 caratteri a tenermi stretto.. vi chiedo se sono troppi, se dovrei tagliare dato che ho letto gli standard europei che sono di molto inferiori, in piu' vi chiedo le vostre perplessita' su cio' che ho scritto della trama, ogni pensiero puo' essere importante. Spero di essere stato utile con la mia storia, scusate se ho scritto tanto, grazie mille :)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggendo il titolo del topic mi è venuta voglia di aprirlo perché ho pensato: Faust.

Ma andando avanti mi sono imbattuta nei Manga... e, confesso, ho consultato Wikipedia. Giunta a "goku", "naruto" e "rufy", però, ho gettato la spugna e ammetto che mi sono persa. :grat::umh:

Tuttavia mi è passato per la mente J. Swift e ho pensato che se ci metti la giusta dose d'ironia il tuo potrebbe essere un bellissimo romanzo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Be', ti ringrazio tanto, la giusta dose di ironia e' sempre importante. Il titolo puo' portare a cio', a pensare subito a Faust, anche se non e' il titolo del libro ma di un capitolo. Ti comprendo bene nella questione manga, ma e'  inevitabile per noi appassionati fare riferimento a loro. Spero di poterti far leggere qualcosa, perche' e' molto profondo come fantasy :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, judaskiss00 ha detto:

Attualmente ho scritto con impaginazione gia' sistemata circa 200 pagine di word con circa 260000 caratteri. Considerando che ancora devo concludere alcuni capitoli e quasi tutta la parte finale andro' sicuramente sui 400000 caratteri a tenermi stretto.. vi chiedo se sono troppi, se dovrei tagliare dato che ho letto gli standard europei che sono di molto inferiori

Quattrocentomila caratteri sono circa 220 cartelle. Il romanzo standard, in media, va dalle 150 alle 250 cartelle, ma può raggiungere anche le 400. Alcuni generi, come fantasy o fantascienza, arrivano a 600. Ovviamente, maggiore è il numero di cartelle e più difficile sarà la pubblicazione, ma tu rientri nella media. Non capisco a quali standard ti riferisci.

 

Fai attenzione, comunque, perché il mondo dei manga (e dei fumetti in generale) è molto diverso da quello dei romanzi. Un filler, letteralmente un riempitivo, può essere accettabile in un anime e, un po' meno, in un manga, ma è da evitare in un romanzo. Un filler, per natura, non aggiunge nuove informazioni, non sviluppa i personaggi e non porta avanti la trama. Si tratta di scene che in un romanzo andrebbero tagliate.

 

17 ore fa, judaskiss00 ha detto:

in piu' vi chiedo le vostre perplessita' su cio' che ho scritto della trama

Se vuoi consigli sulla trama, dovresti parlare della trama. Hai scritto soltanto che il protagonista acquisirà potere col tempo; non c'è molto da dire, al riguardo. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao@judaskiss00

 

Per quanto riguarda i filler che spiegano il passato, in generale nel fantasy ce ne sono abbastanza. Basta pensare al Signore degli Anelli (l'esempio + famoso) dove ci sono riferimenti a fatti precedenti in tutto il libro.

A mio avviso dipende molto come sono messi giù (in dialoghi, ricordi, sogni ect..) e se aggiungono informazioni vitali alla storia, perchè il rischio dei filler è che appesantiscono il racconto.

 

Ti faccio un esempio che mi è piaciuto: Sapkowki nei primi racconti si Gerard immagina il protagonista che confessa la sua storia a una sacerdotessa….il filler mi è piaciuto molto, anche perchè all'inizio non si capisce cosa sta succedendo (i capitoli prima sono d'azione, d'improvviso la quiete con lui che parla). in questo caso il salto nel passato è stato piacevole e l'ho trovato molto creativo.

 

Per il resto, credo che @Black  si stato molto esauriente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Black ha detto:

Quattrocentomila caratteri sono circa 220 cartelle. Il romanzo standard, in media, va dalle 150 alle 250 cartelle, ma può raggiungere anche le 400. Alcuni generi, come fantasy o fantascienza, arrivano a 600. Ovviamente, maggiore è il numero di cartelle e più difficile sarà la pubblicazione, ma tu rientri nella media. Non capisco a quali standard ti riferisci.

 

Fai attenzione, comunque, perché il mondo dei manga (e dei fumetti in generale) è molto diverso da quello dei romanzi. Un filler, letteralmente un riempitivo, può essere accettabile in un anime e, un po' meno, in un manga, ma è da evitare in un romanzo. Un filler, per natura, non aggiunge nuove informazioni, non sviluppa i personaggi e non porta avanti la trama. Si tratta di scene che in un romanzo andrebbero tagliate.

 

Se vuoi consigli sulla trama, dovresti parlare della trama. Hai scritto soltanto che il protagonista acquisirà potere col tempo; non c'è molto da dire, al riguardo. :) 

 

Ciao Black grazie mille per il tempo dedicatomi, avevo letto in un altro post una discussione sulla lunghezza di un fantasy e si parlava degli standard per un libro fantasy, in ogni caso le tue info sono state utilissime. Per quanto riguarda la questione manga/filler/libro devo darti ragione difficilmente in un libro vengono inseriti filler, cerchero' di inserirli nella trama nel modo migliore possibile. I poteri invece e' un discorso piu' complicato, intendevo dire il contrario black, cioe' che nei manga e' piu lunga nel tempo l'acquisizione del potere mentre nei libri trovi qualcuno che si appresta ad acquisire un potere o gia lo possiede. Per la trama perdonami ho cercato di dare meno info possibili, stupidamente ne sono molto geloso al momento:)

 

 

18 ore fa, Fantom ha detto:

Ciao@judaskiss00

 

Per quanto riguarda i filler che spiegano il passato, in generale nel fantasy ce ne sono abbastanza. Basta pensare al Signore degli Anelli (l'esempio + famoso) dove ci sono riferimenti a fatti precedenti in tutto il libro.

A mio avviso dipende molto come sono messi giù (in dialoghi, ricordi, sogni ect..) e se aggiungono informazioni vitali alla storia, perchè il rischio dei filler è che appesantiscono il racconto.

 

Ti faccio un esempio che mi è piaciuto: Sapkowki nei primi racconti si Gerard immagina il protagonista che confessa la sua storia a una sacerdotessa….il filler mi è piaciuto molto, anche perchè all'inizio non si capisce cosa sta succedendo (i capitoli prima sono d'azione, d'improvviso la quiete con lui che parla). in questo caso il salto nel passato è stato piacevole e l'ho trovato molto creativo.

 

Per il resto, credo che @Black  si stato molto esauriente

Ciao Fantom grazie mille per il tuo commento, devo dare ragione anche a te, non uso sogni, flashback o stacchi improvvisi che tornano nel passato, durante la storia principale ho inserito dei personaggi che parlando racconteranno alcune cose del passato, in un altro capitolo "filler" invece introduco due personaggi importanti ,cerchero' il piu' possibile di renderli continui, ti ringrazio siete stati utilissimi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @judaskiss00 provo a dirti un paio di cose.

Il 10/3/2019 alle 18:01, judaskiss00 ha detto:

Manga e libro sono difficilmente associabili come svolgimento della trama relativa ai poteri, nel manga il personaggio principale ha una evoluzione nel tempo molto piu' dilatata e dettagliata di un personaggio principale di un libro che molte volte lo troviamo gia' con i poteri o che li sta per acquisire, ma mai la sua evoluzione come goku o naruto o rufy.

Non sono convinto di questa affermazione. Fumetto e romanzo sono molto distanti come strumenti narrativi, ma non vedo tutta questa differenza nel "trattamento" di un tema come i poteri. Ovvio un libro di 200 pagine non può raggiungere il livello di dettaglio di un manga come One Piece (stiamo parlando di uno dei manga più lunghi della storia :rotol:), ma non vedo questa difficoltà nel delineare una graduale crescita delle capacità del protagonista nel corso del romanzo. Lo stesso discorso si potrebbe fare mettendo a paragone Film e Serie TV: ovviamente una serie TV di "x" stagioni, per la sua struttura, ha la possibilità di soffermarsi su molteplici aspetti della trama, ma un Film costruito bene e con un buon pacing può raggiungere un livello di "crescita graduale" soddisfacente.

Secondo me il tutto sta nel fare le scelte giuste.

 

Il 10/3/2019 alle 18:01, judaskiss00 ha detto:

Ho ovviato alla cosa inserendo dei Filler, non sogni o ricordi, proprio dei filler che hanno lo scopo di raccontare cio' che in breve non potrei sul personaggio principale e anche di altri e vorrei sapere la vostra su questa decisione anche perche' risultano molto interessanti ma allungano la storia.

      

Non è che stai facendo un po' di confusione con il termine "filler"?. Come ha detto giustamente @Black, il filler è un "riempitivo", uno stratagemma che è nato per la discrepanza temporale che fisiologicamente esiste tra un manga e un anime. ll filler è spesso usato per dilatare la durata di una puntata di un anime (o anche più puntate) per dare il tempo all'autore originale di continuare l'opera scritta o anche per ampliare l'arco temporale in cui se ne può sfruttare il successo per gli spazi pubblicitari ed il merchandising. Si usa solo per "allungare il brodo", quindi è chiaramente una cosa inutile che non altera in nessun modo la trama, lasciandola "in sospeso" (visto che conosci Naruto, per farti un esempio di filler inutile, prendi l'episodio 469 dell'anime dove Naruto e i suoi compagni cercano di scoprire cosa c'è sotto la maschera di Kakashi...ecco una roba completamente inutile, quasi irritante). 

Nel tuo caso mi sembra improprio parlare di filler, io li definirei più excursus, perché in quelle parti tu introduci personaggi importanti o approfondisci il background del protagonista o il setting, quindi non è materiale inutile. L'unica cosa è fare attenzione a non diventare troppo didascalico o dare troppe informazioni che non risultano indispensabili per la narrazione. 

 

Il 10/3/2019 alle 18:01, judaskiss00 ha detto:

siamo sul sesto di 7 universi che sono collegati tra loro, il 7 corrisponde al piu' basso sia di grado spirituale che materiale. Questo mondo ha una societa' divisa a caste, ma che si rivolgono sulla singola persona non su una societa' o combriccola. Nel senso che ci sono tre categorie di persone, i mestieranti, i limbici ed i celesti ed in base a questa differenza che si caratterizza la societa' del mio fantasy anche se esiste un impero, le divisioni e le casate che corrispondono a diversi lignaggi celesti. Il tutto si svolge attorno ad una divisione ed i suoi membri. Manca di tantissime cose ma ho cercato in poco di dare un idea.

 

Si nota molto l'spirazione Japan fantasy :asd: Detto così il setting potrebbe essere pure interessante, ma evita di farlo scadere nel "derivativo" ;) Comunque di Trama vera e propria non hai detto nulla :P

P.s: 

22 ore fa, Fantom ha detto:

Sapkowki nei primi racconti si Gerard

@Fantom Scusa, chi? :trollface:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @The_Butcher_of_Blaviken :)

dall'immagine pensavo conoscessi la saga…..mi sono detto "ho beccato il fan della saga di Gerald che non m' ha perdonato il nome sbagliato dell'autoreO_O

Cmq è una saga fantasy abbastanza conosciuta...ma netflix farà uscire una serie….quindi se farà successo come il trono di spade lo conoscerai

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, The_Butcher_of_Blaviken ha detto:

Ciao @judaskiss00 provo a dirti un paio di cose.

Non sono convinto di questa affermazione. Fumetto e romanzo sono molto distanti come strumenti narrativi, ma non vedo tutta questa differenza nel "trattamento" di un tema come i poteri. Ovvio un libro di 200 pagine non può raggiungere il livello di dettaglio di un manga come One Piece (stiamo parlando di uno dei manga più lunghi della storia :rotol:), ma non vedo questa difficoltà nel delineare una graduale crescita delle capacità del protagonista nel corso del romanzo. Lo stesso discorso si potrebbe fare mettendo a paragone Film e Serie TV: ovviamente una serie TV di "x" stagioni, per la sua struttura, ha la possibilità di soffermarsi su molteplici aspetti della trama, ma un Film costruito bene e con un buon pacing può raggiungere un livello di "crescita graduale" soddisfacente.

Secondo me il tutto sta nel fare le scelte giuste.

Ciao e grazie mille per i commenti, molto utili e dettagliati. In effetti hai centrato in pieno, non vi e' molta differenza nel trattamento dei poteri se non per una questione tempo, come hai detto tu in duecento pagine e' difficile poter sviluppare i poteri adeguatamente tanto quanto un manga o un anime.Provero' comunque a rivedere questo aspetto sotto il tuo punto di vista:)

 

      

Non è che stai facendo un po' di confusione con il termine "filler"?. Come ha detto giustamente @Black, il filler è un "riempitivo", uno stratagemma che è nato per la discrepanza temporale che fisiologicamente esiste tra un manga e un anime. ll filler è spesso usato per dilatare la durata di una puntata di un anime (o anche più puntate) per dare il tempo all'autore originale di continuare l'opera scritta o anche per ampliare l'arco temporale in cui se ne può sfruttare il successo per gli spazi pubblicitari ed il merchandising. Si usa solo per "allungare il brodo", quindi è chiaramente una cosa inutile che non altera in nessun modo la trama, lasciandola "in sospeso" (visto che conosci Naruto, per farti un esempio di filler inutile, prendi l'episodio 469 dell'anime dove Naruto e i suoi compagni cercano di scoprire cosa c'è sotto la maschera di Kakashi...ecco una roba completamente inutile, quasi irritante). 

Nel tuo caso mi sembra improprio parlare di filler, io li definirei più excursus, perché in quelle parti tu introduci personaggi importanti o approfondisci il background del protagonista o il setting, quindi non è materiale inutile. L'unica cosa è fare attenzione a non diventare troppo didascalico o dare troppe informazioni che non risultano indispensabili per la narrazione. 

Adesso che me lo fai notare in effetti si, potremmo dire che sono degli excursus che non si discostano tanto dalla trama ma danno appunto informazioni importanti.

 

Si nota molto l'spirazione Japan fantasy :asd: Detto così il setting potrebbe essere pure interessante, ma evita di farlo scadere nel "derivativo" ;) Comunque di Trama vera e propria non hai detto nulla :P

Assolutamente si, i poteri per quanto importanti sono secondari nella trama ma l'ambientazione e' al 70 percento di ispirazione japan fantasy

P.s: 

@Fantom Scusa, chi? :trollface:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, judaskiss00 ha detto:

Adesso che me lo fai notare in effetti si, potremmo dire che sono degli excursus che non si discostano tanto dalla trama ma danno appunto informazioni importanti.

Allora se veicolano informazioni importanti, mettili :) Fai sempre attenzione a non appesantire troppo la narrazione ;)

 

4 minuti fa, judaskiss00 ha detto:

Ciao e grazie mille per i commenti, molto utili e dettagliati.

 

Figurati :sss:

 

8 minuti fa, Fantom ha detto:

Ciao @The_Butcher_of_Blaviken :)

dall'immagine pensavo conoscessi la saga…..mi sono detto "ho beccato il fan della saga di Gerald che non m' ha perdonato il nome sbagliato dell'autoreO_O

Cmq è una saga fantasy abbastanza conosciuta...ma netflix farà uscire una serie….quindi se farà successo come il trono di spade lo conoscerai

 

 

:rotol:

Il carnefice di Blaviken (o the butcher of Blaviken) è proprio uno dei soprannomi di Geralt di Rivia, acquisito dopo la vicenda raccontata nel capitolo "Il male minore" del primo libro "Il Guardiano degli Innocenti" :lol:. Ovviamente sono un grandissimo fan della saga dello strigo (sia libri che videogiochi), per questo stavo scherzando sul tuo "Gerard" più che sulla mancata "s" nel nome dell'autore :P

   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, The_Butcher_of_Blaviken ha detto:

Il carnefice di Blaviken (o the butcher of Blaviken) è proprio uno dei soprannomi di Geralt di Rivia, acquisito dopo la vicenda raccontata nel capitolo "Il male minore" del primo libro "Il Guardiano degli Innocenti" :lol:. Ovviamente sono un grandissimo fan della saga dello strigo (sia libri che videogiochi), per questo stavo scherzando sul tuo "Gerard" più che sulla mancata "s" nel nome dell'autore :P

   

Ottimo:D sono riuscito a fare una figuraccia con un fan della saga:bandiera:...me lo sentivo:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Fantom @The_Butcher_of_Blaviken io sono una fans di Gerald e non l'ho neanche ancora letto, solo provato la demo del gioco e attendo la serie. 

@judaskiss00 io posso risponderti secondo il mio gusto e la mia poca esperienza.

I Fantasy più belli che ho letto, sono tutti lunghissimi. Anzi, credo proprio che il Fantasy sia un genere che necessita di davvero molte parole, i più belli comprendono terre, poteri, abiti, lingue, razze, tutte da inventare e quindi da descrivere.

Il problema "lunghezza" secondo me, nel Fantasy non esiste.

Chiaramente, avendo così tanto bisogno di descrizioni necessarie, l'autore Fantasy deve essere in grado di non perdersi in descrizioni superflue, ma se sei qui, questo lo sai.

 

Ho letto di crescita del protagonista nei manga e non nel romanzo, mi sembra di aver capito che il tuo o i tuoi, crescono e non sai come iniziare, anche qui le cose già scritte ti aiutano: Frodo parte da semplice Hobbit e acquisisce capacità (Non poteri), armi nel corso del romanzo. Il mio Fantasy preferito, parte dal protagonista adulto e racconta ad una specie di biografo la propria vita. Nel trono di spade, troviamo i flashback che spiegano la nascita di John e anche una bella crescita del personaggio di Bran. 

Direi che, se vuoi mantenere la crescita del tuo personaggio, che è una cosa bella, hai a disposizione varie opere da cui prendere spunto.

 

Per quello che riguarda la trama, boh! 7mondi, le caste, i gradi spirituali. Descritto così, non mi ispirerebbe, però io non sono ispirata neanche da Hunter game, meze runner, ecc ecc. Quindi non faccio testo.

Buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Violante Renard ha detto:

@Fantom @The_Butcher_of_Blaviken io sono una fans di Gerald e non l'ho neanche ancora letto, solo provato la demo del gioco e attendo la serie. 

@judaskiss00 io posso risponderti secondo il mio gusto e la mia poca esperienza.

I Fantasy più belli che ho letto, sono tutti lunghissimi. Anzi, credo proprio che il Fantasy sia un genere che necessita di davvero molte parole, i più belli comprendono terre, poteri, abiti, lingue, razze, tutte da inventare e quindi da descrivere.

Il problema "lunghezza" secondo me, nel Fantasy non esiste.

Chiaramente, avendo così tanto bisogno di descrizioni necessarie, l'autore Fantasy deve essere in grado di non perdersi in descrizioni superflue, ma se sei qui, questo lo sai.

 

Ho letto di crescita del protagonista nei manga e non nel romanzo, mi sembra di aver capito che il tuo o i tuoi, crescono e non sai come iniziare, anche qui le cose già scritte ti aiutano: Frodo parte da semplice Hobbit e acquisisce capacità (Non poteri), armi nel corso del romanzo. Il mio Fantasy preferito, parte dal protagonista adulto e racconta ad una specie di biografo la propria vita. Nel trono di spade, troviamo i flashback che spiegano la nascita di John e anche una bella crescita del personaggio di Bran. 

Direi che, se vuoi mantenere la crescita del tuo personaggio, che è una cosa bella, hai a disposizione varie opere da cui prendere spunto.

 

Per quello che riguarda la trama, boh! 7mondi, le caste, i gradi spirituali. Descritto così, non mi ispirerebbe, però io non sono ispirata neanche da Hunter game, meze runner, ecc ecc. Quindi non faccio testo.

Buon lavoro.

 

Ciao grazie per gli incipit e le info, in effetti ho compreso che devo trovare una via dimezzo, non troppo lungo, ne troppo corto. Maze runner neanche a me ispira molto come tanti altri, ma siamo lontani da quel genere sto valutando se postare una parte di capitolo in frammenti ma sonosolo 3500 caratteri non renderei lo stesso l idea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Violante Renard Ciao violante scusa se ti rispondo solo adesso ma i denti mi stanno dannando questa settimana. In questo momento ho un attimo di pace. 

Per quanto concerne il libro invece e la sua trama ti dico che mi manca poco  e che comunque e' ben definita dentro di me la serie di eventi fino alla fine. Inizialmente la trama la scrissi di getto e quasi tutta poi dovetti ampliare il mondo, dalle razze al sistema di trasporto, dalla moneta alla tipologia di vita sociale e senza  cercare di protrarsi troppo ma raccontarlo attraverso i personaggi e gli eventi. Al momento devo finire di completare la parte finale che comprende una lunga battaglia di giorni... una cosa che mi chiedo e' la lunghezza dei capitoli..esistono delle regole per questo oppure alcuni possono essere molto lunghi, alcuni medi e altri brevi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×